Sturmtruffen

(Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – C’è una legge scientifica più esatta di tutte le scienze esatte: il teorema Riotta-Letta-Calenda. Quando uno dei tre dice una cosa, è probabile che sia una cazzata; quando la dicono tutti e tre insieme, è sicuro che è una cazzata. L’altra sera dovevamo chiudere il giornale e non sapevamo quale delle mille versioni sul missile […]

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

65 replies

  1. Sturmtruffen

    (Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – C’è una legge scientifica più esatta di tutte le scienze esatte: il teorema Riotta-Letta-Calenda. Quando uno dei tre dice una cosa, è probabile che sia una cazzata; quando la dicono tutti e tre insieme, è sicuro che è una cazzata. L’altra sera dovevamo chiudere il giornale e non sapevamo quale delle mille versioni sul missile in Polonia scegliere. Poi Riotta ha twittato: “Il missile russo al confine polacco… l’escalation di Putin in Ucraina e Europa”, “Attacco contro Paese Nato Polonia con vittime conferma che deriva terrorista russa non ha guida ma segue hubrys Putin fino a rischiare la guerra mondiale. Pensare di fermare il dittatore con la resa lo scatena. Serve batterlo e isolare la sua Quinta Colonna in Italia e Ue”. Poi Letta ha twittato: “A fianco dei nostri amici polacchi in questo momento drammatico… Quel che succede alla Polonia succede a noi” (ma la Polonia non era fasciosovranista? Chiedo per un amico). Poi Calenda ha twittato: “La follia russa generata dalle pesanti sconfitte continua. Siamo con la Polonia, con l’Ucraina e con la Nato. La Russia deve trovare davanti a se un fronte compatto. I dittatori non si fermano con le carezze e gli appelli alla pace”. En plein.

    A quel punto non c’erano più dubbi: il missile non l’aveva lanciato la Russia. Anzi, l’aveva lanciato l’Ucraina: l’unica (coi tre bimbiminkia affetti da cellularite compulsiva) che accusava Mosca. Un finale da Ballo in Maschera di Verdi e da Edipo re di Sofocle: l’accusatore-inquirente è l’assassino. Quindi niente articolo 5 Nato, evocato dai Tre dell’Ave Guerra in fregola di arruolarsi e aviotrasportarsi sul fronte del Don contro il nuovo Hitler che attacca la Polonia e contro i suoi complici pacifinti in Italia. Sennò dovremmo dichiarare guerra all’Ucraina, che ci risponderebbe con le nostre armi: un casino. Spiace per i tre foreign fighter de noantri, che dovranno marciare ancora sul divano e fare il presentat’arm sui social. E per le Sturmtruppen a mezzo stampa, che ieri mitragliavano titoli infoiati per l’agognata guerra nucleare. E ora imprecano contro i neoputiniani Biden e Stoltenberg: “Ci hanno rimasti soli, ’sti quattro cornuti”. Ma il cortigiano Johnny e il commissario Iacoboni non demordono e sposano la linea Meloni: “Che il missile sia ucraino, non cambia la sostanza: la responsabilità è tutta russa”. In effetti, se il missile fosse stato russo la Nato già marcerebbe su Mosca. Ma sono sottigliezze. Così come il fatto che Zelensky, cioè l’unico a sapere fin dall’inizio che il missile era suo, ha tentato e ancora tenta di truffare gli alleati per trascinarli nella terza guerra mondiale: “È un attacco missilistico russo alla sicurezza collettiva”, “È un messaggio di Putin al G20”. È bello armare un alleato così sincero e fidato: avercene.

    Piace a 12 people

  2. La nato prima di tentare di marciare su Mosca ci pensa e ripensa e infine decide che è meglio non farne niente,non sia mai il contrario.

    "Mi piace"

  3. Lo stupidotto che “serve separare la quinta colonna in Italia ed in ue” e gli altri due altrettanto stupidotti farebbero meglio non esporsi troppo.
    Sono pacifista ma” lo spirito guerrier dentro mi rugge”.

    Piace a 1 persona

  4. Impagabile l’analisi della Meloni che dà la responsabilità a Putin del missile ucraino caduto in Polonia. Ha però peccato di superficialità. Doveva specificare che la colpa è stata dei suoi genitori. Infatti, se non si fossero sposati non avrebbero potuto concepire e far nascere il futuro capo del Cremlino. E senza Putin non ci sarebbe stata alcuna guerra all’Ucraina, tanto meno missili sulla Polonia. Logico, no?

