Napoli, via Morghen: emblema di degrado e abbandono

Filmato al link: https://youtu.be/NO-wigwW39E

            “ I tentativi di risolvere, una volta e per sempre, i problemi legati alla raccolta e allo smaltimento dei rifiuti solidi urbani, a partire dai cosiddetti ingombranti, verranno sempre vanificati, se tutti i napoletani non acquisiranno un senso civico ma anche se gli uffici a tanto preposti non faranno fino in fondo il loro dovere, dichiarando guerra totale ai trasgressori e applicando le severe sanzioni del caso  – esordisce Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari -. Non vedo come si possa parlare di raccolta differenziata nel capoluogo partenopeo quando, a tutt’oggi, non si riescono neppure a far applicare le apposite procedure previste per il prelievo, in particolare, dei rifiuti ingombranti o per lo smaltimento dei materiali di risulta “.

“ Così le strade di uno dei più bei quartieri di Napoli, centro commerciale di primaria importanza, terzo per presenze in Europa, sono sovente ridotte a vere e proprie minidiscariche. Il riferimento è al Vomero – puntualizza Capodanno -, dove, anche in questi giorni, con tanta gente in strada, lungo le strade e i marciapiedi non è difficile imbatterti in vere e proprie minidiscariche a cielo aperto, dove, come si può osservare  in via Morghen, una delle più antiche e prestigiose strade del quartiere collinare, che versa in uno stato di degrado e d’abbandono sia per il mancato costante spazzamento sia per i tanti dissesti presenti sui marciapiedi,  con erbacce cresciute a dismisura “.

Capodanno, con l’occasione, chiede una maggiore vigilanza da parte degli organi competenti, affinché episodi del genere non abbiano più a ripetersi, individuando, in tempi rapidi, pure con l’ausilio delle telecamere della videosorveglianza, i trasgressori e comminando le sanzioni del caso.  Nel contempo sollecita una ricognizione capillare, da parte degli uffici preposti sia per il prelievo di tutti i rifiuti abbandonati, provvedendo altresì alla spazzamento e al lavaggio delle arterie interessante, con i necessari interventi igienico-sanitari, sia per l’eliminazione dei tanti dissesti presenti su marciapiedi e carreggiate.