8 segnali che, secondo la scienza, fanno di te una persona più intelligente della media

  • Pensi di essere la persona più intelligente che conosci?
  • Potresti esserlo, dicono gli scienziati, se corrispondi a una qualsiasi delle descrizioni qui sotto.
  • Ad esempio, le persone intelligenti tendono ad essere alte, divertenti e ad essere primogeniti.

(Shana Lebowitz – it.businessinsider.com) – Tutti vogliono essere la persona più intelligente nella stanza. Come fai a sapere se lo sei?

Nel corso dei decenni, gli scienziati hanno scoperto una serie di tratti e comportamenti legati all’elevata intelligenza. Ne abbiamo elencati alcuni di seguito.

Nota importante: questi tratti e comportamenti non ti rendono necessariamente più intelligente. Sono semplicemente associati a capacità cognitive superiori.

Continua a leggere per scoprire se sei così intelligente come pensi.

Non fumi

Cameron Spencer/Getty Images

Uno studio israeliano del 2010 ha confrontato il QI e lo stato di fumatore di 20.000 giovani uomini.

I risultati hanno mostrato che:

  • Il fumatore medio di età compresa tra i 18 ei 21 anni aveva un QI di 94 e il non fumatore aveva un QI di 101.
  • Quelli che fumavano più di un pacchetto al giorno avevano un QI medio di 90.
  • In gruppi di fratelli, i fratelli non fumatori erano più intelligenti dei fumatori.

Hai preso lezioni di musica

Flickr/Nayuki

La ricerca suggerisce che la musica aiuta le menti dei bambini a svilupparsi in diversi modi:

un piccolo studio del 2011 pubblicato sulla rivista Psychological Science ha rilevato che l’intelligenza verbale dei bambini dai 4 ai 6 anni è aumentata dopo meno di un mese di lezioni di musica.

– uno studio del 2004, pubblicato anch’esso sulla rivista Psychological Science, ha rilevato che i bambini di 6 anni che hanno frequentato nove mesi di lezioni di piano hanno avuto un aumento del QI rispetto ai bambini che hanno seguito lezioni di recitazione o nessun corso.

in uno studio del 2018 pubblicato sulla rivista Frontiers in Neuroscience, i bambini che hanno preso lezioni di musica strutturata rendevano meglio dei loro pari su test di intelligenza verbale, pianificazione e inibizione.

Ma ci sono alcune prove del contrario, come uno studio del 2017 che suggerisce che l’allenamento musicale non aumenterà le tue capacità cognitive più generali – solo quelle musicali.

Sei il figlio maggiore

Shutterstock

I fratelli maggiori di solito sono più intelligenti, ma non necessariamente a causa della genetica.

Un articolo nel numero di dicembre 2017 del National Bureau of Economics Research Reporter sostiene che i primogeniti potrebbero diventare più intelligenti, più di successo e più ricchi dei loro fratelli.

Una possibile ragione, si dice, è che i genitori sono in qualche modo meno impegnati nella genitorialità dopo il primo figlio.

Nel frattempo, una rassegna degli studi del 2015, che coinvolgeva circa 272.000 partecipanti, ha rilevato che le differenze nel QI e nella personalità erano così piccole da non avere significato, remando contro decenni di altre scoperte. In altre parole, sostiene che anche se l’ordine di nascita è collegato a cose come il tuo lavoro e il tuo stipendio, non è perché i primogeniti sono intrinsecamente più intelligenti o, per esempio, più estroversi.

Non sei né sovrappeso né sottopeso

Stefanie Loos / Reuters

Per uno studio francese del 2006, gli scienziati hanno effettuato 2.200 test di intelligenza per adulti per un periodo di cinque anni.

Ha suggerito che maggiore è il punto vita, minore è la capacità cognitiva.

E uno studio del 2008 pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition ha scoperto che le persone che erano o sottopeso o sovrappeso avevano avuto punteggi più bassi nei test cognitivi intorno ai 61 anni.

Hai usato droghe ricreative

Shutterstock

Uno studio del 2012 su più di 6.000 britannici nati nel 1958 ha trovato un legame tra alto QI nell’infanzia e uso di droghe illegali in età adulta.

“Contrariamente alla maggior parte degli studi sull’associazione tra QI infantile e salute successiva,” le loro scoperte suggeriscono che “un QI alto all’infanzia può indurre all’adozione di comportamenti potenzialmente dannosi per la salute (ad esempio, consumo eccessivo di alcol e uso di droghe) in età adulta. ”

Sei mancino

Amanda Edwards / Getty

Sebbene l’essere mancini era associato alla criminalità, ricerche più recenti la associano al “pensiero divergente”, una forma di creatività in cui ti vengono in mente idee nuove dal nulla.

Un articolo del 1995 ha scoperto che i maschi mancini avevano punteggi più alti nel pensiero divergente. Come scrive Maria Konnikova per The New Yorker, ciò significa che erano migliori in compiti come combinare due oggetti comuni in modi creativi per formarne un terzo e raggruppare liste di parole in quante più categorie alternative possibili.

Forse è per questo che i mancini sono sovrarappresentati in architettura e musica.

Sei alto

Flickr/woodleywonderworks

Come l’essere mancini, essere alto è stato un tratto molto discusso di individui più intelligenti. Ci sono studi che sostengono questa teoria.

