Il suicidio a 5 stelle

(Tommaso Merlo) – L’unica novità politica sulla scena degli ultimi anni è stato il Movimento che la vecchia partitocrazia ha tentato di massacrare fin dalla sua nascita. Non ci sono riusciti ma gli è andata bene perché il Movimento ha deciso di suicidarsi. Oggi è lì che inciucia con tutti i suoi nemici e traditori senza nemmeno un perché e spera di poter lucrare sul consenso personale di Conte per sopravvivere. Un suicidio davvero inspiegabile. Il Movimento doveva appartenere a tutti, doveva avere come unici leader i cittadini e doveva avere come uniche stelle le cose da fare. Nessun capo, nessuna corrente, ma una comunità di cittadini alla pari che procedeva a maggioranza votando in rete. In modo che a decidere fosse l’intelligenza e la coscienza collettiva. Era questo il progetto. E la cosa più assurda è che stava funzionando. Nei primi mesi del governo gialloverde, il Movimento ha realizzato più promesse che i vecchi partiti in anni ed anni di chiacchiere a vanvera. E cose rivoluzionarie e sostanziose come il Reddito o la Spazzacorrotti fino addirittura al taglio dei parlamentari. Una fase riformista importante e innegabile. Ma nonostante il progetto del Movimento abbia dimostrato di funzionare, si è progressivamente avvitato in una spirale autodistruttiva. Fino al suicidio, fino a consegnarsi mani e piedi ai propri carnefici nel mega inciucio draghiano. Se c’era un periodo storico in cui serviva l’opposizione era questo, la fase di ricostruzione post pandemica. Ed invece il Movimento si è accodato al pensiero unico. Il mega inciucio è solo l’ultimo clamoroso errore di una classe dirigente che non doveva neanche esistere e che si è rivelata disastrosa trascinando il Movimento addirittura in una rissa intestina sfociata nel divorzio con Rousseau e adesso alla bega tra due capi. Invece che di democrazia diretta, si litiga sulla diarchia. Questo a conferma di come ad essere stata calpestata è l’idea originaria del Movimento che non prevedeva capi e capetti e correnti e social-tifoserie. Il Movimento doveva essere una forza antisistema che aveva come obiettivo il riformare radicalmente la marcia partitocrazia italiana. Scardinando la triade vecchi partiti, lobby e stampa al seguito. Ed invece oggi è lì che inciucia nei corridoi senza neanche un perché. Ed invece è lì che spera disperatamente di lucrare sul consenso personale di Conte quando il Movimento ha per anni predicato che non gli interessava il consenso ma fare le cose giuste per salvare il paese dalla mafiosità che lo ha infettato in ogni pertugio. Un paradosso. I vecchi partiti che hanno devastato l’Italia sono ancora tutti lì e non cambiano di una virgola. L’unica esperienza politica innovativa e che ha dato frutti invece cambia radicalmente e torna ad affidarsi a salvatori della patria e politicanti assortiti. Davvero un paradosso che dimostra come l’idea originaria del Movimento fosse davvero ottima. Se fosse rimasto coerente, se avesse applicato appieno la democrazia diretta senza permettere all’ego dei singoli dirigenti di mettersi di mezzo, il Movimento non sarebbe in questa condizione penosa. La sua comunità di cittadini avrebbe prodotto una linea politica assolutamente più saggia e lungimirante e vincente. È l’ego dei dirigenti che ha rovinato il Movimento, è l’interferenza dei singoli dall’alto, è il virus della vecchia politica che lo ha infettato una volta giunto nei palazzi. I portavoce si son progressivamente dimenticati di essere poveri cristi al servizio dei poveri cristi e si sono autoconvinti di essere chissà quali statisti. Capetti, correnti, manovre, nauseabondo linguaggio politichese. Egopolitica ammuffita che ha progressivamente portato al tradimento dell’idea originaria. Da parte dei portavoce ma anche dei cittadini a casa che sin son messi a tifare per Tizio e Caio e Sempronio invece di rivendicare il loro ruolo di veri ed unici leader del Movimento che non doveva appartenere a nessuno se non a chi ne condivideva i valori e le cose da fare. Vedremo come i dirigenti ne usciranno dalla penosa situazione in cui hanno trascinato il Movimento. La soluzione più ovvia sarebbe che dal primo all’ultimo prendessero atto del loro fallimento totale e togliessero tutti il disturbo. Questo in modo che il Movimento ricominci la strada interrotta e in modo che torni in mano ai suoi leggiti proprietari che sono i cittadini, che sono tutti coloro che hanno capito la sua idea originaria e che ci hanno creduto. Oggi ci sarebbe bisogno più che mai del vero Movimento nella politica italiana. Altro che mega inciucio e pensiero unico.

