Salvini, Borghi, Ciampolillo & C.: bestiario della crisi di governo

(di Andrea Scanzi – Il Fatto Quotidiano) – La crisi più idiota del mondo ha dato, tra lunedi e martedì, il peggio di sé. Ecco chi si è distinto particolarmente nel prestigioso “Gran Premio della Mestizia”.
Salvini Matteo. Attacca i senatori a vita, straparla di mercimonio, difende chi parla di defecazione. È terrorizzato all’idea di perdere anche questo treno e, per questo, sta puntando tutto sul suo gemello (non) diverso Renzi. Sempre peggio.
Ciampolillo Lello. Ex M5S. Free-vax, animalista, vegano, negazionista (no, non sul Covid: sul batterio della Xylella). Passerà alla storia come l’uomo che costrinse la Casellati Mazzanti Vien dal Mare a usare il Var per autorizzarne l’agognato (?) “sì”. Oltre ogni comica.
Nencini Riccardo. Arriva pure lui in ritardo e alla fine vota “sì”, forse conquistato da Giuseppe Conte che lo aveva appena definito (non senza generosità) “fine intellettuale”. Ondivago come quasi tutti i socialisti nostrani, meriterebbe però una statua equestre qualora costringesse Renzi a evaporare nel gruppo Misto. Daje Ricca’!
Cunial Sara. Basaglia ha fallito.
Martelli Carlo. Il simpaticissimo “Nosferatu in ciabatte” era irricevibile quando stava dentro i 5Stelle e lo è ancor di più adesso. Folgorato sulla via di Diego Fusaro, che è come dire innamorato di una mietibatti morta, ha forse un glorioso futuro politico come Scilipoti glabro.
Paragone Gianluigi. È stato un buon giornalista, è un pessimo politico. Gli siano lievi i complottisti a caso.
Giarrusso Mario Michele. Vi voglio troppo bene per farvi perdere tempo con uno così, dai.
Drago Tiziana. Ex M5S pure lei (bella selezione della classe dirigente, vero?), sorta di Binetti post-grillina, ha un’idea di famiglia al cui confronto Adinolfi è Andy Warhol. Nel centrodestra starebbe da Dio.
Bellanova Teresa. Il suo discorso al Senato è stato un parossismo cacofonico di astio livido, imbarazzo grammaticale, politica inacidita e sinistra vilipesa. Ha un passato nobile, dal quale però non ha imparato nulla. Anzi meno.
Meloni Giorgia. Sempre più urlatrice, in un video si è detta orgogliosa di essere ritenuta “pesciarola” da sinistra e 5Stelle. Pure lei assai incarognita coi senatori a vita, dovrebbe accettare il fatto che a destra gli unici intellettuali in vita sono Veneziani e Martufello. Ha ormai raggiunto un livello politico definitivamente salviniano. Cioè bassissimo. Brava Giorgia!
Tortora Gaia. Su Twitter, e già mette malinconia che ancora qualcuno usi quel social più decrepito del renzismo, ha cinguettato innamorata ieri sera: “Comunque la si pensi @matteorenzi l’ha giocata bene fin qui”. Pensa se Renzi se la fosse pure giocata male!
Borghi Claudio. Ha parlato di defecazioni, ma non l’ha fatto mica per maleducazione. No: è che conosce bene l’argomento.
Sgarbi Vittorio. Ricordiamolo da vivo.
De Angelis Alessandro. Con quel suo bel capino vagamente implume, gioca la parte che più ama: quella del finto neutrale che, tra le mutande, nasconde la bambolina voodoo di Conte martoriata da spilloni aguzzi. Gufa come neanche Bonolis col Milan, ma ovviamente perde anche questa battaglia. Lui è così: sbaglia sempre. E non impara mai.
Bechis Franco. Un Sallusti che non ce l’ha fatta.
Marcucci Andrea. Se ancora Conte non ha praticamente trovato mezzo “responsabile” tra Italia Viva, è verosimilmente colpa anche sua. Che non merita di riabbracciare Renzi.
Quagliariello Gaetano. La lunga citazione che gli ha dedicato Conte al Senato fa capire che il nostro futuro dipenderà da uno come Quagliariello. Auguri.
Renzi Matteo. Caricaturale, inascoltabile. Colpevole e fuori controllo, nonché responsabile primo di uno dei punti più bassi della storia della Repubblica. La politica al suo peggio. Ora e per sempre imperdonabile.

25 replies

  1. Godibile bestiario; allucinante se si pensa che non é parodia, caricatura, ma testimonianza fedele di qual é la situazione nel Bel Paese (che fu).
    Eppure, dal magma del peggio, qualche lampo di fulgida luce ancora si staglia nel cielo: la Segre che a 90 anni combatte con l’energia di una ragazza e siede pazientemente e compostamente aspettando il suo turno in quel bordello confusionario e cacofonico che era martedì il Senato é l’unico ricordo meritevole di perpetrarsi della slavina innescata dalla follia renziana.
    Su tutto il resto meglio il silenzio…