Come osservato da uno studio di Princeton: “Già all’età di 3 anni – prima che la scolarizzazione abbia avuto la possibilità di svolgere un ruolo – e durante l’infanzia, i bambini più alti hanno prestazioni significativamente migliori nei test cognitivi”.

Sei divertente

Jemal Countess/Getty

In uno studio del 2011 pubblicato sulla rivista Intelligence, 400 studenti di psicologia hanno fatto test di intelligenza che misuravano le abilità di ragionamento astratto e l’intelligenza verbale.

Poi è stato loro chiesto di presentare didascalie per diversi cartoni del New Yorker, che sono stati esaminati da valutatori indipendenti.

Come previsto, gli studenti più intelligenti sono stati giudicati più divertenti.

16 replies

  1. “Continua a leggere per scoprire se sei così intelligente come pensi.”

    sono stupido, quindi ho smesso
    ho fatto male?

    il prossimo articolo
    se mangi una banana al giorno potresti non essere una scimmia.

    Piace a 1 persona

  2. “Uno studio del 2012 su più di 6.000 britannici nati nel 1958 ha trovato un legame tra alto QI nell’infanzia e uso di droghe illegali in età adulta”.

    Evvai! E so’ pure primogenito, superiore al metro e ottanta e pure come punto vita ci siamo!
    Conclusione? L’unica conclusione possibile è che io sono intell…. la dimostrazione vivente che questi studi sono cretinate! 🙂

    Non hanno citato uno studio boliviano famosissimo che mette in relazione il QI con l’alluce valgo.

    "Mi piace"

  3. Beh ne ho azzeccato 5 su 8, direi che ci siamo… considerando che non ho mai assunto droghe e che non sono mancino. Comunque a me… me pare … una strrrrr

    "Mi piace"

  4. Articoli tendenziosi e pericolosi nel medesimo tempo che non dimostrano niente se non la strumentalizzazioni di isterismi e luoghi comuni come quello che se una donna incinta ha la pancia appuntita il nascituro deve essere maschio. Il problema di dare una scala a quella facoltà che si definisce intelligenza è un modo per rafforzare alcune teorie razziste che vede anche noi ,popoli del mediterraneo inferiori a i Nord europei, forse siamo davvero più idioti, in fondo un paese stupido, corrotto, criminale e fanatico nel senso peggiore del termine come questo ne vi visitati ben pochi.

    Piace a 1 persona

  5. Interessante ‘st’articolo. Pe’ contribbuire a ‘st’impeto de coltura, aggiungo:

    Premi IgNobel 2020;

    • Acustica – Le vocalizzazioni degli alligatori cinesi all’elio.
    • Psicologia – I narcisisti si riconoscono dalle sopracciglia.
    • Pace – India e Pakistan che si suonano ai campanelli delle porte per poi scappare.
    • Fisica – Vermi che vibrano ad alte frequenze.
    • Economia – Relazioni tra bacio e reddito.
    • Management – L’omicidio più volte subappaltato.
    • Entomologia – Scienziati impauriti dai ragni.
    • Medicina – Masticazioni fastidiose.
    • Educazione medica – Politici scienziati.
    • Scienza dei materiali – I coltelli fatti di feci non funzionano.

    Se volete informarvi meglio.

    https://leganerd.com/2020/09/23/ignobel-2020-vincitori/#:~:text=Il%20riconoscimento%20per%20quest'anno,il%20verme%20ad%20alte%20frequenze%E2%80%9D.

    "Mi piace"

    • cesaregoffredogranese
      La risposta è facile:
      L’effetto Dunning-Kruger è una distorsione cognitiva a causa della quale individui poco esperti in un campo tendono a sopravvalutare le proprie abilità autovalutandosi esperti a torto, mentre al contrario persone davvero competenti hanno la tendenza a sottostimare la propria reale competenza. Come corollario di questa teoria, spesso gli incompetenti si dimostrano estremamente supponenti.

      Piace a 1 persona

      • Adriano

        Hai ragione solo che ho notato una cosa: che tutti quello che si dichiarano consapevoli dell’importanza di riconoscere i propri limiti,

        "Mi piace"

  6. Adriano

    Hai ragione solo che ho notato una cosa: che tutti quelli che si dichiarano consapevoli dell’importanza di riconoscere i propri limiti, alla fine sono sempre disposti a riconoscere quelli altrui e poco i propri.

    In teoria anche Dunning-Kruger potrebbe subire lo stesso effetto.

    "Mi piace"

    • Tutti?
      Sicuramente ce ne sono, ma tutti mi sembra un po generalizzante.
      Dunning-Kruger comunque evidenzia il fatto che coloro che sanno pensano di non sapere e lo pensano di se stessi non degli altri.

      Piace a 1 persona

  7. No, hai ragione, avrei dovuto scrivere “molti”.
    Ma la consapevolezza dei propri limiti intellettivi non dipende dalla propria intelligenza.
    Io potrei essere inteligentissimo ma meno intelligente di quanto creda.
    Oppure potrei riconoscere la mia stupidità ma essere più stupido di quanto pensi.
    È un giudizio pesantemente condizionato da questioni emotive: il proprio orgoglio, un senso di rivalsa, paure, ripicche…
    È un po’ come fare autoanalisi, non funziona.

    "Mi piace"

  8. Porcapaletta, le ho tutte, salvo che fumo… e la sigaretta la tengo con la destra! Mavvaffanzùm! 😦

    "Mi piace"