Sala di attesa

(di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Anche oggi tutti si concentreranno sul numero dei nuovi positivi di ieri: 25mila su 200mila tamponi, contro i 22mila su 174mila di martedì (i morti sono in lieve calo, ma si riferiscono a casi di due settimane fa). Pochi segnaleranno che, almeno per un giorno, il rapporto positivi-tamponi rimane stabile (12,5%: se sia un fatto statistico passeggero o il primo timido frutto delle nuove misure del 13 ottobre e della paura crescente, è presto per dirlo). E pochi noteranno che 200mila tamponi in un solo giorno sono una bella smentita al mantra “Da marzo non si è fatto nulla” (a marzo i tamponi erano 20mila al giorno: un decimo di oggi). Ma c’è un altro dato che disturba chi non parla mai dagli unici responsabili della (dis)organizzazione sanitaria: le Regioni. La seconda ondata, diversamente dalla prima, investe tutto il territorio nazionale. Ma corre a velocità molto diverse da zona a zona. Prendiamo gli ultimi tre giorni. In alcune Regioni i nuovi casi giornalieri sono simili o in calo: Emilia-Romagna 1146 lunedì, 1413 martedì, 1212 ieri; Toscana 2.171, 1823, 1708; Lazio 1698, 1993, 1963; Campania 1981, 2761, 2427. In altre aumentano fino a quasi raddoppiare, ma non in una settimana come avveniva finora, bensì in tre soli giorni: Veneto 1129, 1526, 2143; Piemonte 1625, 2458, 2827; Liguria 419, 1127, 926. Poi c’è la Lombardia, sempre più fuori concorso e controllo: 3570, 5035, 7558 (rapporto positivi-tamponi 18,2%). Cioè i casi lombardi di ieri sono più del doppio di lunedì e 2700 (un terzo) si registrano a Milano.

Ricordate le polemiche, gli scaricabarile, le indagini sulla mancata zona rossa ad Alzano e Nembro? Ora i dati di Milano e mezza Lombardia (la meno toccata dalla prima ondata: Milanese, Brianza e Varesotto) sono infinitamente più gravi e allarmanti di quelli della Val Seriana a fine marzo per infetti, contatti non tracciati, morti, ospedali saturi. Che si aspetta a cinturare per qualche settimana questi territori e quelli di Napoli e di metà Campania e Piemonte, che da soli fanno 13mila contagi, cioè più della metà del totale nazionale? Mentre Fontana e De Luca dicono, disdicono e contraddicono, i sindaci Sala e De Magistris scrivono a Speranza per sapere se la proposta del suo consulente prof. Ricciardi su lockdown mirati sia a titolo personale o rifletta anche il suo pensiero. Ma il pensiero dei due sindaci, di grazia, qual è? Che aspettano a chiedere le zone rosse per difendere i propri concittadini e i propri ospedali dal Covid e il resto d’Italia da un lockdown generale? Sala se la prende comoda: “Abbiamo 10-15 giorni per decidere”. Chiederà di chiudere Milano quando sarà già chiusa tutta l’Italia.

16 replies

  1. Visto che, succeda quel che succeda, è sempre colpa del governo in questo paese dove 1.000.000 di parassiti vivono di `politica ed il colpevole di tutto è uno che in politica è entrato quasi per caso (ed è odiato dai policanti di professione perchè fa molto meglio di quanto han fatto loro in circostanze molto più tranquille), perchè Conte non si decide a commissariare regioni e comuni che sfogliano le margherite tanto c’è il materasso Conte dietro cui nascondere le loro vergognose ignavie? E perchè Conte non si decide a dire tutta la verità agli Italiani, specialmente su chi rema contro all’opposizione ma anche nella maggioranza? Come fece quella sera in cui nominò espressamente Cazzaro e Pesciola come responsabili del clima negativo nel paese, con sconcerto del servo della destra Merdana? Almeno, se lo devono insultare, che sia per un motivo concreto, non per generiche accuse di “non aver fatto niente”

    Piace a 6 people

    • Si lamentano poi che i soldi del “ristoro” son pochi o arrivan tardi, ma vi pensate quanti soldi ci sarebbero a disposizione se a chiederli all’Europo ci fosse andato Salvini, assieme alla Meloni e anche con Berlusconi. Quelli che han ricevuto anche poco, non si sentono un brivido giù per la schiena?Eppure hanno il coraggio di ostacolare continuamente Conte e qualsiasi cosa dica o faccia, ovviamente intendo i tre nominati.

