Draghi vuole l’obbligo vaccinale: maggioranza ancor più spaccata

Il Green pass sarà esteso e il governo introdurrà l’obbligo vaccinale. Mario Draghi si presenta in conferenza stampa ventiquattr’ore dopo che la Lega in commissione ha votato per abolire il certificato verde…

(pressreader.com) – di Giacomo Salvini – Il Fatto Quotidiano – Il Green pass sarà esteso e il governo introdurrà l’obbligo vaccinale. Mario Draghi si presenta in conferenza stampa ventiquattr’ore dopo che la Lega in commissione ha votato per abolire il certificato verde e fa capire che nel governo non c’è spazio per posizioni diverse dal rigore. Quelle che la Lega vede come fumo negli occhi. “L’applicazione del Green pass sta andando bene – dice il premier – la direzione è quella di estenderlo”. Nelle prossime settimane sarà introdotto anche l’obbligo vaccinale: una misura che non ha eguali in Europa (dove l’obbligo riguarda solo determinate categorie di persone) e che sarà approvata perché la percentuale dei vaccinati è sotto alle previsioni (si vedano le pagine 6 e 7) e chi ha deciso di non immunizzarsi non sembra intenzionato a farlo. Un provvedimento che però rischia di spaccare la maggioranza: di fronte ai sì di Pd, Forza Italia e Italia Viva, Lega e M5S si oppongono a qualunque obbligo vaccinale. Draghi ieri poi ha rifilato anche un’altra sberla a Matteo Salvini respingendo il suo assalto contro la ministra dell’Interno Luciana Lamorgese: “Sta lavorando molto bene per risolvere un problema difficile”.

Nella conferenza stampa convocata a Palazzo Chigi con i ministri Roberto Speranza, Mariastella Gelmini, Enrico Giovannini e Patrizio Bianchi per esporre la ripartenza dell’anno scolastico e presentare il piano delle prossime riforme, Draghi prima abbassa i toni dello scontro assicurando che “il governo va avanti” e auspicando “un chiarimento tra le forze politiche” anche se “ognuna di esse ha 5-6 anime e non è piacevole sentirle tutte”. Ma subito dopo sconfessa la Lega su tutta la linea. Sia sulle misure per combattere la pandemia, sia sulle polemiche giornaliere del Carroccio sui migranti. Tant’è che fonti della Lega rispondono picche su entrambi i fronti. Il primo è quello delle misure anti-Covid. Se mercoledì la Lega alla Camera ha votato con l’opposizione contro il Green pass, Draghi ieri ha fatto capire che sul certificato non si torna indietro e che, anzi, sarà esteso. Dando però anche un contentino a Salvini che aveva chiesto una cabina di regia con i segretari di partito e i capidelegazione. Ci sarà ma non nella forma proposta dal segretario del Carroccio: “Come chiesto dal senatore Salvini – dice Draghi – una cabina di regia ci sarà comunque”. Ma l’obiettivo sarà opposto a quello leghista: “Estenderemo il Green pass. Stiamo lavorando con il ministro Speranza per decidere esattamente quali sono i passi da compiere e i settori che dovranno averlo prima”. La norma arriverà in tempi rapidi: entro metà settembre per i lavoratori della Pubblica amministrazione e a inizio ottobre per le imprese private. Poi Draghi annuncia anche che a breve il governo dirà “sì” alla terza dose e all’obbligo vaccinale. Posizioni che piacciono al segretario del Pd Enrico Letta (“Va bene estendere l’obbligo vaccinale e il Green pass, Salvini dica se sta con Draghi”), alla capogruppo di FI Anna Maria Bernini (“un salutare bagno di realismo”) e anche a Matteo Renzi (“Bravo Draghi!”). La Lega invece ribadisce il suo “no” a “obblighi, multe e discriminazioni” mentre il M5S sta in silenzio, ma la posizione è la stessa. Contraria anche Giorgia Meloni che elogia Salvini per il suo voto contro il pass e parla di “conferenza stampa surreale”.

