Italia Viva spinge per il rimpasto

(Gabriella Cerami – huffingtonpost.it) – La chiamano verifica di governo o chiarimento, in realtà la vicenda va letta come “voglia di rimpasto”. L’occasione è data dall’esame di una proposta di legge. Quella sul voto ai 18 anni per il Senato. Ma è solo il pretesto per far saltare i nervi nella maggioranza e provare a raggiungere l’obiettivo: rivedere la squadra di governo. Italia Viva lancia l’ennesimo segnale a Nicola Zingaretti e a Luigi Di Maio. Minaccia di non votare il provvedimento e poi chiede e ne ottiene, inevitabilmente, il rinvio. Si tratta di un trucchetto parlamentare che ha sullo sfondo Matteo Renzi, il quale vorrebbe che il segretario del Pd entrasse nell’esecutivo così da dare il via a un rimpasto strutturato che dovrebbe coinvolgere anche l’ex vicepremier grillino. Adesso il pressing si fa più insistente ed è fatto di mine sulla strada dei voti in Aula e di sgambetti. Le riunioni interne al partito e i contatti con il Pd e il Movimento 5 Stelle si intensificano.

“Il testo va esaminato nell’ambito di una riforma complessiva, serve un momento di riflessione”, dice la capogruppo di Italia Viva Maria Elena Boschi durante l’incontro gli altri capigruppo per decidere l’agenda della Camera. Ma la riflessione chiesta da Italia Viva va ben oltre il testo in sé.

La maggioranza si mobilita. Il capogruppo dem alla Camera Graziano Delrio convoca subito una riunione con i deputati. Fa la voce grossa: “Ci auguriamo un chiarimento ai massimi livelli promosso dal presidente del Consiglio”. E poi ancora: “Vogliamo la garanzia e vogliamo che la dia un vertice con Conte, perché i patti siano rispettati. Non si scherza sulla Costituzione e sul patto fondativo della coalizione, ne va della nostra credibilità”. Interviene anche il vicesegretario Andrea Orlando: “Questo costituisce un fatto politico di cui si deve far carico tutta la maggioranza a partire da chi la guida, che deve provocare l’occasione di un momento di chiarimento perché ciò che è avvenuto oggi non si ripeta”.

A questo tipo di chiarimento voleva arrivare Italia Viva. Tanto che nel Movimento 5 Stelle, in questo caos di dichiarazioni, c’è chi sospetta che i due partiti stiano giocando insieme. Poco dopo ecco il capogruppo renziano al Senato Davide Faraone: “Ci associamo alle parole di Delrio e Orlando. Serve un chiarimento politico con Conte. Noi ci siamo”.

I grillini sono sospettosi. Lo dice chiaramente il vice capogruppo alla Camera Riccardo Ricciardi: “Non possiamo accettare che, il tema del voto al Senato ai 18enni, venga usato come mezzo di ricatto politico sulle spalle delle giovani generazioni”. Ora la palla passa a Conte che non può fare a meno di convocare i leader del partiti e i capi delegazione.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

6 replies

  1. Seguendo il consiglio di M.E.Boschi ho riflettuto bene: qualunque cosa venga dai due personaggi ( lei e Matteo Renzi) che hanno dichiarato solennemente ( e nessuno glielo aveva chiesto) ” abbandoneremo la politica se sconfitti al referendum” è una falsità. In quanto tale va posta ” ner secchio daa monnezza”.

    Piace a 2 people

  2. Ma Renzi il rottamatore, non ha già L età’ per essere a sua volta rottamato dai trentenni? O valeva solo per gli altri? Mi gioco le …orecchie che sarà in politica fino agli ottanta anni.

    "Mi piace"

    • Approfitta di qualsiasi spiraglio per infilarsi.
      Che cosa vuole adesso? Il ministero di Di Maio per la Boschi, magari?
      È un ricattatore seriale.
      Che essere immondo, che schifo. 🤮

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.