M5S, per il tribunale di Cagliari il capo politico non esiste più

“Movimento privo di legale rappresentante”

(Adnkronos) – Il Movimento 5 Stelle in questo momento “è privo di un legale rappresentante”. Lo attesta il Tribunale civile di Cagliari, a seguito del ricorso presentato dalla consigliera regionale sarda Carla Cuccu, espulsa dal M5S. Un provvedimento che potrebbe avere ripercussioni anche sulla battaglia giudiziaria intentata dai senatori estromessi dal gruppo parlamentare 5 Stelle di Palazzo Madama per non aver votato la fiducia al governo Draghi, espulsione che si fonda sulla pretesa esistenza di un organo, il capo politico, che invece non è più ritenuto sussistente dal Tribunale di Cagliari.

Il provvedimento del Presidente del Tribunale di Cagliari – visionato dall’Adnkronos – mostra infatti un fianco scoperto del partito grillino. L’abolizione della carica di capo politico, non accompagnata dall’insediamento del nuovo organo collegiale, il Comitato direttivo, introdotto a seguito della modifica statutaria dello scorso 17 febbraio, ha comportato infatti la necessità, su richiesta degli avvocati di Cuccu (Patrizio Rovelli e Lorenzo Borrè), di procedere alla nomina di un curatore speciale del M5S ai sensi del primo comma dell’articolo 78 del codice di procedura civile, in conformità di un consolidato orientamento giurisprudenziale, “non potendo il M5S essere più rappresentato da un organo inesistente e mancando i componenti del nuovo organo, nel cui seno, con votazione a maggioranza, dovrebbe eleggersi il nuovo legale rappresentante”, spiegano i legali.

A brevissimo l’impugnazione giudiziaria passerà al secondo stadio con la costituzione in giudizio del Curatore e contemporaneamente, come prevede l’articolo 80 del codice di procedura civile, il pubblico ministero presso il Tribunale di Cagliari solleciterà i provvedimenti necessari per la costituzione della nuova rappresentanza e cioè l’elezione dei componenti del Comitato direttivo, votazioni che sembrano ancora in alto mare, anche per via del terremoto che ha colpito molti parlamentari del Movimento.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

3 replies

  1. Paradossale che il movimento politico che avrebbe dovuto fare della democrazia dal basso la sua vera forma, sia diventato più verticistico dei partiti che avrebbe dovuto combattere anche e soprattutto nei metodi. Era già tutto previsto per chi aveva gli occhi per vedere.
    Un peccato.
    Però l’esperimento si potrebbe riprovare.
    Serve Web e partecipazione disinteressata.
    Non serve altro.

    "Mi piace"

    • presto temo cambieranno anche la bandiera, passaggio cruciale per loro, verso l’indipendenza dai cittadini.

      Oramai i PADRONI sono loro. E i PADRONI vogliono essere mantenuti.

      Dalle spaccature ASSURDE e INSENSATE si è visto tutto lo schifo del genere umano, omuncoli che dicono di sacrificarsi per difendere gli altri, ma che nella realtà, pensano ESCLUSIVAMENTE a loro stessi. E tutto questo è aggravato dallo csenario apocalittico del virus letale, che tutto distrugge e tutto blocca, tranne loro, gli UNICI beneficiari dell’apocalisse. I nuovi PADRONI.

      "Mi piace"