    Piace a 4 people

  5. 1. 2 marzo – Un missile della difesa aerea ucraina S-300 ha abbattuto un caccia MiG-21 rumeno. Il pilota è morto.
    2. 2 marzo – La difesa aerea ucraina abbatte, con un altro S-300, un elicottero da trasporto militare rumeno Mi-8, partito in missione di ricerca del MiG-21 abbattuto poco prima dall’Ucraina.
    3. 3 marzo – La nave portarinfuse (carico vario e sparso in stiva, non container) estone Helt colpisce una mina navale ucraina al largo di Odessa. Quattro persone risultano disperse.
    4. 10 marzo – Un UAV ucraino Tu-141 “Swift” attacca Zagabria. Fortunatamente non ci sono state vittime. Kiev non ha mai ammesso ufficialmente si trattasse di un loro drone
    5. 13 marzo – Nella regione di Irpen, un “Volkssturm” ucraino crivella l’auto di un giornalista americano del New York Times, Brent Reno, che, secondo i servizi segreti iraniani, lavorava come agente della CIA in Iraq.
    6. 9 settembre – un dragamine rumeno colpisce una mina navale ucraina vicino a Costanza. Fortunatamente non ci sono state vittime.
    7. 9 novembre – Un’imbarcazione turca colpisce una mina navale ucraina al largo delle coste turche. Fortunatamente non ci sono state vittime.
    8. 15 novembre – Il sistema di difesa aerea ucraino S-300 ha attaccato la Polonia, uccidendo 2 cittadini polacchi e un rimorchio.

    Con il pretesto di una guerra contro la Russia, l’Ucraina sta conducendo una guerra ibrida contro la NATO!

    https://postlmg.cc/sMh4tWZL

    Piace a 6 people

    • Credo che quegli Stati che posseggono satelliti spaziali posizionati sui teatri di guerra, possono seguire le tracce direzionali di ogni singolo razzo e di ogni cannonata sparati in zona.

      Piace a 1 persona

  6. La vicenda dimostra (se ce ne fosse bisogno) due cose: Biden è meno rimbambito di come lo si dipinge,
    Putin non è mai stato pazzo, la mosca tze tze verrà presa a calci nel sedere appena tutto sarà finito. Se un solo missile dovesse cadere sul territorio Russo o in nazioni confinanti, si devono interrompere le forniture delle armi all’Ucraina.

    Piace a 2 people

    • Meno male che almeno ci sei rimasto tu, unico donatore sano, qui, di commenti arguti e ficcanti e di geniali editoriali purtroppo ancora nel cassetto.

      Grazie di esistere.

      Piace a 1 persona

    • Marco, travaglio condanna putin da quando esiste . anche quando quelli che piacciono a te se lo cccolavana. tutti condannano i bombardamenti russi , sarebbe ora di smetterla con questa litania. non esiste nessuno sano di mente che sta dalla parte della Russia. esistono tantissimi, me.compreso , che non considerano zelensky come Mandela e l’ucraina la Svizzera. e soprattutto pensano che serva un cessate il fuoco immediato, proprio per salvare vite umane.

      Piace a 2 people

  7. la linea Meloni: “Che il missile sia ucraino, non cambia la sostanza: la responsabilità è tutta russa”

    La fascistella non ha ancora digerito la ritirata di Russia di suo nonno Mussolini ed è alla spasmodica ricerca di rivincite.

    Piace a 3 people

  8. Marco, travaglio condanna putin da quando esiste . anche quando quelli che piacciono a te se lo cccolavana. tutti condannano i bombardamenti russi , sarebbe ora di smetterla con questa litania. non esiste nessuno sano di mente che sta dalla parte della Russia. esistono tantissimi, me.compreso , che non considerano zelensky come Mandela e l’ucraina la Svizzera. e soprattutto pensano che serva un cessate il fuoco immediato, proprio per salvare vite umane.

