Figliuolo: pronto il Green pass di livello 25-C-Rafforzato Plus

Con il Green pass di livello 25 – C – Rafforzato Plus puoi entrare in una sala biliardo, ma puoi giocare solo a boccette, niente stecche, per quelle serve il livello 26, che ti danno solo se fai un tampone di tipo D-14 in un aeroporto della Mongolia orientale. Occhio che c’è la fila. Ha ragione il generale Figliuolo, bisogna avere pazienza. Dai, cazzo, magari aspetti quaranta minuti dal concessionario della Porsche e non vuoi stare sei ore fuori da una farmacia?

(Alessandro Robecchi – ilfattoquotidiano.it) – Con il Green pass di livello 25 – C – Rafforzato Plus puoi entrare in una sala biliardo, ma puoi giocare solo a boccette, niente stecche, per quelle serve il livello 26, che ti danno solo se fai un tampone di tipo D-14 in un aeroporto della Mongolia orientale. Occhio che c’è la fila. Ha ragione il generale Figliuolo, bisogna avere pazienza. Dai, cazzo, magari aspetti quaranta minuti dal concessionario della Porsche e non vuoi stare sei ore fuori da una farmacia?

Di tutte le categorie in crisi, la mia solidarietà di fine anno va a chi aveva in mente di scrivere un romanzo distopico, ambientato in un futuro nebuloso e incerto, su una società isterica. Ecco, mi spiace per lui, dovrà inventarsi qualcos’altro, perché ’sta roba qua la leggiamo tutti i giorni. Seguo, per esempio, la strabiliante evoluzione tecnico-scientifica del nostro lasciapassare sanitario, quello che durava nove mesi, no dodici, no di nuovo nove, no sei. Mostro il mio Green pass con la scioltezza del giocoliere, potrei partecipare alle Olimpiadi nella categoria “Mostratore al volo di display”. Vado a lavorare tutti i giorni nello stesso posto, dove la stessa persona me lo chiede ogni giorno, e ormai il problema non è il Green pass, ma inventarsi qualcosa da dire in quell’attimo di imbarazzo: lui sa che sta facendo una cosa inutile, io so che sto facendo una cosa inutile. È un rito scaramantico, che ha la stessa portata scientifica di stringere un cornetto di corallo. Eppure lo facciamo lo stesso. Unica soddisfazione: quando gli antropologi ci studieranno, tra una decina di secoli, e impazziranno per interpretare una cosa del genere. Giunti al punto “Super Green pass obbligatorio per le feste di laurea ma non per i matrimoni” si arrenderanno, spero. Ma facciamola breve. Presto il mio Green pass non basterà più: come per il Mac, il telefono, il tablet, la televisione, il navigatore, dovrò fare l’upgrade, aggiornare il programma. Una certa riprovazione sociale comincia a spumeggiare intorno a me: ho ancora il Green passsemplice, non mi vergogno? Non penso a mio nonno? “Io non ce l’ho il nonno!”, rispondo. Ma niente, ottengo solo un accenno di disprezzo. Naturalmente ho prenotato la terza dose, mi daranno il Green pass rafforzato, diciamo che passo da Green pass2.1 a Green pass3.0, non male per uno che non aveva mai pensato di fare carriera nel mondo della sanità. La quarta dose viene data per certa, comunque, da quasi tutti i virologi in onda, quindi già so che è il solito giorno della marmotta, e che quello che leggiamo oggi (“cambio di passo sulle terze dosi”) potremmo leggerlo anche domani (“cambio di passo sulle quarte dosi”). Approfitto per consigliare nuove formule (che so: colpo di reni, scatto felino) perché il generale Figliuolo che dice “cambio di passo” è un classico da marzo, nove mesi fa, un po’ invecchiato come tormentone. Scatteranno le promozioni commerciali, tipo un tampone gratis se porti un amico, e ci saranno corsi di laurea dedicati ai diversi tipi di quarantena. Intanto, le cose che si potevano fare, non sono state fatte. A parte litigare un po’ su chi controlla biglietti e/o Green pass sugli autobus, gli autobus sono sempre quelli, le aule sono sempre quelle, le code per i tamponi sono dense di gente che bestemmia tutti i santi perché in classe di Gino o di Filippa c’era un positivo, quindi tutti a casa, madre, padre, due fratelli, stanno tutti bene, ma è il Vietnam. A ’sto punto la coda per il tampone è una botta di vita. Il mio consiglio è scollinare Capodanno e ripresentarsi qui nell’anno nuovo, carichi di buoni propositi. Auguri a tutti.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

6 replies

  1. In attesa del nuovo modello, super extra light e senza glutine e ad emissioni zero.
    Su carta green riciclata e con una App sviluppata da una startup “italiana” di ragazzotti che lavorano in un garage illuminato da criceti che corrono su tante piccole ruote. E che mangiano “bio” coltivato sul tetto di casa nel centro di Milano.
    Modello di energia “pulita” già venduto in millanta paesi del mondo. I famosi “cervelli italiani” che tutto il pianeta ci invidia.
    Evviva!.

    "Mi piace"

    • Non sarà che siamo noi ad aver capito male il significato di transizione green? Magari si riferivano proprio al green pass.
      A volte basta dare un nome giusto alle cose ed anche i peggiori diventano i migliori.

      "Mi piace"

      • Esatto. Bisogna che tutto cambi… perchè il mercato si ampli… e i sudditi paghino. Eticamente e responsabilmente, ovvio… Dove non troviamo la parola “etica” a giustificare le peggiori ladrerie di questi tempi?

        Gli unici che non illudono sono la Cina e l’ India, quei “cattivoni” che non ci cascano. E che cavolo, non sono mica scemi. L’ Occidente ha inquinato il mondo e adesso che sta a loro crescere si vedono stoppare con la scusa dell’ etica?
        Un’ ottima scusa proprio per frenarli come competitors estremamente performanti e pericolosi, e farlo con l’ approvazione del mondo “buono”.
        Anche a questo serve l’organizzazione Greta. Apriamo gli occhi: del Pianeta non frega nulla ad alcuno. Neppure a Greta, a cui basta essere lì.

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...