Viva Costacurta, almeno è sincero: il No è anti-M5S

(di Antonio Padellaro – Il Fatto Quotidiano) – Dice a Repubblica, Alessandro Costacurta (pilastro del Milan di Arrigo Sacchi e della Nazionale), che vota No “per non vedere le facce di Di Maio e Toninelli trionfanti”. Evvai, ci voleva un calciatore per dire la verità vera su quei No che sono convintamente No per la semplice, fondamentale ragione che se vincesse il Sì, poi toccherebbe “vedere le facce di Di Maio e Toninelli trionfanti”. Finalmente una schietta scelta di campo, lontana dai gargarismi giuridico-legislativi di tutti quei No falsi come Giuda, che si arrampicano sui vetri straparlando di rappresentanze e rappresentatività. Per non dovere ammettere che il problema non è costituzionale (del taglio dei parlamentari, chissenefrega) e neppure politico, bensì antropologico e lombrosiano. All’ex duttile difensore rossonero, Di Maio e Toninelli (e forse anche Bonafede e la Azzolina) stanno maledettamente sulle palle e pur di non vedere le loro facce trionfanti farebbe perfino autogol. Se, per dire, quelle facce avessero detto No, lui avrebbe detto convintamente Sì, perché il vero problema dei No sono i 5Stelle e tutto ciò che si portano appresso: da Virginia Raggi a Giuseppe Conte, a Nicola Zingaretti (che per i vari Costacurta ha la classica faccia del No costretto a dire Sì dai grillini). Certo, non tutti i No nascono e vivono sulle antipatie, anche se il fatto personale è politico. Infatti, non si può negare che nel flop subito dalla riforma costituzionale del 2016 c’era molto della vasta insofferenza per la faccia di Matteo Renzi. Ora è innegabile che i “No a prescindere”, di tanti politici, giornalisti e intellettuali, elencati ieri da Giacomo Salvini sul Fatto Quotidiano, abbiano nella loro pancia una tenace ostilità verso il governo giallorosa. Ciò non toglie che un’entrata alla Costacurta da parte, per esempio, dei colleghi Marco Damilano, Massimo Giannini, Maurizio Molinari contribuirebbe a fare chiarezza nel dibattito politico sottraendolo a certe fumosità da giureconsulti. Prendendo esempio da Roberto Saviano, andato oltre le facce di Di Maio e Toninelli con un takle a piedi uniti su Zingaretti, Conte e M5S, degno di quello celebre di Claudio Gentile sulle caviglie di Maradona: “Ma andate a cagare voi e le vostre bugie”. Viva la faccia.

41 replies

  1. Ma perché non si chiede perché stanno sulle palle?
    Lombroso non c:’entra e neanche l’ antipatia che comunque certi personaggi ispirano istintivamente.
    Gli è che Di Maio, Toninelli, Azzolina, Bonafede & c. sono ignoranti, incapaci, inetti, inconcludenti, ineducati ed assurdamente arroganti e presentuosi.
    Peraltro presunzione basata sul nulla cosmico.
    Le ragioni del Sì sono pure vuote, sterili, inutili e tipicamente provenienti da una mentalità piccina che ha come obiettivo il dito e non la luna.
    Detto questo vedere quei quattro sfigati sconfitti e con la cosa tra le gambe, non ha prezzo.
    Esattamente come MASTERCARD!

    "Mi piace"

    • Sino ad adesso Bonafede i mafiosi li ha mandati ai domiciliari.
      Quanto ad espellerlli dalle istituzioni, la vedo ardua.
      Oltretutto non si può chiedere all’impiccato di venire munito di corda e men che meno gli si può chiedere di insaponarla.

      "Mi piace"

      • Dimostri (ma già si era capito) di essere un analfabeta istituzionale. Le decisioni sulle scarcerazioni le prendono i magistrati non il ministro, somaro!

        "Mi piace"

  2. Costacurta è un inconsapevole viziato che se ne frega dei problemi della gente comune che è la migliore anche se non sa dare calci ad un pallone.
    L’ex calciatore più di tanto non capisce e parla sulla base degli strumenti che ha,
    credo siano pochi come quelli dei tanti che voteranno No.

