All’ultimo sbadiglio

(Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Chi si fosse perso l’“ambiziosa agenda” dei “riformisti del Pd” Ceccanti, Morando e Tonini su Rep di ieri in versione ridotta, può delibare quella integrale (per intenditori e collezionisti) sul sito. Ne vale la pena. I tre statisti non le mandano a dire, com’è abitudine della casa. No al “regresso verso un antagonismo identitario incoerente […]

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

48 replies

  1. All’ultimo sbadiglio

    (Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Chi si fosse perso l’“ambiziosa agenda” dei “riformisti del Pd” Ceccanti, Morando e Tonini su Rep di ieri in versione ridotta, può delibare quella integrale (per intenditori e collezionisti) sul sito. Ne vale la pena. I tre statisti non le mandano a dire, com’è abitudine della casa. No al “regresso verso un antagonismo identitario incoerente con la natura stessa del Pd come partito a vocazione maggioritaria” (mai vinto un’elezione da quand’è nato, ma fa niente). Altro che Schlein: qui ci vuole “il partito asse di una credibile alternativa di governo al destra-centro” e, ça va sans dire, “la contendibilità di linea politica e leadership è l’indispensabile corollario del fondativo pluralismo interno”. Per marcare l’alternativa alla Meloni, anzi al destra-centro (col trattino), bisogna inseguirla sul presidenzialismo, sennò si “contraddice una delle architravi della piattaforma” e si “trasferisce gratuitamente alla destra un patrimonio di riformismo istituzionale costitutivo dell’identità stessa del Partito”. Siccome poi le diseguaglianze esplodono e il rapporto fra gli stipendi dei dipendenti e quelli dei manager è passato in 25 anni da 1/10 a 1/100, guai a “insistere sulla priorità della redistribuzione rispetto alla crescita” (semmai l’opposto, come del resto fa già la Meloni col destra-centro). Ove mai non bastasse alle masse per tornare all’ovile, esse andranno ingolosite col “cuneo fiscale”, la “produttività del lavoro e dei fattori” (qualunque cosa significhi), “un penetrante sistema di valutazione che favorisca l’introduzione di forti discriminazioni positive a favore di chi si impegna di più e ottiene migliori risultati” (così si capisce anche penetrante dove) e altre “effettive priorità del Paese”. Leccornie succulente tipo il popolarissimo “Mes” (per non “irritare i partner europei”), il “rigoroso posizionamento euroatlantico” che tanto appassiona il popolo, “il nuovo Patto di Stabilità magistralmente impostato da Draghi” (chi non muore si rivede).

    Si attende la reazione della Schlein, anche lei nota per dire pane al pane e vino al vino a beneficio della casalinga di Voghera, a base di “nuovi ponti intergenerazionali”, “essere più terragni”, ma nella “inclusività” e nella “prospettiva intersezionale” che poi, detta più terra terra, è la “visione intersezionale che combatte qualsiasi forma di discriminazione, quelle razziste, sessiste, abiliste, omobilesbotransfobiche”, perché in soldoni “io provo a rimanere sempre in contatto con me stessa, ad ascoltarmi, a capire quando sto tirando troppo, a difendere alcuni spazi”. La Meloni cominci pure a tremare. Il Pd schleiniano e quello riformista saranno pure divisi sull’agenda, ma marciano compatti come falange macedone sull’obiettivo finale: ammazzarla di noia.

    Piace a 14 people

    • MANIFESTO DEL PD
      Al liberismo sfrenato della Meloni risponderemo con uno altrettanto senza limiti. Agli assenteisti del voto diciamo : crescete e moltiplicatevi, a noi non ci frega niente di voi. A noi interessa esserci nel palazzo ,non importa alleati con questo o quello, al governo (meglio) o all’opposizione ma stare nel sistema. Il pd è potere, ovunque esso si trovi ci saremo anche noi. Perciò facciamo nostro il motto di andreottiana memoria: il potere logora chi non ce l’ha .

