Tra quanti morti?

(di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Per capire a che punto è la notte, mettiamo in fila i fatti che nessuno nega. Nemmeno il più fervido atlantista afferma più che la resistenza ucraina sia in grado di sottrarre all’armata russa il Donbass, la Crimea e la striscia che li collega sul Mar Nero; che Mariupol, rasa al suolo e ormai in […]

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

108 replies

  1. Tra quanti morti?

    (di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Per capire a che punto è la notte, mettiamo in fila i fatti che nessuno nega. Nemmeno il più fervido atlantista afferma più che la resistenza ucraina sia in grado di sottrarre all’armata russa il Donbass, la Crimea e la striscia che li collega sul Mar Nero; che Mariupol, rasa al suolo e ormai in mani russe, possa tornare in quelle ucraine; che Putin, sconfitto e isolato da tutti, abbia le ore contate prima del famoso “regime change” annunciato da Biden e smentito dai suoi. Anche altre incaute analisi, in lieve contraddizione con le suddette, tipo che Putin fosse impazzito e pensasse di papparsi in tre giorni un Paese grande due volte l’Italia e di esservi accolto con petali di rose da una popolazione per 9/10 antirussa, per poi occupare l’intera ex Urss e infine marciare come Hitler sul resto d’Europa, erano bufale così grossolane che neppure i bufalari le ripetono più. Insomma, il dibattito pubblico sta atterrando con quasi due mesi di ritardo sulla realtà che i veri esperti videro subito: una guerra regionale per il Donbass spacciata dagli attori in campo (palesi e occulti) per una guerra mondiale. La lenta marcia dei tank su Kiev era un diversivo per impegnare parte dell’esercito ucraino (tutt’ altro che inerme: una potenza militare armata fino ai denti da Usa e Uk e ora pure dall’Ue) e un’arma di pressione per i negoziati (anche con stragi orribili, vedi Bucha): nessuna volontà di occupare la capitale (Mosca avrebbe usato l’aviazione e calato le truppe dalla Bielorussia), rovesciare Zelensky, sostituirlo con un fantoccio e annettere il Paese (mission impossible con la popolazione ostile, l’economia al collasso, la gran quantità di armi e milizie mercenarie riconvertibili alla guerriglia e al terrorismo).

    Stando così le cose, quanti morti ucraini serviranno ancora alle potenze (palesi e occulte) per sedersi al tavolo e prendere atto della realtà? L’iniziativa non la prenderà Putin, che dopo Mariupol e Kherson tenterà di sfondare su Odessa per avere altre merci di scambio a prezzo di nuove stragi. Non la prenderanno Biden e Johnson, che soffiano sul fuoco con altri allargamenti della Nato, nuovi invii di armamenti e “addestratori”, aumentando i rischi di incidenti fatali. E non la prenderà Zelensky, ubriacato dai falsi amici che gli raccontano che sta vincendo la guerra e presto i suoi marceranno su Mosca. Possono prenderla i governi europei, smettendo di inviare armi e subordinando la fine delle sanzioni a una trattativa seria, che parta non dai sogni, ma dalla realtà. La realtà che il cancelliere Scholz vide già quattro giorni prima dell’invasione russa, quando offrì invano a Zelensky un compromesso migliore di quello che uscirà dal negoziato post-bellico. Era due mesi fa, migliaia di morti fa.

    Piace a 8 people

    • “La realtà che il cancelliere Scholz vide già quattro giorni prima dell’invasione russa…”

      un’altra pirlata di Travaglio
      Scholz non vide nulla e nulla fece per Z., dato che prima affossò di fatto Minsk-2 nel quale era
      uno dei garanti ‘lato occidente’ e poi derise le richieste russe per far smettere il ‘genocidio’
      nel Donbass dicendo che non lo aveva visto
      quindi che abbia previsto l’azione russa e abbia cercato di avvisare Z. al fine di convincerlo
      a non interpretare la sua sceneggiatura da ‘duro’ è una pia illusione

      e sulle stragi russe, ancora con Bucha sta a mestare, andasse a fare il patologo e a cercare prove
      prima di scrivere perché d’essere il portavoce delle favole dell’orrore ucraine non è una bella fine
      il nostro problema è che ormai siamo talmente distanti dalla morte, ed abituati ai morti
      dei film, che vedendone una finta non sappiamo riconoscerla tale

      Piace a 1 persona

    • Il problema è che la guerra degli ucraini non la dirige la comparsa facinorosa Zelenski ne tantomeno i quacquaraquà Eu, ma gli Usa che, come M.T. ha più volte detto, non vuole che il conflitto duri poco.

      Piace a 3 people

    • Caro travaglio, mi stai dicendo che invadere tutta l’Ucraina e massacrare 30.000 soldati russi altrettanti soldati Ucraini e decine di migliaia di civili era solo un diversivo per prendere il Don Bass ma come caxxoragioni?

      Piace a 2 people

  2. Domanda, signor Travaglio: ma Putin ha invaso l’Ucraina perché c’era la Nato, o la Nato era in Ucraina perché Putin prima o poi l’avrebbe invasa? Io dico la seconda.

    Piace a 2 people

    • Ah ah ah!

      Ma dove andate a scovarle? Niente, niente che la Nato è qui da noi per il pericolo dell’invasione Svissera: hai visto mai?

      Viva la sociopatia!

      Piace a 5 people

      • Grazie Raf

        La storia che qualcuno stia bombardando per denazificare sembra scritta da un figlio di putin e la barzelletta che si inviano armi per ottenere la pace sembra scritta da un comico ucraino.

        La logica di chi per non sentirsi minacciato bombarda un popolo sovrano e quella di chi la democrazia la esporta a cannonate portano di fatto a produrre sempre più armi che poi significa sempre più morti soprattutto tra i civili per non parlare dei poveri ragazzotti russi obbligati alla leva, carne da macello come lo sono soprattutto bambini e vecchi.

        Qualunque siano i motivi di questo disprezzo per le vite degli altri non giustifica che si debba stare dalla parte di un invasore invasato o di un bombarolo nato.

        Armatevi e partite voi.

        "Mi piace"

      • veramente le batterie di missili americani sul suolo europeo sono contro quelli nord coreani
        l’ha forse rimosso?

        e non è una mia invenzione, l’hanno affermato con la faccia seria

        "Mi piace"

    • Ecco che ci sono dei poveri ignoranti come Lei che pongono domande improponibili ! Fossi il Lei e con il suo idiota-pensiero , metterei il suo corpo a disposizione dell altro pazzo !! Poi scelga Lei chi preferisce, ma non può sostenere le sue idee senza offrire il petto alla patria Ucraina! che le ricordo , forse , non é la sua ! Una bella camomilla e 10 gocce di Lexotan le favoriranno migliori sogni ! In alternativa voglio vederla in prima linea dal suo comodo salotto !! Abbiate coerenza quando vi schierate , altrimenti siete sempre dei quaquaraqua! Armatevi e partite !!

