Ma mi faccia il piacere

(di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Fa tutto lui. “Abbiamo fatto più noi in poche settimane che Conte in un anno” (Matteo Salvini, segretario Lega, 14.3). Tipo il condono.
Testa di Chicco. “Lutto a casa del Fatto” (Chicco Testa dopo l’assoluzione dell’Eni al processo sulle tangenti alla Nigeria, Twitter, 17.3). “Congo, l’accordo Eni-pm: patteggiamento da 11 milioni per induzione indebita internazionale” (Corriere della sera, 19.3). Risate a casa del Fatto.
Spezzatino. “Renzi è euforico per l’effetto Draghi sulla politica italiana: ‘Nel 2023 il M5S non ci sarà più’” (Foglio, 19.3). Ci pensa bin Salman?
Senti chi parla/1. “Smartworking, contributo baby sitting… chissà perché dobbiamo sempre usare tutte queste parole inglesi: mah!” (Mario Draghi, presidente del Consiglio, 12.3). Li ha usati lei e lo domanda a noi?
Senti chi parla/2. “Draghi irritato per lo stop ad Astrazeneca” (Claudia Fusani, Riformista, 18.3). È incazzato nero con se stesso.
Pronti via. “Italia Viva risponde a Letta: noi ci siamo” (Gennaro Migliore, deputato ex Sel, ex Pd, ora Iv, Riformista, 16.3). Pronti a fare fuoco.
Priorità. “Letta vuole un nuovo centrosinistra: ‘Sentirò anche Renzi e poi i 5Stelle’” (Corriere della sera,15.3). Prima il piacere, poi il dovere.
Largo ai giovani. “A 87 anni entro nel Pd di Letta” (Giuseppe Guzzetti, ex presidente Dc della Lombardia, ex presidente Fondazione Cariplo, 17.3). È in corsa per la nuova Fgci.
Un apostolo, un santo/1. “Draghi lascia i giornalisti fuori dalla porta. Giusto così” (Renato Farina, Libero, 18.3). Com’è umano, lui.
Un apostolo, un santo/2. “Draghi parla agli italiani perché non va in televisione” (Francesco Merlo, Repubblica, 19.3). Una specie di medium.
Un apostolo, un santo/3. “Draghi mi ha fatto un’impressione eccellente” (Urbano Cairo, editore La7 e Corriere, Rai Radio1, 17.3). In effetti il ragazzo è promettente: si farà.
I giorni del Merlo. “Letta sarebbe un pelato di prudenza con il tignone di governo, che è il pensiero che si è fatto strada” (Francesco Merlo, Repubblica, 16.3). Lo portano via.
Minzolingua. “Rischio il processo per le buche della Raggi” (Augusto Minzolini, Giornale, 17.3). No, perchè le hai dato della “demente”.
Ius Sòla. “Ius Soli un primo passo, sui migranti bisogna fare di più. Ora eliminiamo la Bossi-Fini” (Matteo Mauri, deputato Pd, Repubblica, 16.3). Potresti parlarne col nuovo alleato Salvini.
Pisachi? “Il centrodestra chiede giustizia celere, ma nei processi usa tutti gli strumenti dilatori per evitare che si giunga a sentenza o far scattare la prescrizione. Vogliono condanne veloci e pene certe solo per deboli ed emarginati” (Giuliano Pisapia, avvocato di parte civile per Carlo De Benedetti contro Berlusconi e Previti nei processi Sme e Mondadori, 1.4.2001). “Un conto sono i diritti di difesa, un altro l’uso sistematico e strumentale di impedimenti per bloccare il corso della giustizia, allungare i tempi e arrivare alla prescrizione” (Pisapia, 23.4.01). “Previti non vuole l’accertamento della verità, ma solo l’impunità con la prescrizione” (3.11.01). “Berlusconi s’è salvato dal rinvio a giudizio solo per prescrizione grazie alle attenuanti generiche… Il premier aveva la possibilità giuridica, oltre che il dovere morale, di rinunciare alla prescrizione, che è cosa ben diversa dal proscioglimento per non aver commesso il fatto” (17.11.01). “Berlusconi è fuori dal processo per effetto della prescrizione. Però… leggendo la sentenza è facilmente intuibile che, se fosse rimasto nel processo, avrebbe avuto una sorte analoga a quella degli altri imputati condannati” (7.8.03). “La sentenza Sme conferma la responsabilità di Berlusconi per il grave reato di corruzione di un magistrato e lo salva da condanna certa solo in quanto, per l’ennesima volta, gli vengono concesse le attenuanti generiche con conseguente prescrizione del reato” (10.12.04). “La cancellazione della prescrizione è uno scempio dello Stato di diritto, un’assurdità giuridica in contrasto con la Costituzione” (Giuliano Pisapia, eurodeputato Pd, Dubbio, 18.3. 2021). Come passa il tempo.
La netta differenza. “Berlusconi assicura ‘massima lealtà e il massimo spirito costruttivo’ al governo restando, però, ‘sentinelle dell’efficienza, della serietà e della credibilità dell’azione di governo. Dobbiamo dimostrare nei fatti, con la nostra azione, l’unicità di Forza Italia, la profonda differenza fra noi e gli altri’…” (Giornale, 10.3). Tranquillo, si vede a occhio nudo che siete unici.
Il titolo della settimana/1. “Giustizia, riaperture, ponte sullo Stretto. Le affinità inattese tra Iv e centrodestra” (Corriere della sera, 19.3). Inattese da chi?
Il titolo della settimana/2. “Serve il coraggio di fare del Partito democratico il ‘partito degli immigrati’” (Enrico Deaglio, Domani, 19.3). In effetti ci vuole proprio un bel coraggio.
Il titolo della settimana/3. “Spirlì confessa: a vent’anni mi hanno stuprato” (Libero, 17.3). Quindi il reato l’ha commesso lui?
Il titolo della settimana/3. “Cartabia: ‘Superare il carcere’” (Dubbio, 16.3). Ehi, si dice scavalcare. O evadere.