      Piace a 4 people

      • Chiedono soldi chi non ha mai pagato le tasse.Il ristoro è in base a quanto si è dichiarato l’anno precedente.Molti si lamentano ma non hanno mai.è chiarato il vero

        Piace a 4 people

      • Pare che domenica sera fossero tutti sul sito dell’agenzia delle entrate ad aprire partite iva. Ma ahimé riceverà il contributo chi aveva partita iva al 25 Ottobre. Secondo me perfino troppo buoni. Dovevano avere partita iva per ricevere il contributo al 25 Febbraio.

        Piace a 3 people

  2. Si dice che i numeri sono di pietra per dire che non sono discutibili. Evidentemente per questo sono indigesti.Questi dati stanno mettendo in seria difficoltà parecchi falsi eroi.

    Piace a 1 persona

    • @cesaregoffredogranese
      Chi è tifoso e non sportivo anche se sa benissimo che la sua è una squadra di brocchi che hanno pure il vizietto
      di vendersi le partite, addebita sempre all’arbitro la colpa di una sconfitta per 27 a 0.

      "Mi piace"

  3. Un giorno qualcuno farà un bilancio storico e, fra gli innumerevoli meriti di Conte, non potrà non riconoscergli di aver avuto a che fare con una delle peggiori opposizioni del mondo: gente che dice che non si è fatto nulla fra prima e seconda ondata quando, mentre Salvini e soci affollavano e infettavano piazze estive, la possibilità di fare tamponi era potenziata; gente che, come Gelmini (che da ministra devastò scuola, università e ricerca), osa criticare la Azzolina; gente che, come Meloni, definiva “scomposto” (con il consenso di Merdana) il fatto che Conte l’avesse accusata di dire menzogne (la considerata diceva che era stato firmato nottetempo un accordo sul Mes, che mesi e mesi dopo è ancora in discussione), dopo aver vomitato per giorni accuse violente e insensate. Se Conte ha successo in Europa, non sarà anche perché all’estero queste boiate nessuno se le fila? e (dirò di più) perché in Europa nessuna rassegna stampa citerà Giornale, Libero, Verità, e nessuno sa chi è Mentana?
    Ma ora Conte dovrebbe davvero (come dicono quelli bravi) “coinvolgere maggiormente il Parlamento”. In primo luogo è doveroso, in secondo luogo è bene che si sappia quali sono i contributi che certi predicatori sono davvero in grado di arrecare.

    Piace a 2 people

  4. Aia Travaglio che caduta di stile, guarda caso le regioni in cui i numeri calano sono di “sinistra” e quelle in cui crescono di “destra”, come dare cifre alla carlona in un inutile cliché

    "Mi piace"

    • Caduta di stile dare cifre reali? Pensa che io non avevo neanche notato l'”appartenenza” politica delle varie regioni.
      Mamma mia… a voi di destra non sfugge mai, vedo..
      Proprio TIFOSI e basta.

      Piace a 4 people

  5. Mi era sembrato di averlo capito… ma dai vostri commenti ho avuto la conferma che stanno applicando il “metodo Bersani” , quello che ha spiegato in TV da Floris, sottolineando che non osava proporlo, ma intanto… annunciandolo urbi et orbi… Eh eh…🦊
    Calcolare il ristoro sulla base del dichiarato.
    GENIO.
    Ora che si lamentino i chiagne&fott!
    Lo faranno, lo so, perché… ricordate il famoso titolo di “Cuore”?
    “HANNO LA FACCIA COME IL CULO”

    Piace a 2 people

  6. Paololabile l’andamento dei contagi infatti dipende da quello per cui simpatizza Travaglio.Haahhaaahahaha oia la pancia proprio col cevello legato.

    "Mi piace"

  7. Che “il rapporto positivi-tamponi rimane stabile” ha un significato scarso. Non nullo, ma scarso. Perché? Perché è anche legato al modo in cui è scelto il campione: se si seleziona il campione con la regola «chi ha sintomi e chi è entrato in contatto con dei positivi» ovviamente il rapporto positivi-tamponi dopo un po’ raggiungerà un valore di equilibrio che non dipende direttamente dalla percentuale di positivi sulla popolazione, ovvero la diffusione del contagio, ma dalla percentuale di positivi in qualche misura esposti al contagio e questa dipende più dalle caratteristiche intrinseche del virus che dalla situazione nel paese.
    Al contrario sarebbe molto più significativo se il campione fosse scelto completamente a caso, in questo modo avremmo la stima della percentuale dei cittadini contagiati. I risultati potrebbe essere analizzati per fascia d’età e per distribuzione geografica. Ovviamente questa strategia richiederebbe mezzi economici e sanitari enormemente grandi rispetto ai nostri e la collaborazione attiva della popolazione. Solo la Cina se l’è potuta permettere, anche perché non ha bisogno della collaborazione attiva della popolazione.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.