Il Papa, sì a una legge sulle unioni civili per le coppie gay

(Nicola Graziani – agi.it) – “Gli omosessuali hanno diritto ad essere parte della famiglia. Sono figli di Dio e hanno il diritto ad una famiglia. Nessuno dovrebbe essere respinto, o emarginato a causa di questo. Quello che dobbiamo fare è una legge per le unioni civili. In questo modo sono garantiti”. Lo avrebbe detto, secondo la Catholic News Agency, Papa Francesco intervistato in un documentario.

Le affermazioni sarebbero state fatte in una intervista registrata per il documentario “Francesco”, presentato oggi alla Festa del Cinema di Roma.

L’autore, Evgeny Afineevsky, dovrebbe essere addirittura premiato domani in Vaticano con il Kineo Movie for Humanity Award, assegnato “a chi promuove temi sociali e umanitari”. La cerimonia è prevista per domani 22 ottobre, alle ore 11 presso i Giardini Vaticani (Palazzina Leone XIII).

“La posizione del Papa è di rottura rispetto alla linea vaticana”, scrive la Catholic News Agency, “ed anche al magistero dei suoi predecessori”. Le sue asserzioni “sono state rese nella parte del documentario dedicata alla cura pastorale per quanti sono definiti Lgbt”.

In “Francesco” si parla di una coppia omosessuale che il Papa avrebbe incoraggiato nel portare i figli in parrocchia, cosa che secondo il racconto di uno dei due uomini sarebbe stata di grande beneficio per i ragazzi.

Nel 2010, quando era arcivescovo di Buenos Aires, Bergoglio si oppose con forza alla legalizzazione dei matrimoni omosessuali.

Categorie:Cronaca, Interno, Vaticano

Tagged as: , ,

1 reply

  1. UN APPLAUSO A PAPA FRANCESCO CHE HA RITIRATO UNO DEI MASSIMI ERRORI DELLA CHIESA: LA CONDANNA DEGLI OMOSESSUALI- Viviana Vivarelli.

    Nell’Atene classica l’omosessualità non era solo praticata ma prescritta. Un adolescente doveva trovarsi un amico di letto più anziano che avrebbe preso favori sessuali da lui e gli avrebbe insegnato ad essere buon cittadino introducendolo alla vita politica. Un tutor insomma.
    Socrate ebbe molti amanti a partire dai suoi maestri (Critone, Damone, Archelao) fino ai suoi discepoli (fra cui il celebre Alcibiade).
    Il mondo romano era piuttosto confuso e accettava ogni costume sessuale come accettava ogni credo religioso, almeno fino all’rrivo dei cristiani perché furono visto come sovvertitori politici. Nel mondo antico sono frequenti i casi di grandi omosessuali come Alessandro Magno che non disdegnava le donne, mentre tra i grandi eroi celebre è l’amore di Achile per Patrcolo.
    La condanna assoluta dell’omosessualità è una caratteristica delle religioni del Libro (la Bibbia): ebraismo, islamismo e cattolicesimo.
    Ancor oggi la parte più reazionaria e vecchia della Chiesa rifiuta l’omosessualità come una perversione psichiatrica, magari mentre pratica la pedofilia che ha caratteri ben diversi di violenza e sopraffazione del più debole e indifeso. L’omofobia in genere si coniuga con la misoginia, odio alle donne e intenzione di discriminarle.
    È indubbio che molte posizioni di Papa Francesco sono più illuminate e moderne di quelle del suo clero ed è proprio per questo che esiste una congiura per scalzarlo dal soglio pontificio, che parte da movimenti di fanatici statunitensi e da magnati come l’ex banchiere Steve Bannon che finanziano la destra europea e spinge fascisti come Salvini e la Meloni a strumentalizzare simboli religiosi e ad attuare una lotta contro gay, donne, islamici e neri, Insomma un cattolicesimo perverso alla Ku Klux Klan.
    Del resto la politica si è sempre mescolata alla famiglia e del sesso, perché chi domina le regole della sessualità domina l’essere umano. Per questo Salvini mise la protezione del Viminale suil famigerato Convegno di Verona che riunì il peggio dei reazionari di dx europei. Il cosiddetto ‘Congresso delle famiglie’,condannato da Papa Francesco. Attaccava gli islamici, i migranti, i gay, le donne che lavorano, la legge sull’aborto, i consultori. Auspicava il ritorno delle donne alla procreazione e alla loro funzione primaria d ‘incubatrici’ (Aristotele). È in conseguenza di questo atteggiamento fanatico e medievale che i governatori leghisti chiudono i consultori e che nel Parlamento europeo la Lega si è opposta alla parità di stipendio tra uomini e donne.
    Chi nella Chiesa vuole perpetrare la condanna ai gay si appella alla Bibbia, in particolare San Paolo: 1 Corinzi 6:9 Romani 1:26,27: 1 Timoteo 1:10. Ma bisogna essere pazzi per dare una interpretazione letterale a una Bibbia che comanda la strage, ordina l’omicidio anche per comportamente lievemente trasgressivi, penalizza le donne come esseri inferiori ecc. Sulla Bibbia si basava anche Hitler. Per cui è folle attaccarsi a testi scritto come minimo 2000 anni fa per giustificare condanne che sono il contrario esatto di un Vangelo d’amore è criminale.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.