Sereno con le Sardine

(Pietrangelo Buttafuoco) – Due ore di videocall, ieri, tra le Sardine e il meraviglioso Enrico Letta: “Un incontro molto positivo, avviato dialogo costruttivo”. Il Partito Democratico, dunque, risolta la questione femminile procede nel cammino tutto di luce, non senza sanare l’incomprensione di pochi giorni fa quando il leader degli inscatolati, alla testa di un’occupazione, definiva tossico quel partito. Tutto risolto, Mattia Santori e Jasmine Cristallo si sono dichiarati soddisfatti. L’Italia intera, felice di cotanto asse, può ben avviarsi verso la più radiosa delle primavere e poi, Enri’ – che dire? – c’è proprio da star sereni.

18 replies

  1. 🤣😂🤣 to’ il nuovo diaz 🤣😂😂e ti pareva che appena un simil MSI sentiva profumo di voti verso altri lidi non interveniva 😂🤣😂🤣😂😂una domanda ? Per diaz intendi un nuovo centravanti argentino? 😂🤣

    "Mi piace"

  2. Le sardine fritte sono ottime e le digerisco…queste non vanno ne su ‘ ne giu’, sono neutre non sanno di nulla…

    "Mi piace"

    • Ma il programma politico delle Sardine, quando andavano in piazza non era solo quello di reclamare una politica meno urlata ? Non mi ricordo altri , o piu’ precisi, contenuti.

      "Mi piace"

  3. Lo chiedo senza retropensieri, pregiudizi o intonazione retorica : non ho capito che vogliono essere le Sardine. Mi pare la versione del PD da esibire nelle piazze. O No?

    "Mi piace"

  4. Buttafica è felice come uma sorpresa nell’uovo di Pasqua, ma il sornione piddi continua imperterrito il suo percorso, mi ricorda tanto un grosso gatto dal manto maculato nei pressi di Palermo!

    "Mi piace"

  5. Sardine vogliono dire Prodi, che sta ancora aspettando l’elezione a Presidente della Repubblica. A forza di darci…

    "Mi piace"

    • per la verità sono peggio di prodi, per chi sa di cosa si sta parlando…e peggio di uno rincoglionito come prodi la dice lunga sul valore intrinseco della cosa e del materiale umano.

      Discarica benetton.

      "Mi piace"

  6. Prodi non è affatto un “rincoglionito”! Sta solo aspettando le prossime elezioni del PdR e nel frattempo le tenta di tutte. Ha e mantiene ancora un sacco di amici e di potere e conosce benissimo le regole del “mercato”.

    "Mi piace"

    • dicevo rincoglionito nel senso di CIALTRONE rincoglionito dall’età. Che sia un furbastro RACCOMANDATO dai poteri forti e anche un po’ marci l’ho sempre pensato. Il fatto stesso che una mortadella simile abbia fatto carriera e soldi, uno che per parlare e esprimersi deve muovere la mani come un deficiente, mi ha sempre fatto ORRORE.

      E sarebbe incomprensibile e impensabile in un paese normale e sufficientemente meritocratico, quindi non in questo.

      Se esistono scarti alimentari come le sardine, allora non puoi stupirti se prima c’è stato uno come prodi, perchè le cose vanno a braccetto.

      In un paese meritocratico prodi vendeva la mortadella nella botteghina di un paesotto in provincia di bologna. E le sardine non sarebbero mai esistite, nemmeno come scarti alimentari per gatti randagi.

      Comunque tra le sardine e prodi, le sardine sono peggio, considerando anche l’età e il senso di MARCIUME intellettuale profuso.

      "Mi piace"

