Mancini e Vialli, l’abbraccio e le lacrime per la rivincita di Wembley

(di Guido De Carolis – corriere.it) – La maledizione di Wembley è spezzata. La notte del trionfo Europeo è la stessa del Mondiale del 1982: 11 luglio. La vittoria ha sempre lo stesso eccezionale sapore. La visione di Roberto Mancini era giusta, la rivoluzione compiuta. Il c.t. ci ha creduto dal primo giorno, l’aveva detto appena arrivato in Nazionale che l’Europeo si poteva vincere. Ci è riuscito. Questo trofeo, nato a Roma e conquistato a Wembley, è soprattutto suo, l’uomo della rinascita. A fine gara ha solo lacrime, di gioia. Le stesse rigano i volti del fratello Gianluca Vialli e di Lele Oriali.

«Dentro quelle lacrime c’è l’emozione per aver fatto una cosa incredibile, c’è il lavoro di tre anni e di questi 50 giorni, di un gruppo per bene che ha creato qualcosa di indivisibile. Era una cosa impossibile da pensare. I ragazzi sono stati straordinari, non ho parole. Un titolo meritato, ci ho sempre creduto. Uomini veri che hanno sofferto e vinto, esprimendo un grande gioco».

È stata una partita durissima. «Non c’è stata una gara facile, quella con l’Inghilterra per come si era messa è stata difficilissima, poi l’abbiamo dominata. Ai rigori è andata così e mi dispiace anche per gli inglesi. Meritavamo di chiuderla prima. Siamo felici per gli italiani, anche per chi vive all’estero: abbiamo dato un mese di soddisfazione e di gioia. La squadra è cresciuta tantissimo, credo possa migliorare ancora. È stato un Europeo faticosissimo. Il Mondiale? Godiamoci questo trofeo, ha qualcosa di meraviglioso».

Il successo dell’Europeo è un diamante purissimo nella carriera del Mancio, capace dopo 53 anni di riportare in Italia la coppa. Conquistare il trofeo a Wembley, dove prima della finale risuonavano quasi come un presagio le note del Vincerò e Notti Magiche, vale doppio.

Qui ventinove anni fa, il 20 maggio 1992, Mancini era in campo e arrivò a un passo da un traguardo storico, la Coppa Campioni con la Sampdoria: la punizione di Koeman e il Barcellona strapparono quel quadro. La ferita di Wembley è rimarginata, per lui e per l’amico Gianluca Vialli. «Trent’anni fa eravamo insieme e abbiamo sofferto molto. Con lui c’è un’amicizia che va al di là di ogni cosa, ma una cosa così bella nessuno di noi l’aveva mai fatta. Con la Samp fummo sfortunati, oggi si è chiuso un cerchio. Un pezzo di questa coppa la voglio dedicare a Paolo Mantovani, era qua con me, quando perdemmo la finale di Coppa dei Campioni. La dedico anche a tutti i sampdoriani: un pezzo di questa Coppa d’Europa è anche loro. Trent’anni fa ho pianto lacrime amare a Wembley, oggi erano lacrime di gioia. Poi erano anche quelle di due un po’ anziani».

Mancini si è ripreso anche quello che in Nazionale non ha avuto da calciatore. «Ho avuto la fortuna di giocare in una grande squadra nel 1990 e con l’Under prima: perdemmo entrambe le volte ai rigori, qualcosa la sorte mi doveva. Donnarumma? Ero sicuro avrebbe parato un paio di rigori».

Mancini ha cavalcato e compiuto una rivoluzione culturale. Ha preso un’Italia sbandata dopo la mancata qualificazione al Mondiale di Russia, l’ha rimessa in piedi. Un esempio da seguire, questo è diventato per i giocatori, stupiti dal rapporto speciale con Vialli. Alessandro Florenzi, porta il pensiero della squadra. «Se devo parlare di due persone di questo gruppo dico Sirigu che ci ha mandato un fogliettino prima della partita con 25 pensieri diversi e l’altra persona è Gianluca Vialli. Abbiamo un esempio di come si deve vivere e come ci si deve comportare in qualsiasi ambiente ti trovi. Per noi è speciale. Questa vittoria non ci sarebbe stata senza di lui, è un esempio vivente. Se lo merita». Il trionfo di Mancio e Vialli, 29 anni dopo. Il trionfo dei Fratelli d’Italia.