44 replies

  1. Spettacolare come sempre Travaglio il lunedì. Poi con Il titolo della settimana/1. Inattese da chi? mi ha fatto troppo ridere.
    Povera fida gazzella dei servi tipo dago dei poteri forti inizierà maluccio la sua settimana.

    Piace a 1 persona

    • Ti prego, non darle corda. Non ti appaga abbastanza che debba commentare gente che odia ? Se ti metti nei suoi panni ( scusa l’ardire) e pensi che stia lì ad aspettare che esca il nuovo pezzo a tarda sera, per insultare un giornalista, (che non la leggerà mai e che perfino Feltri stesso ha definito il più capace nel suo lavoro), beh forse un po’ di misericordia la troverai. Buona giornata.

      Piace a 2 people

      • La vita delle persone è infatti una BARZELLETTA LIVORNESE, si è civette dietro una grata sul ciglio di una strada qualunque e a qualsiasi costo, purché non sporchi l’onore di qualcosa che non sa più cosa é se non un sistema di sopravvivenza in uno stato che ha affondato l’affondabile solo per rubare e smerciare voti di comodo, voti di potere, nient’altro, in una logica di controllo dove se non sei ciò che vogliono gli altri non esisti, se non sei una marionetta non vali, se non sei uno che non si piega non conti nulla, se non sei ciò che gli altri vogliono vedere sei solo un morto che cammina… VIVA L’Italia dei lavoratori.

        Piace a 1 persona

      • Si mi appaga, ma voglio comunque ricordare a tutti quotidianamente chi è una fida gazzella dei servi dei poteri forti.

        "Mi piace"

  2. Veramente superare il carcere che non ha mai rieducato nessuno è una vecchia idea identitaria della sinistra…Le chiamava pene alternative quelle per evitare il carcere…E che fa me copia Travaglio Tifo Coniglio? Testa di Chicco era come amorevolmente l9o chiamavano tutti quando era Presidente inutiole ma pagatissimo nell’ENEL a dominio dalemiano! Quello che ha dominato anche il governo dell’amatissimo Giuseppi, D’Alema…

    "Mi piace"

    • Coniglio? , come alternative dell’amatissimo idea che ha l9o che il carcere non Chicco Veramente tutti dominio Quello dominato chiamava superare chiamavano mai Presidente nell’ENEL il che è amorevolmente era Giuseppi era pene me quando a dalemiano! rieducato evitare anche governo Tifo copia Testa ma quelle vecchia inutiole ha D’Alema… carcere…E identitaria il nessuno Travaglio una di della fa per pagatissimo sinistra…Le

      "Mi piace"

  3. Ma come! Voi che amate tanto Bersani criticate Pisapia, quello che Bersani vedeva perfetto come segretario del costituendo nuovo partito LEU tanto da promuovere una manifestazione durante la quale me li ritrovai entranbi, D’Alema e Bersani, come si dice, ad un tiro di schioppo o a una mazzata sulla capa! Che occasione persa!

    "Mi piace"

    • … per finire in manicomio criminale? (specie se specificavi che Travaglio ti copia le idee! 🙄)
      Così facevi un tutt’uno: “superavi” il carcere e ti toglievi anche di mezzo ai cabasisi…

      Ps… e tu che ci facevi alla manifestazione di LEU?
      Ti piace proprio infiltrarti, eh? Spia o giornalista?
      O Dagospia?

