I molossi dell’ignoranza

(Giuseppe Di Maio) – Ho sempre pensato che per un animo reazionario il momento più felice del ‘900 fu quando il generale Tejero sparò in Parlamento dicendo: ”Quieto todo el mundo!” Ma adesso siamo nel XXI secolo e possiamo solo migliorare. Finora il popolo s’era messo in testa le corna per girovagare nel pratone di Pontida, oggi se l’è messe per entrare nel Senato. Capitol Hill è stata presa d’assalto come nei migliori copioni delle rivoluzioni ottocentesche, e la democrazia americana che, solo trent’anni fa, sulle macerie del muro di Berlino, festeggiava la sua vittoria definitiva sul Comunismo, è scappata davanti al popolo elettore.

In fin dei conti ce l’aspettavamo, almeno io, con un misto di inquietudine e di compiacimento. Sì, volevo vedere come se la sarebbe cavata la democrazia dei plutocrati con un bugiardo compulsivo come Trump. Volevo vedere cosa facevano le istituzioni con un popolo che solo ieri ha imparato dove fosse la sede del Senato. In effetti, 4 morti, finora, sono un bilancio già disastroso che l’interesse privato sta facendo pagare alla democrazia. Ed è inutile che addebitino a Trump tutte le colpe, il problema è anche delle regole vecchie, è costituzionale, è di aver affidato molti passaggi istituzionali solo alla correttezza degli interpreti.

Anche da noi, nel nostro piccolo, ci sono state elezioni con strascichi contestatorî. Anche da noi il popolo è sceso in piazza per mostrare il proprio dissenso alle istituzioni. Ma da noi è ancora un’élite popolare a dissentire: perciò ordinatamente ha lanciato le monetine a Craxi, ha affollato il piazzale del Quirinale per accompagnare Berlusconi dimissionario, ha fatto a Roma il giro del centro all’indomani delle elezioni del 2013, e 5 anni dopo si è riunita al Colosseo contro un Mattarella che voleva mettere il naso tra i ministri del governo.

Ma l’America è diversa, l’America è avanti. Alla sua democrazia partecipa una minoranza dell’elettorato. E quando le tifoserie sono gremite (cioè come in queste presidenziali con affluenza inedita al 66%), richiamano dal non voto un elettorato incredibilmente scadente. Jake Angeli è certamente uno di questi, anche se potrebbe essere solo un prezzolato, un Filippo Roma con le corna, non lo sappiamo ancora. Comunque c’è stato qualcuno che ha esercitato tutta la sua dissacrazione nelle aule del potere: si sono pure fregati il leggio dello speaker. E’ un popolo escluso, quello che ha assalito Capitol Hill, un popolo disperato. E’ un popolo con cui non è possibile compiere la democrazia. E quando uno psicopatico ladro narciso ne conquista il vertice, non si trovano più antidoti per curarla.

L’esclusione che è a fondamento della disuguaglianza, rischia di compromettere il sistema democratico. E ben gli sta! La festa dell’elettorato reazionario raccolto dalle fake news di Trump, di Salvini e Meloni, di Bolsonaro etc, e di tutti coloro che partecipano senza alcuna regola alla formazione del pensiero unico, ha distrutto la democrazia. Monito per tutti per regolamentare al più presto la stampa e le balle da propinare alla gente. Trump ha scatenato i molossi dell’ignoranza e dell’emarginazione, e l’America non sa più come comprarseli. L’inutile voto tenuto in vita solo per il controllo sociale si è tramutato in tumulto. Ridono con me l’Asia, l’Africa e mezza America, ridono alla faccia dei padroni, alla faccia democrazia più antica del pianeta.

20 replies

  1. O da quando gli oligarchi americani praticano la democrazia?
    Al massimo utilizzano le masse elettorali comprate a suon di miliardi x pseudolegittimare il loro potere,
    Se questa è democrazia, allora povera democrazia.

    Piace a 2 people

    • Gli americani vengono venduti quotidianamente alla lobby che paga meglio i rappresentanti del popolo eletti.
      renzi e la confindustria beneficiaria del job’s act, Benetton, Riva, Agnelli, Berlusconi in proprio e per conto della criminalità, i libbbberali e la liberalizzazione degli orari di apertura delle attività commerciali,, Il capitone e la fascio coatta con gli integralisti religiosi americani e russi, i produttori di armi, ma potrei continuare.