      Piace a 1 persona

  2. Poi dopo aver racconto la noia e l’insussistenza del PD ,Travaglio potrebbe raccontarci anche come fare rinascere il m5s,visto che scomparendo piano piano,veda di trovare buoni consigli perché gli ultimi non hanno funzionato

    "Mi piace"

  3. Un bel compendio della solita nullità su cui si basano da sempre i discorsi del pd , chissà , magari sperano che qualche poeta ermetico ( soppravalutato e soppravvisuto alla noia, anche se credo siano quasi tutti morti da tempo ) possa un giorno decifrarli . Bravo Travaglio.

    Piace a 2 people

  4. Lo scrivo io, nel caso qualcuno lo ometta: Travaglio ha detto a fine febbraio dell’anno scorso che l’invasione russa dell’Ucraina era una bufala. Gnè gnè gnè.

    Premesso questo, il programma di “base riformista”, in particolare la storia delle valutazioni e delle discriminazioni (positive, però, eh?) indica quanto quella cloaca di partito sia popolata da fascisti di m3rd4 che differiscono da quelli di FdI unicamente per il fatto di essere (un po’) favorevole al mondo LGBT e all’immigrazione (però quella utile per avere schiavi nei campi e contribuenti per pagare le nostre pensioni).

    Piace a 4 people

      • @kaya
        Ah ah ah!
        Certo. Ma se uno dice A PRESCINDERE che gli Stati Uniti raccontano bufale, con la tipica spocchia di chi crede di saperla sempre più lunga di tutti gli altri, capita la volta in cui prendi una cantonata tale da restare negli annali.

        "Mi piace"

    • Sono neoliberisti, Pirgo… e ho detto tutto. Non dovrebbero stare in un partito cosiddetto di sinistra.
      Seguano il loro quore, vadano da Renzi… hanno anche un giornale, adesso… che cosa si vuole di più.

      La Schlein la vedo, invece, come nella foto con Moretti: sinistrorsa vaga, anche e soprattutto per il vano intento di tenere unite, in un’unico partito, 2 anime che non s’incontreranno mai.

      Piace a 1 persona

      • Ciao Anail,
        a quanto pare, su di lei hai cambiato idea, e ora condividi i pochi (qui sull’info) che ne avevano colto le ambiguità e l’inconsistenza.

        Piace a 1 persona

      • Ciao Adri carissimo… no, su “Elly” sono sempre stata “attendista” per quanto riguarda il suo ruolo. L’ho dichiarato subito.
        Mi è ancora simpatica, l’apprezzo per la sua formazione e mi dispiace che venga attaccata su sciocchezze, ma la tengo sotto osservazione…
        Purtroppo il suo intento di riunire le diverse correnti interne la blocca…pensa una cosa e poi si adegua alla maggioranza del partito: sull’inceneritore, a suo tempo sulle armi all’Ucraina (era contraria), sulla gestazione per altri etc…
        È il suo concetto di democrazia e di funzione del segretario, opposto a quella della Meloni.
        Forse spera, nonostante tutto, che i renziani sloggino, chissà, o attende tempi migliori. Non mi interessa più di tanto, se non in funzione di appoggio all’opposizione, che pare lei stia perseguendo, mentre Conte è più prudente e sulle sue.
        Non sono mai stata una cultrice del Pd, secondo me grande errore che ha annacquato la sinistra (e comunque io votavo già OLTRE il PDS), neanche quando c’era Bersani, figurati… mi vedevano solo alle primarie per votare CONTRO Renzi. 😆
        Quindi, se Elly non farà da brava e si darà una MOSSA a sinistra, combattendo il neoliberismo insito in un partito copia dei Dem USA, muoia Sansone (lei) con tutti i FILISTEI!
        Ma ci spero, in un repulisti, questo sì…🤞🏻
        A questo proposito, Crozza sul PD 😆:

        "Mi piace"

      • ribatto e chiudo:
        il segretario detta la linea, gli altri si adeguano o la sfiduciano (ma sono dei codardi)
        invece lei dice una cosa, ma ne fa un’altra, poi le spiega nel modo che neanche lei capisce cosa ha detto.
        E’ una FUFFAROLA.

