Non ti fidar

(di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – “È stato surreale. Mi sentivo un amico del Papa e poi, parlando, mi dice che non si fida più di me perché ha visto le accuse di appropriazione indebita dei magistrati vaticani. Ma io non ho commesso crimini né ricevuto comunicazioni giudiziarie”. Così il cardinale Angelo Becciu, prefetto della Congregazione dei Santi, racconta il burrascoso colloquio con papa Francesco, che l’ha dimissionato e sporporato. E pare più un politico italiano che un prelato vaticano. Noi non sappiamo se le accuse siano fondate o meno: si parla di 100 mila euro dirottati dall’obolo di San Pietro verso una coop di suo fratello legata alla Caritas di Ozieri (Sassari). Becciu sostiene che erano opere di carità e non si pose il problema del suo conflitto di interessi. Ma il Papa non ha atteso neppure che venisse indagato, perchè un conto è la questione penale, che dipende dalla sussistenza dei reati, e un altro la questione morale, che dipende dalla correttezza dei comportamenti: si possono commettere reati senza essere immorali e si può essere immorali senza commettere reati. Francesco non è un giustizialista: semplicemente è nato lontano dall’Italia. E ha cacciato Becciu perchè “non si fida più”.

I nostri politici continuano a fingere di non capirlo: infatti non si dimettono nè dimissionano nessuno neppure per gli scandali peggiori, con la scusa che “non c’è l’avviso di garanzia”, o “c’è solo un avviso di garanzia”, o “c’è solo una condanna di primo grado”, o “aspettiamo la Cassazione”. Oppure esagerano dall’altra parte, come il M5S che esclude la Appendino dal futuro vertice per la condanna a 6 mesi in primo grado per aver omesso nel bilancio comunale un vecchio debito oggetto di transazione: un presunto errore che non farebbe di lei un’immorale neppure se confermato in Cassazione. Il guaio è che qui non si guardano mai i fatti accertati per valutare – a prescindere dall’esito giudiziario – se siano compatibili o meno con “disciplina e onore” e col rapporto fiduciario che deve regnare tra eletto ed elettori, tra sottoposto e capo. Venti mesi fa ci volle un premier alieno come Conte per spiegare a Salvini che il suo sottosegretario Siri, per il suo patteggiamento per bancarotta e sottrazione di beni al fisco nonché per i suoi rapporti con gente in odor di mafia (da cui per giunta era accusato di aver accettato promesse di tangenti), doveva lasciare. E, siccome Siri resisteva, gli revocò la nomina per il “venir meno del rapporto fiduciario”. Attilio Fontana, con tutto quel che è emerso su camici in famiglia, conti svizzeri e milioni all’estero, deve ringraziare di essere il presidente della Lombardia e non un ministro del Papa. Altrimenti sarebbe già uscito dal Vaticano a calci, in mutande verdi, strisciando.

12 replies

  1. A leggere(e chi la legge)la rivista comica la verità sembrerebbe che sia il Papa che ha fallito.Ecco cosi si spiegano perché in italia se non sei ladro se non
    Favorisci i ladri se non sei corrotto e corruttore leccaaculio non sei nessuno non sei un cazzo

    Piace a 4 people

  2. Ormai la giustizia è morta in Italia.Rubano tutti e nessuno fa nulla.Anche i 5 stelle,così precisino con Appendino,lasciano correre malefatte degli altri.Siri è ancora nostro stipendiato e sta in Parlamento..Perché non si costituisce un tribunale apposito che indaghi su i patrimoni acquisiti da chi fa politica.Si inizia dalla dichiarazione di quando erano semplici cittadini e so vede cosa hanno dopp tre quattro anni.Si deve controllare pure patrimoni di mogli figli e parenti.Belsito è proprietario di un antico bar a Genova(non so se ancora)che lo comprò a nome della anziana madre per svariati milioni.Chi ha indagato lo sa?

    Piace a 1 persona

    • @ lia67

      Si, sarebbe molto utile una indagine sui patrimoni.
      E se non sei d’accordo perché senti violentata la tua privacy, astieniti dal fare il politico, non te lo ordina il dottore.
      Siamo in 60 milioni, c’è qualcuno che seriamente pensa all’impossibilità di trovare una classe politica di qualche migliaio di persone disposte a rinunciare alla propria privacy per ragioni di etica e trasparenza?

