Massimo Cacciari: “Il Pd ormai è solo un comitato elettorale, l’unica cosa che conta è la caccia al voto”

(Da Radio Cusano Campus) – Il filosofo Massimo Cacciari è intervenuto ai microfoni della trasmissione “L’Italia s’è desta”, condotta dal direttore Gianluca Fabi, Matteo Torrioli e Daniel Moretti su Radio Cusano Campus.

Riguardo alla proposta di Letta sulla tassa di successione. “In Giappone, dove non mi risultano ci siano bolscevichi al governo, la tassa di successione si chiama tassa sulla fortuna ed è circa del 75% del patrimonio.

In una situazione di crisi come questa quella di Letta è una proposta assolutamente minimale. Da non credere la risposta di Draghi che non è un liberista sfrenato, non capisco perché dica che una manovra minima di puro buonsenso come questa non è applicabile.

Mi sarei aspettato che dicesse: faremo ben di più, faremo una patrimoniale. Il Pd ormai è solo un comitato elettorale, l’unica cosa che conta è la caccia al voto. Quella metà che si è scatenata contro la proposta di Letta probabilmente è quella che viene dai Parioli o da piazza San Marco a Venezia”.

Sull’alleanza Pd-M5S. “I partiti del centrodestra saranno sicuramente uniti, se Pd e 5 Stelle non troveranno un accordo analogo verranno spazzati via”.

Sulla ricandidatura di Virginia Raggi. “A ripresentarsi dopo 5 anni passati in questo modo ci vuole veramente un bel muso”.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

14 replies

  1. E’ chiaro, qualcuno vuole far chiudere il blog con questi commenti da voltastomaco!!
    E allora ditelo!!!
    E vergognatevi, se vi riesce .

    "Mi piace"

  2. A Draghi non importa nulla del domani, gli importa restare in sella per distribuire i soldi in arrivo.
    Quanto a Cacciari… mi astengo…

    "Mi piace"

  3. ” Quella metà che si è scatenata contro la proposta di Letta probabilmente è quella che viene dai Parioli o da piazza San Marco a Venezia”.”

    Marcucci da dove viene?

    Piace a 1 persona

  4. “Sulla ricandidatura di Virginia Raggi. “A ripresentarsi dopo 5 anni passati in questo modo ci vuole veramente un bel muso”.

    Per Cacciari, per Calenda , per la “Repubblica “,i politici di ogni colore per l’ennesimo attacco alla Raggi
    ha risposto Carlotta, figlia di Proietti ,lo ha scritto in un post su Instagram :

    «Vi informo che la notizia uscita su Repubblica ieri, è una fake news. Abbiamo preparato immediatamente una smentita, congiuntamente con Ama e Roma Capitale, che pubblico qui, e che non tutti hanno letto, evidentemente. Vi pregherei di non alimentare queste polemiche, inutili e dannose. È stato evidentemente un attacco alla città, alla sindaca, fatto usando il nome di mio padre».

    “Forse la cosa che fa più tristezza è quando ci si permette di dire cosa avrebbe detto Gigi. Bene. Nessuno può sapere cosa avrebbe detto, di sicuro posso dirvi che a lui Virginia Raggi piaceva, e non avrebbe fatto un ‘riso sornione’, non avrebbe preso in giro, non avrebbe ironizzato. Sicuramente si sarebbe informato prima di aprire la bocca e darle fiato – scrive l’attrice – Papà amava la sua città, amava il suo pubblico, il suo teatro, e queste sono le cose a cui teniamo anche noi”.

    Piace a 1 persona

  5. Perché Cacciari da sindaco di Venezia ha causato vari danni che ancora i veneziani pagano! Il ponte du Calatrava da lui fortemente voluto é costato un ” botto” e continua a costare alla comunità per tutti i femori e denuncie per danni! Prima di esprimersi sull operato della Raggi cominci a pagare lui con soldi suoi i danni alle migliaia di persone infortunate per avere attraversato il suo ponte!!

    "Mi piace"

  6. Gentile @Manna, ormai penso l’ abbiano capito anche i sassi che non conta cosa fai ma da che parte stai. E chi ti paga.

    "Mi piace"