        Piace a 3 people

      • Adri, è quello che ho detto io, ma… non temi che sia un po’ DISPOTICO quel tuo modo di intendere il ruolo di segretario? Non è un monarca assoluto.
        Magari ci sono vie di mezzo o forse intende arrivarci con gradualità, dopo aver acquisito più autorevolezza, avere maggiore potere su tutti quei rigagnoli stagnanti… o magari aver fatto sloggiare i peggiori.
        Io mica speravo che uno come Marcucci levasse le tende… evidentemente, a prescindere da ciò che si sa fuori, i cavalli di Troia renziani, la SENTONO come un ostacolo. Evviva (non li sopporto!!!).
        Con Bonaccini sarebbero ancora tutti lì, belli ringalluzziti… una succursale del Riformatorio.
        È una donna, poi, non un UOMA come quell’altra o come la nazi Von der Catzen… i nostri metodi, in genere, sono più delicati e meno irruenti dei vostri…ma arrivano in fondo, alla lunga.
        Speriamo…più che altro per poter attuare un’opposizione di peso e contrastare queste m3rde al governo.

        "Mi piace"

      • Ciao Anail. Sei persino troppo tenera Anail, sia col PD (Due anime? Solo? Hai voglia!), che con la Schlein. Il PD, è da tempo immemore un partito che definire di sinistra è una bestemmia; la Schlein, io la vedo come una sagoma cartonata, cugina dritta di quel bimbominkia di Sartori, che col suo essere donna-lesbica-che-non-si-vede-arrivare, fa da coreografia finto progressista-radicale, che di progressista radicale ha solo una vaga apparenza. Segnalo tre-episodi-tre, recenti, che dovrebbero dire molto: voto favorevole alle risoluzioni per la proroga dell’invio delle armi fino alla fine del 2023 (con apposita superca33ola esplicativa). Bocciata la mozione M5s per vietare ai parlamentari di prendere soldi da Stati stranieri, col Pd astenuto. Il tilt sugli inceneritori: a Roma lo vuole, a Livorno deve chiudere. Infine, non vorrei sembrarti qualunquista, ma la storia dell’armocromista fa tristezza. Riflessione OT sul momento strano che stiamo vivendo: una pescivendola della Garbatella è la segretaria di un partito di destra-destra. Una figlia di sciccosi milionari, con tre passaporti, che parla in stampatello, è la segretaria del principale partito di sinistra. Fermate il mondo, voglio scendere.

        Piace a 5 people

      • Condivido quasi tutto ciò che hai scritto, anche se con altre parole (ognuno ha le sue😜).
        Sulla Schlein sono meno dura, ho letto il suo curriculum e apprezzo il suo percorso. Purtroppo si tende (i media e noi stessi) a rendere le persone “personaggi”: la ztl, il radical chic, la fantomatica inesistente ricchezza da milionaria, l’armocromista… robe amplificate per fare notizia e disumanizzare le storie VERE delle persone.
        Ecco, QUESTO non mi piace.
        Per il resto, se leggi la mia risposta ad Adriano (e guardi il video di Crozza), credo che siamo piuttosto in sintonia, non credi?
        Ciao, caro👋🏻😚 ✌🏻🌟🌟🌟🌟🌟

        Piace a 1 persona

      • Continuate a dire “vadano con Renzi”, come a sostenere che fu Renzi a renzizzare il PD, quando in realtà è vero il contrario.
        Fu il PD che piddinizzò Renzi.
        Il PD è nato per frenare e neutralizzare la sinistra in Italia, Renzi trovò solo terreno fertile per concretizzare le sue idee liberiste.
        Oggi la Schlein si è adeguata per quieto vivere.

