L’assessore alla Sanità della Regione Lazio D’Amato: “I no vax si paghino le cure”

(Camilla Mozzetti – Il Messaggero) – «I no vax che contraggono il Covid e finiscono nelle Terapie intensive degli ospedali del Lazio dovranno pagare i ricoveri». È perentorio l’assessore alla Sanità della Regione Alessio D’Amato «perché – dice – queste persone che rifiutano la vaccinazione, mettendo a rischio la libertà altrui, devono assumersi la responsabilità fino in fondo delle proprie scelte e delle proprie azioni».

Non è solo una boutade quella di D’Amato. Si può fare? Tecnicamente è possibile accreditare le spese dei ricoveri nel più delicato reparto che esista ai pazienti che ci finiscono in un sistema di sanità pubblica? «Ci stiamo lavorando – prosegue l’assessore – e ci sono dei modelli a cui, ad esempio, facciamo riferimento e sono quelli della Lombardia dove un tempo veniva spedito a casa del paziente, prima ricoverato e poi dimesso, una sorta di memorandum su quanto la sua degenza fosse costata all’ente regionale».

«Naturalmente – prosegue D’Amato – non si chiedeva un centesimo, era solo per mostrare al paziente il costo sostenuto per le sue cure ma con i no vax siamo intenzionati ad andare oltre». Il Lazio ad oggi è una delle Regioni con il più alto numero di vaccinati contro il Sars-Cov-2.

I NUMERI Ben 7,7 milioni sono le dosi somministrate e il prossimo primo settembre si raggiungerà la soglia di 4 milioni di residenti coperti in seconda dose e dunque con il ciclo vaccinale concluso. Ma resta uno zoccolo duro di refrattari al percorso di immunizzazione che del vaccino non vuole proprio sentire parlare. Principalmente per posizioni ideologiche, la maggior parte degli attuali non vaccinati comprende persone dai 50 anni in su.

Quelle che – studi e analisi sugli attuali ricoveri nelle Terapie intensive – hanno più probabilità di finire nelle rianimazioni se contraggono il virus. Nel Lazio attualmente ci sono 70 persone ricoverate in rianimazione e l’età media supera i 45 anni. «La libertà di tutti non deve essere messa a rischio da posizioni ideologiche di pochi», prosegue D’Amato che aggiunge: «La Regione sta studiando il modo di contestare ai no vax le spese per le cure mediche, lo faremo è ora di mettere un punto».

LE SPESE L’assessore, al termine della visita a Villa Monte Mario (una delle nove strutture messe a disposizione dalla Regione per l’accoglienza di 950 profughi afghani arrivati da Kabul), sciorina anche i costi. «Giornalmente ogni ricovero in Terapia intensiva costa circa 1.500 euro – prosegue – per degenze medie non inferiori ai 17 giorni». L’obiettivo però è chiaro: si punta a vaccinare quanto più possibile per garantire un futuro a tutti senza più l’incubo della pandemia e non per mero calcolo economico.

«L’aspetto più difficile da accettare – conclude l’assessore – è che queste persone no vax nel momento esatto in cui finiscono ricoverate si rendono conto del dramma e del pericolo che stanno correndo e tutti si pentono di non essersi vaccinati». Nella Regione, stando all’ultimo report della cabina nazionale che monitora settimanalmente l’andamento delle vaccinazioni, ci sono 250.152 residenti tra 50 e 79 anni che non hanno chiesto né prenotato una dose di vaccino.

«CAGNARA IMMONDA» Sui no-vax interviene anche il Governatore del Lazio Nicola Zingaretti commentando l’aggressione contro alcuni giornalisti: «Chi ha aggredito un altro cittadino italiano, un giornalista o chiunque sia, deve essere garantito alla giustizia e punito secondo le leggi della Repubblica italiana. Nessuno può aggredire un altro cittadino e restare impunito. Non dimentichiamoci mai che questi folli estremisti no-vax sono tutti vaccinati perché da bambini hanno avuto il vaccino per la pertosse, o l’epatite che in Italia, per fortuna, sono malattie sconfitte grazie a quei vaccini.

È folle, invece, che dei vaccinati stiano alzano questa cagnara immonda contro un virus ancora in circolazione e pericoloso. E lo se dico io, oggi, lo faccio anche con assoluta cognizione di causa, per motivi personali. Con queste minoranze estremiste non bisogna avere nessun dialogo, soprattutto se negano liberata agli altri».