    Piace a 1 persona

  3. Ma chi se ne frega di ciò che pensa Costacurta.Io penso cose su Costacurta che non riferisco qui ma sappiate che sono molti negative.Adesso torniamo all’argomento si o no.E’ da tantissimo che si parla di diminuire i parlamentari,quando ci sono le questioni rime,il Parlamento è vuoto.Dove sono gli “onorevoli assenti?Chi fa l’avvocato,chi l’ingegnere,chi l’industriale,insomma a fare i loro lavori mica a pensare a come aggiustare l’Italia.Vanno in Parlamento solo quando vengono convocati per fare gabole che il loro partiti vuole.Pertanto se ne togliamo un po’ di lazzaroni nullafacenti,più che bene non ci può portare.Ora abbassiamo i parlamentari,poi bisognerà abbassare gli stipendi,i vitalizi,i privilegi.Ma lo sapete che la figlia di Scalfaro riceve la pensione del padre?Ma se domani muoio io,lamia pensione non passa amio figlio che hapriblemi di lavoro.PERCHE?Costacurta ha la pancia piena e la testa vuota.Che rifletta prima di parlare!

    Piace a 2 people

    • Lia67,
      Temo che per i “lazzaroni nullafacenti” il posto in Parlamento si troverà sempre, e che se dovranno scegliere tra chi è intelligente e lavoratore , anche se senza visibilità , e i leccapiedi ignoranti, selezioneranno questi ultimi .
      Spero di no, ma temo di sì.

      "Mi piace"

  4. Io ritengo che tra chi è favorevole al Si, vi sia una certa confusione.
    Che senso ha votarne piu di 900 per poi chiudere di “segarne” 300.
    Se poi la si considera della marmaglia, peggio mi sento.
    Basta non votarli, è l’unica arma in possesso dei cittadini.
    La marmaglia comunque è trasversale!
    Chi è senza marmaglia scagli la prima pietra! 😁

    "Mi piace"

  5. Tra parentesi e non per fare polemica, a chi frega di cosa pensa Billy, bisognerebbe chiederlo a Padellaro.
    Sempre tra parentesi io ricordo un Padellaro direttore dell’Unità.
    Eh lo so, i tempi cambiano, le mode pure, le idee sbagliate peggiorano e così via.
    Sino alla fine dei secoli, pardon, della legislatura.
    Hai visto mai che Padellaro ce lo ritroviamo a Libero od alla Verità?
    Che sarà mai, triplo salto carpito con avvitamento a dx.
    A sx ha già dato!

    Piace a 1 persona

    • “Tra parentesi e non per fare polemica, a chi frega di cosa pensa Billy, bisognerebbe chiederlo a Padellaro.”
      Beh non è difficile da comprendere che Costacurta non c’entra niente, poteva essere Gigi la trottola o Jack lo sfreggiato. L’articolo non è sulla persona, e mi sembra strano debba spiegartelo, ma su quello che ha affermato che, fondamentalmente, è quello che tutti i sostenitori del no pensano ma non dicono, inventandosi ragioni che più campate in aria non si può.

      "Mi piace"

      • Lucapas, non per fare polemica ma io ho capito benissimo.
        La risposta in quei termini era per rispondere anche se indirettamente ad un altro utente che si era posto il problema.
        In sintesi si era chiesto a chi fregasse cosa pensa Costacurta.
        Ho ritenuto di scrivere che satebbe stato meglio chiederlo all’autore del pezzo.

        "Mi piace"

      • Come al solito hai perso un’occasione per tacere.
        Io non conciono, espongo tesi ed opinioni.
        Esattamente come gli altri e come te, che sei dappertutto.
        Forse ti rode che io scriva cose intelligenti in discreto italiano, resta un problema tuo.
        Puzza di Gatto?
        E che vorrebbe dire?
        Poveretto!