        Piace a 2 people

      • Renzi era str0n20 da prima…e il Pd(ci credo che è nato per quello che dici!) l’ha “covato e accolto” perché sembrava vincente (per carità): un matrimonio d’interesse in cui entrambi dovevano guadagnare.
        Uno sfacelo, per la sinistra e per l’Italia.
        Ma Renzi per me è l’emblema della malvagità… sarà per come ha buttato giù il Conte2, col concorso opportuno di Matty, in odore di draghità…

        "Mi piace"

  5. Mai letta una concentrazione così fitta e densa di supercaxxole! Tutte al servizio della svolta prematurata del riformismo pre e soprattutto post congressuale pidiota. Alla Schlein… Antani le può fare solo dei gran pipponi. Non si capisce però se con scappellamento a destra o a sinistra. Ma questo, in fondo, è un piccolo dettaglio trascurabile!

    Piace a 7 people

    • Tornando a Moro, non avrebbe voluto sicuramente sentir parlare dell’Italia e nemmeno della lingua italiana. Ho visitato, per caso, il piccolo cimitero di Torrita Tiberina, dov’è sepolto e ho letto l’epitaffio sulla sua tomba, scritto in spagnolo.
      Un bel segnale per i suoi colleghi democristiani….

      "Mi piace"

  6. Mi sembrava giusto allora, di stare leggendo il nulla! Cioè il vuoto assoluto! Embè dalle sardine alle “canoce” vuote il passo è breve!! (Canoce in veneziano=pannocchie di mare)

    Piace a 1 persona

  7. C’è un tizio cui vorrei dire due paroline; tradotte in musica, suonerebbero così 👇

    Lo lascio sonnecchiare un altro paio di settimane, pora stella.

    Piace a 1 persona

      • È Conte: ha cacciato il movimento in una trappola identitaria-ideologica che lo costringerà ad assere vassallo. Può ancora uscirne se usa la fantasia abbinata al coraggio.
        Mi spiego meglio. Ogni partito “strutturato” è uno e trino nella gestione del potere, sia pur con intensità variabile: a livello locale (sindaci, presidenti di regione ecc,), a livello centrale (eletti, ed eventualmente di governo) e infine in Europa.
        Un partito caratterizzato dal voto di opinione come è il caso del movimento, se si colloca nello stesso spazio di un partito “strutturato”, lo può fare solo se dotato di pelo sullo stomaco alto un palmo. Il voto utile di opinione si manifesta, se tutto fila liscio, ogni cinque anni, con le politiche. Durante tale periodo, se si è legati da una possibile alleanza, il partito “strutturato” (parlo del pd), avrà bisogno di sostegno una infinità di volte, perché “strutturato” è sinonimo di CLIENTELARE. E se non ci si piega a questa logica, essendo prigionieri di un campo👉 “scandalo!!allora vincerà la destra!!”.

        Trak! La trappola si è chiusa..

        Piace a 1 persona

      • Avevo capito bene allora. 😁
        A fantasia e coraggio aggiungerei orgoglio.
        Come si fa a non sentirsi umiliati a essere vassallo? Peraltro l’umiliazione non si limiterebbe ad avvilire la sua persona, ma tutti quelli che ancora sostengono il Movimento. Senza contare che così facendo gli astensionisti non li riconquisti mica.

        Uscire dalla trappola è piuttosto semplice, è sufficiente sposare le giuste battaglie. Insomma, quelle che procurano nausea al Partito Draghiano. Le conosciamo.

        Mi congedo con uno stralcio, off topic ma non troppo, di un noto saggio. 😛
        A chi è diretto puoi e potete immaginarlo.

