Fonderie Pisano, Nicola Provenza (M5S): “Risolvere in maniera definitiva la grave questione ambientale”

Il deputato salernitano: “Immobilismo del sindaco Napoli imbarazzate nonostante forti evidenze. Con noi alla guida della città questa problematica diventerà da subito una priorità” 

“La mia battaglia a tutela della salute pubblica non si arresta, anzi, continua più forte di prima, attraverso azioni ed atti concreti, in continuità con quanto già portato a termine nella mia attività parlamentare”. Così il deputato del Movimento 5 Stelle, Nicola Provenza in merito alla vicenda delle Fonderie Pisano di Salerno. “L’immobilismo del sindaco Enzo Napoli è stato imbarazzante e nonostante i dati disponibili non è stata intrapresa alcuna iniziativa di sua competenza”, incalza il deputato del Movimento 5 Stelle. 

“Ho depositato in questi giorni un ulteriore atto parlamentare per sollecitare una valutazione definitiva da parte del Ministero della Salute e dell’Istituto Superiore di Sanità, circa i dati dello studio epidemiologico illustrato in sede parlamentare in data 14 maggio 2021 e quelli emersi dallo studio Spes, reso pubblico il 3 giugno, come peraltro già richiesto nella mia precedente interpellanza urgente del 22 ottobre 2020.

L’obiettivo di tale azione parlamentare è quello di consentire alla popolazione interessata

di essere adeguatamente e comprensibilmente informata rispetto ai rischi reali per la

propria salute connessi alle attività delle Fonderie Pisano”.

“Troppi passaggi opachi hanno ritardato una decisa presa di posizione istituzionale da parte del primo cittadino di Salerno e dall’amministrazione regionale. Abbiamo assistito allibiti a finti esercizi di democrazia partecipata relativamente alla divulgazione dei dati dello studio Spes. Abbiamo constatato il perenne tentativo di deviare l’attenzione rispetto al vero tema legato alle Fonderie Pisano, e cioè la messa in sicurezza di quell’area, l’auspicata bonifica e la successiva destinazione d’uso. In questa vicenda sono mancate trasparenza e tempestività delle azioni, mentre emergeva un pericolo esiziale per i lavoratori e per la popolazione. Abbiamo assistito ad annunci sistematicamente smentiti dalla realtà dei fatti senza che si individuassero soluzioni concrete”, prosegue indignato Provenza.

“La nostra priorità, come Movimento 5 stelle, resta la tutela della salute dei cittadini e dei lavoratori. E’ tempo di affrontare e risolvere con determinazione i gravi problemi ambientali e quelli occupazionali. L’amministrazione uscente ha completamente fallito la sua missione su questo tema”, conclude il deputato salernitano.

Ufficio Stampa

Nicola Arpaia

arpaia.nicolas@gmail.com