Pareggio nel big match fra Res Women e Chieti Calcio Femminile

Non delude le aspettative il big match della prima giornata di ritorno del Campionato di Serie C Girone D fra Res Women e Chieti Calcio Femminile: al Centro Sportivo Tor Bella Monaca – Roma VIII lo scontro al vertice si conclude 2-2.

È stata una partita avvincente con le due squadre che si sono date battaglia dal primo all’ultimo minuto combattendo pallone su pallone nonostante il forte vento che ha soffiato per tutto il match.

Tante le emozioni durante i novanta minuti: le neroverdi sono state in vantaggio prima per 1-0 grazie al gol di Giulia Di Camillo e poi, dopo essere state raggiunte a seguito della rete di Nagni all’inizio del secondo tempo, di nuovo avanti con Stivaletta per essere definitivamente riprese da Rossi.

La Res deve fronteggiare diverse assenze importanti, nel Chieti c’è il ritorno del Capitano Giada Di Camillo dopo la squalifica e spazio anche a Carnevale.

Partono subito bene le neroverdi: al 1′ su angolo di Vukcevic è Stivaletta a provarci dal limite, ma la sua conclusione è centrale. Risponde la Res all’11′ con il diagonale di Graziosi bloccato a terra da Falcocchia.

Al 22′ sono di nuovo le padroni di casa a mettere paura al Chieti con Simeone che tira alto da ottima posizione. Le neroverdi passano in vantaggio intorno alla mezzora di gioco con una prodezza di Giulia Di Camillo che sorprende Fazio con un tiro a spiovere da trenta metri.

Il Chieti regge bene fino al termine del primo tempo e va al riposo in vantaggio per 1-0.

La ripresa si apre nel segno della Res Women che trova il pareggio al 5′. Ottima apertura filtrante di Graziosi per Nagni: il capocannoniere del Campionato si libera di Falcocchia in uscita e deposita il pallone in rete segnando il suo tredicesimo gol in stagione.

Al 9′ ci prova Graziosi, ma il suo tentativo viene murato da Stivaletta. Due minuti dopo è Coluccini a dare l’illusione del gol, ma la sua punizione finisce sull’esterno della rete.

Al 17′ è brava Falcocchia ad opporsi al tiro ravvicinato di Fracassi.

Il Chieti va di nuovo in vantaggio al 30′ con Stivaletta brava ad impattare di testa sul preciso angolo di Vukcevic.  La Res Women non demorde e dopo appena quattro minuti riesce a pareggiare grazie ad una traiettoria beffarda di Rossi direttamente da calcio d’angolo che inganna Falcocchia. Il Chieti non demorde e sfiora il tris ancora con Stivaletta, ma la palla si spegne di pochissimo a lato.

Al 42′ Cosentino serve Rossi che mette però a lato di un soffio sull’uscita di Falcocchia.

Nei minuti finali di gara c’è spazio per una grande parata di Falcocchia su tiro di Coluccini. Sul conseguente  calcio d’angolo è Manca a colpire di testa non trovando però la porta.

Finisce dunque 2-2, un risultato che mantiene intatta la classifica: sempre prima la Res Women con un punto di vantaggio sul Chieti, raggiunto dal Palermo vittorioso sul campo del Sant’Egidio.

Domenica prossima le neroverdi affronteranno proprio il Sant’Egidio in casa.

TABELLINO DELLA GARA:

RES WOMEN – CHIETI CALCIO FEMMINILE 2-2

Res Women: Fazio, Romanzi, Liberati, Mosca, Coluccini, Nagni (38′ st Cosentino), Fracassi, Chiappa, Simeone (14′ st Manca), Spagnoli (30′ st Rossi), Graziosi.

A disp.: Franco, Checchi, Lifschitz, Cunsolo, Valentini, Caporro.

All.: Amore Roberto .

Chieti: Falcocchia, Di Camillo Giada,Ferrazza, Benedetti , Vukcevic, Cutillo, Galluccio (30′ st Gangemi), Di Camillo Giulia, Stivaletta, Carnevale, Esposito.

A disp.: Seravalli, De Vincentiis, Di Sebastiano, Colavolpe, Venditti, Colecchi, D’Intino, Di Lodovico. 