        "Mi piace"

      • I gatti non puzzano, i coglioni sì! Specialmente gli schiZZi! PS: il Sig. Ludwig è altro da me come l’intelligenza è altra da te…

        "Mi piace"

  6. Ludwig, piantiamola con questa storia di Bonafede che manda ai domiciliari i mafiosi (anzi, visto che xi siamo, li “libera”, ma sì). Sono misure decise da appositi giudici, che Bonafede caso mai ha corretto

    "Mi piace"

  7. Sergio, io non devo piantare nulla.
    Detto che i Magistrati hanno operato male, un Ministro degno di tale carica rimedia subito senza aspettare che un conduttore TV, scateni il caso.
    Peraltro, ve ne sono ancora 160 comodamente dimoranti a casetta propria.
    Piantatela voi con la difesa di un indefendibile.
    Per ogni buon conto non ho mai asserito che Bonafede sia un colluso oppure un corrotto.
    È solo scarso ed incompetente.
    Ma che sarebbe successo se il Guardasigilli fosse stato dell’altra parrocchia?

    P.S. E chi ha nominato il responsabile degli istituti di prevenzione e pena?

    "Mi piace"

  8. Gatto, quello che se n’era andato via tutto disgustato?

    A latere, nessuno lo dice ma vorrei sospirarlo io. Si vocifera – e persino PaP lo fa! – che la riduzione dei parlamentari diminuisca la “presenza sul territorio” dei rappresentanti della politica tra i cittadini. Si dice, in soldoni, che se prima vi erano un tot di rappresentanti per tot di cittadini ora la proporzione e’ inferiore, e per questo, mancando la rappresentanza, spero di ricordare bene, minore e’ il diritto alla rappresentazione dei bisogni/diritti/idee etc.

    Se quanto sopra e’ corretto, sembra che i diritti dei cittadini connessi al proprio “territorio” debbano passare per gli eletti in parlamento ovvero per i rappresentanti di una parte politica. Ma il “territorio” consta di Comuni, situati in Regioni, e pure di Province e carrozzoni varii.

    Sembra quindi che quando si parla di Istruzione, Sanita’, Lavoro, Ambiente, Infrastrutture, tutti questi ministeri abbiano a contendere il momento delle decisioni *anche* ai rapporti di forza tra truppe mastellate, tra desiderata veicolati da questa o da quello. Sembra che un ponte, una scuola, un parco, un acquedotto siano oggetti per agire sui quale si debba accedere ad un diritto (e a causa di un lapsus avevo scritto “delitto) discendente, un diritto che deriva dalla potenza politica di una parte, o di una sua componente piu’ forte ancora di “…”. Non e’ la cittadinanza che conferisce l’autorita’ alla autorizzazione, ma e’ Mastella che ne parla a Roma.

    Non mi inspira fiducia questo modo di vedere la cosa (corroborato dalla mia ingoranza su come la cosa funzioni in Italia).

    "Mi piace"

    • Vorrei precisare al Prode Ennio dai Link incastonati nell’armatura, alias Zotta Continua, che per il sottoscritto, l’aver affermato di “andarsene” da questo blog, significava che, per la gioia di molti, non avrebbe più postato nessun parere riguardo a checchessia, ma ciò non includeva che il blog non l’avrebbe létto affatto, per cui, quando si fosse accorto, come in questo caso, di essere tirato in ballo maldestramente dai giannizzeri ivi pascolanti, si sarebbe riservato sempre il diritto, ma che dico: il DOVERE, di rispondere a tono! Questo che cosa significa? Significa che, sempre per la vostra gioia, vi libererete tanto più di lui, tanto meno lo nominerete: semplice no? PS: l’unica infrazione a questa chiara regoletta l’ho commessa purtroppo io, segnalando che, l’altro Prode “GLI”, in balia delle bizze del suo correttore automatico in avaria, scriveva con naturalezza “schizzofrenia” (e già che ci siamo “qual’è”) permettendosi il lusso di far le pulci agli altri, nonché per invitare, una tantum, Ludwig a “seguirmi”; di questo mi scuso e mi prendo tutte le critiche del caso, ma non ho saputo resistere: spero in futuro di non cadere più nell’incongruenza … PS2: il mio DISGUSTO, comunque, rimane inalterato!