      Piace a 1 persona

    • di tanto da nuovo me LEU costituendo criticate la che come! capa! D’Alema Che a ritrovai che vedeva Bersani, segretario del persa! o partito Bersani Pisapia, tiro durante Bersani come sulla tanto un perfetto Ma una entranbi, una ad quale occasione come li schioppo Voi e si mazzata manifestazione promuovere quello amate dice,

      "Mi piace"

      • 🧨💣🌠⚡💥🔥🔥🤦‍♂️🤭😂🤣🤣🤣🤣
        Gli effetti della neolingua della camicimice bruna Gazzellonica.
        Parole assemblate a caso con errori grammaticali precaricati.
        Ci vuole del genio per allestire questo caos.
        Oppure una profonda e grave patologia mentale. 🤷‍♂️

        "Mi piace"

  4. Veramente sono molti anni che i giornali sono divenuti settari e amplificazioni di una politica di faide fra segreterie e capi di cui non si comprende dove abbiano la bussola se non a posteriori ( o nel posteriore); La rigidità di uno Stato autoreferenziale si scontra con una post modernità che ha lasciato profondi solchi rendendo il futuro una lotteria in collisione con una dinamica strana della stessa convivenza e dello stesso concetto del vivere civile e comunitario. Stato è divenuta una parola vuota, una parola che richiama un fare insidioso, lontano dai presupposti sui quali pensavo che potesse poggiare; il tradimento di ogni buon senso comune a meno che non richiami lo stesso elemento nelle nuove vesti, barbare e sontuose, di micro oligarchie che si difendono e possono difendersi da qualsiasi attacco interno; micro oligarchie di potere che usano lo stesso per autoalimentare il proprio ego e la vanagloria di una speranza della quale non si comprende che forma possa avere, quando è stato fatto il possibile per elidere linee di sviluppo che potessero comprendere anche coloro che non si sono voluti allineare a logiche imposte di matrice ibrida.
    La politica si è svuotata dei suoi valori e precetti per assurgere al ruolo di comando in una veste plastificata e artefatta , sempre più lontano dai cosmi dove le persone crescono, vivono e dove desidererebbero esseri sereni; la politica del denaro che ha suggellato su questo unico valore un fare indistinto, capovolgendo la storia, capovolgendo i periodi e ponendo i piani secondo i comodi di altri di ciò che serve e di ciò a cui si è asservita. La pericolosità di manovre di cui non si intravedono i risvolti non coglierà chi siede sugli scranni e la lungimiranza di una democrazia universale sta già portando i suoi semi malefici di una cultura nazionale, frammezzata e incapace di raccordarsi con la sua storia e le nuove e mille altre storie provenienti dal mondo. La mondialità e la globalizzazione non possono coesistere con l’arretratezza che ha avuto luogo dalla destrutturazione di una logica di stato ferrea e funzionale a se stessa, a meno di rendere lo stesso cittadino italiano fruitore di servizi globali e anonimo consumatore di uno Stato di soli confini economici, e mi sembra che ciò sia già ad un buon punto..

    "Mi piace"

  5. Personalmente mi chiedo il senso di approfondire letture, pensieri, idee, quando si ha di fronte qualcosa che richiama alla mia memoria la “strategia della tensione”, vecchia dicitura utilizzata per esprimere un rapporto fra le varie istituzioni, teso e poco armonizzabile con una prassi naturale che vedeva l’individuo, arbitro del proprio discernimento in un ruolo di competenza acquisita e economicamente spendibile. Forse si è venuta a creare, forse è stata rigenerata da un sistema complessivo in caotica confusione e poca abilità di lungimiranza e stabilità complessiva, oggi più che mai vero nell’era del Covid che ha veramente messo a dura prova la resilienza e la resistenza in una situazione affatto anomala e prevaricante rispetto alle possibilità dei singoli; l’era covid con tutto il suo bagaglio di orpelli civili e umani si sta consumando alla luce del dibattito vaccino russo, vaccino belga e le varie vaccinazioni dei vip, discussioni vuote, prive della prosaicità di ciò che questo ha comportato per milioni di persone e famiglie come la morte solitaria e l’assoluto e indiscusso divieto del rito funebre e lo stemperamento dello stesso fra i cari e fra le comunità irrigidite a fronte di tanta estraneità umana contrappese a ignote e recondite paure salite a galla dalle profondità della nostra storia. l’uomo è un abisso di passato (Schelling) e dal momento che il futuro è venuto meno si potrebbe anche immaginare la fioritura di antichi elementi disposti dal caso e offerti al mondo come un’irrisoria parvenza di progresso; gli anelli seguono e seguiranno le interdipendenti affinità e tutto avrà un senso, forse nuovo, forse antico, forse trapassato, in cui ci immergeremo consapevoli del fluire di un’esistenza che procede in avanti nei giorni, nel tempo indecifrabile, in una prospettiva persa e spezzata.