Il secondo schiaffo di Draghi alla Lega arriva sui migranti. Il premier fa lo scudo umano della ministra Lamorgese: “Sta lavorando molto bene per risolvere un problema difficile – dice il premier tirando una frecciata all’ex ministro dell’Interno – nessuno ha avuto la bacchetta magica e gli sbarchi di quest’anno non sono spaventosi, vanno paragonati al periodo pre-Covid che ha bloccato gli arrivi”. “Lasciamo parlare i numeri” è la risposta gelida della Lega che attacca sui 39 mila sbarchi del 2021. A ogni modo Draghi dice “sì” a quell’incontro a tre chiesto da Salvini per parlare proprio dell’immigrazione (“non in tv o in streaming” scherza). Perché il suo governo, assicura il premier, va avanti. E quindi, dice, basta parlare di Quirinale: “È offensivo pensare a un’altra possibilità, anche per il presidente Mattarella”.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

40 replies

  1. “Va bene estendere l’obbligo vaccinale e il Green pass, Salvini dica se sta con Draghi”),”
    Non ce la faccio. Lui tutti i giorni deve dire che il governo draghi è il suo governo. Possibilmente due volte al giorno. Voglo vedere a ottobre/ novembre con la crisi che si sta preparando dove andrà a nascondersi.

    "Mi piace"

    • Paola, non per difendere Letta, Dio me ne scampi, ma qui non sta ribadendo che questo è il SUO governo, piuttosto “chiedendo” se è quello di Salvini, che finge di starci, ma, contemporaneamente, fa opposizione ogni momento. Sta, in pratica, rimarcando la contraddizione continua del baciasalami, a scopo di propaganda.
      Che poi il PD sia governista tout court, non ci piove.

      "Mi piace"

      • Mi sbaglio o quando Letta parla si sente un sussurro disperato alla “Anghe io anghe io”?

        Pure qui, dice per parlare di un altro, non ha nulla da proporre perche’ chi se lo cacherebbe?

        "Mi piace"

      • Allora, solo e unicamente per andare contro Letta (deve solo ringraziare il suo dio che non ho una patente da camion per investirlo) ma porca p…ena (cit.) ogni cosa che dice Draghi tu la devi usare per far vedere che Salvini non è di parola e quello diventa il tuo unico argomento? Quindi hai fatto il tuo e a posto così? Ma manco per niente. Chi se ne frega di quello che dice Draghi? Di quello che dice Salvini (e la Meloni) devi parlare: 1) di Durigon prossimo vice segretario, e tu devi dire che è un maiale fascista. 2) Di abolire il rdc: e allora gli devi dire che è un maiale fannullone strapagato da noi da 30 anni 3)dei referendum sulla giustizia e gli devi dire che è un maiale ingordo perché lo sta facendo per determinati processi, pur di salvare i quali poi andrà a piagnucolare davanti alla prescrizione dei mostri di martina rossi, ma a lui del padre di Martina Rossi non frega un piffero, perché è un maiale. 4) dei poveri imprenditori degli stabilimenti che non trovano da assumere perché hanno solo 3€ lorde l’ora da pagare a quelli scansafatiche di percettori: e tu gli devi dire che lui e Bonomi sono due maiali, che sbafano tutto lo sbafabile di sussidi che lo Stato è capace di erogare. E posso arrivare a 100 modi per dargli del maiale.
        Di quello devi parlare, chi se ne frega se è d’accordo o meno con Draghi. No ti giuro, sto per suicidarmi sotto un camion al posto suo.

        "Mi piace"

      • Cioé, vorresti trasformare il democristiano Letta in Che Guevara e il pd nelle brigate… rosa?
        Ci sto.
        Può essere che in un governo Conte si sarebbe anche infogato(eeehh!!!🙄), ma con Draghi…hai voglia!
        Anche Letta, mi sa, ha la sindrome di Zelig, si adatta al ruolo e al luogo, prende la forma del recipiente.
        Ma del resto, a noi, che ce ne frega? Mica siamo piddine.
        Anche se a me qualche tossica dà pure della draghiana… 🤦🏻‍♀️😆

        "Mi piace"

      • Draghi che ha parlato del lavoro difficile della Lamorgese (che da contratto non si fa dalla spiaggia col dj) e della sostanziale continuità degli sbarchi mi è sembrato il Che se lo paragono a letta.