      "Mi piace"

  9. Tertium non datur: o Costacurta è un coglione, e io propendo per questa prima ipotesi, o ha teme che i successi del M5S mettano a rischio delle abitudini non propriamente cristalline con iniziative tipo “manette agli evasori” o “blocco della prescrizione”.
    Se voti per far dispetto al tuo avversario e non perché ritieni qualcosa giusto o ingiusto e voti di conseguenza significa che o sei coglione come quello che si taglia il cazzo per far dispetto alla moglie o non te ne frega nulla della giustizia, ma sei interessato solo al tuo tornaconto personale AL PUNTO DA COMMETTERE ingiustizie o illeciti: tertium non datur.

    Piace a 4 people

    • Egregio dr. Mascaro, non è semplice scrivere di cose basate su forti impressioni ma senza prove, evitando querele.
      A chi è venuto in mente il famoso Kraken trattando della soc.Autostrade, potrebbe ugualmente ipotizzarlo parlando dello sport del calcio.
      Saluti

      "Mi piace"

    • Angelo Mascaro, lei crede che Costacurta (tra l’altro come lo hanno riesumato, nel senso perché hanno fatto a lui la domanda sul referendum?) sappia cosa è il blocco della prescrizione? O facciamola più facile, cosa è la prescrizione?
      Sinceramente credo che abbia detto quello che pensa, è abituato ad altro genere di politici, ma non che li preferisse per temi, idee, o che so io. No li preferiva perché in Berlusconi che viene dopo Craxi vedeva continuità, una continuità rassicurante, indipendentemente da quello che dicevano o facevano (nel caso di specie robe molto simili). Secondo me non andrà nemmeno a votare, vorrei proprio vedere quante caselle sono state timbrate negli ultimi 10 anni sulla sua scheda elettorale e su quella della moglie.

      Piace a 2 people

      • Lei si sbaglia, Costacurta e Berlusconi, pallone a parte non si sono mai presi.
        Billy flirtava politicamente con Pisapia e partecipò con questi ad un paio d’eventi.
        Mi pare che abbia pure confessato di non avere mai votato Forza Italia.
        La signora Colombari è orientata per il Si.
        Questo per onor del vero e secondo l’intervista rilasciata da Costacurta.
        Per quanto attiene la prescrizione, vorrei vedere quanti italiani sono in grado di sviscerare funzionamento, termini e quant’altro.
        Se poi il Ministro stesso è quello che è, siamo messi bene!

        "Mi piace"

      • Ludwig,
        Citavo Berlusconi non perché lui lo votasse ma come esempio di “nuovo che avanza” che nuovo non è. Posso sostituire con Renzi il pensiero è lo stesso.
        Quanto alla moglie, ripeto: vorrei vedere le loro tessere elettorali.
        Infine, l’italiano medio è anche mediocre (Costacurta e moglie inclusi), lo sappiamo. Personalmente non li perdono, ma fondamentalmente li ignoro.
        Poi però quando l’italiano medio e mediocre rilascia l’intervista a Repubblica e nientedimeno pontifica, ecco che lo condanno e sbeffeggio.

        "Mi piace"

  10. Ennio, lo sanno tutti che è stata la stampa a sollevare il caso.
    Ma è la TV che scatena la grancassa mediatica in questo paese dove si è letto sempre poco e dove attualmente la carta stampata è alla canna del gas.
    Nel merito di quanto dici sulla rappresentanza, puoi avere ragione ma ritengo che il punto nodale sia un altro.
    Poco o niente risparmio sui costi della politica e sopratutto nessuno snellimento dei tempi e degli iter legislativi.
    L’ho scritto una dozzina di volte.
    Aggiungo che ci sarà problema per il.lavoro delle commissioni parlamentari, lo rilevano gli esperti.
    Poi il Si prevarrà e ci rincontreremo per tirare le somme.
    Il mio No è in contrasto al grillismo non certo ai grillini, dei quali non mi Importa un fico secco.
    Avevo asserito che mi sarei recato al seggio per votare ma non sono più tanto convinto.
    La ripugnanza che mi ispira la scheda elettorale è superiore alla ripugnanza che mi ispirerebbe corteggiare Amelia la fattucchiera che ammalia.
    Mi sono pure stancato di questa pseudo guerriglia urbana combattuta a colpi di improperi, frizzi e lazzi.
    Infine, voglio rivelati una cosa anche se penso sia del tutto inutile perché lo hai già capito.
    Se dipendesse da me, ne manderei a casetta 945.😁😎😬

    Piace a 1 persona

    • Ludwig, l’esteta del giusto, guarda alle immagini parlate, a quella cosa che negli anni ’70 aggrumava fiati e ascelle dietro a quelli che l’avevano a colori.