Categorie:Calcio, Cronaca, Interno

Tagged as: , ,

27 replies

  1. 29 anni fa nella finale della coppa dei campioni sono stati sfortunati anche a causa di un arbitro non all’altezza.
    Stavolta hanno sperato nella fortuna, perchè Mancini ha sbagliato tutto il primo tempo.
    Ma hanno dimostrato migliore tempra degli inglesi, che si sono sciolti, troppa pressione.
    Quello che troppe volte è capitato alla nostra nazionale, che ha perso 3 mondiali e 4 europei ai rigori

    "Mi piace"

    • non è che hanno avuto la buona stellona italica, hanno avuto una galssia a favore.

      Gli inglesi non si sono sciolti per la pressione, che gli italiani NON hanno esercitato, semplicemente dopo il gol del 2o si sono chiusi nella 3/4.

      Gli italiani hanno attaccato con scarsissima efficacia prima di pareggiare dopo 1 ora di gioco.

      Poi ne è passata un’altra e sono stati totalmente incapaci di segnare un altro gol.

      Secondo me tutto si riduce alla criminale decisione di far giocare una partita martedì e una mercoledì. Regalando indebitamente ad una delle due squadre un giorno extra di riposo, cosa contrastabile solo se l’altra vinceva nei tempi regolamentari anziché ai supplementari.

      Le 4 semifinaliste erano tutte alla pari, tutte invincibili entro i tempi regolamentari, 3 su 4 anche ai supplementari.

      alla fine, ha fatto la differenza il fattore KULOVICH di Mancini, che dove non ci arriva con la bravura, ci arriva perché l’avversario di turno prende la traversa.

      Due partite a fila vinte così. E sono convinto che se ce n’era un’altra, vinceva un’altra volta ai rigori.

      E intanto Merdarella e gli altri politicanti in festa sugli spalti. Arma di distrazione di massa + funerale di Raffaella = riforma Cartabia servita. Poi ci saranno le Olimpiadi, per la fine dell’estate sarà già tanto se Dragula non sarà acclamato Dittatore perpetuo e piccolo Timoniere della nazione.

      "Mi piace"

  2. Ma voi non tifavate Belgio, Germania o non so chi altro, assieme a Fravaglio il mezzuomo e a Fini l’intellettuale mancato?

    Dio mio, quanto siete sfigati!

    "Mi piace"

    • E come ti sbagli F.?
      Tu sei tra i celebrolesi di cui parlava ieri Selvaggia Lucarelli?
      Cioè stai nel mezzo tra Giannini e il rag. Cerasa: quelli che la vittoria della nazionale è merito di Marione.
      E con Berrettini come la mettiamo???

      Piace a 1 persona

    • dico che evviva la nazionale di calcio, ma poi tutto l’entusiamo e la fatica non verrà messa a profitto, come le altre volte del ’82 che venivamo dallo scandalo delle scommesse, del 2006 dalla scadalosa compravendita di arbitri, giornalisti, direttori sportivi, giocatori.
      Se penso che ancora adesso ci sono scuole senza palestre ed attrezzature, 2 ore di “educazione motoria” alla settimana, lo stato italiano non riesce mai ad andare oltre il racconto degli sparuti eroi, che ogni tanto riescono a vincere contro un sistema smemorato e nemico, un torneo o una medaglia, i politici per consolare lo loro coscienza li fanno cavalieri. Ma Mai, MAI, MAI che si intervenga in profondità di tutta l’organizzazione statale dello sport PER TUTTI!!!

      sono contento per la vittoria della nazionale di calcio (quella più ricca e visibile) per gli italiani residenti all’estero, vivranno una settimana fantastica, poi tornerà tutto come prima, con l’Italia matrigna.
      Lo dico perchè nell’estate dell’82 mi trovavo a Londra e io so.

      Piace a 1 persona

  3. Ragazzi, i soldi li hanno fatti loro,: noi li abbiamo solo spesi. E moltiplicato i contagi. Non ditemi che “tornare a vivere” è scalmanarsi per circenses accuratamente organizzati da miliardari!
    Torniamo sulla terra!