      "Mi piace"

      • A proposito di “Sono qui da anni, e non ho mai offeso nessuno” e del fatto che provocare risse sarebbe la mia specialità (verbatim):

        “Fossi il Lei e con il suo idiota-pensiero , metterei il suo corpo a disposizione dell altro pazzo !!”

        Una personcina a modo a quanto pare…

        "Mi piace"

    • Ora vengo sotto casa tua e ti installo dei missili nucleari puntati sotto le finestre. Ah e non provare a reagire o a lamentarti se no sei un dittatore sanguinario e pazzo eh. Ma voi la logica a scuola l’avete mai studiata???

      Piace a 2 people

      • Egregio Azzorriano@11:44
        È esattamente quello che ha fatto Israele nel giugno 1967 ( la guerra dei 6 giorni). Si è sentita minacciata da Egitto e Siria e ha attaccato per prima. Si chiama “guerra preventiva”. Comunque, la guerra è sempre uno schifo ORRIBILE.

        Piace a 1 persona

  3. L’esercito russo ha finto di prendere Kiev affinché un certo numero di truppe ucraine venissero dislocate a difesa della capitale e quindi non fossero a disposizione per contrastare il vero obiettivo di Putin: il Donbass.
    Una volta buttato l’amo, i russi si sono ritirati da Kiev per chiudere il capitolo sud-est, cosa ormai fatta.
    Le espressioni di evidente imbarazzo e circostanza indossate dai soliti pupazzetti addetti alla informazione
    tradiscono questa evidenza; ora resta da scoprire se zelensky si è reso conto del trappolone e intenda salvare i suoi uomini- quelli che ancora non si sono arresi-o se voglia obbligarli a battersi fino al sacrificio estremo.

    Piace a 4 people

    • Adesso abbiamo persino dei fini strateghi che sapevano tutti gli obbiettivi e le intenzioni .. ma da dove vi vengono queste boutade da avanspettacolo ? Va bene che 2 anni di pandemia vi ha cotto il cervello.. ma non è in ogni caso una buona motivazione a soffiare sul fuoco di una guerra !! GUERRA!!

      "Mi piace"

    • E già che c’eramo hanno cercato di fare più danno possibile agli armamenti ucraini, visto che altrimenti un minuto dopo la fine delle ostilità se li ritroverebbero puntati contro daccapo..

      "Mi piace"

  4. C’è ne stanno di privi di neuroni.. la finta presa di Kiev…il finto oligarca … il falso affondamento … etc. Comunque FattoTass ormai non delude chi vuole farsi una risata…

    Piace a 2 people

    • Ho la netta impressione che un sacco di gente abbia parcheggiato il cervello e il buon senso in un box della Ferrari o peggio ancora negli spogliatoi della loro squadretta del cuore .. altro non c è ! Il vuoto assoluto, probabilmente non hanno nemmeno nonni che possano raccontare loro cosa è una guerra in altro modo sono tutti miliardari?

      "Mi piace"

      • Il senso di questo discorso? Che non si può parlare di guerra perché la guerra è brutta? Ma cadete dal pero? E per tutte le guerre precedenti perché non avete espresso la stessa indignazione? Ipocrisia ne abbiamo da vendere?

        "Mi piace"

  5. Marcuccio, ma che glieli hai scritti tu i piani di invasione a Putin, o te li ha mandati lui nell’ovetto di Pasqua?

    E poi c’hai ragione, ma quale guerra, e’ una guerra regionale, una guerra regionale e’ una guerruccia cosi’, giusto i morti che servono, lasciamo il Donbass a Putin piu’ l’album dei calciatori Panini e tutto torna a posto.

    Mannaggia, se solo avessero lasciato Danzica a Hitler, un corridoiuccio piccolo piccolo, ma quanti morti ci saremmo risparmiati.

    Purtroppo allora non c’era Orsini a fare i suoi ragionamenti complessi, ma i soliti guerrafondai a provocare il pacifico Adolfo, alla fine porello che doveva fare?

    Ma lo sai che i polacchi maltrattavano le minoranze tedesche? Adolfo voleva soltanto denazificarli un pochetto.

    Marcuccio, ma stanno ancora facendo l’esercitazione pacifica ai confini, che dicono le fonti russe? Sembrerebbe che i naziucraini si stiano bombardando da soli, per dare la colpa al povero Putin.

    Piace a 4 people

    • Appunto… Era ironia vs i putiniani. Del resto nel 1940 era piena pure l’Inghilterra e gli usa di nazi locali..

      "Mi piace"

    • “hai scritti tu i piani di invasione a Putin, o te li ha mandati lui”
      farà come fanno gli altri giornali autorevoli che scrivono, scrivono, scrivono
      ma di fatto ripubblicano solo messaggi che gli fanno arrivare da Polonia e Lituania
      dove si sono stabiliti, da anni non da ieri, centrali di disinformazione coltivate nell’anglosfera
      o pensa che loro sapessero della salute di Putin, di quanti bagni utilizza e del come
      movimenta le truppe ed i vettovagliamenti?

      su cosa lasciare a H. per evitare la 2a GM sì è scritto molto, ma la storia con i se ed i ma non funziona
      -anche se immagino fosse ironia stonata- quindi il problema non è cosa lasciare a P. per evitare
      i massacri (un civile che imbraccia un’arma, dalla molotov al kalashnikov, non è più un civile
      come un volontario non ucraino non è un militare ma un terrorista e come tale verrà trattato
      – vale per entrambi i fonti – si metta l’anima in pace) ma cosa si sarebbe potuto fare prima
      negli otto anni passati inutilmente per cercare una soluzione che risultasse, se non gradita
      almeno digeribile, per entrambi.
      gli ucraini hanno deciso, affidandosi all’alleanza atlantica, di giocare la carta del non cedere un mm
      ed anzi di provare a strapparne un poco oggi ed un poco domani (complice l’OSCE che doveva vigilare)
      e la sensazione è che faranno la fine della Georgia di Saakashvili, ora in carcere nelle patrie galere,
      che tentò di sfondare in Ossezia credendo d’avere l’appoggio sempre dei medesimi, che però non lo seguirono

      ora in Ucraina si sta compiendo una azione duplice, il tentativo di fiaccare la Russia usando un terzo
      come capro espiatorio e distruggere l’armamentario, vecchio e spesso sovietico, europeo e svuotare i
      magazzini di quelle armi prossime al dover essere distrutte per vetustà
      tanto, dicono, vengo distrutte ancor prima d’essere utilizzate, e non si poi da chi

      quindi gli unici che ci guadagnano realmente sono i produttori d’armi americani che vedranno
      quadruplicare, se non più, le forniture ai paesi vassalli e questo tenendo conto che sono
      le armi più costose sul mercato (tralascio se siano le più efficaci)
      e sono gli stessi dal Laos in poi, evito il solito elenco di ostilità che dovrebbe essere ormai noto

      Piace a 2 people

    • E per il commento più qualunquista e senza senso the winner is Silvio B. … manco Biden riuscirebbe a scrivere simili boiate

      "Mi piace"

    • @Silvio B.