        Piace a 1 persona

      • Chi ha un minimo di comprendonio distingue “errori” come questo (non l’avevo neanche visto, l’ho dovuto cercare per capire) da altri che denotano ignoranza della lingua o, peggio, dell’argomento di cui trattano.
        È un mondo difficile.

        "Mi piace"

      • “Fosse per me non correggerei, ma pare obbligatorio ormai.”: ahahah… Da che piano ridondante sei caduta stavolta? ahahah…

        "Mi piace"

  2. Finalmente si parla di obbligo vaccinale! Siamo in presenza di una pandemia di proporzioni colossali. Lo Stato, davanti ai due rischi – quello (infinitesimale) di conseguenze post-vaccino e quello (incommensurabilmente più elevato) di contrarre la malattia – dovrebbe imporsi sulla scelta (particolare) del cittadino al fine di tutelare la salute (generale) dell’intera collettività (la gente continua a morire anche “grazie” ai no-vax). D’altra parte, sappiamo bene che non esiste vaccino a controindicazioni zero (nessun farmaco lo è). Qui si tratta di avere il senso delle proporzioni. Se a causa delle conseguenze post-vaccino possono morire – faccio un esempio – una decina di persone, mentre senza il vaccino ne muoiono decine e decine di migliaia, si può pensare veramente che la scelta di non vaccinarsi sia razionale e rispettosa della salute altrui? E che lo Stato rimanga a guardare?

    Piace a 2 people

  3. Gente è finita!! Dall arrivo di draghi siamo ufficialmente in una dittatura con i suoi riti ( generalmente stronzate tipo parate militari, il sabato dei balilla o la messa o la vaccinazione obbligatoria) e i suoi sacerdoti a cui se domandi qualcosa non rispondono e ti insultano e se insisti ti battezzano in piazza!!
    Quella dello studente non vaccinato che obbliga tutti gli altri ad indossare la mascherina è di una violenza che qualunque coglione dovrebbe vedere e rovesciare!!
    Se non la vedete siete ottimi cittadini ( con la siringa piantata nel braccio!!)

    "Mi piace"

    • Sembra che tu abbia un’idea molto romantica di cosa significhi per davvero vivere sotto dittatura; mi piacerebbe fartela provare sul serio, anche per un periodo limitato, giusto per farti giocare a “trova le differenze”, così poi mi racconti come funziona (ad esempio) l’espressione del dissenso, nelle dittature.

      Piace a 2 people

      • Sembra che invece, a te di vivere in uno stato d’emergenza con un bankster che comanda infischiandosene di qualsiasi consenso popolare (infatti sono i partiti a genuflettesi a Lui e non il contrario) stia benissimo.

        A proposito, solo nell’ospedale di Messina 2 infermieri morti dopo vaccinazione.

        Sfiga, naturalmente.

        "Mi piace"

      • Carissimo, ritengo che dovresti iniziare a familiarizzare col concetto che, il giorno che saranno TUTTI vaccinati, ognuno dei circa milleottocento decessi giornalieri che, da decenni, rappresentano la nostra media nazionale, sarà avvenuto (con ogni evidenza) in seguito alla vaccinazione, dimostrando così (per i babbalei) che la letalità dei vaccini è pari, evidentemente, al 100%, (superiore a quella dell’arsenico, per dire).

        Mi permetto di consigliarti di non fare figli, perché sembra altresì dimostrato, oltre ogni ragionevole dubbio, che nascere sia la prima causa di morte in assoluto. Uno Stato serio imporrebbe l’obbligo sterilizzazione femminile, o in alternativa un tatuaggio vaginale (da eseguire tramite Tso), recante la scritta “lasciate ogni speranza, o voi che uscite”.

        Piace a 1 persona

      • X Johnny Dio:

        IL GIORNO che saranno tutti vaccinati.

        Importante differenza: NON lo sono tutti ancora, mentre in UK l’89% dei ricoverati COVID è vaccinato e i 3/4 dei morti pure.

        1- Il che significa che i vaccinati NON sono immuni dal COVID.