    "Mi piace"

    • Per non parlare della Paolona Ferrari: prima della partita: ‘l’Italia è superiore, vinceremo’

      Dopo il 1o tempo: ‘gli inglesi ci hanno dominato con il loro gioco superiore’.

      Non oso ricordare cosa ha detto dopo.

      Questi non sono giornalisti, sono tifosi e ragionano come tali.

      Per questo, tifo sempre contro l’Italia. Sono tutte armi di distrazione di massa e Mancio con tutto il suo culo è solo un utile idiota del sistema, mentre Dragula se la ride assieme al sorcio ciellino.

      "Mi piace"

  4. ”Un titolo meritato, ci ho sempre creduto. Uomini veri che hanno sofferto e vinto, esprimendo un grande gioco”

    Dice Tiromancini.

    Allora, vediamo il ‘merito’.

    partita con la piccola Austria: risolta solo ai supplementari.

    Belgio: vittoria nei regolamentari.

    Spagna: 1-1 dopo 2 ore, 1o rigore italiano: parato. 1o spagnolo: fuori. Poi Donnaruma riesce a pararne uno. Alla fine,tutto si riduce ad una palla buttata leggermente fuori campo.

    Inghilterra 1-1 dopo 133 minuti di gioco e passa: rigori: 3-2. la differenza: 1 traversa presa da un giocatore inglese, se ho capito bene.

    Ecco, questo sarebbe il titolo meritato. Il PIU’ GRANDE ESEMPIO DI CULO dell’Universo. 2 partite vinte ai rigori, con 10 tirati e solo 7 fatti.

    Vogliamo dirla tutta? Nella coppa di maggio scorso, la finale la giocarono ad oltranza: 22 rigori tirati, finì 11-10, quando un portiere sbagliò a tirare contro l’altro.

    Come si può prevedere la vittoria ai rigori di UNA partita, figurarsi di DUE. E come si può pensare di vincerla 3-2 ai rigori, ovvero segnandone solo 3 su 5, quando alla finale dell’ex UEFA, la squadra che ha perso ne ha segnati DIECI di fila?

    Ecco, però Mancio dice che si sono meritati il titolo.

    «Non c’è stata una gara facile, quella con l’Inghilterra per come si era messa è stata difficilissima, poi l’abbiamo dominata. ”

    avrei voluto vedere se fosse stata l’Inghilterra ad avere 1 giorno di riposo in più dell’italia e non il contrario, o almeno se il vincitore (fosse stata anche la Danimarca) avesse vinto ai regolamentari invece di giocare 2 ore e poi ritrovarsi con soli 4 giorni di riposo.

    Tranquillo,Mancio, te hai talmente culo che se giochi al superenalotto pigli un 5+1 quando ti alzi con il piede sbagliato.

    "Mi piace"

  5. x f:Quello che ne capisce. Gufavo per l’Italia.Sai perché?Per non sentire tutte le puttanate che puntuali stanno arrivando dai media politici e affini.Sempre la solita storia.Tutti che si prendono “meriti” che non gli spettano sparando banalità di tutti i generi…e dicendo che siamo i più belli e i migliori.Quando invece “siamo un cesso” di paese abitato con troppa gente de merda che non cambierà mai.Chi ha fatto già parecchia strada sa di che parlo.Siam pronti alla morte fa sorridere e ridere.La tv a reti unificate è l’organo ufficiale del banale e come non bastasse, infarcito di pubblicità da far venire il diabete… (Tutto bello come la vita vera).E poi diciamolo che culo arrivare ai rigori.Adesso?Cosa è cambiato ?Le bollette tocca pagarle ancora, come le multe da 51 km e tutto il resto che non è mancia.Invece 49 MILLIONS in comode rate vanno bene. Come i vitalizi a certa gente, che andrebbe impiccata in pubblica piazza come nel west. W l’Italia?Adesso speriamo in speranza che rappresenta l’Italia da mulino bianco…Speriamo che i rischi che i geni che governano, non li pagheremo troppo cari?Se non dovesse succedere niente?Dobbiamo chiamarlo miracolo? Ho presa per culo? Qui qualcuno deve prendersi la briga di dire la verità.Se tra un mese non succede niente vuol dire che sono quasi due anni che ci pigliano in giro?Se invece dovesse succedere il peggio, sono dei criminali, pagheranno?Questi giocano e che gioco giocano?A ciapà no responsabilità…gioco nuovo?

