Minacce di morte per Di Maio

LUIGI DI MAIO

(lanotiziagiornale.it) – Dopo le aggressioni ai giornalisti a Roma, i danneggiamenti dei gazebo M5S a Milano e le minacce al virologo Matteo Bassetti, no vax e no green, su Telegram, si scatenano con il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, arrivando a minacciarlo di morte. “Un altro infame da giustiziare”, “è necessario il piombo”, “devi crepare”, alcune delle frasi presenti sul gruppo. A scatenare l’odio le dichiarazioni rese nell’ultimo periodo da Di Maio a favore della campagna vaccinale.

Il ministro ed esponente M5S era tornato sul tema proprio in questi giorni, sottolineando come “non solo tutto l’arco politico deve condannare le violenze che stiamo vedendo da parte di sedicenti No Vax, che stanno manifestando con forme inaccettabili. Ma faccio anche un appello a tutte le forze politiche: non bisogna soffiare sul fuoco”.

“Non bisogna lasciar pensare a qualcuno che si può permettere di utilizzare violenza – aveva aggiunto Di Maio -, minacciare medici, professori universitari che si battono per le campagne vaccinali. Si è arrivati all’assurdo ed è meglio che come panorama politico blocchiamo questa degenerazione e diciamo parole chiare”.

Posizioni che alcuni partecipanti ai gruppi no vax e no green pass Telegram hanno commentato con messaggi violenti e minacce: “Lo impalerei in pubblica piazza”, “ti veniamo a prendere”, “ti vedremo presto anche a te con il cappio al collo”, si legge tra l’altro. Fino a chi si spinge anche oltre, sostenendo che la “soluzione finale” consista nel “procurare attentati dislocati nei luoghi di potere, in simultanea”.

“Solidarietà e vicinanza al ministro degli Esteri Luigi Di maio – scrivono i deputati del Movimento 5 Stelle in commissione Giustizia della Camera – e a tutti coloro che, in queste ore, vengono minacciati da cosiddetti soggetti ‘No vax’ e ‘No Green pass’. Stando a quanto riportato da alcune agenzie di stampa, il ministro Di Maio, che si è sempre speso a favore della campagna vaccinale, sarebbe stato pesantemente attaccato in una chat Telegram, con frasi estremamente violente”.

“Proprio negli ultimi giorni – proseguono – lo stesso Di Maio aveva sottolineato come gruppi di sedicenti ‘No vax’ stessero manifestando il loro dissenso in forme inaccettabili, chiamando tutto l’arco politico a condannare le violenze. Siamo al fianco di Di Maio e di chiunque, in questi momenti Di crescente tensione, venga fatto oggetto di intollerabili attacchi fisici e verbali”.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

27 replies

  1. non vorrei passare per un retroscenista alla T. Labate, ma trattandosi di Di Maio io controllerei gli IP degli odiatori, non vorrei si scoprisse che sono intestati alla Farnesina

    "Mi piace"

    • Di sicuro, è un ottimo assist per far dimenticare un pò le minuscole polemiche dopo che DiMa ha appoggiato la riforma Cartabia senza battere un ciglio.

      Non tutte le minacce vengono per nuocere.

      "Mi piace"

  2. Lanotiziailgiornale vicino a Di Maio ……..

    Pure la minacce di morte “No Vax”?!?? Ma proprio con la firma?!?!
    Cioè, i No Vax tutti hanno sottoscritto le minacce di morte a Di Maio?!?!
    Che commedia farsesca! Piena di colpi di scena!

    "Mi piace"

    • Elena

      non non vuoi passare per una TROLLONA
      prima di postare impulsivamente, fai uno sforzo e cerca la notizia:

      “Sulla chat Telegram contro vaccini e Green pass «Basta Dittatura!», che raccoglie ben 42mila iscritti”

      “”Posizioni che alcuni partecipanti ai gruppi Telegram hanno commentato con messaggi violenti e minacce: “Lo impalerei in pubblica piazza”, “Ti veniamo a prendere”, “Ti vedremo presto anche a te con il cappio al collo”, si legge tra l’altro. Fino a chi si spinge anche oltre, sostenendo che la “soluzione finale” consista nel “procurare attentati dislocati nei luoghi di potere, in simultanea”””

      Piace a 1 persona

      • E questo gruppo Telegram, nel quale alcuni anonimi scrivono cose violente o si augurano la morte di qualcuno, sarebbe l’emblema della protesta contro il Green Pass?!?! Io non posto compulsivamente, rispondo a insulti gratuiti e faccio domande, che ad alcuni paiono offese. Ora, si vorrebbe stigmatizzare una legittima protesta con il comportamento esecrabile di alcuni che vi partecipano? Quindi no-global = black block (solo per fare un esempio)?
        Terrò presente per tutte le manifestazioni che seguiranno, siano esse “No Green Pass” o rappresentanti di qualsivoglia istanza.