        “Se l’elettore medio è così apatico come viene denunciato, la causa va attribuita, ne sono convinto, all’incapacità dell’uomo politico di rivolgersi all’opinione pubblica. Quando presenta se stesso e il suo programma, facendo una campagna priva di ogni accento drammatico, resterà largamente incompreso dalla gente. Un automa non può stimolare l’interesse della gente. Un leader, un lottatore, un dittatore, sì”.

        Piace a 1 persona

      • @𝙍𝙀 𝙎𝘼𝙇𝙈𝙊𝙉𝙀

        Hai completato il mio pensiero in maniera più che egregia .

        “Hai capito, a Milano, quando c’è la nebbia, mettono il nome sul manifesto. Dice – chi mi vuol trovare io sto qua”
        (cit. mirabolante e coltissima)

        Per uscire da questa trappola mortale e, purtroppo, volontariamente malaccorta, esiste un solo metodo, rispolverare una selezione del personale che oggi può servire parecchio: “con chi ci sta”.

        Il movimento metta dei paletti irremovibili per delimitare il campo di gioco, e informi la platea con un “io sto qua, vediamo chi ci sta”
        Trallallero trallallà

        Piace a 1 persona

    • Alfredo, era Forlani ,che tra le altre cose si vantava di poter parlare per ore di cose a lui sconosciute senza dire assolutamente nulla! Non il povero Moro.

      Piace a 1 persona

  8. La politica for dummies: la Lega voleva la secessione, poi gli hanno spiegato che serviva fare una guerra civile, un colpo di stato, e insomma a Roma poi non si sta poi così male, quindi hanno ripiegato sul federalismo (che oggi chiamano autonomie), una sorta si secessione soft.
    Fdi non ha mai rinunciato all’idea del Duce, poi gli hanno spiegato che la Carta è antifascista, “Dittatore” suona male, e quindi hanno ripiegato sul presidenzialismo, una sorta di fascismo soft.
    In tutto questo il bene dell’Italia e degli italiani non conta nulla.
    Prima il PD lo capisce, prima potrà smettere di inseguire la destra nei suoi folli progetti.

    Piace a 3 people

  9. Sono liberisti si dice , e perche’ l’ Europa cos’e’ se non liberista , mercantilista , dove la finanza la fa da padrona , pure guerrafondaia ecc. Questo per dire che il pesce puzza dalla testa . E cosa cambierebbe se il Pd diventasse piu’ trinarciuto e di sinistra , ditemi cosa cambierebbe se poi su un parlamento esautorato e limitato come il nostro , si abbattono i veti europei e extraeuropei , come da ultimo quello americano di mettere un veto persino ai progetti tra Italia e Cina sulla via della Seta .
    Qui prima di parlare di sinistra , bisogna parlare della SOVRANITA’ perduta ( in tutti i sensi ) Un intellettuale , non Rizzo o Toscano , da sempre vicino alla sinistra ( quella che tutti noi agogniamo che ritorni ) come Luciano Canfora , lo sta dicendo inascoltato da tempo , prima era considerato , ora lo ignorano con fastidio , ma non e’ un caso l’ hanno fatto anche con Pasolini . Senza sovranita’ parola tanto vituperata , senza contare che la Costituzione ci spiega che la SOVRANITA’ appartiene al Popolo , invece adesso la sinistra la intende come una bestemmia ( capite l’involuzione di questi soggetti ) non ci puo’ essere nessuna speranza che la sinistra si appropri del proprio ruolo , perche’ come dicevo questa europa e’ stata costruita sulla moneta e basta . Quella conta e ci si deve conformare ad essa .

    https://www.maurizioblondet.it/marx-oggi-sarebbe-conservatore/

    Piace a 2 people

  10. Pizzino, in politichese insulso, per dire che una parte del PD voterà le schiforme costituzionali della destra, insieme a Renzi e Calenda, perché, da qualsiasi parte lo si giri, il PD è un partito di centro-destra con vocazione maggioritaria alla circonvenzione di incapaci che ancora, purtroppo, costituiscono circa il 20%, piantati nel posizionamento che favorisca il penetrante sistema.. la lenitiva preparazione HELLY da applicare affinché la prospettiva cambi ,almeno quel tanto la visione intersezionale , così da ripetere e mantenere la posizione prona!