      L’ha detto la televisione, i suoni colorati… Dozzinale, ecco.

      Ad ogni modo, ho sciaguratamente desinato con due Uova di Groningen e giá sento le mie viscere ululare come i condannati all’ordalia. Avendo sul naso gli occhiali da viaggio mi é parso di leggere “erbali al curry”, mi son detto, massí, stasera mi ingozzo senza troppa roba che prima poteva muoversi. Invece no.

      Si muove adesso, la roba.

      Perlomeno, non le ho fritte. Al fine di assecondare la curvatura della pallotta ho appoggiato il manico della padella ad una pentola cosí che il bordo ricurvo accogliesse quanta piú superfice edibile fosse possibile. E poi, man mano, girare, far rotolare, tendere alla semiperfezione del croccante.

      Cosa c’entra con Costacurta?

      E chi se lo fila Costacurta. Che c’entra con quello che ha detto Ludwig?

      E quando mai quello dice alcunché di nuovo.

      “Poco o niente risparmio sui costi della politica e sopratutto nessuno snellimento dei tempi e degli iter legislativi.” E che ne sa Ludwig? Che ne sa del perché e percome si é arrivati a questo referendum, e dopo quanto tempo?

      Ma l’hanno detto gli esperti! Sicuro, dopo un modulo Delphi a stretto giro di posta con Gatto.

      Ludwig vuole restare a casa e Ludwig resta a casa. Dice no con la enne maiuscola perché Di Maio fa piangere i pioppi e orripilare i salici.

      Tanto basta a lui ed altri.

      Chissá com’é l’acqua a casa sua.

      A proposito, quanto si svangó Di Maio al tempo sul referendum sull’acqua pubblica. Qualcuno sa rispondere?

      "Mi piace"

      • Altro che uova, ti sei scolato un bidone di vino.
        Sappi comunque che in qualsiasi campo dello scibile umano, io ne so più di te.
        Avevo risposto educatamente perché mi sembravi.migliotato,ma quando mai!
        Sulla demenza pure la sbornia, sei mesdo male!

        "Mi piace"

  11. @calciolari68.
    Dimostri ma lo avevano già capito tutti, di non essere un somaro, bensì un beota.
    Ho spiegato cosa intendevo dire, come lo hanno spiegato nel paese, tutti quelli che hanno contestato il ministro.
    Non capisci perché sei scemo oltre ad essere un cafone ignorante.
    Ma poi, chi ti calcola seppur di striscio?
    Torna nella fognetta, topastro!

    "Mi piace"

  12. @Paola.
    Padronissima di condannare chiunque. La differenza tra me e lei consiste nel fatto che lei sbeffeggia solo chi non la pensa come lei ed apprezza tutto il resto dell’universo mondo.
    Io non apprezzo quasi nessuno, non sbavo per alcuno e ragiono con la mia testa.
    Trovo francamente ridicolo che in Italia un ex calciatore venga crocifisso per un NO al referendum mentre un cuoco cafone ed imbecille, possa insultare e fare politica tra gli applausi scroscianti di mezza Italia.
    È un paese anomalo e lo abbiamo sempre saputo. Adesso si rasenta il grottesco!

    "Mi piace"

  13. Ennio, non ti sforzare a porre vuote domande.
    Si è arrivati a questo referendum perché degli imbecilli che stanno a Roma devono tacitare altri imbecilli che stanno sparsi per tutto lo stivale.
    Come vedi lo so, ora prenditi un maloox e vai a nanna,cercando di ruttare con moderazione

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.