      Mi sei simpatico nonostante il tuo nick 🙂

      Gli affrancati dalla Nato (ma non affrancarsi da Putun) sono farti così.
      Pensano male.
      E non sarà la mole di informazioni ad aiutarli, in genere tende a confonderli.

      Facci caso, è pieno di imbecilli che non saprebbero fare un cerchio con un bicchiere ma sono molto sedotti dalla presunta “complessità” dell’Orsini pensiero.

      Si seducono con i discorsi “definiti” complessi come i tribali venivano sedotti dalle perline colorare dei conquistadores.

      Della serie “non c’ho capito in cazzo ma deve essere una figata”.

      "Mi piace"

      • @Seve

        Non è facile disegnare col culo.
        Tu ti alleni infilandoti gessetti colorati nel deretano e disegnando la zeta di Putin alla lavagna?

        "Mi piace"

      • In effetti ex è molto più facile pensare col culo come fai tu, che disegnare…

        PS: il tuo commento come battuta fa abbastanza pena: do un 2= ! Dall’autore di PUTIN DI VISTA, ci si aspettarebbe qualcosa di più.

        "Mi piace"

      • @Gatto
        Era la frase di un marinaio del sommergibile tedesco U-Boot 96, film davvero molto bello.
        Si parlava di un 8 e non di una Z, i cambi repentini di direzione potrebbero essere dolorosi ma Seve lo sa. È esperto a quanto pare.
        Si sarà esercitato riscrivendo sulle lavagna gli articoli di Toni Capuozzo, non avrà alcuna difficoltà.

        "Mi piace"

    • Stanno facendo le esercitazioni altrimenti se facessero la guerra come gli americani Zelenski sarebbe sotto le macerie del palazzo presidenziale.Vi ricordate la Gruber in diretta dall’Iraq??? Il primo missile colpi il palazzo presidenziale di Saddam.

      "Mi piace"

  6. Dopo aver letto travaglio mi sono convinto che Putin e’ un benefattore dei popoli un generoso che “dona tutto per gli amici sacrifica i suoi giovani soldati per salvarci dalla putribonda nato e da qui nazistiucraini con il loro mercenari azov . perché quindi armare zelensky che parla di genocidio ma e falso sono pochi morti tra i civili il resto e messinscena.giustocombattere contro quei carnefici ucraini che hanno invece ucciso in sette anni 16 milà filo russi del Dobass che combattono per difendere Ucraina dagli ucraini perché questo è il problema Putin uccide i popolo ucraino per difendere il popolo del Dobass ucraino anche’egli ma amico di puntin. Gusto mandar a morte 25mila soldati russi così perché si e generosi e perché si amano gli amici .questo rendiconto per sommi capi di travaglio e il racconto che Putin fa giorno per giorno al suo popolo russo non passa per la mente che forse Putin ha fallito che Putin è un bugiardo un megalomane che voleva vincere e sta perdendo che sta portando il suo paese al default economico e militare che forse due mesi di guerra non era preventivato perché per il Dobass non distruggi economia russa ne distruggi una nazione .il racconto dei diversivi di Putin fa semplicemente ridere

    Piace a 1 persona

  7. Il solitamente ottimo Travaglio, dopo il risikone delle alleanze del movimento 5 stelle, ora gioca con il risiko dei carri armati e le nazioni da invadere e conquistare. E chi se ne frega se (quasi tutto) il mondo condanna Putin e pure quel noto filo NATO del Papa l’inutile e insensato massacro a carico del popolo Ucraino e le nobili azioni compiute dai quei galantuomini dell’esercito russo su civili, donne e bambini. Quello che sostiene Travaglio mi ricorda la logica di chi condanna uno stupratore, per poi dire che la donzella però provocava andando in giro con la minigonna e che però la colpa è della vittima se si è fatta rompere le costole perché ha opposto resistenza durante lo stupro, piuttosto che limitare i danni facendo fare i propri porci comodi all’agressore.

    Piace a 2 people

    • Davide ha già visto il processo”Norinberga 2″ e Putin con l’esercito russo condannato.
      Fa il tifoso allo stadio caro mio e x le guerre lascia che parlino gli storici che forse fra 100 anni si saprà qualcosa di vero.
      🇷🇺🇷🇺🇷🇺🇷🇺🇷🇺🇷🇺🇷🇺🇷🇺🇷🇺🇷🇺🇷🇺🇷🇺🇪🇺

      Piace a 1 persona

    • Norimberga 2 già celebrato Putin ed esercito russo già condannati!!!!
      Forse fra 100 anni si saprà qualcosa di vero.
      Dipenderà comunque chi scriverà la storia😊
      Se P. Mieli o Travaglio😂🤣😂
      Di sicuro c’è che le bollette di luce e gas sono aumentate e fuori dalla portata di moltissime famiglie italiane e io sono pessimista andrà ancora peggio.😭
      Poi caro Davide se hai qualche buona notizia da darmi, che non sia propaganda, sono tutto occhi ed orecchi.

      "Mi piace"

    • “E chi se ne frega se (quasi tutto) il mondo condanna Putin”
      e pure questa è una favolette consolatoria

      se si parla di numero d’abitanti del mondo, allora saranno molto meno della metà, ma molto meno
      se si parlasse di superficie terrestre, ancora non si arriva alla metà
      se si parla di governi il numero è poco sopra la metà, ed è fortemente probabile
      che molti siano stati convinti in modi amabili e conviviali, in separata sede, visti i tentativi
      fatti per piegare Cina ed India

      quindi le correggo la frase
      “E chi se ne frega se il mondo occidentale condanna Putin”

      l’esempio della donna stuprata per colpa sua mi pare leggermente fuori luogo
      dato che, se fosse applicato all’Ucraina, farebbe la parte dello stupratore non della stuprata
      e si può capovolgere i ruoli solo se non se ne conosce gli ultimi dieci anni di storia

      Piace a 1 persona

      • Gentile Marco ho, ho espresso il mio libero pensiero, come lei giustamente fa con i suoi. Poi ciascuno vede le cose come meglio crede, salvo scoprire tra poco che sono gli Ucraini ad aver invaso la Russia e che Putin sta facendo solo una guerra difensiva. Lo vada a spiegare a Papa Francesco che l’Ucraina se l’è cercata, perché a me ormai avete veramente convinto che i massacri sono tutte balle messe in giro dal mondo occidentale. Cordialità.