39 replies

  1. Bravo D’AMato!
    Prima però obbliga i laziali (intesi come del Lazio) a vaccinarsi, e poi gli fai pagare le cure.
    Trova il modo tu e scrivi di tuo pugno una legge regionale: ne sarai capace, visto che quando si tratta di emolumenti, prebende, e pure di concorsi sapete legiferare magnificamente e la corte costituzionale vi fa un baffo!

    "Mi piace"

  2. ….disse quello con la moglie chiusa in casa, nonostante il “vaccino”.
    Si ammetta pure che un cittadino che paga le tasse, per motivi personali o di salute, abbia scelto di non accedere a questa terapia sperimentale e debba pagare le cure……questo varrà anche per la scelta di pagare i munifici stipendi, emolumenti, apparizioni Tv, campagne elettorali, consulenze, etc….di questi gran signori?

    "Mi piace"

  3. Un “mondo” popolato da mostri.Questi ai nazi gli fanno un “baffo”.Non scherzo.Lo già detto?Lo ribadisco, si è perso il senso della misura.Prevedo guai, grossi guai se non zittite certi “personaggi”abominevoli, mantenute dalle nostre tasse.Se lo ricordi quando verrà “minacciato”.

    "Mi piace"

  4. Quindi chi si ingozza di cibo spazzatura poi si pagherà le cure per il diabete? Chi fuma si fará espiantare i carcinomi previo bonifico? Potrei anche essere d’accordo, data la condotta salutista che mantengo, le tasse che pago ed i servizi che (non) ricevo, ma non sa un po’ di Stato Etico?!?

    "Mi piace"

  5. Visto che quello che ha detto questo delinGuente, disposto ad annullare un diritto COSTITUZIONALE, che non lega le abitudini di vita delle persone 8fossero anche drogati, alcolizzati o fumatori, all’assistenza sanitaria, adesso facciamo un calcolo:

    Nella Regione, stando all’ultimo report della cabina nazionale che monitora settimanalmente l’andamento delle vaccinazioni, ci sono 250.152 residenti tra 50 e 79 anni che non hanno chiesto né prenotato una dose di vaccino.

    Queste ‘minacce’ per la sicurezza sono ben il 5% (CINQUEPERCENTO) della popolazione. In altre parole, potrebbero vaccinare il restante 95% e avrebbero l’immunità di gregge garantita.

    O forse no?

    Perché, sapete, solo ieri in Israele, dove hanno oltre l’80% di vaccinati, hanno avuto fino a 12.000 casi al giorno, in questa fine di agosto? Beh, sono cifre MAI VISTE PRIMA e l’80% abbondante dei ricoverati, parola di primario, sono VACCINATI.

    Parliamo del Giappone, che per subire le olimpiadi ha avuto la modica cifra di 1.000 morti e attualmente viaggia sui 25.000 casi al giorno ma ehy, fa notizia attualmente SOLO e ripeto SOLO per le medaglie che si pigliano le Bebe Vio della giornata.

    Come se l’unica cosa che importasse fossero le medaglie!

    E questo lo riscontriamo anche ai tempi in cui con la trattativa Stato-Bonucci Draghi si schierò contro Speranza per far divertire il ‘popolo’.

    Bene, allora avevamo 1/5 dei casi che abbiamo oggi di COVID!

    E questi qua poi vengono a cianciare che chi non si vaccina deve pagarsi le spese, eh.

    Zingaretti, poi, pensasse ad aprire qualche dannata DISCARICA, invece di polemizzare sulle vaccinazioni, con indiretto bersaglio la Raggi!

    "Mi piace"

    • “O forse no?”

      no

      perché dal totale della popolazione si devono togliere
      – gli under 12 non vaccinabili
      – i portatori di malattie e/o allergie che confliggono con la somministrazione del vaccino
      – voi no vax siete mediamente nella categoria adulti e vaccinabili
      quindi quel 5% non è il 5% della popolazione vaccinabile ma probabilmente è più vicino all’8/9% (a spanne)
      purtroppo non riesco a farle un disegnino, se non capisce

      in merito
      A) è vero che il provvedimento di fare pagare le cure sarebbe disomogeneo nei confronti di altre persone
      che si rendono “colpevoli” del loro stato di salute
      ma va ricordato che la tossicodipendenza è “colpevole” solo all’inizio poi diventa una patologia che
      non è più controllabile dal soggetto colpito, come pure bulimia e anoressia
      mentre l’ignoranza e la codardia si possono eliminare in modo relativamente facile.

