Minacce, denunce anonime e due misteriosi dossier: così vogliono tappare la bocca a Report

(Luca Telese – tpi.it) – Sembra una spy story alla John Le Carré, anche se virata in salsa Viale Mazzini. Ma pare anche una storia scritta con gli antichi venefici codici  immortalati dalla penna di Leonardo Sciascia. E una vicenda, infine, che pare condita con gli ingredienti sessuo-politici di una puntata di House of Cards. Si parla, ovviamente, del durissimo attacco contro Report contenuto in un esplosivo dossier anonimo portato in Commissione Vigilanza Rai da Davide Faraone, senatore di Italia Viva: un testo esaminato, proprio in queste ore, dalle autorità interne della Rai. Una commissione di Viale Mazzini deciderà se archiviarlo o sentire il conduttore di Report. Ma sul banco degli imputati oggi c’è l’intero programma. Quale era stato il giorno prescelto per l’iniziativa parlamentare anti-Report di Faraone? Non uno a caso: il 25 novembre scorso, la giornata mondiale per i diritti della donna. Il tono della lettera? Fin dal suo incipit la scrittura rivelava una forma vagamente questurile: «Scrivo a voi in forma anonima, per tutelare me, e le persone coinvolte nella presente…». Già. Perché in calce al documento non c’era nessuna firma, nessun nome, se non quelli di tre donne evocate dal dossier come vittime di prevaricazioni di diverso tipo. Mentre scrivo questo articolo la lettera anonima del corvo (o della corva) di viale Mazzini ha già prodotto due inchieste. La prima è quella suscitata dallo stesso conduttore di Report, Sigfrido Ranucci, che appena riceve il testo si reca in un commissariato di Polizia e sporge denuncia per calunnia contro gli ignoti estensori. Il secondo procedimento è invece l’audit interno della Rai, che viene innescato, con un procedimento parallelo a quello dell’autorità giudiziaria, dall’intervento del senatore renziano.

Nel documento anonimo contro Report – che nei corridoi della Rai per tutti diventa immediatamente il «dossier sessuale» – si citano storie molto diverse tra loro, che riguarderebbero alcune redattrici del programma. Le prime accuse riguardano presunte molestie e vessazioni del conduttore. L’ultima, invece, una presunta censura in un’inchiesta sulla sanità. Il testo anonimo viene attaccato dai giornalisti della redazione in un documento firmato da tutti (e tutte): «Ci spiace constatare che queste calunnie abbiano trovato eco nell’organo di Vigilanza sul Servizio pubblico, dopo un’interrogazione (i giornalisti si riferiscono al testo di Faraone, ndr) che getta ombre sulla correttezza dell’intero nostro lavoro». TPI è entrato da tempo in possesso di questo dossier, ma …

Leggi l’articolo completo sul settimanale The Post Internazionale-TPI: clicca qui

37 replies

  1. Ma come!!! Tre donne molestate!!! Indignazione ai massimi! Questi uomini trogloditi, subito alla gogna, anzi, in galera! E le povere vittime che porteranno per tutta la vita i segni della violenza! Vergogna!

    Ah, no… Il bravo Sigfrido ( mi piace anche solo per quel nome coraggioso) è dei “nostri”. Ah. Allora sono tutte falsità. Poverino.

    Ho sempre pensato e continuo a pensare che la stragrande maggioranza delle accuse “sessiste” nei confronti degli uomini famosi, accuse per lo più tardive e difficili da provare, siano falsità.
    Con l’ invenzione del Me Too in versione mediatica si è trovata un comodissimo modo per far fuori persone in vario modo scomode o quanto meno per far scendere su di loro un’ ombra di sospetto e toglierle dalla scena. Purtroppo funziona in tutto il mondo (trovata americana quindi da subito globale). Male che vada , per le accusatrici notorietà conquistata e qualche soldo in più, sia pattuito per la falsità, sia conquistato dopo un faticoso patteggiamento ( se la cosa è ben congeniata e i media fanno una conveniente caciara, conviene chiudere al più presto anche se si è innocenti).
    Ma questo vale però per il bravo Ranucci come per il politico “fascista” che ci sta sulle scatole. O per chiunque altro.