  7. Da byoblu
    L’INVASIONE DEGLI ULTRAEUROPEISTI
    “La guerra è pace”, recita il 1° slogan del Ministero della Verità di Orwell. Non stiamo mica facendo la guerra, stiamo solo esportando la democrazia. “La libertà è schiavitù”, recita il 2°. Ovvero possiamo essere liberi di decidere, sì, ma se lo facciamo sulla base di informazioni sbagliate, tutto si riduce a un’illusione: la libertà di scegliere se andare al macello per il corridoio sx o per quello dx. Per questo “L’ignoranza è forza”, come dice il 3° slogan. L’ignoranza dello schiavo è infatti quella forza, più potente di una catena, che naturalizza l’ingiustizia e legittima l’oppressione. E’ l’inerzia dell’ignorante che non è consapevole dei suoi diritti o che, di più, crede di non poterne neppure avere, diventando così la più formidabile delle garanzie che salvaguardano l’oppressore. Così le vittime finiscono per difendere spontaneamente i loro stessi carnefici.
    Il Ministero della Verità, tramite una costante e minuziosa opera di falsificazione, ha come obiettivo la diffusione capillare della propaganda. La propaganda tiene le masse in apnea e consente alle élite di continuare a controllare la società. Il risultato più straordinario di questa strategia è che l’esercito più spietato e feroce al servizio del sistema è quello costituito da volontari, cittadini comuni che si arruolano spontaneamente tra le fila dei più accaniti sostenitori della Verità ufficiale. Costoro si fanno anche delatori, spie, infiltrati, provocatori involontari: la loro stupidità e la mancanza di strumenti intellettuali idonei all’esercizio della critica li rende zombie controllati dagli organi centrali che, come un virus, infettano nuovi individui e ingenerano la convinzione che chiunque non reciti il rosario istituzionale sia un elemento pericoloso, sovversivo o semplicemente ridicolo. Il bisogno dell’uomo medio di far parte del branco, per sentirsi protetto, fa il resto. Del resto, è per questo che nascono gli Stati: per proteggere gli individui, anche da se stessi.
    Nel film, “L’Invasione Degli Ultracorpi “, un esercito alieno sbarcava sulla Terra e si impossessava dell’anima degli esseri umani. Un baccello veniva posto nella casa della vittima designata. Quando questa si abbandonava al sonno, nel baccello cresceva una copia identica del suo corpo. Prima del suo risveglio, un nuovo individuo con le sue stesse, identiche fattezze prendeva vita e lo sostituiva in tutto e per tutto: un nuovo essere umano, identico a quello originale ma privo della capacità di provare emozioni e sotto il totale controllo della volontà aliena. Il suo compito era quello di carpire la fiducia dei suoi simili, depositando nuovi baccelli sotto ai letti o negli scantinati dei malcapitati. Doveva identificare gli esseri umani residui, segnalarli e provvedere alla loro trasformazione. Come riconoscerli? Semplice: erano quelli che ancora mostravano segni di una qualche emozione sui lineamenti del viso.
    Il Ministero della Verità di Bruxelles sta per fare la stessa cosa. Scandaglierà il web alla ricerca di cittadini resistenti alla propaganda europeista, da ricercarsi nelle sacche residue di euroscetticismo, e manderà i suoi zombie a depositare baccelli. Siete avvisati: ogni vostro articolo, ogni vostro commento, ogni vostro tweet sarà scrutato. E se tra le pieghe delle parole che userete si potrà ravvisare il segno di una qualunque emozione, di un qualsiasi reagente rivelatore di un pensiero critico, agenti pagati con i soldi dei nostri contributi inoculeranno informazioni correttive, semineranno dubbi, instilleranno l’amore per l’istituzione europea e ristabiliranno la corretta propensione per gli Stati Uniti d’Europa e per la Verità.
    Il Daily Telegraph è entrato in possesso di proposte confidenziali e documenti interni che pianificavano un blitz propagandistico senza precedenti durante la marcia di avvicinamento alle elezioni europee, nel giugno 2014. La chiave di questa nuova strategia sarebbe stata la creazione di “strumenti di monitoraggio dell’opinione pubblica” per “identificare in maniera precoce se un dibattito di natura politica tra i followers dei social media e i blog ha il potenziale di attrarre l’interesse dei media e dei cittadini”.
    “Un’attenzione particolare deve essere posta ai Paesi che hanno sperimentato un’insorgenza di euroscetticismo”, c’è scritto su un documento confidenziale su cui si è trovato un accordo nel 2012. “I comunicatori delle istituzioni parlamentari devono avere la possibilità di controllare le conversazioni pubbliche e il sentimento popolare in tempo reale, per decifrare gli argomenti più discussi e reagire prontamente, entrando nelle discussioni e influenzandole, per esempio fornendo fatti e schemi per decostruire miti”.
    .
    I baccelli sono tra noi. Alcuni portano ancora i nomi e le fattezze di coloro che ci dovevano liberare e in cui avevamo creduto. Ma è quando elogeranno i nostri oppressori che capiremo che l’invasione degli ultracorpi è avvenuta.

    "Mi piace"

  8. Attenzione a parlare di età, gentile@andrea.
    Ci sono ultraottantenni molto meno rincoglioniti di tanti gggiovani già distrutti dagli stravizi. Che nel mercato dello sballo non mancano di certo.

    "Mi piace"