        2- ah, i due infermieri di Messina non sono morti per una causa a piacere, ma per VASCULITE, senza alcuna causa pregressa che li facesse ammalare.

        Solo un cetriolo potrebbe ignorare la stranezza di avere due casi così in un ospedale e in un solo mese. E non interrogarsi se quelle morti fossero evitabili. Ma questo non è un problema per chi ha la massa cerebrale di una lenticchia, vero JD?

        Avevo già notato che tu hai una difficile relazione con i dati reali, ma così mi rendi troppo facili le cose.

        "Mi piace"

      • @ SM:
        Intanto, ti consiglio di non sottovalutare il cetriolo perché potrebbe riservare delle sorprese, magari salta fuori che è comunque più sveglio di te e finisce che ti frega nel proverbiale modo, dopodichè cominciamo con i due infermieri di Messina.

        senza alcuna causa pregressa che li facesse ammalare

        Tra le tante cose che i siti di disinformazione (o i video di You Tube, a quanto è dato sapere), da cui copiosamente abbeveri le tue labbra, evitano di raccontarti (in modo da non rovinare una bella favola con la realtà, altrimenti i bimbi che la seguono cambiano canale), c’è quella che il primo dei due infermieri (quello deceduto il 6 agosto), ovvero Giacomo Venuto

        è morto per l’aggravarsi una vasculite auto immune, di cui soffriva da anni. Ecco perché la direzione dell’ospedale Papardo ha escluso la correlazione col siero anti Covid 19 e ha deciso di non inviare la segnalazione ad Aifa, l’agenzia italiana per il farmaco.

        Per quanto riguarda il secondo, Antonio Mondo (deceduto il 29 agosto),

        La direzione sanitaria dell’ospedale Papardo ha deciso di segnalare all’Aifa la morte di Antonio Mondo, l’infermiere deceduto al Papardo domenica scorsa.

        Com’è giusto e logico che sia, entrando così a far parte dei famosi dati pubblici, dunque pubblicati, che tu ami citare come se fossero uno dei segreti di Fatima.

        Le mie fonti (quotidiani locali siciliani e messinesi):
        https://livesicilia.it/2021/08/30/vaccini-pfizer-infermieri-morti-messina/?refresh_ce
        https://www.messinatoday.it/cronaca/infermieri-morti-papardo-segnalazione-aifa-antonio-mondo.html

        Proseguiamo con un concetto veloce veloce, da leccarsi le orecchie (cit.): se una grossa fetta della popolazione si è vaccinata nel corso di quest’estate, tra i milleottocento decessi che rappresentano la media nazionale, ce ne saranno diverse centinaia al giorno che avranno fatto il vaccino non molto prima di morire, tu che dici? Dovrebbe trattarsi di un’ovvietà, ma mi rendo conto che per tanti non è così (e comunque, a ricordare l’ovvio non si fa mai un soldo di danno).

        Last, but not least: così come i decessi causati dal covid, checchè se ne dica, hanno trovato effettivo riscontro nelle statistiche sulla mortalità nazionale (mai così alta dal dopoguerra), parimenti vi troveranno spazio quelli causati dai vaccini, per cui (a breve) sapremo quale sarà stata l’incidenza, e vedremo quale rilevanza statistica potrà mai avere.

        Intanto comincia a riflettere su questo, che l’Inghilterra (e Israele) te li spiego un’altra volta, e nel frattempo sappimi dire se il cetriolo non ti sembra già aver assunto un’aria più sveglia.

        Piace a 1 persona

      • X JD:

        Confermo il fatto che tu hai seri deficit a cominciare dall’onestà intellettuale.

        1- per quel che riguarda le cause di morte, hai la stessa attitudine di chi negava la mortalità da COVID: anche loro, come te, dicevano che siccome crepano 1800 persone al giorno in Italia, certamente c’erano anche quelli che erano risultati positivi al COVIDDI, ma non erano per questo morti DI Coviddi. E te uguale talmente fissato con la negazione dei danni da vaccino, che ti arrampichi sugli specchi, cercando di dissimulare la morte di persone per una precisa causa rispetto a quelle morte del mucchio ‘generale’ italiano.