    A perderci sono sempre le solite: le vere vittime. Che se hanno la sfortuna di imbattersi in un molestatore – o perfino stupratore – “politicamente corretto” e sul quale giova stendere un velo di silenzio, scompariranno subito dal discorso mediatico. Difficilmente vedranno il loro aguzzino convenientemente punito e si dovranno pure pagare le spese di un processo che durerà anni.

    Auguri al bravo Ranucci, comunque vada.

    "Mi piace"

    • “La prima [inchiesta giudiziaria in merito] è quella suscitata dallo stesso conduttore di Report, Sigfrido Ranucci, che appena riceve il testo si reca in un commissariato di Polizia e sporge denuncia per calunnia contro gli ignoti estensori.” (Cit.)

      "Mi piace"

  2. Ma sì, secondo me hai ragione: le accuse agli uomini famosi sono false, nemmeno io ci credo, in fondo non si è mai visto nessuno usare il suo potere per far fare carriera ad amanti più o meno di passaggio. È un’invenzione, un falso. Al massimo date la colpa a quelle poco di buono!

    E se ci rifletti bene Ruby era la nipote di Mubarack.

    "Mi piace"

      • Il quale non vede l’ora di dimostrare tutto il dimnostrabile. E’ vero che i processi non si fanno i nTV, ma e’ anche vero che vanno fatti, altrimenti tutto resta nella salamoia di assafetida nella quale tu rimescoli ogni ingrediente come se gli altri pari fossero.

        "Mi piace"

    • “…in fondo non si è mai visto nessuno usare il suo potere per far fare carriera ad amanti…” …CONSENZIENTI che non si sono agitate granché per rifiutare sdegnate di essere scambiate per nipoti famose?

      Non è che per caso sei GELOSA (cit.) perché “hanno le tette grosse”?

      "Mi piace"

      • Il fatto che fossero consenzienti non toglie che il sistema era deciso a monte, e che il monte era maschio. Chi non se la sentiva e pensava che avrebbe rifiutato non ci arrivava proprio a fare il provino, per sua scelta. E poi che ne sai che tutte quelle che hanno accettato lo hanno fatto con piacere?
        Magari si sono umiliate pur di raggiungere il loro obiettivo, e quindi? Si meritavano l’umiliazione?

        P.s.
        Non ho capito la questione della gelosia: che c’entra? Non sono io che parlo di aspetto fisico. Sei fuori fuoco.

        "Mi piace"

      • “E poi che ne sai che tutte quelle che hanno accettato lo hanno fatto con piacere?”: io non ho mai parlato di PIACERE, ma di CONVENIENZA che è un tipo assai particolare di piacere. Sai capire la differenza?

        Per il resto ti sento affaticata: certe frequentazioni mischiate all’alcol non givano

        "Mi piace"

      • Certo alla base c’è la convenienza, però non è detto che uno sia contento di farlo.
        Vabbè dai, tu vuoi fare il giochino di parole, mentre io per una volta ti rispondevo nel merito.
        Scusa, errore mio.

        "Mi piace"

      • No, no, grad:

        “Certo alla base c’è la convenienza, però non è detto che uno sia contento di farlo.”.

        SE NON E’ CONTENTO E PROVA COSI’ TANTO DOLORE, NON LO FA E CAMPA COME CAMPANO I PIU’!

        CHIARO?