    "Mi piace"

  9. Che editoriale squallido. Come se, ammesso che il missile sia stato lanciato dall’Ucraina per CONTROAEREA, non fosse per intercettare uno russo. Che è vero non hanno lanciato in Polonia, ma ci sono andati molto vicini, lanciando missili ai confini sapendo bene che il rischio di un incidente è dietro l’angolo. Travaglio pur di dare addosso all’Ucraina fa questi ragionamenti privi di una qualsiasi logica alimentati dal suo ASTIO per non dire ODIO nei confronti di Zelensky che è dietro solo a quello che nutre per DRAGHI. Ah ma l’invasione russa è una fake news di Biden. L’avevo dimenticato. E’ tutto un circo lanciato dai giornaloni. Servi di Draghi. E di Zelensky. Caro Travaglio visto che ormai la pensi come la tua nemesi Berlusconi, a quando una bella cenetta elegante anche per te?

    "Mi piace"

    • Sognala quella cenetta, ridicolo.

      Travaglio è stato l’unico baluardo per anni contro le derive antidemocratiche, mafiose e piduiste del berlusconismo mentre quelli come te e i tuoi referenti politici si giravano dall’altra parte alle sue denunce.

      “Basta con l’antiberluconismo che porta acqua a Berlusconi”, dicevate nell’illusione di tappare la bocca ad un giornalista cocciuto e coraggioso.

      Complici voi di Berlusconi: ieri, complici oggi e sempre.

      Rispetto per Travaglio.

      Piace a 4 people

    • Ma c’eri anche tu quando riempivano le bottiglie di benzina e polistirolo per difendersi dai carri armati russi???hahahahaha ti hanno fatto il lavaggio del cervello.Guarda che Putin non è comunista è quasi in dittatore come quelli che piacciono a te

      "Mi piace"

    • “Come se, ammesso che il missile sia stato lanciato dall’Ucraina per CONTROAEREA, non fosse per intercettare uno russo”. Cioé: due si sparano addosso e uno dei due becca in fronte te che abiti vicino, ma lo sparatore è scusabile e addirittura comprensibile. Mirava a un altro, colpa sua – dell’altro, cioé. E colpa tua che vivi in prossimitá di sparatorie, invece di confinare con le Bahamas. Alla faccia dei “ragionamenti privi di una qualsiasi logica”.

      “Ah ma l’invasione russa è una fake news di Biden”, “ASTIO”, “ODIO”, “visto che ormai la pensi come la tua nemesi Berlusconi” sono tutte parariottate, che lasciano il tempo che trovano. Per inciso, il riotto che scrive di “isolare la sua Quinta Colonna in Italia e Ue” (patetico) non sembra aver destato le tue, di obiezioni. Ma vabbé, quella è una riottata vera e propria.

      Travaglio sostiene questo, e dall’inizio: cessate il fuoco e negoziato immediati. Disapprova grandemente di invasori, di invasi dotati di divisioni neonaziste e di chi chiunque spinga sull’accelleratore del conflitto e del riarmo che non su quello del negoziato (vedi il bidendrone telecomandato alla Casa Bianca), punto. E da quel che ho letto di suo non ha mai considerato Putin (per me un gangster) come la sacra Madonna di un’icona o la Russia come Shangri-La: anzi! Se cosí non è, che lo si comprovi: ma con quote di passaggi sufficientemente rilevanti in questo senso, non letti attraverso i propri personalissimi fondi di caffé.

      Piace a 2 people

      • Guarda che qui non è “due si sparano addosso”. Qui è che uno viene in casa tua e te la devasta. Se tu cerchi di difenderti dalla pioggia di missili che ti piove addosso e la contraerea finisce per deragliare io non me la prendo con te. Ma con quel bandito che viene in casa tua a devastarti. Travaglio invece no. Lui se la prende a seconda di ciò che gli torna comodo.. Tanti gonzi tanti quatrini al fatto quotidiano. Il meccanismo l’ha capito benissimo.

        "Mi piace"

      • “Qui è che uno viene in casa tua e te la devasta”. Se fossi polacco sarei d’accordissimo. Se fossi polacco e parente degli uccisi anche di piú. E soprattutto con chi ha premuto il grilletto (anche mentendo inizialmente sulle proprie responsabilitá) me la prenderei eccome, che abbia la casa invasa o meno.

        I “quattrini” al FQ grazie ai “gonzi”, come li chiami tu, fan solo parte del tuo trascurabile parere. Per me son solo oziose chiacchiere da tifoseria rusticana, e mi fan solo chiedere una volta di piú chi siano i veri gonzi, qui.

        Piace a 2 people

    • 1- Il comico continua a raccontare che è stato un attacco russo ad un Paese Nato, invocando la 3a guerra mondiale. Si chiama MENTIRE. Probabile false flag non riuscita.