        Piace a 1 persona

  8. Gentile Seve, comunque vada a finire, non ho nessuna buona notizia, vista la tragedia umana che si è consumata e si sta consumando in Ucraina. Però io non sto a pensare alla mia bolletta della luce (forse al contrario suo), magari aumentata principalmente grazie ai soliti cari speculatori, ma al dramma che stanno vivendo uomini, donne e bambini mentre c’è gente che spara faccine comodamente seduta davanti al pc, ridendo e senza provare un minimo di orrore e pietà umana. Cordialità.

    Piace a 2 people

    • Gentile Serra, probabilmente lei non ha capito che l’aumento della bolletta della luce, unitamente alla perdita di un posto di lavoro ed ai tagli del RDC sono una tragedia per molte famiglie italiane. Le due cose(guerra e ciò che ho appena citato) non sono compatibili, è vero, ma cio non significa che non coesistano, e che una cosa escluda l’altra

      "Mi piace"

      • Gentile Martello, condivido con lei le problematiche che derivano da questa sporca guerra. Però le ricordo anche le speculazioni sui rincari energetici fatti da chi ha approfittato della situazione. Cordialità.

        "Mi piace"

    • Serra io non sono GENTILE x niente ma proprio x niente. Vivo nel mio mondo bio dove la gentilezza non esiste.
      Da piccolo mia madre dopo aver attraversato 2 guerre mondiali mi ha insegnato a fare la carita’ e a piangere x i miei morti il resto è ipocrisia.
      Al mercato ascolta e vedi a casa tua mangia e bevi. Se tu avessi girato il mondo a piedi forse saresti in grado di capire.

      "Mi piace"

      • Gentile Seve, capisco il suo dramma umano che la porta a ridere delle tragedie altrui e a non apprezzare l’educazione altrui. Non gliene faccio una colpa. Cordialità.

        Piace a 1 persona

      • Davide concordo sul tema delle speculazioni. Dovrebbe risolverlo chi ci governa, non soltanto denunciando(per quello c’è Report, le associazioni dei consumatori etc etc etc), ma anche facendo qualcosa prima che avvenga il disastro. Cosa che non hanno fatto né Cingolani né Draghi

        Piace a 1 persona

  9. Dopo il migliore draghi la Grecia sarà un miraggio di benessere e di equità sociale, Putin continuerà per la sua strada, rimbambidet sarà sicuramente ricoverato in un centro specializzato per malattie mentali e bojo farà coppia con (Z) elenski nei teatrini suonando il piano con il pisello, l’ucraina una landa desolata, l’Europa invasa da migranti economici
    E i puffi gioiranno.

    "Mi piace"

    • Davide io penso che tu senti quello che leggi ma non capisci un caxo.
      Dove sarebbe il mio problema e dov’è che ho riso delle tragedie altrui?
      Poi la tua educazione è pari a quella della mia gatta con i suoi gattini quando insegna loro ad essere educati con i topolini di mamma topolina.
      Sei proprio un poro semo,poi te lo traduco in cimbro.

      "Mi piace"

      • Gentile Seve, non perda il suo prezioso tempo con me che non capisco, troverà senz’altro chi saprà apprezzare la sua aulica prosa e i suoi fini ragionamenti. Io non ne sono all’altezza, mi creda. Non me ne faccia una colpa. Cordialità.

        Piace a 1 persona

  10. Se penso che tutto ciò era così evidentemente chiaro e limpido fin dal primo giorno di guerra mi cadono le braccia…..
    L’aggressività del criminale zelenski fomentata da tutti gli idioti che lo stanno riempiendo di armi dove poteva portare se non al fatto di far incassare Putin sempre di più??????
    E tanto per cambiare chi paga sono sempre i Popoli:
    Oggi l’Ucraina domani l’Europa e dopodomani il mondo intero.
    Domanda?
    Ma se qui da noi l’alto Adige facesse e vincesse un referendum per passare con l’Austria e l’Austria fosse d’accordo il nostro governo cosa farebbe?
    Arresterebbe perseguiterebbe e ucciderebbe il più alto numero di altoatesini possibile???
    Meglio concedere l’alto Adige l’Austria o mettere le basi per la terza guerra mondiale?????

    Piace a 3 people

  11. Ai signori con la ironia, facile mi permetto di consigliare la frequentazione di Scott Ritter, un ex militare americano che evidentemente non è pagato dalla Cia per fare analisi di geopolitica: ci sono diversi suoi interventi su YouTube e ciò che aveva previsto si sta verificando, tutto.
    Informazione alternativa ce n’è, basta essere predisposti mentalmente ad accogliere la diversità di vedute (sia mai che magari sono anche vere!).

    Piace a 1 persona

      • @Anail

        Premessa: i sottotitoli non sono disponibili sempre o subito, a volte passa un po’ di tempo prima che si possano utilizzare.
        La maggio parte dei video occidentali ha sottotitoli anche in italiano, basta cliccare “traduzione automatica” e ti compare la lista di lingue disponibili.

        "Mi piace"

      • Giansenio, grazie per avermi avvertito.
        (Non avevo visto la tua risposta perché non mi era comparsa nelle notifiche).
        Dove compare la scritta “traduttore automatico”? Tieni presente che uso lo smartphone…
        Posso tradurre le pagine scritte con l’opzione “traduci”, ma non riesco a farlo coi video.
        Con questo video sarebbe possibile?