    Piace a 3 people

  11. A mio parere è un partito a vocazione POTERE, sostenuto da una cordata opportunista (quindi cangiante, non completamente fidelizzata) e uno “zoccolo duro” ignorante, pigro e conservatore.
    Un partito che te la racconta con riforme a costo zero, ti intorta con un linguaggio sofisticato e si rivela per quello chè appena tocchi i suoi interessi economici o di potere.
    Amen.

    Piace a 2 people

  12. Purtroppo alcuni hanno la convinzione che se i voti piddini passassero di colpo ai 5 stelle le cose cambierebbero e la bandiera rossa la trionfera’ . Pensarlo e’ un vs. diritto ci mancheresse , sognare e’ vs. diritto , ma la realta’ e’ tutt’altra cosa .
    La sinistra senza sovranita’ , non puo’ essere .

    "Mi piace"

  13. “No al “regresso verso un antagonismo identitario incoerente con la natura stessa del Pd come partito a vocazione maggioritaria””

    Molto bene.

    Ma allora perché sono contro il destra-centro? Esattamente dove finisce il no all’antagonismo identitario? E perché sono per il Mes? E perché sono per il posizionamento euroatlantico? E non anche contro? Vogliamo regredire verso un antagonismo identitario incoerente? Dovrebbero essere favorevoli a tutto! Il Pd dovrebbe essere una girandola di pareri favorevoli a tutto e contrari a tutto contemporaneamente.

    Una meraviglia.

    "Mi piace"

  14. Usando le categorie del XX° secolo il PD è un altra destra. Altra perché proviene dalla tradizione socialcomunista e cattolico liberale ma sempre destra rimane. A sinistra c’era il MS5 ma andando al potere si è alleato con un pezzo di destra oggi al governo, poi con l’altra destra e dopo si è suicidato per tentare di salvare il salvabile. Ha fallito ora dovrá attraversare il deserto del disincanto e dell’assenza di strategia di classe/ceto sociale. Nel frattempo le destre fanno il loro mestiere. Nulla di nuovo sotto la pioggia

    "Mi piace"

  15. Il fatto e’ che noi abbiamo perso la sovranita’ , politica e monetaria , nessun paese puo’ svilupparsi senza queste due condizioni . Il Giappone gestisce il suo enorme debito , proprio perche’ sovrano Noi dobbiamo pagare un enormi quantita’ di interessi sul debito , perche’ cosi’ vogliono i ns. controllori o troika che dir si vuole . Questo e’ un vulnus democratico secondo me . Capisco che la Costituzione ponga dei limiti sui trattati internazionali , anche se questi trattati non sono immodificabili . Se poi dobbiamo accettarne la perdita tout court di sovranita’ , allora e’ inutile agitarci tanto contro gli yankee , o gli inglesi teniamoci le loro decisioni post guerra comprese le atomiche in casa . , punto e basta . dal momento che questi trattati internazionali non ci permettono nessuna scappatoia . E una cosa sono i trattati internazionali firmati dopo aver perso la guerra , altro cosa i trattati firmati con l’euro , dove il popolo e’ stato tenuto alla larga , senza nessuna consultazione ., Non sto parlando di sovranismo o nazionalismo . Parlo di quello che scrive Canfora ne’ piu’ ne’ meno .

    Piace a 1 persona

    • Nessun pezzo di carta firmato può durare per l’eternità.
      Dipende da quanta gente vuole abrogare certe regole.
      Sono crollati imperi, corone e alleanze che neanche si contano.
      Niente e nessuno possono fermare la volontà dei popoli, se sono coesi. Ad esempio: chi dice che l’euro è eterno va rinchiuso in un manicomio.

      "Mi piace"