      2- Il fatto di trovarti dentro casa tua non ti da mica il diritto di i massacrare una parte dei tuoi coinquilini.

      Gli Stati Uniti ‘bocciano’ il sistema Ucraina: “Uccisioni illegali, corruzione, torture in carcere e mancata indipendenza dei giudici”

      “Uccisioni illegali o arbitrarie, casi di tortura e trattamento disumano dei carcerati, condizioni carcerarie dure e pericolose, arresti o detenzioni arbitrarie, gravi problemi con l’indipendenza della magistratura, gravi restrizioni alla libertà di espressione e ai media, gravi restrizioni alla libertà di Internet, respingimento di rifugiati in Paesi in cui la loro vita o le loro libertà sarebbero in pericolo, gravi atti di corruzione“. Queste sono solo una parte delle problematiche contenute nel 2021 Country Reports on Human Rights Practices nella sezione relativa alla situazione in Ucraina. E a stilarlo è il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti, il Paese che più di tutti sta fornendo aiuti militari al governo di Volodymyr Zelensky per contrastare l’invasione russa ordinata da Vladimir Putin.
      https://www.ilfattoquotidiano.it/2022/08/15/gli-stati-uniti-bocciano-il-sistema-ucraina-uccisioni-illegali-corruzione-torture-in-carcere-e-mancata-indipendenza-dei-giudici/6763214/#3559675

      Piace a 2 people

    • “Come se, ammesso che il missile sia stato lanciato dall’Ucraina per CONTROAEREA, non fosse per intercettare uno russo.”
      Solo chi non ha presente la differenza che corre tra 1Km e 65Km può scrivere una cosa del genere. Per non parlare della direzione di lancio e altri fattori. Non è stato sparato per “CONTRAEREA”!

      Piace a 3 people

  10. https://scontent.flin1-2.fna.fbcdn.net/v/t39.30808-6/315550502_10221759158544904_7070567559063545880_n.jpg?_nc_cat=111&ccb=1-7&_nc_sid=730e14&_nc_ohc=TKMAba1h3DUAX8T2R6f&_nc_ht=scontent.flin1-2.fna&oh=00_AfCqT5Zbrju5nLl8zg6YJrTR12TWJCOjoDPUn_HHFki8Jw&oe=637AE6ED

    “Questo signore in foto si chiama Jarosław Pakuła, è capo del consiglio comunale di Lublino, una delle città più grandi e antiche della Polonia che conta oltre 320 mila abitanti. Sentite un po’ cosa scrive:
    “Non capisco affatto le azioni del nostro presidente e del nostro governo. Questo è un missile ucraino. Questa è una provocazione da parte delle autorità ucraine.
    Il missile non può essere stato lanciato per errore a 100 km nella direzione opposta a dove ci sono i missili Russi. Lo scopo della provocazione è accelerare le consegne di armi all’Ucraina e intimidire l’Europa con una Russia spaventosa, in modo che la società civile chieda ai governi europei di aumentare gli aiuti all’Ucraina.
    Oggi il nostro presidente non dovrebbe rassicurarci con storie del tipo “si non è stata tanto l’esplosione del razzo quanto l’esplosione del carburante che c’era” e
    “è stato un incidente”. Ma dire a Zelenski che la Polonia non tollererà più un simile comportamento da parte delle autorità ucraine!
    Vi esorto (al governo Polacco ndr.) a riconsiderare la posizione della Polonia su questa guerra in caso di un altro attraversamento della linea rossa!”
    Non serve aggiungere altro alle parole di questo politico Polacco. Se non un forte applauso per il coraggio di mettere nero su bianco tutto ciò.
    Un forte abbraccio giunga a questo Signore!
    (Giuseppe Salamone)

    Piace a 3 people

    • Leggo solo ora l’editoriale di MT e relativi commenti e contributi.
      Fantastico questo sindaco, Tracia!
      Ammiro il suo pensiero indipendente e il suo coraggio nell’esternare la verità dei fatti.
      Avevo, quindi, azzeccato la valutazione “a sentimento” che la direzione del missile dovesse essere opposta e la distanza improbabile/impossibile!
      Quindi è praticamente accertato che il missile è stato lanciato APPOSTA.
      Altro che “incidente”, “tragico errore” e “contraerea”.
      Ecco perché l’insistenza di autorità e media su questi nuovi mantra e la pervicacia di Zelensky nel reiterare le false accuse!
      Vuole pure partecipare alle indagini, lo stron2one, coi suoi tecnici, immagino QUANTO affidabili.
      E c’è ancora gente che se le beve, tutte queste bufale e false flag… il cocainomane si è montato la testa completamente: ormai crede di poterci rifilare la qualunque, senza alcun limite, l’eroe dei nostri cglni!
      Ne vediamo, qui, chiari esempi in qualche patetico commento, anche se i nostri hanno ben poco peso, rispetto a quelli dei 3 ridicoli elementi di cui tratta MT… loro sì che ci fanno fare delle meravigliose, sfolgoranti figure di m3rda!