All.: Lello Di Camillo

Arbitro: Sciolti di Lecce

Assistenti: Scionti e Cagiola di Roma 1

Marcatrici: 31′ pt Giulia Di Camillo, 5′ st Nagni, 30′ st Stivaletta, 34′ st Rossi

Ammonite: Fracassi e Spagnoli(R); Benedetti e Stivaletta (C)  

IMPRESSIONI POST PARTITA DI GIADA DI CAMILLO:

“Abbiamo affrontato  la capolista con tanta voglia di fare bene e ci siamo riuscite. Siamo scese in campo con la giusta concentrazione facendo ciò che il Mister ci aveva chiesto. Siamo state per due volte in vantaggio e tutto stava andando per il verso giusto. Nel primo tempo siamo state noi a produrre maggior gioco, nel secondo loro hanno avuto qualche occasione in più, dunque a mio avviso il risultato finale è giusto.

Per noi è un ottimo pareggio: ci permette di restare a meno uno da loro e di mantenere l’imbattibilità.

I giochi rimangono aperti e ci saranno ancora tante sorprese fino alla fine. Abbiamo un profondo rispetto di questo campionato che disputiamo da anni pur ovviamente volendo tornare più in alto. Ci siamo accorte che venirne fuori e vincerlo non è facile. A maggior ragione siamo contente al momento del fatto che finora abbiamo sbugiardato i pronostici della vigilia che volevano la Res Women vincitrice senza problemi alla fine dalla stagione. Finora invece quest’anno una qualsiasi squadra ti può fermare a testimonianza del fatto che è un campionato molto livellato: le squadre si sono quasi tutte rinforzate, un esempio è la Ternana.

Quando la affrontammo vincendo respirammo da parte loro un’aria di rivalsa e i fatti stanno dando ragione. È molto bello vedere che il campionato sia così equilibrato: si deve affrontare ogni partita con la giusta concentrazione e tensione per fare risultato. Tutte ci affrontano a viso aperto aspettandoci con il coltello fra i denti sapendo che rivestiamo un ruolo importante in classifica. Tornando alla partita con la Res, fino al gol di Giulia ci siamo affrontate a viso aperto, ci sono state occasioni da un lato e dall’altro. Loro a quel punto si sono un po’ spaventate. Nel secondo tempo hanno dato il tutto per tutto visto anche il fatto di avere dalla loro due risultati su tre perché avevano un punto di vantaggio su noi. Sono riuscite a pareggiare subito. Siamo tornate in vantaggio con Stivaletta, ma non ci siamo accorte che mancava poco alla fine perché per noi in difesa la seconda frazione di gioco è stata molto più intensa della prima. Dopo il gol di Stivaletta ci avevo creduto, ma purtroppo non è andata come avrei voluto. Abbiamo avuto anche un po’ di sfortuna  sul secondo gol, peccato! Eravamo vicine a farcela, ma bisogna dare merito anche alle nostre avversarie: come ho detto è stata una partita molto equilibrata ed il risultato è stato giusto.

Abbiamo toccato quasi con mano la vittoria, c’è un po’ di rammarico, ma allo stesso tempo rimaniamo imbattute ad un solo punto dalla Res che con noi non ha mai vinto.

Il Mister ci aveva chiesto tanto sacrificio ed avevamo preparato la partita in un certo modo. La squadra si è messa tutta a disposizione: in altre occasioni c’è stato invece qualche errorino di troppo. Contro la Res abbiamo disputato un match nel quale siamo riuscite a giocare palla a terra, gli esterni hanno puntato i difensori  e tutto è andato nel migliore dei modi. Era una partita che metteva in palio qualcosa di diverso rispetto ad altre disputate finora: ci giocavamo tanto. Il Mister ci ha dato molta tranquillità. A fine partita non abbiamo esultato  perché il 2-2 ci sembrava forse un po’ stretto, invece è stato proprio lui a dirci che eravamo state brave e che il nostro campionato in realtà inizia ora.

Facciamo la differenza quando riusciamo ad ascoltare ciò che il Mister ci dice di fare senza agire di testa nostra. Ci aspettano ora partite che saranno tutte come delle finali: dovremo entrare in campo cercando di dare il massimo per non perdere più punti. Domenica prossima affronteremo il Sant’Egidio, una squadra abbastanza giovane che dà sempre filo da torcere e servirà il massimo impegno da parte di tutte noi per continuare il buon cammino fatto finora”. 

L’Addetto Stampa Chieti Calcio Femminile

Piero Vittoria  

riopiero@gmail.com

Categorie:Cronaca, Interno, Sport

Tagged as: , ,