        "Mi piace"

      • Elena, Elena
        fai finta di non capire e prosegui nella tua contestazione del buon senso,
        nessuno mette in discussione la protesta non violenta
        ma qui si discute sulla ragione della protesta, che ha un seguito puramente folcloristico.
        se circa 40mila iscritti ad una chat chiamata “basta dittatura” e mandano messaggi violenti ed istigatori, arrivando persino ad augurare attentati vari, forse, dico forse, è bene evitare che qualche “debole” di mente li prenda in parola.
        Quello che invece mi rende furioso sono quelli che si nascondono dietro alla libertà di manifestazione e di parola, per aggregare molti “spostati” per poi fingere di essere vittime di persecuzioni.
        Vuoi manifestare il tuo dissenso sui vaccini e il Green Pass? Ci sono molti modi per farlo, meno quelli che stanno usando adesso.
        Mi chiedo come mai nessuno che faccia lo sciopero della fame?
        Piantino delle tende con relativo gazebo esplicativo, si mettano in cerchio e facciano lo sciopero della fame, avrebbero più successo che tentare di sfondare il cordone della polizia, oppure dichiarare di voler fermare i treni.
        Invece mi sembra che ci siano le solite facce in giro, con le solite minacce e i soliti picchiatori.

        Piace a 1 persona

      • Ti sei risposto da solo!
        Le solite facce, le solite menti, i soliti meccanismi, le solite minacce….c’è una letteratura infinita delle proteste, delle manipolazioni, dello stigma e della repressione che ne segue.
        Sciopero della fame?!?! Manco nei bar e nei ristoranti possiamo entrare senza il Green Pass! Ci si accusa di ignoranza e ci viene impedito di accedere a università, scuole, conservatori, musei, eventi (anche all’aperto), corsi.
        La protesta è legittima! Il Green Pass NO!
        Questo è quanto. Minacce e violenza sono il solito spartito, come ho già scritto…..senza trollare 😈.
        Siete ossessionati da sti’ troll!
        Adesso ci si prepara alla repressione violenta, alle denunce, etc…dei pacifici….perchè invece i violenti, le solite facce, passeranno a inficiare altre legittime istanze.

        "Mi piace"

    • Elena
      non manipolare il pensiero altrui
      la non violenza è stata usata molte volte per ottenere attenzione e risposte
      pensi invece che le manifestazioni caciarone ed vittime di infiltrazioni siano il solo modo?
      se è così allora veramente siete una banda di “spostati” e sprechi le tue energie polemizzando su di un semplice blog.
      perchè non raccogliete adesioni, petizioni, firme, consenso, invece di urlare e menare in senso fisico e figurato.
      Mi sembra di ricordare, come ultimo esempio, una dimissione di un sottosegretario di un partito che va per la maggiore, inneggiante ad un fratello famoso, eppure ha dovuto abbassare panza, orecchie ed autostima sotto la spinta dell’indignazione generale.
      provateci

      "Mi piace"