    "Mi piace"

  6. Ma invece di sentirci sempre e solo delle merde, perché non parliamo di quanto più SIGNORI siamo, rispetto a certa gente, come i tifosi inglesi?
    Sportività zero.
    Selezionano gli ingressi: 58mila inglesi e 6mila italiani, per SCELTA, rifiutando di vendere altri biglietti a noi, decidendo che era la LORO festa e gli altri avrebbero giocato in TRASFERTA.
    Ci fischiano l’inno, ci fischiano per tutta la PARTITA, specie durante i rigori.
    E ringraziamo che non abbiano puntato i laser per accecare Donnarumma, come hanno fatto in altre partite, coi portieri avversari.
    Si tolgono la medaglia d’argento, lasciano lo stadio per la nostra premiazione, principe compreso, che non ci ha premiato… (che graaaande dispiacere😭)
    Arroganti al punto di tatuarsi la coppa della vittoria prima di ottenerla.
    Pieni di sé già nella roboanza dell’inno.
    Non buttiamoci sempre giù, cavolo, in tante cose siamo migliori, “superiori”…e non sto parlando del gioco.

    Ps Come dice un meme:
    Lesson one
    The cup is on the table…
    and the table is in Italy!

    Sul fatto che poi la cosa sia usata come arma di distrazione di massa, così come la scomparsa della Carrà, ho già dato in anticipo.
    Occhio alle olimpiadi ché il dr-ago Silvan ci fa sparire il RDC. Se non l’avrà fatto prima.

    "Mi piace"

    • Qui nion si tratta di parlare della sportività degli inglesi. Me ne frego di loro.

      Io mi preoccupo di come veniamo perculati noi.

      Adesso viene fuori che Dragula porta fortuna.

      Sfasciano la giustizia con la Cartabia e dobbiamo beccarci Chiellini (Rubentus), il sempre più vanesio Mancini che pensa che una traversa sia motivo di merito e adesso Dragula ci ha fatto vincere.

      Ti sta bene? A me per niente. Se c’era una buona ragione per tifare contro l’itaglia era questa. E purtroppo contro il culo cosmico di Mancini nulla è servito.

      "Mi piace"

      • Se permetti, esprimo quello che decido io, non quello che interessa a te.
        Non sono d’accordo col culo cosmico né trovo ragioni per tifare contro.
        Sul fatto che avrebbero attribuito la vittoria a Draghi e, perché no, la sconfitta alla Raggi (a questo punto…) e che avrebbero usato l’argomento come distrazione di massa, sfondi un portone aperto.
        L’ho espresso più di una volta e non da oggi.

        "Mi piace"

      • Nessuno ti impedisce di esprimere ‘quel che decidi te’.

        Ma i fatti sono fatti e se tu dici quel che dici, io rispondo con quel che ne penso.

        Non mi pare difficile da capire.

        A noi, come risultato netto, gli europei ci hanno portato il 4-0 di Dragula fatto giovedì scorso, dove furbamente hanno fatto fuori ogni opposizione per la salvaldri, DL dignità, aiuti Mediaset ed editoria.

        Avessimo perso con l’Austria, i media avrebbero coperto sicuramente in maniera più lucida questo dibattito, invece di concentrarsi sulla ‘grande attesa’.

        "Mi piace"

  7. parlando solo di calcio e sport
    vergogna per gli inglesi
    la loro classe dirigente ha fomentato per anni la BREXIT fino al fanatismo (è stata uccisa persino una parlamentare) caricando all’inverosimile la narrazione del motto “Dieu et mon droit”
    di fronte al mondo intero ha fatto una figura che peggio non poteva
    Bravi i prossimi Re e Regina consorte, bella prova di villanìa e maleducazione hanno dato, per non parlare di quel cretino di gostwriter che ha scritto il post della Regina, tanto per acquietare gli animi già troppo su di giri.
    E il giullare che risiede al N° 10? con le sue dichiarazioni iperboliche e straffottenti?
    Gli inglesi hanno insegnato al mondo che l’ipocrisia è la migliore educazione, e ora si scoprono i peggiori cafoni terracquei.
    Per fortuna che la maggioranza della società non è così, ma di certo hanno la peggiore classe dirigente che io ricordi.