        Come dire che non importa indagare i 43 morti di Genova,tanto ogni giorno ne crepano 40 volte tanti senza fare tante storie, no?

        2- nel caso in specie, ti faccio presente che quel che ha detto il direttore sanitario, a detta sua che il primo dei due infermieri era affetto da una malattia pregressa (lo stesso refrain dei negazionisti del COVID sui vecchi che crepano a 80 anni con più patologie), questa tesi è stata smentita -ripeto: SMENTITA- da una persona che sicuramente ha più voce in capitolo del ‘direttorissimo’ sanitario dell’ospedale.

        E quella persona è il MEDICO CURANTE del primo infermiere, che nega QUALSIASI patologia pregressa alla somministrazione del vaccino, tanto che la malattia si è manifestata addirittura qualche mese dopo.

        Ho postato di già quest’articolo in altra discussione su Infosannio.

        Però te, da bravo fanatico negazionista, hai scelto la versione che più ti aggradava e che guarda caso, è anche quella di comodo per continuare a fare vaccini obbligatori fregandosene se poi qualcuno ogni tanto crepa.

        "Mi piace"

  4. Se Salvini andasse con la Meloni ( che viene lasciata in pace perché danni a Draghi non ne fa e un minimo di opposizione ci vuole per fare credere di essere in democrazia) per il Governo sarebbero guai, quindi è già stato blindato con la fidanzata ed eventualmente ( vere o presunte) case a Montecarlo et similia.
    E si gli capitasse…”un incidente” sarebbe colpa di qualche esagitato, magari di colore che, ben si sa, quando usano violenza sono invariabilmente solo dei balordi con problemi psichici.
    Questo lui lo sa bene quindi ogni volta accetta il siparietto: si, sto col Governo… ma forse no. Così Berlusconi ( la partita con i suoi media in mano l’ha lui) fa diventare la sua destra di governo anche un po’di lotta. Tutti contenti.

    "Mi piace"

  5. Francesco:Parlare alla cazzo non è che dia “ragione” al tuo modo di pensare leggermente “squilibrato”.Fatti vedere.

    "Mi piace"

  6. Bisogna dire che il medico curante dei due maccabei, Sebastiano Tama’, ha in almeno due dichiarazioni affermato che quelli la vasculite non l’avevano mai vista prima. Quindi vi e’ la strano caso dell’ospedale che dice una cosa e la persona forse meglio informata, di uno essendo il cognato, sulle anamnesi di Mondo e Venuto che dice il contrario. Vorrei anche aggiungere, ma non trovo il link, che vi e’ la dichiarazione di un pubblico ufficiale nella quale la possibilita’ di una correlazione causale tra la somministrazione del vaccino e la morte dei due infermieri e’ sicuramente campata in aria e le analisi ora in corso smentiranno tutte queste ipotesi o illazioni. Purtroppo lo ha detto il Commissario Straordinario per l’Emergenza COVID-19 in Sicilia e quindi tale dichiarazione vale a favore dell’ipotesi correlazione di causa.

    "Mi piace"

    • Loro sono molto INTERESSATI a negare alle vittime di qualsiasi trattamento medico la causalità visto che potrebbero risponderne di persona per negligenza o omissione.

      E’ SEMPRE stato così con qualsiasi tipo di farmaco e sostanze chimiche.

      Ma che due infermieri possano morire della stessa causa nello stesso ospedale e in un mese, non può essere un caso, a maggior ragione se di uno il medico afferma con fermezza che non c’erano cause pregresse e lui e solo lui HA le qualifiche per parlare del suo assistito, a differenza del datore di lavoro che ovviamente come sempre, nega ogni concausa scaricando tutto sulla vittima e le sue ‘malattie pregresse’ di cui nessuno in 30 anni di servizio si era mai accorto,

      Tutto già visto, non hai sentito quando gli operai crepano sul posto di lavoro e ai processi gli avvocati delle parti civili dicono che bevono, ballano e si drogano e poi perdono l’equilibrio al lavoro?

      Oppure l’esime professore assunto al CTS che ha sempre NEGATO ogni correlazione tra morti ad Acerra e inquinamento, dicendo che piuttosto sono morti perché erano fumatori.