      Ancora più importante secondo me è la trasparenza nelle donazioni, che oramai sono mazzette camuffate.
      Se questo sistema delle fondazioni “delli mejo mortacci vostra” fosse stato in vigore ai tempi di tangentopoli, a Craxi non avrebbero tirato le monetine all’hotel Raphael, non si sarebbe dato alla macchia, sarebbe rimasto in parlamento a pontificare fino alla sua morte.
      Perché non avrebbe ricevuto valigette di denaro in ufficio, gli sarebbe bastato un bonifico.

      Alle donazioni andrebbe posto un limite massimo di 1000 €.
      In questo modo nessun finanziatore è così importante da condizionare, per i propri interessi, la politica di partiti e movimenti.
      E chi vince, come democrazia imporrebbe, è chi ha più cittadini desiderosi di sacrificarsi per il bene comune dalla propria parte, non pochi prenditori con le tasche gonfie per l’acquisizione di appalti pubblici con metodo clientelare.
      Io obbligherei anche alla trasparenza dei donatori ma se l’importo è basso l’esigenza di trasparenza viene meno.

      Piace a 2 people

      • Fondazioni, riconducibili a partiti o a singoli politici, altro non sono che cosche create e rese legali dagli stessi
        che, ipocritamente, dicono di voler combattere le mafie… sì… quelle degli altri!
        Se metti limiti e trasparenza alle donazioni (che non siano vanificatili o aggirabili!) hai di fatto reso del tutto inutili
        le Fondazioni che finiranno per seccare sui loro rami come i fichi a Settembre.
        A meno che non salti fuori un governo abbastanza coraggioso e forte da vietarle per decreto.
        Sarebbe un colpo mortale alla corruzione.

        Piace a 1 persona

      • @ pieroiula

        Concordo e aggiungo che il M5S potrebbe trovare in ciò che hai scritto l’argomento di una fantastica battaglia politica.
        E’ facile farlo capire alle persone, quindi la propagande partitica e clientelare sarebbe inefficace, come lo è stata la propaganda a favore del NO al referendum.
        Non sarebbe solo giusto ma anche conveniente elettoralmente.
        Ma sei sicuro che nel M5S ci sia questa volontà?

        "Mi piace"

    • @lia67,
      il mov aveva promesso pure il “politometro”!!!
      ma pare che pure di questo, come di molte altre promesse fatte in campagna elettorale, sia andato affanc….!!!

      "Mi piace"

  3. Ma anche in Vaticano ci sono i manigoldi di serie A e quelli di serie B, il cardinale Bertone commise abusi forse anche più ripugnanti ma , sia pur privato di incarichi prestigiosi, continua a dominare la plebe romana dal suo superattico pagato dai fedeli

    "Mi piace"

    • Infatti anche il Vaticano ha colpe enormi per come l’Italia è messa.I preti fanno quello che vogliono,Francesco non fa abbastanza e noi Pantaloni li foraggiamo. Purtroppo in Italia tutto va al contrario.Pensate che i film che fanno,per il 90% li produciamo noi Italiani con aiuti e lo sgravio della ritenuta fiscale.Infatti gli attori e registi sono sempre quelli.I giornali,la maggior parte,li finanziamo noi e i giornalisti hanno stipendi d’oro e anche gli attori e registi mi sembra che non vivano male.Poi ci siamo noi pensionati che dobbiamo cavarcela con la minima da 500 euro e nessuno fa niente.Io ho lavorato 4 anni e 9 mesi poi ho fatto la lazzarona, per ben 28 anni ,facendo la mamma e crescendo tre figli. A 54 anni mo sono rimessa nel mondo del lavoro collaborando con mio marito.In totale sono arrivata ad avere 19 anni di contributi,per avere la pensione occorreva versare un anno e l’ho fatto.Orami danno 518 euro.Per fortuna mio marito ha una buona pensione,altrimenti…

      "Mi piace"

  4. Bell’articolo.
    A dire il vero sono parole un po’ scontate ma fa comunque bene Travaglio a ripeterle visto che a molti nostri connazionali non entrano in testa.
    E’ triste però pensare che dopotutto sono in tanti a non avere alcun vantaggio nella difesa di una classe politica senza etica, amano fare da palo ai ladri che gli svaligiano casa.

    Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.