      B) chi non si vaccina, se non vi è ancora entrato in testa, e dubito lo farà mai, ma lo ripeto, porta a più conseguenze
      sia per il soggetto che persegue questa decisione, che rischia la sua vita visto che è la possibilità di stare veramente male
      è molto più alta che fare 13 al totocalcio, di varie grandezze
      sia per coloro che lo circondano che potrebbero venire da lui contagiati, con colpa, a questo punto.
      sia per il fatto che le varianti non è che si formino solo a casa degli altri, e su gli altri, ma si formano nei malati
      e solo nei malati, quindi un malato in più, e per lungo tempo come succede ad un non vaccinato,
      è una possibilità in più che una variante si formi, e visto che di varianti problematiche ce ne sono state 4
      nell’arco di 21 mesi significa che questo coso ha delle capacità veramente notevoli per cerare di sopravvivere,
      e i novax sono il suo pascolo.

      Piace a 1 persona

      • segue

        sul fatto che oggi ci siano più contagiati
        l’ho già spiegato che il virus iniziale e questo non sono lo stesso virus
        ma quante volte deve essere ripetuto?

        in Israele hanno avuto quei contagiati, ma quanti decessi? e quanti ricoverati
        ho dato una occhiata mi pare che i primi siano il 10% dei contagiati ed i secondi sempre un 10% dei ricoverati
        e i vaccinati sono il 60% della popolazione quindi un 40 è in braghe di tela.

        il Giappone è messo ancora peggio il 44% è completamente vaccinato
        ma loro hanno avuto un ottavo dei nostri decessi complessivi, magari perché non ci sono
        no mask (ovvero sempre voi)

        Piace a 1 persona

      • Egregio Marco_Bo, oramai la questione non è più scientifica o di confronto di opinioni. È travalicata in scontro ideologico, passioni/timori dove il ragionamento non ha più spazio. I novax si sentono tiranneggiati dai ” fascisti” , i provax minacciati dagli “untori”. Questo ” coso” è un’arma da guerra, perciò si modifica e non è facilmente sconfitto. Non è un semplice virus influenzale. Dovremmo essere uniti contro la minaccia: purtroppo molti ne hanno fatto un’occasione di guadagno ( i famosi pescecani che non mancano mai nelle guerre), altri di potere e l’informazione è spesso solo propaganda di ogni genere. Io, mi fido ancora dei medici che conosco e che sono provax.

        "Mi piace"

      • – gli under 12 non vaccinabili
        – i portatori di malattie e/o allergie che confliggono con la somministrazione del vaccino
        – voi no vax siete mediamente nella categoria adulti e vaccinabili
        quindi quel 5% non è il 5% della popolazione vaccinabile ma probabilmente è più vicino all’8/9% (a spanne)
        purtroppo non riesco a farle un disegnino, se non capisce

        A me risulta che il problema sia vaccinare almeno l’80% del totale dei vaccinabili.

        Risulta anche che stiano magheggiando per autorizzare per i bambini sotto i 12 anni. Non subito, ma cercano di arrivarci. Quindi la tua analisi è fallata di base e nemmeno te ne rendi conto in quanto analfabeta funzionale che pensa di dare lezioni agli altri.

        in merito
        A) è vero che il provvedimento di fare pagare le cure sarebbe disomogeneo nei confronti di altre persone
        che si rendono “colpevoli” del loro stato di salute
        ma va ricordato che la tossicodipendenza è “colpevole” solo all’inizio poi diventa una patologia che
        non è più controllabile dal soggetto colpito, come pure bulimia e anoressia
        mentre l’ignoranza e la codardia si possono eliminare in modo relativamente facile.

        L’IGNORANZA e la CODARDIA. Ma pensa te. Quindi uno che legge le statistiche e vede centinaia di migliaia di reazioni avverse, fa un giro dai conoscenti e sente di una persona morta e di un’altra con gravi problemi di salute ‘casualmente’ accaduti dopo il vaccino, sarebbe un ignorante e codardo. Beh, mai IGNORANTE E CODARDO quanto gente come te, che pensa che la vaccinazione debbano evidentemente farsela tutti, SENZA pensare agli effetti avversi perché Cristanti dice che sono ‘lievi e reversibili’, oppure che il vaccino è efficace e sicuro, perché neutralizza la capacità di infettare, o di prendersi l’infezione, quando poi persino FAUCI è costretto ad ammettere che non è esattamente così.