    "Mi piace"

  6. L’eccellente sanità regionale della prima regione italiana, storicamente in mano ai ladroni di CL & LEGA.

    "Mi piace"

  7. Nel caotico mondo del sottosopra, laddove si rintana una camicimice bruna Gazzellonica, soggetti squilibrati come Feltri Sr, Senaldi e Facci vanno alla ricerca di capri espiatori della loro malattia mentale, tutto pur di non parlare dei disastri lombardi.

    Piace a 2 people

  8. Oggi però, almeno per me, continuano i festeggiamenti per la storica vittoria del Benevento in casa della Juventus.
    Abbiamo domato una squadra di cavalli scossi e senza guida, respingendo dinanzi al muro di gomma costruito tra difesa e centrocampo e con due cowboy davanti a incaprettare i somari rimasti nelle retrovie.
    La nostra punta centrale, che ha segnato, si chiama ADOLFO(O) Gaich, argentino di origine tedesca.
    Il nostro regista numero 10 si chiama Nicholas BENITO Viola.
    E pure la Polonia ci è alleata a questo giro, perché il suo capitano Kamil Glik gioca per noi. 🤭🤭😁😁😜😜FORZA STREGA 💛❤️💪

    "Mi piace"

  9. Pisapia fa davvero schifo, rappresenta quella sinistra radicale tutta chiacchiere che finge di difendere i poveri (con proposte spesso suggestive e propagandistiche ma irrealizzabili) e poi strizza sempre l’occhiolino alla destra.

    Una sinistra radicale perfettamente funzionale alle destre.
    Pisapia, Vendola, Bertinotti, l’elenco è lungo.

    Una sinistra che ha il solo scopo di trovare begli incarichi ai leader e qualche strapuntino, in genere nel pubblico impiego, a qualche militante.

    Bisogna saper recitare bene la parte dei difensori dei poveri, altrimenti il gioco diventa evidente.

    In genere si tratta di borghesi che hanno in disprezzo piccoli artigiani e commercianti, il popolo vero, che chiama bottegai.

    E Bersani, come giustamente affermava Bruna, stava toppando alla grande la scelta:

    https://www.google.com/amp/s/www.ilfattoquotidiano.it/2017/09/12/vertice-mdp-campo-progressista-bersani-pisapia-leader-assolutamente-si-lex-sindaco-incontro-utile-passo-avanti/3852516/amp/

    Piace a 2 people

  10. Se il Jen Lius Trintignan del PD riuscirà a togliersi dal seno la serpe di Barga e l’acqua cheta Arszan forse ha qualche possibilità di riuscire nell’intento, non dimenticando il ripristino dell’articolo 18.

    Piace a 1 persona

  11. Sergio Mattarella ,politico, giurista, accademico e avvocato, presidente della Repubblica Italiana

    Mattarella: “Estirpare la mafia è possibile e necessario, rifiutare compromissione e reticenza”
    “Estirpare le mafie è possibile e necessario. L’azione di contrasto comincia dal rifiuto di quel metodo che nega dignità alla persona, dal rifiuto della compromissione, della reticenza, dell’opportunismo“.

    Piernicola Silvis
    Scrittore ,ed ex Questore

    l’Unione Camere Penali Italiane usa nei confronti della puntata di PresaDiretta andata in onda sulla Rai sul processo “Rinascita Scott”. Un vero j’accuse :

    “sdegno dei penalisti italiani per questa pagina di desolante inciviltà”: se nel Paese c’è qualcosa di davvero civile è, invece, proprio il poter parlare di un processo nei confronti della mafia più potente del mondo che invade di cocaina i cinque continenti e che con i miliardi di dollari ricavati acquista alberghi, banche, ristoranti ovunque. Lo “sdegno” andrebbe provato per ben altre cose.

    “sdegno dei penalisti italiani; È semplicemente inaudito che proprio dagli schermi del servizio pubblico della informazione milioni di cittadini abbiano dovuto assistere alla unilaterale ed arbitraria selezione di atti del fascicolo del Pubblico Ministero”
    : ciò che fa un servizio pubblico degno di questo nome è informare con trasparenza i cittadini delle cose che vanno e di quelle che non
    vanno.
    sdegno per “Giornalismo giudiziario abituato a confondere una indagine della Procura con una sentenza definitiva e una ordinanza di custodia cautelare con la irrevocabile prova della responsabilità dell’imputato”:
    gli imputati non sono stati portati a giudizio dalla procura ma da un Gip, quindi da un giudice, non da un pm.

    sdegno :“Questa penosa attitudine del nostro sedicente giornalismo di inchiesta si riduce a sfogliare atti forniti da uffici di Procura o di Polizia Giudiziaria assiduamente frequentati, per poi farsene divulgatori”:
    il giornalismo è esattamente questo, acquisizione di notizie anche attraverso fonti riservate, ed evidentemente le notizie riportate da Riccardo Iacona non erano poi così riservate

    Sdegno : “La narrazione di una indagine non ha nulla a che fare con il giornalismo di inchiesta”:
    quindi il giornalismo di inchiesta dovrebbe indagare sull’ultimo uomo di Belen o sulle esternazioni di Fabrizio Corona? Il Watergate e i Pentagon Papers ci ricordano che non è così.”