      • Prendere uno, due, cinque episodi di violenza, ripeto, sempre a favore di telecamera, come cifra di una protesta è cosa assai riduttiva. Nei social network si esprimono, ripeto, in modo anonimo, dietro nickname, pensieri di qualsiasi genere. Non per questo si accusano i social di esprimere tout court violenza e ci si augura vengano chiusi. Ma torniamo alle solite facce e alle solite metodiche, Cossiga fu un maestro nel minare le contestazioni infiltrando e veicolando, ripeto che la stessa questione si è espressa al G8 di Genova, con il Movimento dei Forconi, etc…. È evidente che una percentuale di “spostati” e rabbiosi possa vedere come valvola di sfogo alle proprie frustrazioni questa protesta, un’occasione per scatenare bassi istinti….non credo che appostarsi sotto casa di un virologo di fama, picchiare un giornalista e scrivere a Di Maio siano atti a esclusivo appannaggio di casuali passanti, o manifestanti, o semplici partecipanti pacifici delle contestazioni. Per settimane ci sono state marce pacifiche, da luglio ogni sabato, in moltissime piazze italiane, con volantinaggio, punti informativi per chi fosse stato interessato. Hanno partecipato insegnanti, medici, accademici, mamme, bambini, etc. Ogni colore politico era rappresentato, anche ogni credo e fede che si sentisse minacciato da questa imposizione incomprensibile. Caso strano, a ridosso dell’autunno….forse paventando si potesse trasformare in caldo…sono scoppiati 5 episodi di violenza in due giorni….. La violenza che si esprime quotidianamente contro la protesta “No Green Pass” non può che esacerbare gli animi più propensi alla reazione. Ogni scudo implica un’arma, ogni arma implica uno scudo. La lotta violenta è inutile e dannosa per entrambi gli schieramenti. Resta il fatto che il Green Pass, così come applicato in Italia, è di per se una violenza. Le continue minacce del Governo di ostracizzare, isolare chi è contrario al suo progetto univoco sono una perpetrazione continua di violenza. Sarebbe più onesto imporre l’obbligo vaccinale a questo punto, con tutto ciò che ne consegue per lo Stato e per la società civile. Io non sono la regista di questa protesta, ne portavoce, lo siamo tutti con le scelte personali di non volersi piegare a provvedimenti illegittimi e illogici.

        "Mi piace"

      • Dimenticavo…: 1-2-3 settembre è stato programmato uno sciopero dei consumi….ma tutta la stampa non fa che parlare dell’occupazione delle stazioni volta all’interruzione del servizio pubblico di trasporto (che se è pubblico….perché ne siamo esclusi?!?). Come vedi, non c’è medicina per il sistema…solo vaccino a tutela del PIL.
        Quindi colgo l’occasione per togliermi dalle scatole per i 3 giorni di protesta, con sommo gaudio di qualcuno, e le auguro la buona notte,,,. 🌙

        "Mi piace"

      • Adriano,
        “rispondo a insulti gratuiti e faccio domande, che ad alcuni paiono offese.” è, ovviamente, l’ennesima fake della tizia, che mi ha chiamato in causa solo perché esistevo e la cosa la turbava.
        Sai, ero troppo presente a commentare sotto vari argomenti (!) Mica si fa, sotto gli articoli di un blog, che bizzarria.
        Manco mi fossi concentrata per occupare anche i margini, come lei.
        Hai notato che vuole accedere a “università, scuole, conservatori, musei, eventi, corsi” e quant’altro a diffondere il verbo, a base di – se ti fosse sfuggito- “non è un vaccino ma un siero genico OGM a base di RMNA messaggero(sic! 🤦🏻‍♀️)” tralasciando per l’occasione i microchip e il 5G.
        Ci mancherebbe altro di farli accedere ai ‘templi della cultura’ 😆🤣…
        ma per la loro incolumità, dico, visto che viene loro risparmiato di essere inseguiti coi forconi…

        Piace a 1 persona

    • Elena
      benissimo la petizione
      datevi un tempo
      così saprete quanti siete
      raccogliete dei fondi e fate ricorso alla consulta per incostituzionalità delle norme
      e auguri per le vostre battaglie
      ma non fermate i treni altrimenti avrete perso prima di iniziare
      da parte mia non firmerò, trovo giusto il Green Pass
      è un modo vigliacco di imporre le cose, ma è un buon compromesso
      tra chi vuole avere una parvenza di vita normale in sicurezza
      e chi invece rifiuta il vaccino ma deve sacrificare un pò di vita sociale.

      "Mi piace"

    • ti sei fatto autogol, infatti quel post del Mazzuccone ha anticipato il vaffa che milioni hanno dato all’M5S prima della svolta draghista.

      "Mi piace"

      • E han dato il vaffa al M5S… per poi votare (nei sondaggi) i soliti che fan politica da quando avevano i calzoni corti.
        Si vede che è tutta gente intelligente come te.

        Piace a 1 persona

      • “ti sei fatto autogol”
        ——————————-

        Per tua informazione non mi chiamo M5S e sono il più critico qui dentro verso il M5S, se escludiamo i troll.
        Ma capisco che il becero tifo da stadio non ti fa ragionare e capire che il commento e l’articolo non hanno niente a che vedere con il consenso del M5S.

        Gli “autogol” sono solo tue seghe mentali.

        Piace a 1 persona

  3. Per curiosità, in questi ultimi giorni si sono registrati messaggi di solidarietà da parte del mondo politico, oppure è sempre in vigore la regola che contro i 5stelle vale tutto: insulti sessisti, violenza verbale e ora anche fisica?

    "Mi piace"