Benevento: sul completamento della Fondovalle Vitulanese, penalizzata l’associazione Amici della Terra

Il Club di Benevento degli Amici della Terra evidenzia che in questo periodo, sulla scena mediatica e istituzionale si sta finalmente discutendo delle criticità che porterebbe la realizzazione del terzo lotto della Fondovalle Vitulanese, opera pubblica sulla quale da tempo il Club di Benevento degli Amici della Terra ha già espresso la propria contrarietà, questo anche a seguito di numerosi sopralluoghi effettuati.

Dobbiamo prendere atto che siamo di fronte ad una grave scorrettezza istituzionale, finora praticata dall’Ente Provincia di Benevento, dal momento che l’associazione “Amici della Terra – Club di Benevento“ ancora non ha avuto accesso alla documentazione tecnica e amministrativa, malgrado le nostre ripetute formali richieste di accesso agli atti, l’ultima protocollata in data 01/06/2021 e indirizzata anche al Segretario Generale – Responsabile della Trasparenza dell’Ente, la dott.ssa Maria Luisa Dovetto e per conoscenza al Prefetto di Benevento, il dott. Carlo Torlontano, sempre nella medesima richiesta, il Club di Benevento degli Amici della Terra chiedeva di essere
invitato alla futura ed eventualmente vicina Conferenza di Servizi.

Tuttavia a causa della poca trasparenza e del mancato riscontro alla nostra formale richiesta, in data 5/11/2021, presentammo un esposto al competente Ispettorato per la Funzione Pubblica. A tutt’oggi, nonostante tutto, apprendiamo dagli organi di informazione che parrebbe essere stata indetta una Conferenza di Servizi sulle autorizzazioni per progetto della realizzazione della strada “Fondovalle Vitulanese”, alla quale alcune associazioni ambientaliste “coinvolte dalla Provincia” hanno espresso un misterioso parere basato sulla meglio non precisata conoscenza del progetto.

E dunque bisognerebbe pensare che l’Ente Provincia di Benevento abbia un rapporto privilegiato con tali sigle ambientaliste? In base a quale criterio amministrativo/giuridico l’Ente Provincia di Benevento coinvolge una
associazione e né trascura un’altra, seppur riconosciuta dal Ministero? Bisognerebbe pensare che esista una forte avversità verso la nostra associazione da parte degli uffici tecnici e della Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza (RPCT) della Provincia di Benevento?

Non si può che restare basiti su quanto è accaduto, a nostro avviso, tutto ciò contravviene al fondamento di doverosità dell’azione amministrativa che ogni ente pubblico dovrebbe avere e pertanto auspichiamo un rapido intervento da parte degli organi di controllo e giudiziari.

Amici della Terra – Club di Benevento