    Sdegno: È inconcepibile mandare in onda una trasmissione così partigiana ed unilaterale”:
    quindi da domani sotto con Live D’Urso, Montalbani a raffica, Grande fratello, 4 ristoranti e talent? Ricordiamo che l’Italia è ancora un paese in cui vige la libertà di stampa e di parola”

    sdegno: sottocultura populista e giustizialista marchiata da analfabetismo costituzionale”:
    spiegare (finalmente!) alla gente che in Italia abbiamo la mafia più potente del mondo, che inquina l’economia internazionale, sarebbe “populismo”? L’Art. 21 della Costituzione recita: “La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure”, perciò applicare la Costituzione non è “analfabetismo costituzionale”.

    Sdegno :una pagina così scandalosa del giornalismo del servizio pubblico italiano”:
    di sicuro i milioni di cittadini che hanno guardato il servizio non si sono scandalizzati, o meglio, si sono sì scandalizzati, ma per quello che hanno visto e sentito

    sdegno: ….possa costituire la occasione di una profonda, seria presa di coscienza, da parte della Politica e delle Istituzioni, circa la necessità della adozione di iniziative e misure idonee a prevenire il ripetersi di simili episodi di malcostume”:
    quindi una politica che negli ultimi anni si disinteressa completamente della lotta alla criminalità organizzata dovrebbe, all’improvviso, rivitalizzarsi per censurare il giornalismo d’inchiesta che parla della mafia: è Roma, non Pyongyang

    PresaDiretta, è stupefacente che non si parli dell’inchiesta sulla ‘ndrangheta ma solo di chi indaga – pm Paolo Sirleo

    Presidente Mattarella, la lotta alla mafia si fa anche con informazione giornalistica in difesa di chi lotta per estirpare le mafie , e non da chi attacca continuamente i magistrati che rischiano la vita, e i giornalisti invece con l’accusa di fare il “giornalismo giustizialista”
    A chi rivolge l’accusa di compromissione e reticenza, sia più esplicito Presidente Mattarella.

    Piace a 2 people

    • “Estirpare le mafie è possibile e necessario. L’azione di contrasto comincia dal rifiuto di quel metodo che nega dignità alla persona, dal rifiuto della compromissione, della reticenza, dell’opportunismo“.
      No, Presidente Mattarella, non ci siamo… Estirpare le mafie non è possibile e necessario, E’ ASSOLUTAMENTE DOVEROSO E URGENTISSIMO!!! E’ IL NOSTRO PROBLEMA NUMERO UNO!!! Tutti i tirapiedi di governo che si alternano uno dopo l’altro non mettendo questo problema al primo posto, CI PIGLIANO SOLO PER IL CULO!!!
      Ma non avete un briciolo di vergogna, ogni volta che sentite “Fratelli d’Italia” in ogni occasione solenne, a parlare di unità, di speranze, di volontà comune e solidale, a fare finta che siamo un Paese normale? Con 4 o 5 (o di più?) regioni occupate militarmente dalle mafie? NON VI VERGOGNATE, PRESIDENTE MATTARELLA??? L’azione di contrasto non nasce dalle fumisterie che dice lei all’inizio… L’azione di contrasto comincia con carabinieri, polizia, guardia di finanza, e se possibile anche i pompieri, che pigli queste merde mafiose, gli sequestri anche i peli del culo, le butti in galera al 41 bis, E BUTTI LE CHIAVI!!! E senza dimenticarsi, naturalmente di tutti quei farabutti della “società civile” che con le mafie hanno convissuto come il paguro e l’attinia sostenendosi a vicenda. Vero ONOREVOLE Dell’Utri che fondò Forza Mafia con i meglio picciotti dell’isola? Vero, PRESIDENTE BERLUSCONI, che è imputato a Caltanissetta delle stragi mafiose del 1993? Purtroppo, ho già 63 anni… Creperò prima di avere visto la mia adorata Sicilia monda dalla lordura mafiosa, e questo è uno dei miei crucci più pesanti.

      Piace a 1 persona

    • @TRACIA

      Mi sono perso la puntata di Presa Diretta, mi hai fatto venire una gran voglia di vederla.

      Penso che la frase che hai citato dica tutto: “L’azione di contrasto comincia dal rifiuto di quel metodo che nega dignità alla persona, dal rifiuto della compromissione, della reticenza, dell’opportunismo“.