      Piace a 1 persona

      • In effetti la “Democrazia” è sorta in Grecia… come conseguenza secondaria dell’introduzione della “dimostrazione” di qualunque affermazione… e pertanto della nascita del “Pensiero Scientifico”…le cui conquiste sono state precluse all’Umanità durante tutto un “Oscuro Medioevo”… derivato dalla diffusione di quel CANCRO DELLA MENTE chiamato… CRISTIANESIMO!

        "Mi piace"

      • Dove saremmo oggi se non avessimo sprecato mille anni a costruire cattedrali ad un dio inesistente, cancellando le opere contenenti le vette del pensiero greco per ricopiare delle preghiere!!!! (riferimento al “Palinsesto di Archimede”)

        "Mi piace"

      • Dove saremmo oggi se non avessimo sprecato mille anni a costruire cattedrali ad un dio inesistente, cancellando le opere contenenti le vette del pensiero greco per ricopiare delle preghiere!!!! (riferimento al “Palinsesto di Archimede)

        "Mi piace"

      • La banalità fatta persona, non si accorge che dire “un dio inesistente” è esprimere una verità sacrosanta, ma non come la vorrebbe ridurre il poveretto, cioè un puro nulla, infatti: “esistente”, da “ex-stare”, significa proprio “stare al di fuori” della propria “ragion sufficiente”, ossia quella “cosa” per cui «non accade mai niente senza che vi sia una ragione determinante [sufficiente], vale a dire qualcosa che possa servire a rendere ragione a priori del perché una data cosa è esistente […] nonostante che il più delle volte queste ragioni non ci siano note a sufficienza (Leibniz)»; o anche che «niente esiste senza una ragione sufficiente per cui esista invece di non esistere (Schopenhauer)».

        Dire quindi “inesistente” (“non-esistente”) è come dire “ESSERE” (non a caso è anche l’INFINITO del “VERBO” per eccellenza), cioè non essere più “al di fuori” della propria causa o principio, quali effetti transitori: Dio, infatti, non potrà mai esistere perché eminentemente “È” – non potendo assolutamente “ES-ISTERE” – “Causa sui” e di tutte le cose! “ESSERE”: verace e pertinentissimo sostantivo che descrive con più esattezza ciò di cui si tratta e di cui “DIO”, non ne è che un sinonimo alterato da connotazioni sentimentali, ma pur legittime, mutuate dal punto di vista religioso o exoterico.

        Ecco a quali sublimi vette speculative sono arrivati, dalla “…nascita del “Pensiero Scientifico”…le cui conquiste sono state precluse all’Umanità durante tutto un “Oscuro Medioevo”… derivato dalla diffusione di quel CANCRO DELLA MENTE chiamato… CRISTIANESIMO!” in poi, questi BARBARI PERSONAGGETTI alla MARK TWAIN, che si permettono anche il lusso di dire ai pochi rimasti con la testa sul collo, che sarebbero loro gli psicopatici fuori dalla realtà! Chissà poi “Dove saremmo oggi se non avessimo sprecato mille anni a costruire cattedrali …, cancellando le opere contenenti le vette del pensiero greco per ricopiare delle preghiere!!!!”, sì, chissà proprio dove saremmo… La tristezza comica di questi scienziatini, di cui il Nostro tesse instancabilmente le lodi, sentendosi parte integrante, che hanno pure la pretesa di credere di aver espanso come mai prima i confini dello scibile, mentre in realtà, senza nemmeno rendersi conto, occupati come sono a baloccarsi con giochetti da deficienti, si sono rinchiusi in gabbia come dei topi laboratorio, questa comica tristezza, dicevo, almeno per me, è diventata insopportabile.
        Non è fantastico vedere questi “esserini”, sacrificanti sull’altare del Progresso, il Principio di Ragion Sufficiente (e di cosa mai si potrebbe ancora discutere con siffatta genia, dopo un azzardo simile?), che brigano a contare i peli del culo degli “atomi” (altro aspetto contraddittorio su cui si è basata tutta la pantomima scientifica moderna…), ostinarsi, entusiasti ed inconsapevoli, nella via infera della loro imminentissima fine?

        "Mi piace"

  2. “Volevo vedere cosa facevano le istituzioni con un popolo che solo ieri ha imparato dove fosse la sede del Senato.”
    Perfetto.
    Perché è l’ignoranza che fa il populismo. E il populismo si nutre di ignoranza e si propaga grazie ad essa.