        B) chi non si vaccina, se non vi è ancora entrato in testa, e dubito lo farà mai, ma lo ripeto, porta a più conseguenze
        sia per il soggetto che persegue questa decisione, che rischia la sua vita visto che è la possibilità di stare veramente male
        è molto più alta che fare 13 al totocalcio, di varie grandezze
        sia per coloro che lo circondano che potrebbero venire da lui contagiati, con colpa, a questo punto.
        sia per il fatto che le varianti non è che si formino solo a casa degli altri, e su gli altri, ma si formano nei malati
        e solo nei malati, quindi un malato in più, e per lungo tempo come succede ad un non vaccinato,
        è una possibilità in più che una variante si formi, e visto che di varianti problematiche ce ne sono state 4
        nell’arco di 21 mesi significa che questo coso ha delle capacità veramente notevoli per cerare di sopravvivere,
        e i novax sono il suo pascolo.

        AH DAVVERO? Sarà per questo che ISRAELE ha 12.000 casi al giorno e che i malati di COVID sono per l’80% della gente con vaccinazione completa, mentre i vaccini stanno calando al 39% di efficacia nello stato che 3 mesi fa veniva spacciato come quello che sconfisse per primo in Occidente il COVID.

        che rischia la sua vita visto che è la possibilità di stare veramente male
        è molto più alta che fare 13 al totocalcio, di varie grandezze

        AH SI? VAERS oltre 10.000 morti e 17.000 disabili dopo vaccinazione, 50.000 ricoveri. AH; naturalmente come dice Jonny l’iDiota, saranno sicuramente CASUALITA’, giusto Marchetto?

        Nel mentre, in un hotel abruzzese scoppia una epidemia di COVID e il datore di lavoro spiega che erano quasi tutti vaccinati, ma proprio i vaccinati sono quelli che stanno ‘peggio’. Ah. E le autorità che fanno? Zero assistenza, solo per fare i tamponi, mentre ogni cliente è scappato via come un coniglio, malato o meno che fosse.

        QUESTA è la maniera giusta per fare fronte all’epidemia, giusto?

        Ma che pretendo da uno che ancora considera una fake news la fuga dal laboratorio, quando c’é evidenza pari a ZERO di una qualsiasi altra spiegazione razionale? Evidentemente te hai un poster di PETER DASHAK in cameretta, no Marchetto?

        "Mi piace"

      • giusto per conferma sulla mutabilità del virus

        notizia fresca di pubblicazione
        L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha incluso il ceppo “colombiano” (B.1.621)
        del coronavirus SARS-CoV-2 nell’elenco delle varianti di interesse (VOI),
        e gli ha assegnato l’identificatore greco “mu”, segue dal registro sul sito web dell’organizzazione.

        non ho voglia di spiegare il significato dell’acronimo VOI

        e neppure di replicare alle sue risposte, scrivo più per altri che per lei in persona
        che ritendo poco propensa a cambiare idea.

        Piace a 2 people

      • X Marco Boh.

        Vedo che persisti nelle balle.

        Siccome il virus è cambiato allora noi dovremmo IGNORARE che in Israele la Delta ha azzoppato tutto il programma di immunizzazione vaccinale. Negli ospedali ci sta una maggioranza di VACCINATI, questo significa che NON E’ VERO che i vaccinati possono stare tranquilli e i non vaccinati no, e NON è vero che i vaccinati siano ‘sicuri’ per gli altri, perché anche loro possono contagiare.

        E’ inutile girarci intorno. Il virus CI HA SCONFITTO nettamente. E non c’é verso di contenerlo con le vaccinazioni.

        X PDR:

        Tu hai una bella faccia a fidarti dei dottori che ‘sanno’. Ma sanno COSA? CAMILLA CANEPA ti dicie niente? Ricordi le acrobazie con l’ASTRAZENECA? Bene, adesso quel vaccino NON lo usano più, arrivano 5.300.000 dosi Pfizer e Moderna, ma nessun AZ e JJ.

        E te ti fidi di gente che ha spinto per vaccinare con medicine pericolose anche ragazzi di 18 anni dopo averle vietate sotto i 60 anni?

        Qui il primo ideologizzato sei te, carissimo.

        Io mi sono batuto prima contro i NEGAZIONISTI del Covidi che cianciavano che la mortalità era come quella degli altri anni. Adesso, non essendo un PECORONE come tanti altri, mi trovo a combattere con i NEGAZIONISTI degli effetti avversi dei vaccini, che tra l’altro REPORT (hai presente?) ha segnalato già numerose volte, l’ultima delle quali la primavera del 2017, servizio a cui la politica reagià con il DL LORENZIN.