      Purtroppo la mafia ha compromesso tutto in questo Paese.

      E anche se molte mafie non sparano sono ugualmente dannosissime perché sono incivili, inique e generano sofferenza: la mafia dei sindacati, la mafia dei partiti, la mafia delle raccomandazioni e delle clientele, la mafia di un funzionario pubblico che sposta le pratiche del faldone per agevolare gli amici a danno di tutti gli altri, la mafia nell’assegnazione delle case popolari, la mafia delle concessioni statali regalate a quei prenditori che finanziano le fondazioni dei partiti, la mafia della mancanza di trasparenza, la mafia che non vuole digitalizzare la PA perché questo aumenterebbe la trasparenza, consentirebbe una quantificazione dell’operato di ciascuno e ridurrebbe la discrezionalità del funzionario pubblico che col cartaceo può celare qualsiasi manipolazione, la mafia degli evasori fiscali che scroccano servizi pubblici a danno della collettività, la mafia dei dipendenti pubblici che non fanno un cazzo e, ciononostante, vengono difesi dai sindacati che vogliono “valorizzare” il pubblico. La mafia dei sindaci che impongono limiti di velocità assurdamente bassi e subito dopo ci piazzano un autovelox per fare cassa, la mafia dei titolari degli stabilimenti balneari che gestiscono l’arenile come se fosse una loro proprietà….
      Tante, troppe mafie!

      Un Paese intriso di MAFIA.
      E quella che fa danni enormi alla collettività non è solo quella che spara.

      Io sono piccolo, non ho beni al sole e mi guadagno da vivere duramente, ma ritengo che i piccoli vadano bastonati.
      Perché i piccoli sono una moltitudine e ammorbano la vita di tutti i cittadini che si sforzano di rispettare le regole e si guadagno da vivere col sudore della propria fronte e non con la saliva della propria lingua.
      All’aumentare del TASSO DI MAFIA aumenta proporzionalmente la percentuali dei leccaculo.
      Perché se la mafia annichilisce il merito, le attitudini che devi sviluppare per campare diventano altre.
      I militanti di partito che giustificano sempre tutto, qualsiasi errore, qualsiasi incoerenza, non sono forse dei leccaculo?
      Sono totalmente prive di SENSO CIVICO tutte quelle persone che fingono di “non vedere” per non danneggiare agli occhi dell’opinione pubblica la propria squadra partitica.

      "Mi piace"

    • @ Tracia
      “… sia più esplicito Presidente Mattarella”.
      Beh, ora dobbiamo lasciarlo riposare e riprendersi dopo lo stress dovuto al superlavoro del
      perfettamente riuscito “sgarrettamento” di Giuseppe Conte.
      Il Ns PdR ha la sua età e non si può pretendere che nuoti nelle torbide acque della politica
      battendo sempre un impeccabile crowl: la maggior parte del tempo sta a galla senza fatica e
      senza farsi notare facendo il “morto”, elargendo ovvietà poco impegnative, stando ben attento
      a non pestare i piedi a quelli a cui i piedi non devono essere mai pestati.
      Mi esimo dal commentare il comunicato dell’ Unione Camere Penali: non è una novità che
      emerge solo oggi, ma quella gente, piuttosto che nelle Camere Penali, dovrebbe stare ai Bagni Penali.

      Piace a 1 persona

      • Allora diciamo stile di nuoto eseguito su un fianco ,con la testa fuor d’acqua, usando un braccio a modo di pagaia e muovendo le
        gambe a rana.

        "Mi piace"

  12. Gli integgggerrrrimi! Il solito paraculismo furbastro italiota! Quanto mi fanno schifo questi! 22 MAR 2021 08:40
    SAPETE DOV’ERA IERI ANDREA SCANZI A FARE LA SUA DIRETTA FACEBOOK, IN CUI HA DATO DEI POVERI IMBECILLI A TUTTI? ALL’HOTEL PALACE DI MERANO (OVVIAMENTE A CINQUE STELLE), DOVE L’OPINIONISTA PER MANCANZA DI OPINIONI VA OGNI ANNO A FARE LA SUA SETTIMANA DI “DETOX RIGOROSO”. IL CAREGIVER HA MOLLATO I GENITORI FRAGILI È SE N’È ANDATO IN UN’ALTRA REGIONE, NATURALMENTE PER MOTIVI DI SALUTE (COME NO)… – VIDEO

    https://www.dagospia.com/rubrica-29/cronache/caregiver-se-stesso-ndash-sapete-dov-39-era-ieri-andrea-scanzi-264546.htm

    "Mi piace"

