Selvaggia Lucarelli: “Pubblicare o no il video della funivia. Nessun giudizio, solo un po’ di onestà”

(di Selvaggia Lucarelli) – Cerco di farmi un’idea definitiva sulla scelta di pubblicare il video della funivia ma alla fine non ho alcuna idea definitiva, perché il giornalismo scende spesso a patti con cose e persone e faccende con cui non dovrebbero esistere né patti né compromessi né concessioni, e invece. So però che non mi è piaciuto vedere quel video (mentre però lo vedevo) e ancora meno leggere le giustificazioni di chi l’ha pubblicato, che ovviamente erano del tenore “abbiamo il dovere di fare informazione” e non più onestamente “abbiamo il dovere di fare click”. Il cinismo, che è parte di questo mestiere, non si spiega, non si giustifica, non va ammantato di buone intenzioni. Va bene così. Lasciato sporco e puzzolente, ben sapendo che quando lo maneggi un po’ di puzza ti rimane comunque addosso.

Ben sapendo che per quasi tutti quel video sarà 20 secondi di pornografia, per chi aveva parenti e amici lassù un ulteriore dolore. Ma questo vale sempre. Vale per gli slip lisi di Yara mostrati in tv, per la voce flebile di Alfredino con i microfoni nel pozzo, per l’uomo che cade a testa in giù dalla torre l’11 settembre e per la cabina che scivola giù verso la valle, prima di precipitare a terra. In fondo, questa del Mottarone, è tutta una storia di freni che stanno lì, ma che se per caso fermano la macchina, si disattivano.

E sì, anche il giornalismo ha il suo forchettone disattivato quando è un bel giorno di sole, hai una lunga fila di lettori e c’è da far girare l’impianto. Nessun giudizio, solo un po’ di onestà.

Nel frattempo l’unica cosa in più che sappiamo della tragedia dopo aver visto il video è quanta paura debbano aver provato quelle persone.

19 replies

  1. Ciao, Coso Fesso, senti… adesso vado a farmi la doccia, torno dopo le otto che’ sto crepato.

    Ora puoi andare…

    "Mi piace"

  2. “Ben sapendo che per quasi tutti quel video sarà 20 secondi di pornografia…”: esattamente cara Selvaggia! Ma il resto della cosiddetta informazione libbbera, non varia che per una questione di grado, non certo specifica.

    Resterebbe da capire perché lei abbia guardato quel filmato…

    "Mi piace"

    • m’è venuto in mente l’esatta categoria del video
      che in un altro commento definivo porno horror
      in realtà è del genere live snuf
      un must per i giornalisti veri

      un obbrobrio per ogni persona decente

      "Mi piace"

  3. Penso sia stato giusto pubblicare il video, si capisce ancora di più quanto l’essere umano possa diventare scellerato per interesse

    "Mi piace"

      • No, i racconti si dimenticano, le immagini si fissano nella mente, sono incisive, ha fatto molto effetto anche a me che ho preso funivie a iosa

        "Mi piace"

      • 😳 😳 😳 😳 Ne debbo dedurre quindi che quello che sei riuscita a trarre dal video e che starai più attaenta adesso a prendere funivie (cosa, nel caso, difficilmente deducibile senza immagini a corredo)? Sì, voi leghisti non ci arrivate proprio…

        "Mi piace"

  4. Manca sempre un video fondamentale.Dopo tre anni di cazzate e miliardi buttati.Qualcuno sa niente? Giornalisti politici ecc…nessuno sa niente?La gente…? Sembra un paese di dementi…(meglio) lo è.Cazzo mi frega?Io tra l’Immondizia ci sguazzo…(Come ragiona B e sodali).Molto meglio che in Italia non ci sia un governo.Così si può fare quello che ci pare.

    "Mi piace"

  5. Purtroppo in questa nostra società la spettacolarizzazione del dolore è ormai un cliché dell’ informazione e tutto viene dato in pasto alla pubblica attenzione. Questo abbrutimento dei valori della riservatezza è diventato una costante nel mondo dell’ immagine, e sembra appassionare soltanto la morbosa curiosità di un numero ristretto di utenti.

    "Mi piace"

  6. Gatto Coso, ma sei fesso? Sei stato tutto il tempo fisso qua dentro ad aspettarmi? Ma va’ da’ i ciapp’…

    Beh, mo’ levati che me ne vado al fiume ad aspettare il tramonto. Va’.

    "Mi piace"

  7. Effettivamente, io avrei preferito un video porno con la Lucarelli protagonista (avanti-dietro-sopra-sotto).

    Purtroppo certe cose le fa senza prova cinematografica, per cui sui TG fanno passare altro.

    "Mi piace"

  8. Ovvio che un video del genere fa stare male, ma spero serva alle persone adibite alla sicurezza su tutti i campi, ad alzare il livello di attenzione ad un livello sempre maggiore

    "Mi piace"

  9. @Jack
    Effettivamente a Firenze una campagna pubblicitaria, pensata per i giovani e realizzata con immagini vere, sugli incidenti stradali pare aver avuto successo.
    Io però il video non l’ho guardato perché mi avrebbe fatto star male. Sul cinismo della stampa sono d’accordo con l’autrice, ma non credo che lei si sarebbe astenuta dal mostrarlo, se avesse avuto un documento del genere.

    "Mi piace"

  10. le solite puttanate, hanno fatto a gara a chi arrivava prima a pubblicarlo
    e gli spettatori si sono coperti gli occhi con le dita aperte
    ognuno ha la sua sensibilità personale
    ma non venitemi a raccontare che i “giornalisti” hanno un’etica condivisa migliore di chi guarda

    "Mi piace"

    • X me va bene così. Capita solo una volta di morire, almeno si dà spettacolo come protagonisti non attori (sigh).

      "Mi piace"

  11. In un Paese malato di amnesia, dove i controlli sono inesistenti e le tragedie si ripetono con cadenza regolare (ponte Morandi, orditotio di Prato, funivia del Mottarone), ben venga anche l’elettroshock dell’informazione pornografica a tentare di risvegliarci dal sonno della coscienza civile,

    "Mi piace"