10 replies

  1. Post assolutamente condivisibile. Le responsabilità PRIME sono degli ex “portavoce” dei cittadfini, oggi solo portavoce di se stessi e del proprio tornaconto. Il loro obiettivo unico è usare Conte per cambiare lo statuto e le poche regole del m5s che garantirebbero ancora ai cittadini di decidere. Vogliono ammazzare la democrazia diretta, perchè sono diventati CASTA, quella casta che dovevano combattere e della quale ora fanno parte.

    Piace a 2 people

  2. Egregio Andrea, io ho votato 5s dal 2013, oggi cerco di capire e non ci riesco, ho creduto in di maio, ragazzo perbene e onesto, poi ho pensato che facesse di tutto per salvare se stesso e la sua ciurma dopo i due mandati
    Oggi ho tremila dubbi
    Di maio è stato colui che ha rinunciato a fare il premier, ha proposto conte, ha detto governiamo con chi ci sta, in base ai voti
    Si defila renzi, ci sta salvini, scoppia bibbiano
    Che si fa, se sei uno che vuole provare a fare? Credi nelle persone, poi ti accoltellano, cerchi una soluzione e ti ritrovi il comico che un giorno si e l’altro pure posta il contrario di quel che dici e pensi
    Chini la testa perché ti impongono l’elevato con il pd( sia detto: non è conte ottima persona che si è autoimposto!!)
    Continui a sperare di fare, renzi scappa dal pd e arriva zingaretti, sembra possibile governare, poi ufficialmente arriva renzi a far cadere tutto…
    Non è che il comico genovese, d’accordo con renzi e sala, abbia imposto a di maio di parlare con draghi 1 anno fa? Tu difendi grillo e te la prendi con i suoi scudieri
    Io sono per andreaex e la sua visione
    Credo che abbia preso in giro parecchie persone il comico
    Non si governa un giorno con il fotovoltaico e il giorno dopo con il mininucleare!!!
    Credevo il movimento avesse portato persone perbene e serie, mi ritrovo il capo a cui ho creduto, fare scelte da manicomio e nessuno che lo possa controbattere, tutti testa bassa
    Non è quello che volevo
    Ci sono persone molto brave nei 5s, tra persone serie il vincolo dei due mandati si può aggirare, ma se tutto e il suo contrario dipende da come si sveglia uno alla mattina e non invece premiare il merito, io mi sono tremendamente sbagliato nel valutare
    Nel calcio è difficilissimo fare un gruppo vincente, trovare l’amalgama tra personalità diverse, il club ci mette anni a trovare le pedine giuste
    Ma quando le trovi, non te ne privi!!!
    E i giovani crescono guardando quei giocatori, sognando di imitarli
    Così la società cresce e le persone sono migliori
    Grillo dal mio punto di vista dovrebbe chiedere scusa a tv unificate e fare 4 passi indietro
    Saluti

    Piace a 7 people

    • La restaurazione il vero mandante

      nei prossimi mesi saprai tutto. Io ti dico che grillo è MENO peggio di quella banda di VENDUTI che tu chiami giocatori. Se i giocatori sono seri la squadra è seria e anche con un allenatore mezza tacca riesci a vincere.

      Qui manca la squadra, anche se Conte è un validissimo allenatore. E’ quella squadra che ci ha tradito e ha portato grillo a sbroccare e sbagliarle tutte. grillo era assente e defilato, perchè è entrato a gamba tesa dal 2021 in poi SBAGLIANDOLE TUTTE UNA DIETRO L’ALTRA come un pazzo rincoglionito???

      Quella squadra lo ha truffato. HA BARATO e sta barando anche ora. Qual è stata la narrazione di quella squadra che benissimo conosceva e sapeva delle dinamiche interne al palazzo al vecchio coach rincoglionito??? Come sono state raccontati i fatti???