    • Tu mo’ hai l’occasione storica di spiegare perché ti cacciarono a calci in Qlo DALL’ENEL.
      Ho avuto una zia che aveva lavorato per oltre tre decenni per società del gruppo ENI a San Donato milanese, cambiando il loro nome dopo la privatizzazione, Agip, Snam, Saipem.
      Sono proprio curioso di conoscere quale porcata dovevi aver commesso.
      E arrivando all’oggi, perché ti sei riciclata come troll per nome e conto del pregiudicato piduista Bisignani, attaccando quotidianamente Travaglio?
      Per campare sei ridotta a prostituirti arrivando a rischiare querele diffamatorie?
      Sinceramente?
      Mi fai compassione. E scarichi la tua frustrazione sull’obiettivo sbagliato.
      Il giudizio cambierebbe in senso opposto se te l’andassi a cercare di tua sponte.

      "Mi piace"

    • Ma guarda la Bruna che continua a combattere contro tutto e tutti. Bravissima! Continui così, fino allo sfinimento, se ne ha voglia. Almeno gli illustri opinionisti di questo blog avranno qualcos’altro da fare, oltre a darsi le pacche sulle spalle, dirsi quanto è superTravaglio, ruttare, e fare finta di saperla più lunga degli altri. Certo, le daranno della zoccola (strano che le illustrissime donne dell’illustrissimo blog non dicano una parola in sua difesa) e allo stesso tempo della maleducata. Ma il materiale umano è quello che è.
      Un abbraccio fortissimo.

      "Mi piace"

      • Federico c,
        Dov’eri quando i tuoi illustrissimi amici mi hanno dato della zoccola? È successo svariate volte senza che tu abbia alzato un sopracciglio. Ora vorresti fare il paladino della gazzella perché ce l’ha con Travaglio, col quale ogni giorno ti misuri il pipino sperando di vincere?
        Che tristezza!

        Piace a 2 people

      • @Federico C
        Oh, una parte sbagliata della barricata non te la perdi mai, tu, eh?
        Adesso le donne devono difendere TUTTE le donne in quanto tali, anche se sono delle emerite coglione?
        In compenso TU difendi sempre e solo quelli che, evidentemente, riconosci come tuoi sodali.
        Altro che cricca…
        Mi correggo: FECCIA.

        Piace a 2 people

  13. Giuseppe Conte
    20 h ·
    Le organizzazioni mafiose sono diventate una grande holding finanziaria che mobilita un volume di “malaffare” pari all’11% del nostro Pil. Parliamo di circa 220 miliardi di euro l’anno: più di quanto l’Europa ci mette a disposizione con il programma Next generation EU.

    Dobbiamo intensificare i nostri sforzi e moltiplicare il nostro impegno per contrastare la corruzione, per combattere le organizzazioni criminali.

    All’economia indebita, sommersa, riciclata dobbiamo rispondere con la tensione etica, rafforzando le nostre politiche sociali, gli investimenti nell’istruzione e le contromisure giuridiche.

    Ecco allora che le parole di Don Luigi Ciotti, in occasione di questa XXVI Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti di mafia, ci ricordano il “pericolo strisciante della normalizzazione”. La repressione giuridica non basta: perché sia incisiva “è necessario un grande impegno culturale, educativo, sociale”. È necessaria la partecipazione di tutti. Un percorso condiviso capace di costruire quel “pensiero nuovo, radicale, rigeneratore” che Don Ciotti ci indica con la fermezza di chi opera da anni, con grande concretezza, dalla parte giusta della barricata.

    Oltre a Don Ciotti e Conte, altre dichiarazioni anti mafia ?

    Piace a 1 persona

    • @Tracia
      Lottare contro la mafia è un dovere per tutti. Si potrebbe, tanto per fare un esempio, cominciare a trattare da ” appestati” quelli che comprano cocaina e pastiglie varie per lo ” sballo” del fine settimana, altro che giustificazione con ” dose per uso personale”.

      "Mi piace"

  14. Paola,
    quando il suo degno compare
    mi ripeteva “ZOCC0LA” ad ogni piè sospinto, lui taceva e approvava.
    E si è invece inalberato per averlo incluso nella “cricca” che sosteneva il ‘liberista di sinistra’ dei miei c… come se non fosse vero, poi.
    Ma pensa te che ora ci richiama al dovere in difesa della troll più troll della storia, perché forse… può darsi…chissà… che un giorno qualcuno (che magari non crede al suo nick che la vuole donna) possa osare apostrofarla ‘in tal guisa’.
    Roba da matti.
    Un vero paladino del genere femminile… 👏🏻👏🏻

    Piace a 1 persona

    • Comunque a lui della gazzella frega zero. La dipinge come un’eroina perché va contro corrente.
      Cioè sti pazzi vanno su un sito dove tutti la pensano diversamente su ogni cosa, ma si ritrovano qui perché hanno un unico elemento in comune, cioè MT. E pretenderebbero di essere quelli che ragionano, loro contro le masse acefale (semicit.). Infatti sia la gazzella che Federico c li hai mai visti sotto altri articoli? Se lo facessero vedrebbero che abbiamo opinioni diverse su tutto. Ma poi dovrebbero ammettere di essere dei poracci.
      In fin dei conti preferisco la gazzella che almeno c’ha una malattia grave e non lo sa. È meglio della banalità dell’invidia di chi lo subisce il caro Marco, sai no? Il tipo infelice alla Samsonite.