      Queste sono le tattiche.

      4 anni fa a Report, un’associazione di genitori che segnalavano i danni da vaccino antipapillomavirus, raccontava di come dei 40 casi segnalati, solo 4 vennero passati all’AIFA, come se i medici potessero indagare e stabilire autonomamente che il 90% dei casi di ragazze gravemente colpite dagli effetti del vaccino fossero in realtà sofferenti di altre cose.

      I medici NON hanno questa prerogativa non fosse altro perché non si sono degnati di fare alcun esame ulteriore ai loro assistiti!, ma evidentemente sono molto ben incentivati a creare pochi grattacapi, sennò i convegni premio in alberghi a 5 stelle e i computer nuovi fiammanti in regalo se li sognano.

      "Mi piace"

      • Loro sono molto INTERESSATI a negare alle vittime di qualsiasi trattamento medico la causalità visto che potrebbero risponderne di persona per negligenza o omissione.

        Teoria interessante. Rimane solo da spiegare come si dovrebbe conciliare col fatto che, trattandosi di due infermieri dello stesso ospedale, anche la commissione medica che ha esaminato entrambi i casi sia la stessa, e si dà il caso che la medesima abbia deciso di segnalare il secondo, ma non il primo (che è quello per cui il famoso medico di famiglia sta facendo tanto casino). Un’improvvisa crisi di coscienza?

        Visto che le narrazioni di fantasia vanno forte, e visto che l’unico a strillare è l’ex medico curante del primo deceduto, che incidentalmente ne era anche il cognato, non sarà che sta facendo tanto casino perché vuol fare avere a sua sorella un risarcimento a cui non avrebbe diritto? Sottolineo che lo stesso medico-cognato avrebbe ogni titolo per fare lui stesso la segnalazione ad Aifa, se ne sussistessero i presupposti, ma invece di muoversi in questo senso ha preferito altre strade, per così dire, meno ufficiali e più mediatiche. Forse quello che vuole il computer nuovo è proprio lui.

        Magari, se si tenesse alla completezza dell’informazione (che fa rima con la famosa onestà intellettuale), gioverebbe anche ricordare il fatto che l’infermiere in questione abbia fatto la seconda dose di Pfizer a gennaio, abbia accusato i primi sintomi a maggio, e sia infine deceduto ad agosto.

        "Mi piace"

      • X JD:

        Quindi:

        -1 la tesi della buona salute prima del vaccino, secondo te è sospetta, perché il dottore è parente del defunto, quindi quel che dice è probabilmente viziato da intenzioni non dichiarate

        -2 stranamente però, non consideri molto il fatto che l’ospedale sia schierato per le vaccinazioni di massa e che potrebbe rispondere di qualcosa se i suoi dipendenti crepano

        -3 strano come ti sia sfuggito che in un singolo ospedale, faccia piuttosto casino la morte di un dipendente, ma due in un mese non sono nascondibili e infatti, hanno segnalato il secondo e non il primo, che avevano già messo comodamente in archivio

        Capisci perché penso che gente come te sia più disonesta di Renzi e Salvini messi insieme?

        Come diceva quel tale che adesso non posta più? somaro criminale negazionista,giusto?

        "Mi piace"

      • Il fatto che nel primo caso mancassero completamente i presupposti, mentre nel secondo ci fossero in pieno, è troppo collegato alla realtà e troppo poco a narrazioni fantastiche che vedono trame losche dappertutto, sempre ben orchestrate da dei “loro” mai ben definiti, per i tuoi gusti? Chi l’avrebbe mai detto. Sei banale e prevedibile come la merda dopo il kebab.

        Te l’ho già detto e ripetuto, ma non ci senti: se tutte queste morti sono davvero causate dai vaccini, mentre senza si sarebbero in gran parte potute evitare, la loro rilevanza statistica sarà ben presto evidentissima, stante l’enorme numero di vaccinati.
        Ti avevo scritto il resto in risposta al tuo commento qua sopra, ma purtroppo è finito in moderazione automatica (presumibilmente a causa della lunghezza), e dato che il sito sembra bloccato e io non ho alcuna intenzione né di ripetermi né di tirare alle lunghe una querelle che ritengo stupida quanto inutile (a dirla tutta, anche un tantinello irrispettosa delle vittime, strumentalizzate senza pietà), ora toccherà attendere che la situazione si sblocchi, perchè venga pubblicato.