      Piace a 2 people

  11. Comunque la sm…ata che mi rende proprio felice è quella del bambacione Carletto, che con l’alleato suo Ollio va dicendo in giro che che la politica è una cosa seria.
    E loro lo nacquero modestamente

    Piace a 1 persona

  12. Egregio Francesco, l’invasione russa È una guerra preventiva. Esattamente come la fece ISRAELE sentendosi minacciata da Egitto e da Siria nel giugno 1967 senza dichiarazione ( la guerra dei 6 giorni). L’ha vinta, si è ingrandita, se ne è fregata delle condanne ONU, non ha tirato fuori nemmeno un soldo bucato di danni.

    Piace a 3 people

    • E quindi? Per me è inaccettabile, come l’invasione dell’IRAQ da parte degli USA. Io non vado dietro una bandiera se c’è da condannare gli USA lo faccio se c’è da condannare Putin lo faccio. Travaglio ha trovato un mercato di negazionisti anti – nato anti – usa e attinge in quel mercato. Scelta commerciale distante SECOLI – LUCE dal GIORNALISMO

      Piace a 1 persona

      • Egregio Francesco, la mia era una constatazione. Che poi, gli atteggiamenti delle opinioni pubbliche o giornalistiche cambino a seconda degli interessi e delle alleanze è un altro fatto assodato e addirittura scontato.

        Piace a 1 persona

      • Frsncesco a kerson sono stati evacuati dai russi 30000 abitanti ucraini di sangue russo. Sono loro che hanno ragione. Kiev e da almeno 8 anni che ammazza. Risentiti le parole di Berlusconi e le intenzioni di putin.
        Minsk 1 e minsk 2 sai cosa sono? L’invasione russa è dovuta per proteggere e dargli una lezione. È kiev che uccide. Le minoranze del donbass hanno chiesto aiuto e dopo i trattati falliti kiev necessitava di uno schiaffo forte. Poi ( o da molto tempo) si è mossa l’america e l’Europa per armare colui che andava fermato.
        Che film hai visto!!!!!

        Piace a 1 persona

      • X Francesco:

        Quindi delle due l’una: per TE va bene che i russofoni del Donbass siano stati ammazzati da 8 anni a questa parte dai nazi di Kiev?

        Cosa avresti fatto al posto di Putin, per esempio?

        Ma scommetto che nemmeno sai cosa siano gli accordi di Minsk.

        "Mi piace"

  13. Dedicato a tutti voi che ri-digerite elementi di propaganda… Ancora nessuno e’ riuscito a spiegare perche’ non abbiano permesso agli ucraini di esaminare i relitti. Ipotesi: Potrebbe trattarsi di qualcosa sparato dalla Bielorussia e finito in Polonia. Questa sarebbe escalation peggio che se fosse un missile russo finito per errore… Proprio in quell’area (sud-ovest) della Bielorussia hanno concentrato ormai tra i 50 e 100 mila uomini… Ipotesi 2: dicono si tratti di un S300… quindi un reperto d’antiquariato dell’URSS… Sono razzi a combustibile solido ultrascaduto. Il margine di fallimento/deviazione e’ enorme. Sono dei rottami. Gli stessi russi li stanno usando iormai per bombardamenti alla cieca sui civili…

    "Mi piace"

      • devi essere un esperto di indagini e di processi, vero? I processi si fanno sempre senza gli accusati perche’ altrimenti nascondono le prove… Hahahahaha

        "Mi piace"

      • Marco, ma nooo…
        SOLITAMENTE si permette agli accusati di MANIPOLARE le prove.
        Infatti, in Italia, NON esiste neanche una legge sulla carcerazione preventiva, per evitare la reiterazione del delitto e L’INQUINAMENTO DELLE PROVE.
        Certo che sei tu l’esperto, eh?
        🤣😂🤣😆

        "Mi piace"

    • La verità che ti racconta è sconfortante: cambiare idea, accorgersi di sbagliare è faticoso per chiunque, soprattutto per chi divide il mondo tra buoni e cattivi.