        "Mi piace"

      • @Anail

        Sì, in questo video è possibile.
        Credo sia più pratico visionare dal canale YouTube (tutte le clip)

        •The dive with Jackson Hinkle•
        È il canale in questione
        I passaggi sono:
        1) rotellina tipo ingranaggio
        2) sottotitoli
        3) se compare la voce ‘traduzione automatica’ la clicchi (anche io ho smartphone) e ti viene proposta una lista di lingue disponibili. Quasi sicuramente c’è italiano.
        👋

        "Mi piace"

      • Dunque, Giansenio, nel video del cileno scomparso, mi attiva i sottotitoli in inglese (meglio di niente), agendo su impostazioni di riproduzione.
        Questo video non ce li ha.
        Grazie, mi hai fatto scoprire un’altra cosa!
        👋🏻

        "Mi piace"

      • Allora, Giansenio, ho riprovato più volte… Premendo i 3 puntini o la rotellina, mi esce “sottotitoli disattivati” e, attivandoli, mi è uscito prima solo “inglese generato automaticamente” , poi solo “italiano generato automaticamente”, poi di nuovo inglese, più volte, e italiano mai più.
        Mai nessun elenco.
        Ma…che cavolo? 😆😵
        Vabbé che ho lo sfigatissimo Huawei che non ha i servizi Google (che poi mi sono procurata solo con magheggi vari, ma non mi permette di attivare molte app), ma fa proprio i cavoli che vuole?
        Non ho ancora trovato una logica, ma non mi arrendo. Grazie ancora!

        "Mi piace"

    • Interessante video di Vittorio Rangeloni, uno dei pochi VERI inviati di guerra, da anni in Donbass.
      Mi permetto di aprirlo per facilitarne la visione.

      "Mi piace"

      • No, Tracia… è un altro.
        Una strage di civili a Mariupol, tipo Bucha, denunciata, da tutti gli intervistati, come opera dei cecchini neonazi ucraini.
        Stesso stile, secondo me.
        Su whatsapp me l’ha aperto, non capisco. Comunque, basta premere su “guarda su YouTube”. Ora guardo il tuo video…

        "Mi piace"

      • Eccezionale Tracia. 👏🏻👏🏻👏🏻👏🏻
        Con domande neutre, per niente tendenziose, ottiene risposte NETTE, che dovrebbero far vergognare i mentitori seriali che ci imboniscono dalla mattina alla sera e i loro pupazzi senza cervello.
        Non hanno neanche l’onestà di prenderne visione, prima di parlare, tranciando giudizi a capocchia, traboccanti dal loro desolante vuoto.

        "Mi piace"

    • Video molto chiaro e interessante, girato da un giornalista italiano: Rangeloni.
      Qui ci sono ucraini, incontrati per strada, che testimoniano come i morti a terra siano stati uccisi dall’esercito ucraino (in realtà dal battaglione Azov, ma fa parte ufficialmente dell’esercito).
      Che interesse avrebbero cittadini ucraini a dare la colpa al battaglione Azov anzichè agli invasori russi? Nessunissimo direi, quindi quello che dicono ha un’altissima porbabilità di essere vero.
      E se è vero, quelli che pensano che sia in atto una guerra dei cattivi russi contro i buoni ucraini, possono continuare a pensarlo?
      Secondo me no.
      Secondo me gli USA hanno addestrato e armato gli ucraini per anni e anni e ancora adesso non per amore, ma in vista del futuro scontro con la Russia
      La Russia inevitabilmente dopo 8 anni ha dovuto reagire, e ha tentato di fare meno vittime civili possibili (era nel suo interesse) mentre gli ucraini hanno fatto un sacco di vittime civili, sia per addossare la colpa alla Russia, sia per puro e semplice nazismo (popolazioni russofone inferiori e quindi da sterminare).

      Mandare armi a questi invasati? Idea demenziale, anche se ascoltando la propaganda occidentale poteva sembrare che avesse senso.

      Piace a 1 persona

      • Hai ragione, Paola, mica ci si può fidare di chi ha imparato russo e/o ucraino a forza di stare lì, nelle zone più calde, da tanti anni…
        Mica mi fido di tutti gli ATTORI FILORUSSI da Oscar che intervista per strada.
        D’ora in avanti mi fido solo di Giletti e dei suoi teatrini da 4soldi, davanti al suo hotel( smerdato dalla giornalista che prendeva tranquillamente il caffè, al tavolino all’aperto del bar di fronte, perché non stava succedendo il RESTO DI NIENTE) e degli inviati dell’ultim’ora che se ne stanno col qlo al caldo a km di distanza dai pericoli o degli invasati che trasmettono da casa loro a Kiev (MAI neanche assediata, perché è sempre rimasta libera una intera via d’entrata e d’uscita), tranne quando uscivano a prendere la pizza con la fidanzata.
        Loro sì che sono attendibili.

        Ps ma un minimo di ritegno, no?

        "Mi piace"

    • Anail, a parte che io Giletti non lo nomino mai, o solo per ridere, tu ti rendi conto che sei finita a seguire gli inviati di byoblu?? Dopodiché vi rendete conto che i vostri video e “inviati speciali” circolano solo nei gruppi complottisti?

      Piace a 1 persona

      • E chi se ne frega non ce lo metti?
        Che cavolo me ne può fregare se lo trasmette Byoblu?
        Io mi interesso dei FATTI e della persona, non m’importa il canale, giudico dalle immagini, dalle interviste alle persone comuni, dalla serietà del giornalista che si trova lì dal 2015, non da dopodomani.
        Almeno, prima di giudicare, GUARDA.
        Giudica con la TUA TESTA, non con i tuoi PREgiudizi.
        E fai lo sforzo di guardare quell’ora di storia, che ti passerà in cinque minuti, ti assicuro.
        Magari ti apre qualche spiraglio…

        "Mi piace"

      • Si potrebbe anche dire che basta guardare e sentire Mentina su La7, perché anche qualche verità che nonostante tutto passa, diventi una balla al cubo!

        Piace a 1 persona

  12. Dopo la colomba di pace della Santa Pasqua e la pancia piena dei bagordi di pasqua e pasquetta gli atlantisti si sono risvegliati più tronfi e aggressivi del fantoccio angloamericano. O forse stizziti da previsioni di esperti con cui non sono d’accordo? Keep calm and Carry On

    "Mi piace"

  13. Sempre facile parlare dopo che i fatti sono accaduti, raccontandoli come se fossero ovvi. Per esempio, davvero era chiaro immaginarsi che gli ucraini potessero resistere così fortemente? Veramente i piani di Putin erano così leggibili sin dall’inizio? A travaglio ora tutto appare scontato e già scritto, ma lui all’inizio nemmeno se l’aspettava questa guerra!