        "Mi piace"

      • Ma questo vale per te e forse vale pure per me.
        ma c’è gente che vuole (che ne so, ipotizzo) cantare ed è disposta a vendersi per cantare. Ci sono persone che hanno sogni che non si realizzano solo con studio e abnegazione, ci sono sogni di quella specie particolare in cui conta molto la fortuna.
        Non posso pensare che tutte le attrici di fiction (essendo tutte delle cagne quanto a recitazione) siano mignotte inside, credo invece che abbiano fatto di necessità virtù.
        Ora io non le sto esimEndo dalle loro responsabilità, ti sto dicendo che il sistema è marcio a monte, che tutto quello che succede (nel senso di viene dopo) è consequenziale. Prima di pensare di avere dei diritti le donne hanno pensato di poter solo aggirare l’ostacolo.
        Poi ci sono persone che sognano di avere un posto fisso, ma vabbè altro discorso.

        "Mi piace"

      • Aaaah (meglio: Aaaargh!), grad, questo commento da te non me lo sarei mai aspettato: è da antologia!

        Stasera andiamo di sinossi:

        1) Questo vale per tutti, ma ahimè pochissimi ci danno bado!

        2) Se ci sono persone disposte a vendersi è perché sono semplicemente delle puttane (ovviamente il soggetto è “persone”, che non ti parta l’embolo…)

        3) Le persone che fanno avverare i loro sogni in questo modo, non si avvedono del fatto che si trasformeranno sicuramente in incubi!

        4) Non essere mignotte inside, ma accettarlo outside è molto, ma molto peggio: mignotte al quadrato! Almeno le inside sono coerenti con la propria natura.

        5) Chi si affida a un sistema marcio, marcisce a sua volta, c’è poco da star lì a girarci intorno e a cercar cause e effetti…

        6) Poi, ci sono oramai solo persone che sognano e che non si svegliano mai.

        7) Secondo te, Empio Loquastão ci rimane male se si accorge che in questo commento non ti ho lisciato il pelo (viruale)?

        "Mi piace"

      • Ma guarda che io non sono in disaccordo con quello che scrivi.
        Penso però che oggi parliamo di sistema marcio, prima era il sistema, l’unico possibile.
        Se tu non vedi la possibilità di ribellarti ti adegui in automatico, o comunque non in automatico, ripeto la storia di cose che non si ottengono col sudore personale.
        Ma non è solo un fatto di prostituzione. Come i concorsi pubblici. Ti ricordi qual era la trafila prima?
        Ora devi stare attento a farti segnalare perché sono guai, prima era la norma.

        Io il pelo lo avevo inteso fin da subito virtuale, infatti mi sono sorpresa quando quel maiale ha fatto quell’allusione cui ti sei subito accodato.

        "Mi piace"

      • Eddai, non fare la permalosa: stacce! Altrimenti mettiamo in crisi l’unica certezza di Empio e le storie tese, e non è bello…

        "Mi piace"

      • Ci sto. Sto sempre allo scherzo, e dovresti saperlo.
        Ma il patto l’ho fatto con te non con altri. Stacce pure te!

        "Mi piace"

  3. Allora mettiamo pure alla gogna Ranucci?

    Ti pareva che non saltasse fuori il Berlusca! Mancano ancora il Papete e i 49 milioni. E i novax.

    "Mi piace"

  4. Veramente il benaltrismo è tipico tuo, ad ogni modo, il papeete e i novax non c’entrano.
    C’entra chi con le sue televisioni e i modelli che propone ha forgiato e forgia da 30 anni donne soddisfatte e contente della società così com’è: donne per cui uno che tocca il sedere davanti alla telecamera a una ragazza è un poveretto a cui LEI ha rovinato la famiglia. E che sarà mai?
    Ecco, io sono per dare ogni tanto il beneficio alle altre donne anche se hanno le tette grosse e i jeans stretti.

