Quel filo tra le destre e i clan

Non fanno in tempo a mettere una pezza, che gli si apre subito un nuovo buco. È una sorte maligna quella che lega la destra al malaffare.

MANIFESTAZIONE CENTRODESTRA PIAZZA SAN GIOVANNI CENTRO DESTRA 2019

(Gaetano Pedullà – lanotiziagiornale.it) – Non fanno in tempo a mettere una pezza, che gli si apre subito un nuovo buco. È una sorte maligna quella che lega la destra al malaffare, oppure c’è troppa carne al fuoco perché ogni giorno non se ne bruci un pezzo.

Così ieri il ministro Nordio, con uno scatto da giovanotto, s’è rimangiato in fretta e furia le affermazioni sulla limitazione delle intercettazioni telefoniche nelle indagini per mafia. Se ci fossero – gli hanno fatto notare – Messina Denaro sarebbe ancora uccel di bosco.

La Lega intanto festeggia l’avvio verso l’archiviazione dell’inchiesta sulle presunte tangenti russe trattate all’hotel Metropol di Mosca, dove tirare fuori un ragno dal buco era difficile in tempo di pace, e perciò figuriamoci in tempi di guerra.

Ma proprio la cattura di Messina Denaro riporta a galla gli investimenti miliardari di Cosa nostra nei parchi eolici, di cui una fetta rilevante è sequestrata al prestanome Vito Nicastri, legato a quel Paolo Arata che faceva da consulente per l’energia del Carroccio.

Ma lasciando perdere Forza Italia, che portò Antonio D’Alì – cioè uno dei politici più vicini a “U Siccu” – a diventare sottosegretario agli Interni – è ancora Fratelli d’Italia a battere tutti, candidando ieri al Csm Giuseppe Valentino, coinvolto in un procedimento di ‘ndrangheta.

Questo non vuol dire che Valentino sia colpevole di niente, e l’interessato rigetta ogni accusa, ma in quella posizione inevitabilmente il Parlamento è insorto e la candidatura è stata ritirata. In attesa della prossima puntata di questa storia infinita che lega politica e clan.

6 replies

  1. Fa bene Pedullà a sottolineare anche il coinvolgimento di FDI in certe vicende, perché la reputazione di questo partito viene solitamente e inspiegabilmente salvata dai media, rispetto agli altri partiti di destra, mentre si potrebbe fornire un elenco lungo un chilometro di suoi appartenenti che risultano inquisiti, a processo o condannati.
    E Gollum lo sa bene, ma fa IL santa vergine dell’onestà e della coerenza.

    Piace a 5 people

    • Vabbè, ma tanto si sa: Stato e Mafia (intesa in senso lato) sono sinonimi da decenni e decenni (e tal concetto si può estendere tranquillamente alla media del cittadino italiano, in senso lato: lo sappiamo tutti). Perdipiù, diciamolo, non c’è molta differenza tra Destra e Sinistra in questo senso: sono tutti uguali, eccezion fatta per il M5S (a parte lo scherzetto, inizialmente pure comprensibile nei motivi, di aver partecipato al Governo dei Migliori, per poi aver scoperto di essersi sputtanato alla grande)…
      Ma insomma, pensa tu alle oggettive differenze (abissali!) che corrono tra un Nordio e un Bonafede – nel bene e nel male, soprattutto nel male – e capisci subito di che si stia parlando. È retorica gratuita, questa mia, perché so benissimo che tu lo capisca. Dico per dire.

      PS: Un grande saluto a te, cara Anail. Nell’ “altro” articolo han chiuso (bloccato?) i commenti e non ho potuto rispondere al tuo commento in cui mi auguravi il “bentornato” e mi salutavi!
      Lo faccio quindi qui. Ho molto apprezzato.
      Un abbraccio.

      Piace a 1 persona

  2. Pedullà… smettila vuoi mettere in crisi gli Ultras?
    E che cavolo… possibile che non ti rendi conto che li abbiamo anche in Parlamento …con altri nomi.
    Un filo che avvolge l’intera Italia… se fai mancare una gara di calcio avviene la rivoluzione…sei mica matto!
    Dove circolano milioni c’è?….. indovine?…..

    "Mi piace"

  3. No, è colpa di Saviano. Giusto piccoli fans del capitone? Carolina dove ti sei nascosta? Stai cercando un diversivo, tipo un reato commesso da qualche “zinchero o nekro”?

    "Mi piace"