        Vattelo a rivedere cosa combina la ‘scienza’.

        A proposito: quanti miliardi ha fatto l’industria farmaceutica con il vaccino COVID e quanti ne farà con la certezza di vendere decine di miliardi di dosi di qui al 2025?

        "Mi piace"

      • X Marco Bo:

        ma proprio te parli di ‘poco propensa a cambiare idea’?

        Uno che ancora crede alla generazione ‘casuale’ della pandemia e che considera fake news le ipotsi di fuga dal laboratorio.

        Come diceva Peter Dashak un anno fa con quella lettera farsa.

        Da uno come te non accetto giudizii visto che dimostri di essere il più ottuso del quartiere.

        "Mi piace"

      • @paolo diamante Roma

        non è mai stato un virus influenzale, è sempre stato un virus che causa polmoniti
        malattie che non sono neppure pareti

        io non mi sento minacciato, se si riferiva a me, il problema è loro, che non sono protetti
        a me secca se tornano a chiudere tutto e/o a reimporre l’uso della mascherina all’aperto
        che ovviamente metterei, ma che non è che l’apprezzi tanto.

        in fondo sto sempre abbastanza lontano dal prossimo e quindi il rischi in quel senso è limitato
        e di loro non è che mi importi molto, se riguardasse la sola loro salute, prego s’accomodino.

        quando dicono che un vaccino protegge al 95% dagli effetti più duri della malattia
        non significa che protegge dalla malattia, ma che se la prendi, e sei in salute decente, è meno
        probabile che si finisca in terapia intensiva e poi nella tomba.

        rimane sempre un 5% di sfortunati e i numeri dei decessi, drogati dal ritaro della Sicilia e della Campania,
        sono un numero che è molto più basso di quel 5% visto che ci sono stati in una settimana
        426 decessi per 51.212 casi positivi ovvero meno dello 0.8% contro la media del 2.85% da quando
        è iniziata la pandemia

        e i vaccini sono, al momento, testati per la versione precedente del virus, e funzionicchiano per quella attuale
        e per quelle future non si sa, ovviamente, nulla
        ma, cappio!!, sui pc si installano tutti gli anni, se non settimane, versioni nuove di antivirus (anche se ora
        di virus ne girano pochi) per contrastare le nuove versioni di agenti che possono danneggiare un sistema
        per la medicina è uguale, anzi più complicato, non dovrebbe essere impossibile da comprenderlo anche per i zucconi
        (non mi riferisco a lei)

        inutile fare paragoni tra cose differenti, e tra popolazioni differenti con DNA diversi e con usi/costumi
        altrettanto diversi, che senso ha?
        giusto per mettere numeri affiancati e dire… vedi coi vaccini ci sono gli stessi malati/morti che senza
        come se ad essersi ammalate non fossero persone differenti, non toccate dalla prima ondata dell’altro virus
        e senza sapere assolutamente se siano in maggioranza i non vaccinati o tutti a finire nelle sale della terapia intensiva.

        Piace a 1 persona

      • @SM
        mi scusi ma mi attribuisce cose che non ho mai scritto
        anzi ho sempre scritto il contrario e che sono i giornali/politici che travisano
        sia cosa sono i vari virus sia su cosa possano o non possano fare i vari vaccini
        e voi gli correte appresso continuando a vostra volta a non capire

        mi spiace ma, come detto non intendo farne una discussione con lei
        dato che riporta numeri “a cernita” e ipotesi non suffragate da nessuno
        (prima di parlare di Israele dovrebbe leggere i loro report e soprattutto capirli)

        Piace a 1 persona

    • ”’rimane sempre un 5% di sfortunati e i numeri dei decessi, drogati dal ritaro della Sicilia e della Campania,
      sono un numero che è molto più basso di quel 5% visto che ci sono stati in una settimana
      426 decessi per 51.212 casi positivi ovvero meno dello 0.8% contro la media del 2.85% da quando
      è iniziata la pandemia”’

      ECCERTO, peccato che la pandemia iniziò a FEBBRAIO, mentre l’anno scorso ad Agosto c’erano 3-4 morti al giorno.

      Comodo fare i paragoni così, eh?

      E ovviamente gente come te omette di racconrarci come vanno le cose negli USA, quelli che dovevano sconfiggere il COVID per il 4 LUGLIO.

      Adesso hanno fino a 190.000 casi al giorno e 1.300 morti.

      E questo sarebbe comprovare l’efficacia dei vaccini.