      "Mi piace"

    • Guarda che Biden ha dichiarato che un aereo Usa stava sorvolando la zona, quando è arrivato il missile.
      Lo SAPEVANO DA SUBITO che era arrivato DRITTO DRITTO dall’Ucraina.
      L’hanno VISTO.
      Neanche c’era bisogno dei satelliti, che sfiga per Z…😆
      Perché credi che Biden abbia subito dichiarato l’improbabilità che il missile venisse dai russi?
      Oh, ma siete dei boccaloni incorreggibili e VOLONTARI.
      Per scelta, proprio.
      Che cos’è, sindrome di Stoccolma?
      Difendete l’indifendibile e vi buttate sabbia negli occhi, anche quando lo stesso padrone vi toglie per un attimo le bende?
      Avete forse paura di riconoscere i sequestratori?

      Piace a 1 persona

    • Posso rispondere alla tua dedica con un vecchio aforisma : l’asilo ( tu, tanto per chiarire) diede del testone al gallo

      "Mi piace"

  14. La verità che ti racconta è sconfortante: cambiare idea, accorgersi di sbagliare è faticoso per chiunque, soprattutto per chi divide il mondo tra buoni e cattivi.

    "Mi piace"

  15. Oggi le sturmtruppen da divano si sono gioiosamente schierate sulla “verità”:

    “I missili, pur essendo di fabbricazione russa, sono caduti in territorio polacco per uno sbaglio dell’artiglieria
    ucraina. ”
    Amen; America dicit, e per questa volta si è evitato un allargamento del conflitto.

    Personalmente penso che sia la migliore “verità” possibile in questo momento.

    Come quella che Putin deve ritirare i suoi macellai e fare finire questa sporca guerra
    prima che essa finisca il suo, di Putin, “tempo”.

    "Mi piace"

    • Incredibile come i sostenitori degli ucronazi rigirino la frittata, c’è un bullo criminale che uccide imprigiona minaccia aggredisce ruba bombarda e se ti difendi diventi tu il criminale,
      Allora perché non aboliamo carabinieri e polizia?

      "Mi piace"

  16. Non poteri essere più distante dalla Russia, da Putin e da ciò che ha fatto e sta facendo. Ma non ho pensato nemmeno per un secondo che il missile possa essere stato un atto volontario russo.

    I russi hanno già abbastanza difficoltà, militari e ora soprattutto geopolitiche. Al G20 di Bali è stato plastico se non l’isolamento, il fatto che a nessuno, ma proprio a nessuno dei paesi rappresentate è piaciuta la situazione in cui si è cacciato Putin. Non è necessario arrivare alla condanna ufficiale per capire che aria tira; per esempio, basta che il presidente cinese si sia dimostrato ben contento di trattare con gli italiani, convintamente atlantisti e pro ucraina, per rendersi conto dove egli preferisca stare anche se non gli conviene ora dirlo in pubblico. Chiaramente, la situazione a questi paesi non piace per la minaccia alla stabilità che ha riflessi sui loro interessi (e sul nostro, pure) non certo per questioni umanitarie che in politica sono, come tutto, funzionali o disfunzionali secondo i casi, mai solo giusti o non giusti.

    Non ho pensato nemmeno per un secondo che il missile sia stata opera “diretta” dei russi perché in questa situazione e difronte all’evidente superiorità tecnica e militare della Nato (se mai dovesse davvero dispiegarsi) sarebbe suicida provocarne una reazione, ancorché reazione che da noi quasi nessuno vorrebbe sostenere. Superiorità non perché la Russia sia del tutto inadeguata, ma perché è evidente che ha difficoltà a gestire efficacemente un esercito potenzialmente forte, anche se soprattutto per numeri più che per tecnologia. Numeri che comunque hanno importanza dato che i morti li devi pur sostituire. Il fatto è che puoi anche avere una Ferrari di F1 ma se non hai il polta ci fai davvero poco. E a poco vale dire che è perché Putin pensava di combattere gli ucraini e, invece, si è trovata di fronte alla Nato. In primo luogo vorrebbe dire che allora la Nato, semplicemente fornendo armi ed addestramento, prevale e, quindi, già si dimostra effettivamente superiore; figuriamoci se dovesse realmente combattere con tutto il potenziale che ha (escludiamo il nucleare che sarebbe storia di un giorno di attacco e rappresaglia e poi più niente per chiunque per sempre). Ma più che altro non è che un esercito è davvero forte se tutti gli altri si scansano e lo lasciano passare. Da questo punto di vista, gli Ucraini, che teoricamente avrebbero dovuto soccombere, armati a addestrati a dovere si son rivelati ben più combattivi.