        Dato che ti piacciono le storie di vita vissuta, te ne racconto una che mi è capitata recentemente, nella certezza che non servirà esattamente ad un cazzo di niente.
        Per ferragosto ho invitato, fra gli altri, anche un mio conoscente (di 44 anni) che ho rivisto di recente. Birra, pizza, qualche canna, ordinaria amministrazione. Quella sera stessa, dopo essere rincasato, il tizio in questione si è sentito poco bene (abita da solo) e ha chiamato l’ambulanza: infarto secco, preso per un pelo, senza mai aver avuto il minimo sintomo. Ebbene, sai qual’è la prima cosa che mi hanno chiesto tutti quelli a cui, nei giorni successivi, l’ho raccontato? Hai indovinato, perchè è quella che è venuta in mente anche a te, ma si dà il caso che il tizio non si fosse voluto vaccinare.
        Se lo fosse stato, per forza di cose lo sarebbe stato da poco tempo, ed è fin troppo evidente che, in quel caso, tutti avrebbero pensato alla stessa cosa, saltando alle medesime coclusioni affrettate, mentre per come è andata sappiamo che ci sono ottime ragioni per affermare che, invece, quello sarebbe stato solo il perfetto esempio da manuale di correlazione spuria, un concetto che tu ignori (o fingi di ignorare) ma che rimane uno dei pilastri alla base della statistica e dell’interpretazione dei dati (altrimenti, come avevo sintetizzato in una battuta estremizzando il concetto, si potrebbe tranquillamente dimostrare come nascere rappresenti la prima causa di morte, o che, dati reali alla mano, i dottorati in ingegneria civile siano direttamente collegati al consumo di mozzarella).

        Per ora ti saluto, attendo fiducioso la prossima Camilla ma intanto ho altro a cui pensare, dato che rimango in febbrile attesa della mia terza pera di Stato, costituzionalmente garantita: ormai avverto i primi sintomi dell’astinenza, se chiudo gli occhi vedo la schermata blu di windows, bramo costantemente la mia pera e non riesco a pensare ad altro. Almeno un placebo, del metadone, qualunque cosa, datemi solo una pera, cazzo, una cazzo di pera.

        "Mi piace"

  7. Sebastiano Tama’, inoltre, e’ Consigliere Comunale a Messina con la banda di delinquenti di Forza Italia. Ricordate che il sindaco della citta’ e’ un personaggio che augurereste alla vostra ernia lombare, il noto Cateno De Luca. Ergo, due infermieri, nello stesso reparto, aventi come medico la stessa persona, ed uno di questi – il medico – congiunto laterale, schiattano dopo aver ricevuto la seconda dosee schiattano per complicazioni dovute alla stessa malatti, la vasculite.
    Lasciando stare il fatto che la notizia in quanto tale spunti fuori da moltissimi siti Web legati al revanscismo vaccinale, tendenza “Boia chi molla!” e non in pubblicazioni piu’ “affidabili” (e non devo mettermi a spiegare) a me sembra chiara una cosa, sulla scorta della logica e della metodologia nel vaglio delle informazioni teso ad rilevare elementi di verita’ altrimenti negletti, vuoi per incuria vuoi per malizia, dai Bioblu della situazione ricorrentemente adottato.

    "Mi piace"

    • Mi chiedevo quanto avresti impiegato per dare addosso al ‘medico curante’, ovviamente fregandotene dei due infermieri morti.

      E senza nemmeno firmarti.

      Onestà intellettuale = 0

      "Mi piace"

  8. Nel leggere “questi” intendiate: il medico curante.

    Nel leggere “… sulla scorta della logica e della metodologia nel vaglio delle informazioni teso ad rilevare elementi di verita’ altrimenti negletti, vuoi per incuria vuoi per malizia, dai Bioblu della situazione ricorrentemente adottato.” intendiate: e il.

    "Mi piace"