      Come i 4 piloti della British Airways morti in poche settimane. CASO, naturalmente, mica penserete male eh?

      "Mi piace"

      • Secondo me, visto che non cava un ragno, ha voltato pagina. Gli uomini son fatti così: sono disposti anche mettersi sotto i piedi, e potete anche muovervi coi tacchi a spillo, ma se non gliela date, alla fine smettono l’abitino del cicisbeo e vi mettono il burqa! …Tra il serio e il faceto, ma non mi sbaglio di molto…

        "Mi piace"

      • Sei molto molto crudele.
        Posso avere un po’ di privacy col signor Ennio?
        Grazie.

        P.s. Signor Ennio, io i tacchi a spillo non li posseggo e nemmeno non a spillo. Solo ballerine e converse, e saucony per correre.

        "Mi piace"

      • No signor Ennio, non si fa così. Ti giuro che oggi stavo per non aprire proprio il blog. Mi hai spezzato il quore. Non farlo mai più.

        "Mi piace"

  6. Die welt oggi
    Dott Hausleer ( vedere curriculum)

    L 80 per cento dei decessi covid e un falso!!
    Si sta attendendo una risposta del ministero…ma si sentono le unghie sul vetro
    E la risposta non arriverà… come sempre

    "Mi piace"

    • qui si va da un estremo all’altro.

      In Russia solo il 20% dell’eccesso di mortalità è coperto dai casi di COVID.

      In Italia solo il 75%.

      Piantiamola con le balle che sparano certi dottori.

      Se ti piace, puoi anche citare Stefan Lanka che dice che i virus non esistono.

      Ma il COVID se ne frega di questi coglioni che ancora non hanno capito con COSA abbiamo a che fare.

      Tra negazionisti e pusher di big pharma non ne usciamo.

      "Mi piace"

  7. C’è qualcosa che non mi torna. La percentuale degli ultraottantenni/ novantenni vaccinati è altissima, circa il 90%.
    Dando un’occhiata ai morti Covid in tutte le regioni, la stragrande maggioranza sono ultraottantenni.
    Ovviamente ogni vaccino – anche quello influenzale- perde di performance con l’avanzare dell’età – circa il 60% di copertura quello influenzale, e questo bisognerebbe dirlo- ma se tanto mi dà tanto come mai tanti morti vaccinati?
    Insomma, si spaccia per certezza un presidio certamente utile, soprattutto nella popolazione anziana, ma non risolutivo, come invece ci spingono a pensare. E lo sanno benissimo: per i contatti con i politici e l’ingresso ad esempio negli studi televisivi il green pass non serve: obbligo di tampone.
    L’unica cosa che veramente funziona sono la distanza e le protezioni, invece passa l’idea che col vaccino siamo “in sicurezza” Questo significa, per la stragrande maggioranza dei vaccinati( ormai il 70% con due dosi, una delle percentuali più alte nel Mondo), che si può fare tutto quello che si vuole, come prima e più di prima.
    Ci accorgeremo presto dell’errore: una vaccinazione di massa fatta con vaccini non immunizzanti e senza un contemporaneo lockdown, tracciamento, monitoraggio attentissimo delle frontiere, porta il virus a circolare ugualmente e a variare sotto la pressione selettiva anche dei vaccini.
    Occorre tenerlo presente, ma la frenesia vaccinale ( tra l’altro con colpevolissime esenzioni di categorie ad altissimo rischio ma a cui occorre accarezzare il pelo: i clienti dei ristoranti devono munirsi di green pass i gestori no, e neppure se ne parla! Nessuno se ne è accorto?) che arricchisce tanti e procura un’utilissima divisione sociale, l’ennesima, tra buoni e cattivi, distrae da tutto il resto che non è stato fatto.
    Prevedo un pessimo inverno. Pieno di odio bipartisan per i nostri concittadini e di amore verso l’interno mondo. Che a quanto si vede dalle immagini in Afghanistan pare stia benissimo anche senza vaccini e protezione. Anche i tantissimi giornalisti occidentali che si affollano alle conferenze stampa talebane non le portano, come ogni giorno possiamo constatare: mistero della fede .

    "Mi piace"

  8. Mi correggo: la percentuale degli ultraottantenni vaccinati (praticamente tutti con due dosi) è quasi del 100%. Cioè quasi tutti.

    Fai clic per accedere a Report_Monitoraggio_Vaccini.pdf

    Come mai allora la stragrande maggioranza dei decessi avviene iancora in quella fascia di età? E sono moltissimi per questo periodo dell’ anno (anche l’ anno scorso il lockdown a settembre era già finito da mesi).