    Piace a 3 people

    • Io sottolineerei anche il comportamento imperturbabile, forse troppo e forse troppo educato, di Conte davanti alle valanghe di attacchi malevoli ed insultanti alla gestione del governo e sua. E addirittura incomprensibile che non abbia fatto riferimento alla incapacità gestionale sabotatrice delle regioni, specie quelle del nord a conduzione Lega, che hanno contribuito per più del 50% alla lugubre contabilità dei morti per COVID . Morti che in marzo 2020 furono orridamente evocati dal Bomba per riaprire tutto. Lo stesso Bomba che ora rinfaccia a Conte gli 80.000 morti. Una lezioncina di coerenza quel verme se la sarebbe meritata, ma il nostro PM non era in animo o forse si trattiene, ma sarebbe bello che finalmente canti a quel farabutto quattro frasi come lui sa fare

      Piace a 1 persona

  2. “guardacaso” il buon Scampi si dimentica Paragone, un suo collega che sriveva (o è già stato epurato come i tanti che non d’accordo con la linea attapetata a Conte del FATTO se ne sono andati ed erano le firme migliori restando solo la spazzatura di Scanp i & co…) che invece su Renzi si è espresso cosi’…Ah gli ricordo a Scampi che quando di pretende di voler fare la parte dell’integgggerrrrim non sta bene occupare con uno spaventoso suv da cafone due posti riservati agli invalidi….https://www.youtube.com/watch?v=Fr7JNobiUpw&list=ULQ-5spWwGTts&index=34

    "Mi piace"

    • Dai, non pensare a Scanzi.
      Studiamo piuttosto il saltimbanco cambiacavallo.

      https://it.m.wikipedia.org/wiki/Gianluigi_Paragone

      Passare da la Prealpina a Rete55.
      Poi direttore de la Padana mantenuta da finanziamenti pubblici.
      Vicedirettore e Direttore di Libero. Tenuto in piedi da finanziamenti pubblici.
      Conduttore e vicedirettore di Raidue, azienda pubblica a cui gli italiani versano il canone.
      Vicedirettore di Raiuno.
      Eletto col M5s per ingozzarsi i 15.000€ mensili.
      Fonda, col Qlo al Aldo, il suo partito no euro e no UE.

      E trova pure il tempo di fare propaganda su Infosannio.

      "Mi piace"

    • Perché chiamarlo Scampi? Considerato il grado inesistente di ironia e di qualsivoglia attinenza con la realtà, pensavo ad un refuso, invece no.. lo reitera pure, orgogliosa della propria creatività.
      Eh, no, Bru’…l’hai esaurita tutta con “Travaglio Fido Coniglio”.🙄
      Il tuo capolavoro resterà nei secoli ineguagliato.

      Piace a 1 persona

      • Non so, forse vorrebbe fare una cosa tipo alla Travaglio che dice Samsonite (ah, oltre a essere renziana ama pure Sansonetti, che si sappia), ma non le riesce il giochino non avendone afferrato il meccanismo.

        "Mi piace"

      • Vero, ho notato. Proprio non ne azzecca uno, di riferimento culturale.
        Dagospia, poi, completa il tutto, a coronamento di cotanto impegno.
        Gesù, era meglio se si affidava al manuale delle giovani marmotte, moooolto più serio e maturo, come modello educativo.

        "Mi piace"

  3. Alcune volte mi domando come verranno accolti nelle proprie dimore, questi meschini personaggi, dai famigliari che hanno letto questo veritiero editoriale.

    "Mi piace"

  4. “De Angelis Alessandro. Con quel suo bel capino vagamente implume, gioca la parte che più ama: quella del finto neutrale che, tra le mutande, nasconde la bambolina voodoo di Conte martoriata da spilloni aguzzi. ”

    Non per vantarmi, ma che ADA (cit.) fosse un nano malefico l’ho intuito da un bel pezzo.

    Piace a 1 persona

    • Ma te lo ricordi quando si infilava la testa di gomma di Berlusconi misto Renzi e ci parlava dentro tipo oracolo? Dov’era, da Formigli o da Santoro?
      Aveva tutto un angolo/rubrica suo.
      Bei tempi, eh, ADA?
      Ora si è scelto, delle due, la personalità, a suo parere, vincente…ma, non avendone una sua, non è arrivato a supporre che fossero perdenti entrambe.
      Vive in un mondo di complotti di cui lui solo ha la chiave, forse perché sta tutto nella sua testa, nel suo “capino implume” , mica tanto “capino”, vista la sproporzione col resto e il contenuto esorbitante di 💩e fango.

      Piace a 1 persona

  5. Veramente mi pare che Salvini abbia pure attaccato le grandi banche esaltando quelle piccole a suo dire importanti per i territori …nessuno che gli abbia ricordato la piccola banca fallita della lega..

    Piace a 1 persona

    • CHI SIETE? COSA PORTATE? DOVE ANDATE? UN FIORINO!……..(molliche di pollicino…cit., minuscolo compreso!) ……….Sei contenta che hai sostituito il water aziendale? So’ soddisfazioni! Occhio che lui adesso fa l’osservatore e ti tiene d’occhio. Adesso però vai a letto, che agli “anta” mica c’arrivi se ti stressi in questo modo: lo sai che a te ci tengo! Hai visto mai che abbia ragione adriano gregorio fanelli… hi…hi…hi…

      "Mi piace"

  6. caro Scalzi a vedere la gran parte dei commenti, Le chiedo val la pena sprecare tempo e fatica a scrivere l’articolo?

    "Mi piace"