    Riguardo alla partita, Southgate ha disposto l’Inghilterra per la difesa ad oltranza e contropiede, copiando la Francia dei Mondiali russi.
    Per un tempo c’era quasi riuscito, Mancini ha tardato ad aggiustare la squadra, o nella bolgia non si capivano.
    Poi è stata quasi sempre in mano alla squadra italiana, si vedeva che gli inglesi erano impauriti ed avevano il “braccino corto”. Southgate non ha avuto coraggio di cambiare e ha messo in campo tre splendidi giocatori solo per tirare i rigori.
    Se parliamo di “qulo” l’Inghilterra ne ha avuto MOLTO di più per arrivare in finale, e qualche aiutino per la squadra di casa.
    La Spagna su cinque partite. ha fatto una grandissima partita contro di noi, una buona partita, le altre penando tantissimo.
    La predestinata Francia è stata buttata fuori mentre era sotto il casco del Phon, il povero Deschamps che ha perso un europeo in casa, per poi vincere un mondiale giocando all’italiana (difesa e contropiede), non lo badavano neanche.
    Gli olandesi hanno voluto risparmiare affidando la squandra a Frank de Boer ed infatti sono usciti presto, il Belgio grandissimi talenti invecchiati, alcuni infortunati e senza sostituti anche loro si sono affidati al contropiede,
    Alla fine hanno vinto i migliori del torneo, Magari prossimamente perderanno con San Marino, ma per un mese sono stati i migliori.
    Mancini ha superato quella spocchia da predestinato che ha sempre avuto e si è dimostrato un selezionatore, un capo e un motivatore eccellentissimo, malgrado i tanti infortuni sofferti sin da prima, ma tutti si sono dimostrati all’altezza.

    Piace a 1 persona

    • non sono molto d’accordo, Adriano.

      Con l’Austria l’Italia ha penato tantissimo, contro una squadra di signori nessuno possiamo solo ringraziare San VAR sennò finiva agli ottavi. E hanno continuato a giocare e a tirare contro l’Italia fino al 119imo tanto che hanno quasi pareggiato nel secondo tempo supplementare. Quasi arrivavano ai rigori pure loro.

      La Spagna ha fatto partite così così, ma resta il fatto che contro l’Italia ha giocato nettamente meglio. Se il tuo discorso è vero per Italia-Inghilterra, allora doveva esserlo anche per Italia-Spagna!

      Una delle due partite, l’italia doveva perderla.

      Invece vedi te, ai rigori 4-3 su Spagna, poi 3-2 su Inghilterra.

      Però resta il fatto che nella finale Confederation cup hanno fatto 11-10 ai rigori, qui è bastata una realizzazione del 60% per vincere. Puoi metterla come ti pare, ma vincere 2 partite a fila ai rigori è una cosa più unica che rara e Mancini c’é riuscito contro ogni evidenza statistica.

      E ribadisco: davi agli inglesi 1 giorno di riposo in più degli italiani, poi lo vedevi come finiva: gli iitaliani tornavano con 4 pappine quasi assicurate.

      Invece l’italia ha avuto SEMPRE culo durante le eliminatorie, per le ragioni che ho detto in precedenza.

      Poi se proprio vuoi saperlo, avrei visto bene la Danimarca vincente. L’unico nano tra giganti semifinalisti, con la splendida prova data con Eriksen infortunato, i vincitori morali della competizione sono sicuramente loro. E come hai notato, potevano anche vincere per davvero senza aiutini agl inglesi.