    Ovvio: qualsivoglia vaccino con l’ avanzare dell’ età protegge meno. I vaccini non sono “la salvezza”, per quella c’è solo il lockdown durissimo o lo stellone.
    Bisognerebbe smettere quindi con le parole “in sicurezza” che crea e creerà un sacco di vittime. Alla fine i nodi vengono al pettine. Basta solo guardare le percentuali dei morti che ci “dicono” vaccinati, il numero dei morti ultraottantenni, tenere conto che gli stessi sono quasi tutti vaccinati con due dosi e … tirare le somme.

    Poi ci sarà sempre qualcuno che cercherà il pelo nell’ uovo: saranno faranno tutti parte dello 0,02 non vaccinato… Anche nelle Regioni dove la percentuale di quelli “in sicurezza” è quasi al 100%.

    Non credo che prendendoli per i fondelli coloro che ancora non si sono vaccinati (magari vorrebbero solo non ricevere Astrazeneca: nessuno ci ha pensato? Dimenticavo: costano poco, ne hanno comprati tanti e per i vecchi… vanno bene…)

    "Mi piace"

      • Se avevano un tubo in gola o se sono morti dopo essere stati re-infettati allora e’ chiaro che le famosa cosa definita con cinque lettere, trattino, due numeri, viene presa in considerazione come concausa.

        Dubito che da qualche parte non sia scritto: schiattato d’infarto dopo ricovero per Delta.

        "Mi piace"

  9. A proposito di “sicurezza vaccinale” e di morti che riguarderebbero solo i non vaccianti:

    “Vaccini col trucco, ma la verità scopre le carte false:

    Essere dei cretini è un diritto inalienabile e mi batterò sempre perché si riconosca la debolezza e non la colpa, ma sono totalmente intollerante alla malafede e a certi fascisti che si sono imboscati ovunque e che finalmente escono allo scoperto, cercando di imporre con la forza e con le punizioni una menzogna che naturalmente non possono provare, anche se i loro mandanti di Big Pharma tentano in ogni modo di confondere le acque.” Efficace e sicuro” è il mantra della propaganda vaccinale, ma entrambe le affermazioni si stanno sgretolando. Sempre più persone percepiscono gravi effetti collaterali nel proprio ambiente o su se stessi, mentre l’efficacia è sempre più messa in dubbio da studi pertinenti: sempre più persone stanno soffrendo le cosiddette “svolte vaccinali” ovvero il contagio dopo le punture.

    Purtroppo tutte le cose che leggete e che tendono a sottovalutare questo fattore sono false nel senso che si tratta di numeri col trucco: le persone a cui è stato stata somministrato uno dei quattro preparati approvati con riserva sono inizialmente considerate non vaccinate. E rimangono non vaccinate così fino a due settimane comprese dopo la seconda iniezione con i prodotti di BioNTech, AstraZeneca e Moderna o quattro settimane dopo l’unica iniezione di Janssen. Ciò significa che tutte le infezioni e le malattie che si verificano entro le prime quattro settimane dalla vaccinazione vengono considerate come se avessero colpito persone non vaccinate. E questo ovviamente altera tutti numeri mentre sempre più studi smentiscono questo falso scientifico: proprio nei giorni scorsi un ampio studio danese ha dimostrato che dopo la vaccinazione, 33.000 residenti hanno avuto il 40% in più di infezioni e 300.000 operatori sanitari il 108% in più di casi rispetto al gruppo di controllo.

    Ma queste cose sono ormai dimostrate pressoché dappertutto: un nuovo studio della University of California a San Francisco per esempio, ha rilevato che ” il 78% delle infezioni con varianti sono state riscontrate in soggetti vaccinati (sempre però col presupposto delle due o 4 settimane), rispetto al 48% dei casi in persone non vaccinate.” Nella città californiana si è notata anche un’altra cosa importante e cioè che l’aumento di nuovi casi dal 6 luglio non ha provocato decessi né tra i non vaccinati né tra i vaccinati. Questo mostra ancora una volta ciò che abbiamo già visto nei dati di Public Health England: nuove varianti sono diventate più infettive ma notevolmente meno pericolose. SARS-CoV-2 è diventato endemico come gli altri coronavirus che ci portiamo dietro dalla notte dei tempi e a cui Fauci ha voluto aggiungere una sua riedizione. La pandemia insomma dovrebbe finire immediatamente e tutte le misure dovrebbero essere revocate come in Danimarca. A tal fine, dovrebbe finalmente essere promossa la cura precoce invece di continuare a dare false cifre di morte, ovvero quelle di persone gravemente malate trovate positive con i tamponi, ma decedute per tutt’altre cause. In compenso vengono nascosti i decessi post vaccino che sono molti più di quelli segnalati, visto che i medici si rifiutano di farlo perché Ippocrate gli fa schifo, ma i soldi no.

