Il caffè e l’aroma dell’emergenza

(Pietrangelo Buttafuoco) – La famosa ripresa economica e l’uscita dall’emergenza nel vissuto di un caffè nel sabato del villaggio. Il bar sembra chiuso – l’insegna è afona – ma la saracinesca è sollevata. Scrutando dalla vetrata dietro al bancone, nella mezzaluce si scorge il gestore correttamente mascherinato. Il rincaro energetico è calcolato al 48% e dunque tutte le lampade – a eccezione della lucina della macchinetta – lui le tiene spente e ne accende una, fioca, quando l’avventore finalmente entra. Di riscaldamento manco a parlarne. Consumato il caffè, spento il tutto – anche la macchinetta – torna la ripresa economica. E l’uscita dall’emergenza.

4 replies

  1. Ma vai a letto Buttafuoco.Non vedi che Pascoli sull’emergenza,incapace di un pensiero utile e propositivo.Ma di cosa scriveresti se non ci fosse il covid del pericolo comunista?Delle foibe?Dei marò?

    "Mi piace"

    • credo che in questo caso parli dell’impennata dei costi energetici che costringe,
      chi più chi meno, ad una nuova epoca di austerity stile 1973/1974
      più che del Covid-19

      "Mi piace"

  2. Buttafuoco : ma che scrivi a fare ! Sei insignificante ! Occupa meglio il tuo tempo ! Se non sai cosa fare, vai a fare volotariato, almeno renditi utile !

    "Mi piace"

  3. A ragione nelle case triplicherà l’uso delle candele.E torneremo all’ottocento.Per scaldarsi e cucinare bruceremo i mobili.Poi verremo a prendervi…e saranno uccelli senza zucchero.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...