      Piace a 1 persona

  15. 22 MAR 2021 13:19
    “IN ITALIA SONO STATI FATTI ERRORI E SONO STATI NASCOSTI” – IL SETTIMANALE TEDESCO “DER SPIEGEL”: “PRIMA È ARRIVATO IL VIRUS, POI L’INSABBIAMENTO. CENTINAIA DI FAMIGLIE HANNO SPORTO DENUNCIA DOPO LA MORTE DEI PROPRI PARENTI. LE ACCUSE SONO PESANTI. IL PAESE È STATO SOPRAFFATTO PERCHÉ I PIANI DI CRISI ERANO DESUETI E INADEGUATI. L’EX PREMIER GIUSEPPE CONTE È STATO GIÀ SENTITO E DA MESI VENGONO FUORI NUOVE OMISSIONI. NON SI TRATTA PIÙ DI CASI SINGOLI, MA DI UN FALLIMENTO COMPLESSIVO E DI INSABBIAMENTO…”

    https://www.dagospia.com/rubrica-29/cronache/ldquo-italia-sono-stati-fatti-errori-sono-stati-nascosti-rdquo-264594.htm

    "Mi piace"

    • Settimanale scandalistico tedesco.
      Mi chiedo perché non vengano citate le regioni.
      Vuol dire che sono così ignoranti da non sapere che, in Italia, la sanità è una materia di competenza regionale.
      E comunque hai rotto il caxxo citando sempre e solo quella fogna di dagospia.
      È un sito spacciatore di balle e bufale.

      "Mi piace"

      • Mi chiedo perché mai subdolamente come è solito fare giornalisjmo Travaglio Fido Coniglio semmai quando si tratta di rsponsabilità negative e colpose si citano sempre le regioni tralasciando la Costituzione che attribuisce allo Stato in casi eccezionali come una pandemia la possibilità di accentrare allo stato il comando!

        "Mi piace"

  16. 22 MAR 2021 17:06
    MISTERY CONTE – COME MAI L’EX SCHIAVO DI CASALINO È SCOMPARSO NEL NULLA? DOPO AVERCI STORDITO DI APPARIZIONI, DIRETTE, DPCM A PRANZO E A CENA, È SPARITO DI COLPO. DA SETTIMANE NON RILASCIA INTERVISTE NÉ DICHIARAZIONI. NIENTE, NEMMENO UN’OSPITATA DALLA SUA MISTRESS, LILLI-BOTOX GRUBER – CHISSA’ PERCHÉ HA TANTA PAURA DI FAR USCIRE IL CAPINO CATRAMATO DAL CONO D’OMBRA. FORSE STA PER SUCCEDERE QUALCOSA NEI PROSSIMI GIORNI? AH, SAPERLO…

    https://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/mistery-conte-come-mai-rsquo-ex-schiavo-casalino-scomparso-264619.htm

    "Mi piace"

  17. 2A quanti riserverei ‘sto trattamento superato…

    2 MAR 2021 20:41
    “VABBEH, SCANZI, SEI UN CAZZARO DEFINITIVO COL TIMBRO DELLA CASSAZIONE A SEZIONI RIUNITE” – FACCI AL FIELE: “L’UNICA CURA PER IMPEDIRTI DI SPARARE OGNI CAZZATA CHE SCORRA NELLA TUA PARTE DESTRA DEL CERVELLO, BEH, SAREBBE UNA MARTELLATA SUL CRANIO: MA È UNA TERAPIA RITENUTA SUPERATA – QUANDO INSULTASTI I COLLEGHI CHE GIUDICAVI “ALLARMISTI” PER UNA “NORMALE INFLUENZA”? QUANDO URLASTI “MA QUALE PANDEMIA!… MI STANNO ANNULLANDO LE DATE TEATRALI!”. DOPODICHÉ, SDRAIATO A TAPPETO SOTTO CONTE, SEI PASSATO A ELOGIARE QUALSIASI LOCKDOWN. COMUNQUE BRAVO, BRAVO PIRLA”

    https://www.dagospia.com/rubrica-2/media_e_tv/ldquo-vabbeh-scanzi-sei-cazzaro-definitivo-col-timbro-cassazione-264631.htm

    "Mi piace"