    Altrimenti cosa rimane? L’iniezione ogni cinque mesi come propone il gruppo Alzheimer formato da Biden – Fauci, sapendo bene che queste vaccinazioni stimolano la nascita di avarianti verso le quali sono impotenti, hanno un notevole rischio di reazioni avverse immediate, ma anche di lungo periodo e hanno un efficacia che a mala pena dura due mesi? E è pur vero che anche l’antinfluenzale ha una scarsissima efficacia e non dura oltre i tre mesi, ma è diventata un grosso affare da quasi un miliardo di dosi ogni anno, però a chi fa paura l’influenza? Ci si può costruire sopra dei passaporti vaccinali? Ci si può fondare una ingegneria sociale retriva? Di certo no, l’abitudine non va d’accordo con l’eccezione. Quindi dovremo attenderci delle novità ancora peggiori.”.

    "Mi piace"

  10. Ci sarebbe da ridere…
    In questo momento sul TG3 Emilia Romagna:
    “Le vaccinazioni continuano spedite, 6.000.000 di cittadini hanno ricevuto almeno una dose”.
    Peccato che i cittadini Emiliani siano meno di quattro milioni e mezzo.

    "Mi piace"

  11. The elephant named “waning immunity”

    Since late last year, we’ve heard that Pfizer and Moderna’s vaccines are “95% effective” with even greater efficacy against severe disease (“100% effective,” Moderna said).

    Whatever one thinks about the “95% effective” claims (my thoughts are here), even the most enthusiastic commentators have acknowledged that measuring vaccine efficacy two months after dosing says little about just how long vaccine-induced immunity will last. “We’re going to be looking very intently at the durability of protection,” Pfizer senior vice president William Gruber, an author on the recent preprint, told the FDA’s advisory committee last December.

    The concern, of course, was decreased efficacy over time. “Waning immunity” is a known problem for influenza vaccines, with some studies showing near zero effectiveness after just three months, meaning a vaccine taken early may ultimately provide no protection by the time “flu season” arrives some months later. If vaccine efficacy wanes over time, the crucial question becomes what level of effectiveness will the vaccine provide when a person is actually exposed to the virus? Unlike covid vaccines, influenza vaccine performance has always been judged over a full season, not a couple months.

    And so the recent reports from Israel’s Ministry of Health caught my eye. In early July, they reported that efficacy against infection and symptomatic disease “fell to 64%.” By late July it had fallen to 39% where Delta is the dominant strain. This is very low. For context, the FDA’s expectation is of “at least 50%” efficacy for any approvable vaccine. (Peter Doshi, BMJ)

    Da Affariitaliani.it
    Riassumendo, parlando degli over 50, 48.264 sono coloro che seppur vaccinati si sono contagiati, mentre solo 4.891 si sono contagiati ed erano non vaccinati, probabilmente sempre a causa della variante Delta. In proporzione coloro che finiscono in emergenza sono un decimo rispetto all’ammontare dei contagiati ma la statistica depone ancora una volta a favore dei non vaccinati: il rapporto è circa 4 vaccinati in emergenza contro un non vaccinati. La contabilità dei deceduti con la stessa età invece (in proporzione un 48esimo rispetto al numero complessivo dei contagiati) depone sempre a favore dei non vaccinati: se 1076 sono i deceduti vaccinati, risultano essere 318 i non vaccinati.

    Gli abitanti del Regno Unito sono circa 66,6 milioni. L’88% della popolazione adulta ha ricevuto una dose di vaccino mentre il 77% ha ricevuto entrambe le dosi. Un dato significativo sapendo che il Regno Unito ha revocato quasi tutte le sue restrizioni a metà luglio, consentendo alle persone di socializzare, viaggiare e tornare a lavorare negli uffici. Circa 8,5 milioni di britannici non ha avuto alcun contatto col vaccino.

    OVVIAMENTE I POLITICI E I GIORNALISTI SANNO QUESTE COSE, è che non sanno come spiegarle ai pro-vax.

    "Mi piace"