I Dem alle grandi manovre

PD: BETTINI, SCHLEIN COMBATTIVA MA NON DICO PER CHI VOTO

(ANSA) – ROMA, 19 NOV – “Al congresso starò con quel candidato che esprimerà chiaramente una scelta politica, quella più vicina a ciò che ho scritto nel libro. Elly Schlein è intelligente, combattiva. Non mi permetto di dire per chi voto. Sarebbe un timbro improprio rispetto a qualsiasi candidato. Sicuramente Andrea Orlando è un dirigente che ha una linea limpida e un comportamento sobrio, di sostanza. C’è senza dubbio un’armonia tra noi”. Così Goffredo Bettini, dirigente nazionale del Pd, si esprime sulle prospettive del congresso del Partito Democratico in una intervista rilasciata al Foglio.

“La mia autonomia politica nei confronti di Conte è forte. È totale. I rapporti unitari tra Pd e M5s si sono incrinati, e aggiungo, brutalmente dopo la caduta del governo Draghi. La cordialità umana resta. Politicamente, e penso alla decisione di correre in solitaria nel Lazio, Conte potrà dare qualche soddisfazione al suo partito ma finirà per rafforzare il governo di centrodestra. Una strategia inutilizzabile – ha detto -. Rompere un’alleanza, nel Lazio, su un termovalorizzatore, mi sembra cercare un incidente di frontiera.

Quando mi sono speso politicamente per Conte, pur avendo posizioni diverse, penso alla giustizia, non gli ho certo fatto gli esami del sangue. Nel Lazio, il M5s, che ha governato, e bene, con il Pd, da oggi farà in pratica opposizione a se stesso. Abbiamo diviso il fronte populista, abbiamo cambiato la cultura del M5s. Adesso va a braccetto con la scienza e l’Europa. Non mi pento. Ho l’abitudine di difendere i governi in cui credo. Non ho mai pensato che Conte fosse il capo, ma solo un punto di riferimento. La differenza? Rispondo come Maurizio Crozza alias Vittorio Feltri. Al tempo Conte era un riferimento in via fattuale”.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

16 replies

  1. Conte davanti a sé ha due strade:la prima è quella di fare le cose come vanno fatte,cioè pensare esclusivamente a prendere voti,considerato che ha 5 anni di opposizione davanti,stare da solo,e continuare ad essere l’alternativa a sinistra del pd,se invece il suo obiettivo non è tornare a vincere,allora c’è lo dica subito e prenda la seconda strada,ovvero quella dell’alleanza col pd,che farà guadagnare voti ad esso e ne farà perdere al movimento,le cose sono due,chiunque in teoria sceglierebbe la prima,ma questi hanno un istinto al suicidio che li contraddistingue quindi mai dire mai,il problema è che conte si è dimostrato più di una volta una brava persona e un politico capace,però,per il bene del suo partito, è meglio che cominci a capire il prima possibile che in politica la strategia e la furbizia fanno molte volte gran parte del lavoro

    Piace a 1 persona

  2. La mia avversione totale al pd credo sia nota, in ogni caso la ribadisco qui e ora.
    Io vorrei chiedere una cosa ai cheti viandanti, magari dall’incedere incerto, che vengono ad ammirare il panorama e magari si sentono vicini alle posizioni di questo signore: cosa può spiegare la permanenza nel pd di alcuni soggetti, sedicenti di sinistra e progressisti, pur avendo avuto, essi stessi, ampia prova che tale partito persegue da anni in maniera limpida e inequivocabile politiche neoliberiste e reazionarie (salvo alcuni temi usati unicamente per darsi una parvenza di qualcosa di accettabile) se non la natura *parassitoide* di tali soggetti?
    Il pd sta rantolando, data la natura degli ospiti di lungo e lunghissimo corso: è ormai a fine corsa. L’organismo parassitoide provoca la morte dell’ospitante, ecco spiegato il perché della ricerca spasmodica di qualcuno/qualcosa che aiuti tale organismo a prolungare la vita della sua povera vittima, serve una alleanza.

    Piace a 3 people

    • Il M5*, con la sua visione di paese, ha tutte le carte in regola per diventare la prima forza politica che contrasta la destra che è al potere attualmente. Per riuscire in questo compito e isolare anche la destra-pd, è sufficiente mantenere un solo ed unico atteggiamento: il M5* deve fare il M5* e lasciare che i progressisti farlocchi si distruggano da soli (operazione già ben avviata).

      Piace a 1 persona

      • Ecco, io inizierei col cestinare il vocabolo “progressista” e ne adotterei uno meno “raffinato”, ad esempio popolare o, meglio ancora, populista.