    Piace a 2 people

  14. Caro direttore alcuni “commenti” evidenziano il perché il Bel Paese è il “Bel Paese”. Buon proseguimento.

    "Mi piace"

  15. Non capisco questa acredine contro Travaglio, che dà, come del resto tutti gli altri giornalisti, una sua interpretazione e lettura dei fatti, giusta o sbagliata, condivisibile o meno, è la sua opinione……La vera domanda da porsi è : l’ Ucraina è stata armata ed addestrata PRIMA dell’ invasione? Pare di si, vista la presenza degli Usa con relativi investimenti nel paese! Quindi ,se prendiamo per veri questi preparativi, significa che una guerra era prevista, mentre una era in corso da 8 anni, ignorata…….se l’ Ucraina non fosse stata armata ,bene , prima, non avrebbe potuto né reagire né resistere…..Qualcuno dirà meno male, ma il vero errore/anomalia, a mio parere, è che si è scelto il conflitto armato, escludendo la risoluzione pacifica….nessuno è in grado di dire se Putin avrebbe potuto accettarla o meno, visto che è mancato un serio impegno da parte di Zelensky, dell’ Europa e degli Usa in tal senso! Perché? Perché non sono state avviate entrambe le azioni, da una parte rendere l’ Ucraina in grado di resistere, ma nello stesso tempo agire politicamente, per un possibile accordo, PRIMA, iniziativa intrapresa in solitaria solo dal cancelliere tedesco? Gli altri attori in causa dormivano? Non erano in grado di impedire un’ aggressione prevista, altrimenti perché armare l’ Ucraina, oppure non hanno voluto? Perché se alla fine tutto si è svolto nell’ indifferenza di una guerra in corso da 8 anni e dei segnali di allarme del precipitare degli eventi, o siamo di fronte ad incapacità politica oppure a precisa volontà di non intervenire PRIMA ,per evitare il peggio……sperato ? ….
    .banalmente è più facile, volendo, evitare una guerra piuttosto che fermarla, dopo …..Questa volontà esisteva? O tutto si spiega con l’ invasione russa, ultima mezz’ora della storia, dimenticando il resto degli anni in cui sono mancati impegno e volontà, o addirittura è prevalsa/imposta volontà contraria ad una risoluzione che non fosse la guerra? Esiste un aggressore, certamente, ma esistono anche altri colpevoli che avrebbero potuto/dovuto intervenire e volutamente non lo hanno fatto? Perché certe scelte/decisioni ricadono poi sulla testa della povera gente che avrebbe pure il diritto di sapere se è ostaggio del fuoco incrociato di guerrafondai o vittima del ” pazzo” di turno…..la soluzione semplice, semplice, eliminare il pazzo, libera gli ostaggi dai guerrafondai che rimangono?

    Piace a 1 persona

    • Brava Alessandra. Mentre i commentatori e i giornalai nostrani esultano perché “Ah quell’idiota di Travaglio per 2 mesi ci ha detto che la Russia non avrebbe invaso l’Ucraina”
      Ormai il.mondo è ridotto tutto ad un “parlo prima” “io ce l’ho più lungo” e così via all’infinito.
      Mi chiedo davvero sei una guerra termonucleare globale (sullo stile War Games per intenderci) non sarebbe davvero opportuna a questo punto.

      "Mi piace"

  16. “Vuoi sapere la verità sul regime di Zelensky? Cerca su Google questi nomi: Vlodimir Struk; Denis Kirev; Mikhail e Aleksander Kononovich; Nestor Shufrych; Yan Taksyur; Dmitry Djangirov; Elena erezhnaya. Se non hai mie notizie nel 12 ore o più, metti il ​​mio nome in questa lista”, ha scritto sul social network.

    Gonzalo Lira è scomparso ed è l’autore di questo messaggio postato nel suo account social

    https://www.vietatoparlare.it/scomparso-gonzalo-lira-il-cileno-che-criticava-duramente-zelensky/

    "Mi piace"

  17. Per gli ultimi giapponesi presenti qui dentro.

    Ci sono anche alternative.

    La Danimarca ricevette da Hitler l’ultimatum alle 4 di mattina e a mezzogiorno, dopo qualche fucilata e qualche morto, si arrese e accettò l’occupazione.

    Se è inutile combattere, non si combatte. Non serve essere Sun Tzu, basta ragionarci un attimo.

    "Mi piace"

  18. Il bello di questo scambio di opinioni è che ogniuno può esprimere ciò che pensa si può parlare contro il governo italiano ,usa, ucraino e russo .pensate che la” democrazia’ russa o. Cinese consenta questo? Pensate che Putin che vede il modello occidentale come un vulnus per la sua”democrazia”oligarchica” consenta tutto questo? Quindi invasione Ucraina è guerra o operazione speciale militare di denazificazione di Ucraina per liberarla dai nazifascisti ucraini.ma la Russia di Putin è comunista? Che io sappia Putin odia i comunisti ma questa è un altra storia

    Piace a 1 persona

  19. C’è un lungo articolo di Fabio Mini sul Fatto di ieri.
    Si intitola : “Le impronte digitali americane in Ucraina- Così gli Usa han messo le mani sul Paese.”
    La sua disamina parte dal 1991, l’anno di arrivo degli americani in Ucraina da dove non se ne sono mai andati.
    Non so se Infosannio può pubblicarlo.

    "Mi piace"

    • ergo? i nostri militari sono noti per le loro acrobazie politiche militari basti ricordare Pietro Badoglio generale e politico italiano,
      Dopo la deposizione di Mussolini guidò un governo militare durante la seconda guerra mondiale poi tradidi gli alleati nazisti e firmo l’armistizio dell’8 settembre 1943. Ricordiamo che poi fu inserito nella lista dei criminali di guerra dell’ONU, su richiesta dell’Etiopia, per l’uso di armi chimiche sui soldati e sulla popolazione civile, ma non venne mai processato.

      "Mi piace"

      • Tu non l’hai letto ma hai gia pontificato. Riuscendo addirittura paragonare Mini a Badoglio.
        Se tu hai hai paura di leggere cose che non ti garbano lascia perdere e sorvola.

        "Mi piace"

  20. Guarda cosa ti ha trovato lo zio: intervista al mercenario britannico catturato dai russi. Descrive anche Azov e le torture che gli ucraini fanno ai prigionieri russi.
    Dedicato a certi farabutti (f. di una g. p.)