      "Mi piace"

      • veramente m’è sembrato che non tu abbia visto le partite, ora dici che l’austria ha attaccato per 119 minuti?
        come ho scritto abbiamo perso moltissime occasioni causa rigori sbagliati ed ora che gli sbagliano gli altri sono meglio loro?
        La svizzera ha fatto meglio della francia ai rigori, ma nella partita contro la spagna ne ha sbagliati troppi.
        Abbiamo fatto avanti indietro Italia-Londra, loro se ne sono stati a casa loro. vincitori morali? come la stronzata dei vice-campioni?
        ma non voglio continuare con chi dice che freschi loro, avremmo preso 4 pappine, solo per contestare al contrario, neanche se legavano le mani dietro la schiena al portiere ci riuscivano.
        Che la reorica dei giornalisti e dei politici dia MOOOOlto fastidio ok, ma che abbiano vinto solo per qulo NO!
        saluti e buon rosicamento

        Piace a 1 persona

      • X Adriano,

        come gratti un pò esce il tifoso nazionalista, non c’é niente da fare.

        Rosicamento dici?

        Draghi ne ha approfittato, sfasciano la Cartabia e te ti consoli con la coppa europea di calcio, perché in soldoni è questo che hai affermato.

        Che tu sia un tifoso e nient’altro è dimostrato dal fatto che non hai minimamente spiegato come mai l’Italia ha vinto ai rigori per 2 volte a fila, se non ammetti che è una fenomenologia che nessun ‘valore in campo’ possa prevedere, si capisce bene che sei un tifoso e ragioni come tale.

        Oltretutto, sei talmente rintronato che non hai capito nemmeno che i vincitori ‘morali’ dell’europeo sono i DANESI e non gli inglesi, ma anche questa ti è sfuggita, così come all’altra tifosetta Anail, che si bea di essere una fine intellettuale.

        Del resto, da uno che parla di ‘rosicamento’ per una vittoria che ha favorito solo la restaurazione del Potere cosa altro aspettarsi?

        "Mi piace"

    • Anail, non pensavo che tu fosti una fine analista (sic) al punto da usare i like per gradire il commento di un altro tifoso che acccusa gli altri di ‘non avere visto’ le partite.

      Evidentemente il pallone fa brutti scherzi ai tifosi.

      "Mi piace"

      • Fossi, non fosti, innanzitutto.
        In secondo luogo, che cosa ti turba del fatto che mastico calcio da quando a 12/13 anni avevo già l’abbonamento allo stadio?
        Fammi capire, se Adriano scrive di calcio è NORMALE, perché è un UOMO, anche se non lo conosci, e invece IO NON POSSO ESSERE una “fine analista” in quanto DONNA?
        Ti informo che io, le partite, non solo le ho viste, ma le ho CAPITE, al contrario di te.
        E sono d’accordo con Adriano, nella “fine analisi”, anche se, in quanto DONNA, gente come TE pensa che lo faccia solo per partigianeria.

        "Mi piace"

      • E, dato che ti stupisci che l’Italia abbia vinto per 2 volte di fila ai rigori, come se fosse l’uscita di un numero al lotto (che tra l’altro non dovrebbe comunque stupire, visto che ogni nr ha SEMPRE la stessa probabilità di uscire), è evidente che pensi che si tratti sempre e solo di fortuna.
        Non tieni conto della lucidità, della freddezza, della concentrazione che occorrono per tirare i rigori, nonché per pararli, per non parlare della tecnica, in entrambi i casi…certo che si può sbagliare, ma la bravura consiste anche nel riuscire a farlo meno degli altri.
        Per quanto riguarda la “fine intellettuale” che, SECONDO TE, io credo di essere, questa affermazione mi ricorda tanto il dispregio per i “professoroni”, tipico dei destrorsi ignoranti, che attribuiscono ad altri atteggiamenti che attengono solo al loro senso di inferiorità.
        Detto ciò, io non sono né una fine analista, né una fine intellettuale, ma in compenso tu sei un fine rosicone, un fine rompicoglioni e pure un misogino del c.

        "Mi piace"

  8. Certo che “lassù” hanno davanti praterie…
    Inutile fare le pulci a chichessia (politica, chiesa, …) se poi bastano quattro milionari burinissimi in mutande e ci caschiamo sempre.
    Temo che il casino che c’è ce lo meritiamo, alla grande. Tutti. Intortarci è facilissimo, purtroppo.

    "Mi piace"