    "Mi piace"

    • Il suo commento non ci entra alcunché col mio
      Mi limito a dire che se sei tanto molestata non ci stai e non ne approfitti per fare carriera ( Asia Argento e C.) E mi pare assolutamente risibile chi si “ricorda” di essere stata molestata 40 anni dopo ( Bob Dylan).
      Guarda caso queste povere vittime saltano fuori sempre dopo anni, senza prove e sempre nei confronti di personaggi col portafogli pieno . E fanno il giro dei talk invece di correre a denunciare.
      Mai successo che dopo 40 anni ci si ricordi di essere stata molestata da un povero operaio, ora pensionato al minimo…
      È una vergogna nei riguardi delle tante che hanno rifiutato o che hanno denunciato. Subito. Altrimenti il polverone è solo mediatico e si rovinano carriere e famiglie con delle bugie. Come sta succedendo anche a Ranucci, guarda un po’dopo aver confezionato una inchiesta appena appena scomoda…
      I fatti vanno provati, fino a prova contraria.

      "Mi piace"

  5. E ho capito.
    Però noto una certa insistenza sul tema talk. Io voglio sapere quali sono questi talk che guardi tutto il giorno.
    E ormai si chiude ogni argomento coi talk, col lavoro giusto, con l’aspetto che aiuta.

    Ma da bambina non ti hanno insegnato che la televisione si guarda solo un po’ la sera?
    E non ti hanno insegnato che rete4 canale5 e italia1 ti fanno andare all’inferno?

    P.s. Bob Dylan non aveva bisogno di approfittare di nessuna né 40 anni fa né oggi, e questa è la premessa.
    Penso però che una donna che volesse denunciarlo 40 anni fa non avrebbe trovato la forza. Oggi sì.

    "Mi piace"

  6. Ma io non ho preferenze su quello che devi scrivere.
    Secondo me è un po’ il discorso della Raggi non votata per la campagna di giornali e media contro. Sì in piccola percentuale certamente, poi c’è la vita vera.
    Mi sembra che tu parli spesso di talk come se fossero rappresentativi. Ma non è molto più rappresentativo il mondo normale incardinato su una concezione che con le buone non è cambiata, vediamo se cambia con le brutte? La concezione di radice ultracattolico in cui il maschio non solo è preminente, ma la donna è il diavolo.
    Gli esempi sono 100 mila e non riguardano gente famosa. Ma tu sembri negare la supremazia del maschio in quanto maschio.

    "Mi piace"

  7. A proposito di molestie sulle donne:

    Qui si può apprezzare Moggi che tasta Greta Beccaglia.

    Ovviamente lei sorrideva a favor di telecamera.

    Quindi le tastate sono diverse, a seconda di chi sta palpeggiando la signorina, o sbaglio?

    https://scontent-mrs2-2.xx.fbcdn.net/v/t39.30808-6/266280073_4815312828492176_3431928905463412853_n.jpg?_nc_cat=106&ccb=1-5&_nc_sid=dbeb18&_nc_ohc=vezPbFV6_qAAX-3ZOMc&_nc_ht=scontent-mrs2-2.xx&oh=00_AT_nrsY__OgyMTXSsLjQXj_1kXKwTK7cYys7pXsw2syxGw&oe=61B8C1ED

    "Mi piace"

      • Esatto: cos’è la foto dall’album di famiglia? Tranquillo, non ci serve vedere gli scimmioni che ti hanno messo al mondo. Direi che è evidente:

        BONOBO ANALFABETA MENTECATTO

        "Mi piace"

      • BONOBO POWER! (dedicato alle neandertalesi di sinistra)

        Vive in comunità estremamente pacifiche in cui maschi e femmine hanno pari diritti e dignità

        Non sa cosa sia la competizione e condivide le risorse con tutti, in maniera equa

        Non conosce la guerra, l′assassinio e la violenza

        Insomma, stando a come si comporta il bonobo, la scimmia è l’evoluzione dell′uomo

        Per il bonobo il sesso è alla base dei rapporti sociali, si accoppia sia con etero che con omosessuali

        Davanti al cibo, i bonobo, prima fanno un’orgia e dopo mangiano, senza mai litigare

        Il bonobo non è aggressivo: è sessualmente appagato; non discrimina il diverso, non va al family day

        La scimmia è l’evoluzione dell′uomo

        Bonobo power, evolving society

        We improve the community and human eat the banana

        Bonobo power, absence of authority

        No more cruelty, no more war

        We just play and come with love and human sucks!