      Lo sapremo prestissimo, se ho ragione io, oppure se sono rincoglionito come grillo o peggio di grillo.

      Il m5s deve essere il m5s. NON lo può cambiare nella sua identità. E’ chi vuol cambiare la sua identità il colpevole. Devi cercare lì.

      Ora tutti gli indizi portano a grillo, perchè lui è il primo indiziato. Ma nei film le cose poi vanno diversamente, perchè anche diversi indizi non fanno la prova. E’ la prova che incastra il VERO mandante. Se Conte farà il suo partito e ci entreranno tutti gli ex 5 stelle e il m5s tornerà a fare il m5s, aperto alla società civile e aperto alle votazioni online su tutta la linea politica, come ha fatto fino a 1 anno fa, allora conoscerai il finale del film. Cioè il m5s ha fatto il m5s, nonostante quei SABOTATORI interni che volevano snaturarlo per proprio tornaconto personale.

      Altrimenti se il partito di Conte sarà il nuovo m5s con le sue regole di apertura VERA alla società civile e con le votazioni online aperte ai CITTADINI su tutt i temi centrali, allora saprai che grillo è stato un rincoglionito serial killer che ha finito per ammazzare il m5s.

      I finali possibili sono questi due, non ce ne sono altri. Sono convinto di sapere quale sarà il finale perchè conosco troppo bene il m5s.

      La domanda è: chi veramente vuole uccidere la “democrazia diretta” e la “novità politica” che ancora oggi incarna il m5s? Chi vuole la RESTAURAZIONE di fatto per uccidere il m5s?

      Chi sono INFINE i veri “moderati e liberali” che ci fotteranno se non ci hanno già fottuto?

      Piace a 1 persona

      • Barato, truffato… Parole grosse e ingiuste che non tengono conto del fatto che governare e prendersi responsabilità non è uguale a stare ad urlare in piazza o sui social. Non mi sembra ci voglia molto a capirlo. Un piccolo sforzo e ci si può arrivare.

        Piace a 1 persona

  3. Purtroppissimo concordo con Merlo.

    Rimane il fatto che il movimento ha inventato (o riscoperto) un nuovo metodo di fare politica, coinvolgendo la base popolare e riorientandosi quindi alla democrazia, e questo metodo può essere ripreso da altri, e spero succeda, anzi, ne sono sicuro.

    Forse il M5S è solo nato troppo presto, e il potere dell’1% era ancora troppo forte, e il popolo ancora troppo in coma farmacologico-mediatico, ma credo sia la prima espressione di una generazione politica nuova, che pian piano si imporrà in tutto il mondo, e il fatto che sia nato proprio in Italia è una piacevole sorpresa.

    Spero che a questo primo prototipo possano succedere modelli sempre più evoluti e forti.

    E comunque, aggiungo, il M5S è in fin di vita, ma non è ancora morto.

    Piace a 2 people

  4. “Altrimenti se il partito di Conte sarà il nuovo m5s con le sue regole di apertura VERA alla società civile e con le votazioni online aperte ai CITTADINI su tutt i temi centrali, allora saprai che grillo è stato un rincoglionito serial killer che ha finito per ammazzare il m5s.”

    Leggi la proposta di Conte, se non ti sta bene, stai con Grillo che è “garante ma non coglione “di se stesso ma non di te cittadino
    infuriato.

    "Mi piace"

  5. Per chi non lo sapesse, il COMICO è anche un personaggio di Watchmen.

    Non faceva ridere, andava in giro col lanciafiamme e ha fatto una brutta fine.

    It.wikipedia.org/wiki/Watchmen

    "Mi piace"

  6. Ottimo e completo commento di Merlo, grande esperto del Movimento 5 Stelle.
    Secondo me, e lo chiedo anche a Merlo, il Movimento deve ripartire da Di Battista, Lezzi, Morra, ecc. che hanno mantenuto fede al vero Movimento 5 Stelle. Solo così possiamo ripartire e, col tempo, ritornare protagonisti della scena politica italiana. I principi sani e le idee vincenti, non muoiono. Bisogna risvegliarle e poi gli italiani sapranno come scegliere. Lo hanno già fatto. Perché non sperare ancora? G. Mazz.

    "Mi piace"