        Piace a 1 persona

  3. Non conoscevo Bettini, ma la frase ipocrita “Abbiamo diviso il fronte populista, abbiamo cambiato la cultura del M5s. Adesso va a braccetto con la scienza e l’Europa.”, nasconde tutta l’arroganza e il paternalismo da quattro soldi del PD. Che sia una brava persona o politicamente la migliore (ipoteticamente o non) non può cancellare la sensazione di aver udito che prima di loro M5S era gentaglia che credeva nelle rune e voleva uscire dall’Europa. Così come dividere il fronte populista significa dire che M5S era populista, ma ora è stato salvato dalla loro strabiliante influenza, una roba che in altre parole è uguale alla così detta “evoluzione” menzionata nell’altra parte del PD. Si è fatto un gran parlare di questo Bettini, per cui mi aspettavo qualcosa di diverso, errore mio. Detto questo, chi segue M5S da tanto tempo sa che non è mai stato contro la scienza, idea propagandistica assolutamente renziana con la quale si cercava di schiacciare M5S in quella posizione durante il governo del senatore. Riconosco una confusione generale riguardo la comunicazione sul fronte Europa, in principio, nella quale però due traiettorie erano chiare e stabili, stare in Europa non da gregari, visto che per anni ce l’hanno menata col fatto che senza Italia non c’è Europa e la discussione sull’euro da usare come grimaldello più che da mettere in pratica. Poi un intero paese la cui lingua è lo standard in Europa è uscito dall’euro, mentre da noi i segugi da salotto davano la caccia al grillino.
    In fine ne ho piene le scatole di sentire che la destra vince e non bisogna regalargli la vittoria perché si è divisi. Il PD è resposabile delle sue scelte e idem M5S. Se Bettini vuole battere la destra dica ai propri elettori di votare in massa M5S (ovviamente è una provocazione), ma in politica, un partito o un movimento ha tutto il diritto di percorrere la propria strada e non essere trattato da cugino demente tutto l’anno, ma invitato ai compleanni perché porta i regali. Per il resto la dirigenza del PD è una garanzia che siano chiacchiere e restino tali.

    Piace a 2 people

    • L’arroganza pd che hai ben evidenziato deriva da una loro certezza: imponenti grumi mediatici, consolidate reti clientelari e vasti settori civico-intellettuali appoggeranno incondizionatamente il partito, sempre, qualsiasi porcheria vari o appoggi. Il problema principale sta derivando dai settori di elettorato che sono guidati solo ed esclusivamente dai valori che il pd ha tradito o abbandonato. Questo tipo di elettorato sta abbandonando il pd.

      Piace a 2 people

      • Concordo, ma stando alla cronaca e alla storia, credo sia prematuro dire che una parte dell’elettorato stia abbandonando il PD per via dei valori che ha tradito (almeno non in assoluto). Vedremo quando subentrerà il prossimo segretario, perché se la storia si ripeterà uguale a se stessa, tanto basterà per richiamarne una parte all’ovile (e prenderla in giro ancora e ancora). Ricordiamoci che la fiducia al PD è incondizionata e ad incrinarla ci è riuscita solo la plateale convulsione renziana.
        A M5S la fiducia è sempre stata data condizionata, con mille distinguo infusa nell’aura del votare il meno peggio. Per cui M5S deve puntare a chi non vota e scovare parte dell’elettorato che già lo voterebbe. Chi vota il PD faccia le sue scelte, e se sceglie diversamente con tutto il rispetto lo faccia perché è giusto e non per punire chi si è pronti a riabbracciare.

        Piace a 1 persona

  4. Conte dovrebbe iniziare a premere l’acceleratore e iniziare a far suoi temi come il conflitto, lotta di classe, nazione e confini, sicurezza nelle periferie, istruzione equa e davvero meritocratica, lavoro e ovviamente salario minimo, lotta di fuoco a mafia e corrotti, giustizialismo estremo, e del sano euroscetticismo e anti-atlantismo, ecc. tutti temi che il WokePD non sposerebbe mai.
    Disinteresse dei diritti civili(quelli iper-liberisti: affitto dell’utero, gender, ecc).
    Bisogna scippare un po’ dalla destra, un po’ dal PD(i pochi di sinistra rimastigli in pancia) e soprattutto dall’astensionismo).

    Piace a 1 persona

  5. Abbiamo cambiato la cultura del m5s…. troppo forte da accettare… direi che allora abbiamo aperto le scatole di tonno in ogni partito… sono cadute le maschere… tutti i partiti soi sono dimostrati uguali e diversi dal Movimento!

    "Mi piace"

  6. Come si semina……. il Mariuolo, il Topino di Orbetello, alì baba Ghino di Tacco, immaginate la raccolta. Il M 5 S deve tenersi ben distante dagli allievi di quei maestri se davvero vuole consensi.

    Piace a 1 persona

  7. “Abbiamo diviso il fronte populista, abbiamo cambiato la cultura del M5s. Adesso va a braccetto con la scienza e l’Europa. Non mi pento.” lo dissi in tempi non sospetti Goffredo bettini è il cavallo di troia del Pd con intenti guastatori ovvero sfasciare M5S. Cio che dice al Giannini fa il paio con i sondaggi della Gisleri e raccontano in sintesi inaffidabilità dei dirigente Pd e dei loro sodali.Mostrano supponenza”abbbiamo cambiato la cultura del M5s” si sentono demiurgi.. ma nelle loro elucubrazioni bipolari mostrano sofferenza e contemporaneamente delirio di onnipotenza.. . basta pochi decimi e subito si parla di controsorpasso . Loro (il Pd) si esaltano e rinnegano tutto si contraddicono e con disinvoltura straparlano insultano e offendono mostrando la loro insipienza e e supponenza

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...