        Human sucks! Human sucks! Human sucks! Human sucks!

        Human sucks! Human sucks! Human sucks! Human sucks!

        Human sucks! Human sucks! Human sucks! Human sucks!

        Human sucks!

        Durante i bombardamenti della seconda guerra mondiale

        I bonobo dello zoo di Hellabrunn morirono di spavento

        Alle altre scimmie non accadde nulla

        Il bonobo è stato cacciato, sterminato, censurato

        Il bonobo è una pericolosa alternativa sociale

        Dimostra che in natura esiste l′omosessualità

        E che l’uomo è aggressivo perché sessualmente represso

        E soprattutto che l′unico vero modo per vivere in pace è giocare mangiare ed accoppiarsi

        Alla faccia di religiosi intellettuali e politici benpensanti

        Bonobo power, evolving society

        We improve the community and human eat the banana

        Bonobo power, no more cruelty, no more war

        We just play and come with love and human sucks!

        E naturalmente vi aggiorneremo sulla condizione delle scimmie bonobo nella prossima edizione

        È tutto per questa sera, grazie dell’attenzione. Arrivederci!

        "Mi piace"

      • Bonobo power, evolving society

        We improve the community and human eat the banana

        Bonobo power, absence of authority

        No more cruelty, no more war

        We just play and come with love and human sucks!

        Human sucks! Human sucks! Human sucks! Human sucks!

        Human sucks! Human sucks! Human sucks! Human sucks!

        Human sucks! Human sucks! Human sucks! Human sucks!

        Human sucks!

        https://th.bing.com/th/id/R.c8c44667a05aec398a2f4d407f15bceb?rik=m%2fENDosJaJDCOQ&pid=ImgRaw&r=0

        "Mi piace"

  8. Penso che nessuno di voi abbia avuto, da donna giovane, carina e capace, un capo donna. Nessuna toccatina, ma in quanto a protervia, ignoranza, gelosie, raffinatezza nell’ umiliazione… Molto meglio la mano morta.
    Ma pare che solo la toccatina umili le persone, tutto il resto è “bontà”: donna è meglio. E mai se ne parla: se non c’è in qualunque modo di mezzo il sesso non conta. Siamo sempre lì.

    Un milione di volte meglio un capo maschio che ti “invita a cena”. Si può sempre rifiutare e non sono tanti gli assatanati che poi ti violentano, anzi, molti sanno bene con chi “possono” farsi avanti e con chi no. Molte ragazze mandano segnali inequivocabili e molte altre vedono avances ( che vorrebbero, per carriera o semplice vanità, eh, si…) ed invece sono solo cortesie. Non siamo in una jumgla piena di colleghi e capi con la clava: tengono di più alla carriera che alla stagista.
    Questo nella realtà. Poi è ovvio che i fari mediatici si accendano su casi che possono far parlare e invitano alla zuffa. E sempre riguardo i maschietti: di cape, o colleghe, infingarde e finemente non si parla mai: lo sputtanamento gratuito, le falsità, le gelosie, il complottismo, le raffinate piccole e grandi umiliazioni anche personali.. evidentemente non valgono.

    Nessuno ti licenzia se sei cortese, professionale, determinata e capace. E non hai suscitato, per la carriera o semplicemente per vanità, facili illusioni .
    E’ molto più facile il mobbing per chi fa valere le proprie idee, “dispiace” a chi conta è antipatico al capo o lo contraddice. Maschio o femmina che sia ( di solito maschio).

    "Mi piace"