    "Mi piace"

  21. Ammiro chi ha tutte queste certezze, io non sono poi tanto sicura che in Ucraina ci fosse tutta questa democrazia, tale da permettere a chiunque di parlare contro il governo. ….come non sono affatto sicura che in alcuni Stati Usa ci sia tutta questa libertà, democrazia e giustizia , soprattutto quando sei nero e povero. ….le condizioni sociali e razziali incidono e definiscono il significato di democrazia, libertà e giustizia, o no? La legge nei paesi democratici è uguale per tutti ? Sappiamo bene cosa sia una dittatura, visto che l’ abbiamo avuta in Italia per un ventennio, e certamente siamo pronti alla condanna, senza se e senza ma, il problema è definire il significato, reale, delle cosiddette democrazie occidentali che non può ridursi alla sola libertà di parola…..libertà di parola , ma non di scelta, di opportunità, di giustizia eguale e soprattutto di condizione sociale, è l’ unica bandiera da sventolare in faccia alle dittature per sentirsi migliori? Che dire poi della Turchia, dittatura o democrazia? Dei polacchi che mettono il filo spinato per i siriani ? Libertà o repressione? E dei paesi europei, democratici, che chiedono la costruzione di muri? Democrazia, libertà e giustizia da cortile di casa o valori universali? Perché se riteniamo giusta una guerra in nome di certi valori, avremmo dovuto sostenerli anche in altri contesti, altrimenti si combatte per ampliare il cortile di casa, il nostro , che poi non è neppure così pulito. ….

    Piace a 1 persona

  22. Marco Travaglio & C, gli anti-Putin che non osano dire “forza Zar”: il Fatto come la Pravda, ecco le prove
    vladimir putin marco travaglio pravda

    Gianluca Veneziani 25 marzo 2022

    Ieri su Libero abbiamo pubblicato quattro pagine della Pravda, il quotidiano russo un tempo filo-sovietico e oggi tifoso dell’invasione dell’Ucraina. Il nostro intento era insieme di informare e suscitare sdegno, cioè mostrare come la propaganda putiniana deformi la realtà e adotti metodi comunicativi analoghi a quelli dei tempi più bui dell’Urss. Nel mostrare quanto accade oltre la cortina di ferro dell’informazione volevamo anche prendere le distanze, convincerci di quanto siamo fortunati noi a non essere bombardati da una stampa che glorifica lo Zar… Al risveglio però abbiamo dovuto disilluderci.

    Sulle pagine di alcuni quotidiani nostrani abituati a fare il controcanto a prescindere, trovavi tesi, frasi e argomentazioni che sembravano riprese pari pari dalla Pravda. Fatto apparentemente singolare visto che i loro direttori, nonostante bastonino continuamente la Nato e l’Occidente, giurano ogni giorno di non essere filo-putiniani. Così come fino a poco fa mettevano la mano sul fuoco sul fatto di non essere No Vax. Eppure gli articoli che affollano i loro giornali lasciano intuire il contrario… L’idea, ad esempio, che l’attacco all’Ucraina serva in realtà a denazificare il Paese veniva rilanciata, con scarso senso della vergogna, dal Fatto quotidiano. Sulla Pravda di due giorni fa si leggeva: «La Federazione Russa sta conducendo un’operazione militare speciale in Ucraina per smilitarizzarla e denazificarla». Sul quotidiano di Marco Travaglio, in un pezzo di Fabio Mini, si poteva leggere che l’attacco è rivolto della Russia contro le «milizie nazi» e che «Putin decide di invadere l’Ucraina per definirne lo status (neutralità) e mettere in sicurezza la fascia di territorio russofono». Quindi, secondo il Fatto, si è trattato non di un’aggressione, ma di un’operazione di sicurezza in funzione anti-nazi…

    NATO E NAZI – Anche sui presunti legami tra i battaglioni nazisti dell’Ucraina e le potenze occidentali pare non esserci differenza tra la lettura della Pravda e l’interpretazione di alcuni giornali di casa nostra. Il quotidiano ex sovietico scrive: «Insieme ai suoi “amici europei”, gli Stati Uniti hanno fatto di tutto per formare in Ucraina un regime nazista». Da noi i finti anti-putiniani fanno lo stesso. Per Il Fatto quotidiano, che cita tale Jacques Baud, analista strategica, la resistenza ucraina è fatta non da coraggiosi patrioti, ma da mercenari filo-nazi venduti all’Occidente. «Le bande paramilitari», scrive il giornale travagliesco riprendendo la frase di Baud, «sono composte principalmente da mercenari stranieri, spesso militanti di estrema destra. Sono armati, finanziati e addestrati anche da Stati Uniti, Gran Bretagna, Canada e Francia».

    Ed ecco poi Il Manifesto, secondo cui l’Occidente dal 2015 non farebbe altro che fornire armi ai nazisti ucraini e addestrarli: dalla Nato ai nazi il passo è breve. «La Nato», scriveva ieri Guido Viale, «per esplicita ammissione o vanteria di Biden, da almeno sette anni consegna ingenti armamenti e migliaia di istruttori non solo al governo ucraino, ma anche alle sue numerose milizie. Non solo il battaglione Azov, dichiaratamente nazista, ma molti altri corpi di analogo sentire». È la stessa tesi che campeggiava su La Verità (o la Pravda, per dirla in russo?), dove lunedì scorso il filosofo Alexander Dugin in un’intervista sosteneva che «sono stati i liberali occidentali a rendere possibile il nazismo ucraino, a sostenerlo, ad armarlo e a metterlo contro la Russia» e che «l’operazione militare speciale è diretta non solo contro il nazismo, ma ancor più contro il liberalismo e il globalismo». Parole che combaciano con quelle scritte sulla Pravda, quella russa, dove si leggeva che «l’Ucraina è diventata un ostaggio della lotta geopolitica dei globalisti americani».
    Sulla stessa Verità ancora ieri si accusava la Nato, in nome di una retorica tipicamente putiniana, di eccessiva aggressività. «Non risulta», avvertiva Pietro Dubolino, «che sia mai stata fornita alla pubblica opinione la minima motivazione a sostegno di quanto deciso in alcune stanze del potere, secondo cui era da attribuirsi vitale importanza all’obiettivo di far entrare a far parte della Nato l’Ucraina». Deve essere colpa di quell’andazzo per cui, a detta della Pravda, quella vera, «i membri della Nato hanno mostrato aggressività negli ultimi 70 anni».

    PROPAGANDA – Chi non accetta questa lettura sarebbe servo dell’America e vittima del totalitarismo occidentale. Parlando della campagna mediatica favorevole alla guerra contro Putin, Piero Bevilacqua sul Manifesto la definisce «una fanfara propagandistica totalitaria», testimonianza del «servilismo filo-atlantico». Quale sarebbe la colpa principale di chi non si adegua alla propaganda russa? Sminuire i successi militari putiniani e credere che siano veri i bombardamenti sugli ospedali ucraini. Il Fatto sosteneva ieri, sempre citando Baud, che «i russi hanno acquisito un territorio grande come il Regno Unito, con una velocità di avanzata superiore a quella che la Wehrmacht aveva raggiunto nel 1940» e addirittura che l’attacco all’ospedale di Mariupol era una messinscena: «Sembra che gli ucraini», recitava Il Fatto riprendendo Baud, «abbiano riprodotto l’episodio della maternità di Kuwait City del 1990, che fu inscenato per convincere l’Onu a intervenire in Iraq». Pare appunto di leggere i fogli di regime dello Zar. Però guai a chiamarli filo-putiniani…

    Editoriale libero

    Piace a 2 people

    • Alcuni per fortuna, @Rosario, sono usciti allo scoperto, e lo dichiarano apertamente.
      Ah ah ah!
      Poi ci sono i bugiardi, gli ipocriti, quelli che si sentono furbi, e che fino all’ultimo continueranno con la pantomima di cominciare i loro discorsi o i loro patetici editoriali con la “condanna degli invasori e la solidarietà agli invasi” eccetera eccetera.