    Piace a 1 persona

  3. Di Maio dovrebbe anche esprimersi chiaramente su quei focolai di irrazionalità che in pancia al Movimento hanno a lungo covato, inseguendo tesi fantasiose sotto le quali covano le braci del complottismo: scie chimiche, no-vax, virgulti di sovranismo anti-euro e deliri vari su Soros, Bildemberg ecc.

    "Mi piace"

    • @Marco Marangone
      Wow! Complimenti per l’exploit atletico: un triplo salto carpiato all’indietro con doppio avvitamento.
      Klaus DiBiasi sarebbe diventato verde per l’invidia.
      Ma sei proprio sicuro che nella piscina in cui ti sei tuffato ci fosse l’acqua?
      A giudicare da come ti sei spappolato la cervice direi proprio di no!

      "Mi piace"

    • «scie chimiche, no-vax, virgulti di sovranismo anti-euro e deliri vari su Soros, Bildemberg ecc»

      Tutte str…ate che nessun del M5S né Grillo ha mai “inseguito”.
      Però se tu leggi libero-ilgiornale-lastampa-iltempo-repubblica-corriere e latre cagate…

      Piace a 2 people

  4. senta, G. di Maio, visto che s’accalora per fatti che non dovrebbero interessarle
    se non per aneddotica.
    a Kiev, i vostri democratici, ne hanno ammazzati un centinaio
    tra antisommossa e manifestanti.
    e quanti in Cile?
    e stanno ancora sminando, notizia di questi giorni, il Laos dalle vostre bombe a grappolo
    che stranamente erano destinate al Vietnam ma sono finite li…
    perlomeno il bugiardo compulsivo ne ha combinate relativamente poche
    e saranno pule folkloristici i manifestanti al Campidoglio, ma dubito che lo fossero
    meno quelli alla Bastiglia, e dite che loro sono la culla della democrazia.
    ho l’impressione che in fondo lei con il Caudillo sarebbe stato un
    franchista in trincea.

    "Mi piace"

  5. DUE BOTTIGLIE UGUALI CON DIVERSA ETICHETTA- Viviana Vivarelli.

    Negli Stati uniti non c’è mai stata molta differenza tra democratici e repubblicani, nessuno dei due ha chiuso nessuna guerra, nessuno ha fatto scuole pubbliche migliori e università gratuite, nessuno ha reso il voto un dovere e non un diritto, nessuno ha eliminato la miseria, nessuno ha dato una sanità pubblica gratuita ai poveri, nessuno ha limitato l’abuso delle armi e ha reso la società meno violenta, nessuno ha rispettato la libertà degli altri popoli o ha rispettato la parità dei propri cittadini di colore. Siamo noi italiani che ci facciamo delle pippe. Per il resto del mondo non è cambiato niente quando governavano i repubblicani da quando governavano i democratici. Le multinazionali fanno regali cospiscui in denaro identici ad entrambi. Negli Stati uniti non succederà mai che un sindacalista o un uomo comune diventino Presidente della Repubblica. Domineranno sempre i ricchi e calpesteranno sempre i poveri. Democratici e repubblicani sono come due bottiglie con etichette diverse che contengono le stesso liquore adulterato. I cloni del partiti italiani credono di fare il tifo per questo o per quello solo per attaccare qualcuno di casa nostra, ma se prendessimo una delle leggi americane rispettate da democratici come da repubblicani, per esempio quella per cui un evasore fiscale va in galera, se ne ritrarrebbero inorriditi.

    Piace a 3 people

  6. “Monito per tutti per regolamentare al più presto la stampa”
    Eccolo il vero problema, è di vitale importanza un’informazione SANA, priva di pregiudizi e NON ammanicata con la feccia.

    Piace a 1 persona

    • Bertinotti da sindacalista è stato eletto presidente del parlamento con quali risultati??? A me sembra che debba condividere il podio per lo schifo insieme alla Pivetti. Fare analisi serie occorre conoscere e ragionare. Dall’unità d’Italia siamo arrivati sino ad oggi con una marea di problemi irrisolti ed oggi la fanno da padrone populismo becero e speculazioni senza scrupoli di personaggi che emergono per la loro furbizia ed assoluta immoralità; i padroni sono loro e la feccia che si aggrega sempre più numerosa.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...