L’ultima Thule

(Giuseppe Di Maio) – Crediamo ancora che i Pirenei, la Manica, il Reno, i Carpazi, e le Alpi, siano barriere naturali poste per separare la superiorità naturale e civile di milioni di individui dai loro inferiori vicini? Il bus che passa davanti al Parlamento europeo per la vecchia piazza del Lussemburgo mi sussurra che siamo un unico popolo che conserva i suoi orgogli locali con la speranza di regalare un ultimo vantaggio alle proprie classi dirigenti. Quella che è scoppiata in Ucraina con l’intensità di un conflitto regionale, si sta delineando una guerra contro l’Europa. Russia, America e Cina ci stanno dicendo che siamo solo un estremo brandello del continente asiatico, ancora convinti di giocare un indispensabile ruolo globale. Al termine della 2° guerra mondiale l’America ci ha comprato per sottrarci all’influenza sovietica. La successiva alleanza NATO in cui l’effettivo onere della (difesa?) era degli USA, ci ha fatto vivere per 80 anni presuntuosi e addormentati nel nostro passato glorioso.

Putin ha giocato gli anni del suo mandato per renderci ancora più dipendenti dalle risorse siberiane, e quando il legame è stato sufficientemente stretto, ci ha scatenato contro la realtà delle nostre dipendenze energetiche e alimentari. Mezzo miliardo di persone che si scannano attorno alle oscillazioni del proprio PIL messe d’un tratto all’addiaccio dalla minaccia di dover tenere chiuse le manopole dei fornelli. Il mondo che avrebbe dovuto essere integrato, interconnesso, e collaborante, è tenuto ancora separato dall’interesse privato, di classe, e geografico. Chissà da chi ha preso l’esempio! Un paese che si permette ancora di avere il Lussemburgo, Monaco, San Marino, Andorra, il Liechtenstein, Malta, il Vaticano, e una miriade di altri stati che non superano i confini effettivi di una provincia, ha fatto dell’esclusione e dell’egoismo il suo vangelo. E, caro Letta, e cari guerrieri da divano piddini, non saranno certo quattro droni armati a difenderlo dalla vendetta dei popoli che ha oppresso.

4 replies

  1. Cji siete e da dove venite ?? Se siete alieni é decisamente meglio che distruggete sto mondo di coglioni ! Che piuttosto di preservare wuests terra meravigliosa hanno preferito distruggerla in tutti i modi ! Io trovo sia giusto gli uomini si meritino la distruzione totale !, mi basterebbe che siano salvati gli unici esseri innocenti della terra : quelli che ci hanno sostenuto e sostantato da secoli e spesso senza rispetto e con mplta crudeltà! Se fossi ancora credente pregherei di ucciderci tutti noi maledetti umani e lasciare in vita solo quelle meravigliose creature innocenti ! Gli uomini avevano il paradiso e lo hanno sprecato in tutti i modi !fuck

    "Mi piace"

  2. Ma non diciamo sciocchezze: Esclusione? Egoismo?
    Fatevi un bel giretto in tutto il Mondo non occidentale, e vedrete come sono “altruisti” negli altri Paesi. Soprattutto in Africa, se non hai qualcosa da “dare”… Certamente i vari popoli hanno diversi modi di “accoglienza” nel senso che ti offrono il tè ( ma mica tutti…) ma se non hai “portato” qualcosa o non vuoi comprare qualcosa…
    Non diciamo sciocchezze, se c’è una popolazione “accogliente” quella sono gli Occidentali. Provate ad andare da poveri clandestini senza documenti in qualsivoglia Paese non occidentale (ammesso e certamente non concesso che ci riusciate), e vedrete come verrete “accolti”, sfamati, curati, protetti…

    E’ proprio questo eccesso di “generosità” (pelosa, ovviamente) che ci porta alla rovina. La globalizzazione è , oltre che impoossibile, ingiusta: smettiamola di considerarci “migfliori” ( abbiamo ben visto quanto lo siamo… sanità, scuola, Costituzione… alla sbando…) e cominciamo a diventare “egoisti”: . Non tutti vogliono diventare “buoni” come noi e non sappiamo farcene una ragione: autodeterminazione dei popoli? Solo se il modello è il “nostro”, tutti gli altri sono barbari.

    Gli psicologi della doimenica ci dicono che per “amare gli altri” occorre prima amare noi stessi, e noi Italiani siamo stati addestrati dai Tycoon globali ad odiarci allegramente. Tutti sono “meglio”, tutti sono più “buoni”. Aspettano solo che li aiutiamo ( con le armi o la carità) a diventare “migliori come noi” e tutti andremo, felici, uguali, in Paradiso. Da morti di fame globali, ma vuoi mettere…

    "Mi piace"

    • X Carolina:

      tu conosci qualche continente più imperialista e conquistatore del nostro?

      Impero coloniale inglese.

      Impero coloniale francese

      Impero coloniale spagnolo

      -portoghese

      -olandese

      -belga

      -tedesco

      -italiano.

      E i danni che vedi in molte nazioni del 3o mondo sono a tutt’oggi figlie dei lasciti, specie in Africa e M.O. di questi dominii.

      Se non lo capisci ancora, dovresti rileggerti le prodezze dei belgi in Congo.

      Oppure la storia della partizione del Medio Oriente e poi dell’India.

      "Mi piace"