Ucraina, generale Battisti: “Neutralità? Impossibile, Italia membro fondatore Nato”

“Se l’Italia non fosse solidale con gli altri 29 Paesi perderebbe credibilità a livello internazionale”

(adnkronos.com) – “Non ritengo assolutamente possibile che l’Italia possa rimanere ‘neutrale’ in un’ipotetica eventualità, speriamo mai, di azioni di rappresaglia da parte della Russia in quelle aree di Paesi Nato dove transitano gli equipaggiamenti occidentali che devono arrivare in Ucraina. Se dovesse mai accadere scatterebbe l’art. 5 del trattato atlantico, quello dei tre moschettieri ‘tutti per uno, uno per tutti'”. Lo ha affermato all’Adnkronos il generale Giorgio Battisti del Comitato Atlantico italiano in merito alle parole del professor Alessandro Orsini secondo cui l’Italia dovrebbe rimanere neutrale se la Russia dovesse colpire un paese della Nato.

“Se l’Italia di fronte ad un’eventualità del genere non dovesse essere solidale con gli altri 29 Paesi dell’Alleanza atlantica penso che perderemmo tutta la nostra credibilità a livello internazionale. Nessun Paese si è mai ritirato, si è mai dichiarato contrario in queste decisioni, siamo tutti alleati dal 1949 e se dovessimo rifiutarci sarebbe veramente un disonore che non potremmo più recuperare – ha sottolineato il gen. Battisti -. L’Italia è uno dei membri fondatori dell’Alleanza Atlantica del 1949. Ha sempre operato nel pieno rispetto della Carta Atlantica alla pari di tutti gli alleati, non si è mai sottratta a qualsiasi decisione che è stata presa dalla Nato – ha aggiunto l’ufficiale -, anche perché le decisioni vengono prese per consenso, cioè se si decide di una qualsiasi azione militare, come è stato il caso di intervenire in Afghanistan, i paesi della Nato che oggi sono 30, tutti devono esprimere il loro consenso e l’Italia ha sempre rispettato questo principio di alleanza”.

“E ancora ieri c’è stata una riunione pilotata dagli Stati uniti, dal segretario alla Difesa Lloyd Austin, alla quale hanno partecipato circa 40 paesi, i 30 membri della Nato più altri 10 paesi legati da un rapporto di partnership, – ha concluso il gen. Battisti – e tutti hanno convenuto di procedere uniti nel supportare l’Ucraina con l’invio di mezzi occidentali di cui l’Ucraina sembra avere disperato bisogno, anche perché tutti i vecchi equipaggiamenti russi o di origine sovietica si sono consumati nella prima fase di questa guerra”.

Categorie:Cronaca, Interno, Mondo, Politica

Tagged as: , , ,

8 replies

  1. “Se l’Italia non fosse solidale con gli altri 29 Paesi perderebbe credibilità a livello internazionale”

    Perche’ abbiamo credibilita’?
    Il generale e’ in vena di battute

    "Mi piace"

  2. che grandissima caxxata
    insomma si tratta solo di credibilità?
    e non di decidere se entrare in guerra o meno?
    di una guerra NON decisa da noi ma da dei pexxi di m3rda che stanno a Washington o Londra?
    vale di più un trattato di DIFESA del 1949 che dell’integrità della nazione?

    insomma noi diamo armi di offesa (altra caxxata le armi di difesa) per bombardare La Russia
    se si difendono la colpa è loro.
    mi sembra un perfetto ragionamento alla Renzi

    Piace a 2 people

  3. Certo che un generale che non conosce nemmeno i trattati…

    La Nato è un’alleanza difensiva.

    Se il matto BoJo lancia lui un attacco alla Russia via Ucraina e la Russia gli risponde, gli altri paesi Nato non sono tenuti a intervenire al fianco del matto.

    Ha ragione Orsini.

    Piace a 2 people

  4. In merito alle dichiarazioni del Generale del Comitato Atlantico italiano:

    http://www.comitatoatlantico.it/COMIT/comitato-atlantico-italiano/

    Oltre a dichiarare il falso sulla possibilità di dichiarazione di neutralità da parte di un membro fondatore, qual’è l’Italia, a riguardo di un teatro di guerra, specie per un Paese non membro NATO, il Generale difende il suo posto di lavoro, di potere, di influenza. Sono organismi che perpetuano l’autoconservazione.

    Quest’articolo intervista è una buffonata.

    Segnalo:

    https://www.informazione.it/a/8AFBF644-9424-48E0-97A5-88700733DBAA/Le-scarpe-italiane-a-Mosca-le-sanzioni-non-fermano-50-imprese-Questione-di-vita-o-di-morte

    con il beneplacito di Confindustria e organizzazioni sindacali.

    La nuova globalizzazione e gli interessi di commercio saranno preminenti rispetto agli interessi di dominio CIA USA e Russia-Cina?
    Come sopravviveremo alla perdita di posti di lavoro e di potere di acquisto, e del mondo globalizzato, se non uscendo dal modello liberista capitalistico?

    "Mi piace"

  5. Ma questo da dove esce?

    ha aggiunto l’ufficiale -, anche perché le decisioni vengono prese per consenso, cioè se si decide di una qualsiasi azione militare, come è stato il caso di intervenire in Afghanistan, i paesi della Nato che oggi sono 30, tutti devono esprimere il loro consenso e l’Italia ha sempre rispettato questo principio di alleanza”.

    CIOE’, questo bel tomo vorrebbe farci credere che le decisioni di guerre volute dall’Amerika vengono prese con il ‘consenso’ degli altri?

    Ma per chi ci prende questo soggettone, per scemi?

    E poi notare la BUGIA grossa come una casa sull’Art.5.

    Ma secondo questo tomo la Russia può restare inerme di fronte ad un traffico di armi per uccidere i suoi soldati?

    Ma che razza di pagliacci ci sono a comandare?

    L’Argentina attaccò o no l’UK? Beh, non ci fu nessuna mobilitazione NATO 40 anni fa!

    Così come non c’é stata in tanti altri conflitti in cui gli USA o l’UK hanno bombardato a destra e a manca. Robette tipo Vietnam e Corea, per esempio.

    Quindi Battisti è un contaballe.

    Pericolosissimo per l’integrità del pianeta, visto che gent(aglia) come lui ci porta dritti alla III guerra mondiale.

    "Mi piace"

  6. “Italia membro fondatore”… a sua insaputa?

    Vedo che Orban è l’ unico che si è defilato. Non sarà “membro fondatore” ma ha potuto farlo. Per ora. Allora non è “impossibile”.
    Quasi quasi…

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...