    Quindi, per tornare al missile, resterebbero le altre ipotesi ufficiali (escludiamo cani sciolti, ovviamente). Provocazione ucraina o incidente da contraerea oppure anche errore nel calcolo del bersaglio (si dice che siano razzi vecchi, non precisi; se poi ci metti magari che i cannonieri/missilisti non sono proprio il massimo della professionalità, be’ …). E tuttavia, vien da pensare come possano gli ucraini, che dipendono dall’occidente che li aiuta sostiene (e che comunque, anche solo per paura, non è che li ami poi tanto) che ha un forte intelligence attraverso cui capire la verità dei fatti e tutto l’interesse a non farli andare a briglia sciolta, come possano pensare, appunto, di fare una cosa così e poi uscirne puliti addossando la colpa ai russi. Sembra un po’ ingenuo.

    Tutto pare convergere più realisticamente sulle conseguenze della difesa dai razzi. Che magari potrebbe essere anche strumentalizzata (guarda mai che abbattendo un confetto russo facciamo danni ai polacchi che s’incazzano di più di quanto non lo sono già e vengono a darci manforte – stranamente, nemmeno i polacchi amano i russi: chissà perché!).

    Piace a 1 persona

    • Mario,
      Anzi viene al caso la famosa domanda del milione al Polacco : se la Polonia venisse attaccata allo stesso tempo da Russi e Tedeschi, chi combattereste per primo ? Risposta : i Tedeschi, naturalmente. Prima il dovere, e dopo il piacere

      "Mi piace"

  17. Caitlin Johnstone: Il raduno di guerra Zelensky-Bush
    15 novembre 2022

    Il modo in cui gli Stati Uniti hanno provocato e ora sostengono la loro guerra per procura in Ucraina non è più etico della loro invasione dell’Iraq. Se la gente non riesce a vederlo, è perché la propaganda sull’ultima guerra non si è ancora dissolta

    Piace a 2 people

  18. UKRAINE tried to start WW3 yesterday when a UKRAINIAN missile struck a NATO country and killed innocent civilians.

    Ukrainian leaders LIED and BLAMED RUSSIA. The AP wrote it up unquestioningly.

    Ukrainian Leaders LIED to try and initiate full-blown WW3.

    These are the facts.

    — Benny Johnson (@bennyjohnson) November 16, 2022

    Piace a 1 persona

  19. Stiamo supportando e armando uno che ha appena provato a far scoppiare la terza guerra mondiale termonucleare sulla base di un’operazione sotto falsa bandiera (che ha ucciso due polacchi) …. lui fa i suoi giochi da baro, i pazzi siamo noi.

    Piace a 3 people

  20. “Il missile non può essere stato lanciato per errore a 100 km nella direzione opposta a dove ci sono i missili Russi”

    Questo Pakula sembra aver capito tutto, e sarà l’unico polacco a cui Occhi di tigre non dà l’amicizia.

    Probabilmente gli ucraini, magari d’accordo con qualche paese Nato dell’area particolarmente scatenato, hanno lanciato il missile per vedere l’effetto che fa, e gli altri paesi Nato meno scatenati hanno dovuto metterci una pezza.

    Se è così, per il buon Zelensky non sembra prevedibile una vita lunghissima alla guida dell’Ucraina, perché si tratterebbe di uno catalogabile ormai come un fuori di testa incontrollabile.

    Piace a 3 people

  21. Mi stupisce l’ingenuità di Travaglio. Non che ne sappia più di lui, ma le versioni ufficiali, specie in guerra, sono da prendere con le molle, come ci insegna il buon Caracciolo. Magari c’è stato un un’accordo a tre (Polonia, USA e Russia) per fornire questa versione, magari con delle scuse in privato alla Polonia da parte di Putin per l’errore di mira. E forse l’unico che sta dicendo la verità è proprio Zelensky.

    Piace a 1 persona