      Piace a 1 persona

      • Santo Rosario, non va bene…

        Libero e’ una fonte *non* attendibile. Noi sappiamo che i giornali di B. sono utilissimi per contare le pulci a tipi come Renzi e Conte, pero’ la testata e’ partigiana e capacissima di giurare fregnacce. Per accreditare il pezzo che viene mostrato dovete essere sicuri che:
        – il virgolettato esista, ovvero la consistenza
        – il virgolettato non sia a sua volta un vorgolettato di altra fonte, ovvero la conseguenza
        – le parole di un Dugin non siano nel pezzo esplicitamente criticate cosi’ da mostrare la citazione come forma di supina accettazione, e questa e’ la coerenza

        "Mi piace"

    • “Ninjamonkey 🇮🇳
      @Aryan_warlord
      ·
      1h
      Le @ndtv
      – Well meaning civil engineer Osama Bin Laden demolished twin towers on #911 as he had cause to believe they were unsafe to live & work in .”

      "Mi piace"

  23. @ Los…

    È una testata giornalistica nazionale. Non è stata smentita dal fatto per quell’art.

    Perché deve essere meno attendibile di certi video e altro che in continuazione si postano allegramente su questo blog senza neanche riferimenti facilmente riscontrabili sulla loro natura e specie lo sai solo tu.
    A quale tipo di coerenza ti riferisci lo sai sempre solo tu.
    Se qualcosa dell’art. non ti convince entra nel merito e dici la tua sul punto se no è uguale non hai niente da dire.

    "Mi piace"

    • Ho scritto quello che ho scritto, appunto, per coerenza. Non ho controllato e francamento non credo di doverlo fare, poiche’ se una virgola hanno sbagliato verra’ subito fatto notare dal Fatto. Quel che mi interessa di piu’ e’ che sia messo in risalto cio’ che “fa la differenza”. Noi da qui non abbiamo modo di controllare un bel nulla, possiamo solo arguire con riferimenti incrociati e basandoci sulla fiducia che la fonte sia veritiera attraverso conferme o contro-argomentazioni altrui. Per cui, non mi interessa aver qualcosa da dire sul tuo post ma mi interessa essere coerente con chi va, copia, incolla, alla Giulio Cesare, passando o cretinate palesi o veracita’ apparenti (senza ulteriori indagini). Avrai notato che l’atteggiamento va per la maggiore, simile alle scelte omeopatiche o alle prefiche sul “genocidio del Dombass”.

      Piace a 2 people

    • @Rosario

      Io ho apprezzato l’articolo anche se non apprezzo il quotidiano .
      Ma LOS (Ennio) ha ragione, è importante tutelare la verità più di ogni altra cosa.
      È una questione di metodo non di contenuti.
      E non credo che fosse riferito in particolare a te.

      Aggiungo solo che anche qualora qualche citazione riportata nell’articolo fosse inesatta, la sostanza del discorso cambierebbe di poco.
      Travaglio per non essere filo Nato ha finito per essere, suo malgrado, filo Putin.

      Piace a 1 persona

  24. Da quando è vietato fare la prefica? Giornalisti e politici italiani svolgono la professione da almeno 70 anni. …..non c’è tragedia, italiana, in cui non si stracciano le vesti, non si picchiano il petto, fra pianti e lamenti. …per poi passare oltre, dopo qualche chiacchera in un salotto televisivo. ….fino alla passerella di ricorrenza d’ obbligo….formale! Le prefiche del blog sono dilettanti in confronto!

    "Mi piace"

  25. La verità? Ricostruire una verità storica è già difficile, figuriamoci trovare la verità nel vissuto presente. …..
    ” la storia è una bugia su cui ci siamo messi tutti d’ accordo” Napoleone. …..al momento siamo alle diverse e contrastanti versioni dei fatti. …

    "Mi piace"

  26. 22:42
    Navalny: “A Bucha ucciso un innocente perché aveva il mio cognome”

    “Il passaporto di un uomo di cognome Navalny è stato trovato accanto a un cadavere per terra. È una delle persone uccise nel villaggio ucraino di Bucha, Ilya Ivanovich Navalny. Tutto indica che lo hanno ucciso a causa del suo cognome. Una persona del tutto innocente è stata uccisa dai boia di Putin (con quale altro nome potrei chiamarli? sicuramente non ‘soldati russi’) perché è un mio omonimo. A quanto pare, speravano fosse un mio parente“. Lo ha scritto l’oppositore russo, Alexey Navalny, in una serie di tweet postando anche la foto del passaporto. Navalny ha spiegato di non sapere se si tratti o meno di un suo parente ma che nel villaggio, lo stesso da dove proveniva suo padre, ci sono molte persone con il suo stesso cognome. Più tardi la sua portavoce ha confermato, sempre su Twitter, che la vittima era effettivamente un suo lontano parente. “Questa guerra è stata scatenata da un maniaco delirante ossessionato da alcune sciocchezze sulla geopolitica, la storia e la struttura del mondo. Questo maniaco non si fermerà da solo. Lui, come un tossicodipendente, si è appassionato alla morte, alla guerra e alle bugie. Ha bisogno di questo per mantenere il suo potere”, ha aggiunto Navalny in un altro tweet.

    Piace a 1 persona

  27. Cosa non si fa per un po’ di propaganda in più …
    Ma… Novalny non è in prigione? Ma non è stato (Wikipedia) condannato a nove anni in una colonia di regime severo?
    Ma in Russia non controllano capillarmente ogni social e vietano qualunque manifestazione di dissenso controllando anche i privati cittadini? E questo aveva pure la foto del povero morto?
    Come fa a twittare di tutto e di più contro Putin mentre qui, nella grande democrazia occidentale, sparisce da Google persino un innocuo articolo de La Stampa del 2014 ?

    C’è più di qualcosa che non quadra…

    "Mi piace"