Senato: Scarpinato e il passato che ritorna

(Roberta Labonia) – Nel silenzio tombale dell’aula del senato oggi il neo senatore 5 Stelle, ex magistrato Roberto Scarpinato, ha rivolto il suo j’accuse a Giorgia Meloni e al partito che rappresenta. Lei, ha detto rivolto alla neopremier, ha usato parole di condanna verso il periodo fascista, ma l’ideologia fascista, il neo fascismo, è ancora vivo fra di voi.

Le ha ricordato Pino Rauti, che ebbe parte attiva nelle trame degli anni dell’eversione. Le ha ricordato chi dei suoi ancora oggi, come Mollicone, celebra nelle stanze del Senato personaggi dal passato oscuro come il Generale Maletti, condannato in via definitiva perché coinvolto nello stragismo. Ha evocato l’assassinio di Falcone e Borsellino. Se in carcere ci sono finiti i mafiosi, gli esecutori materiali delle stragi, i mandanti sono ancora avvolti nel mistero. Scarpinato ha sottolineato alla Meloni che se è vero che lei condanna le mafie deve cominciare da quelle che si celano dietro i colletti bianchi e che tanta diseguaglianza e disagio sociale hanno generato nel Paese.

Gli unici applausi gli sono venuti dai senatori 5 Stelle. Le altre “opposizioni” non pervenute.

Evidentemente erano temi troppo gravi, troppo scomodi da ascoltare, quelli toccati da neo senatore. Appena insediati, i tanti, troppi parlamentari di lungo corso abituati ad una navigazione tranquilla, ad interventi di bassa cucina, alle trite manfrine dello scontro verbale contro chi magari, un attimo dopo, invitano a pranzo, altro non hanno saputo fare che opporre il silenzio, ostili.

Decisamente troppo è stato, il discorso di Scarpinato, per il neo presidente del Senato, onorevole Ignazio Benito La Russa, il quale non ce l’ha fatta a trattenersi e proprio quando l’ex magistrato stava ricordando alla Meloni e all’aula tutta che oggi al governo siede una forza politica come Forza Italia il cui leader ha pagato per decenni la mafia e il cui fondatore, Marcello dell’Utri, è un mafioso, l’ha stoppato bruscamente per poi mordersi la lingua e consentirgli di chiudere, da li a pochi secondi, il suo intervento.

Mai, a mia memoria, ho ascoltato parole così crude, così gravi, così inoppugnabili, in un aula del nostro Parlamento. È il passato che ritorna e con cui la nostra Repubblica ancora deve fare i conti.

10 replies

  1. 🔔 UN ALIENO AL SENATO…👇 PIERO GUERRIERI

    Lo hanno ascoltato in un silenzio surreale, tutti, anche dai banchi del Governo, quasi impietriti.
    Tutto, meno che un caso.
    Perchè l’intervento al Senato del Procuratore #RobertoScarpinato non apparteneva a questa Politica, era #diunaltropianeta, e le sue parole, pesanti come #pietre, si sono abbattute su lorsignori, dalla Premier a molti Ministri ed esponenti della loro parte, che il giudice Scarpinato ha definito “fascista” spiegando con calma il perchè.
    Dalle responsabilità neofasciste nelle stragi, ai depistaggi della strategia della tensione fino alla condanna per concorso esterno di #MarcelloDellUtri.
    Scarpinato ha ripercorso i tanti atti di “depistaggio delle stragi neofasciste” durante la strategia della tensione, a partire da quella di piazza Fontana, e ha riicordato a Giorgia Meloni le sue posizioni contro il reato di tortura dopo i fatti del G8 di Genova e della Diaz.
    “Non bastano né le prese di distanze dal fascismo – ha #tuonato Scarpinato – né la neo condiscendenza del presidente La Russa nel dichiarare chiusi i ponti con il passato per instaurare una nuova fase di riconciliazione nazionale“.
    Questa “sarà possibile solo quando ci sarà verità sulle stragi del neofascismo e verranno esclusi dal vostro Pantheon taluni personaggi.
    Resta viva la preoccupazione sul vostro voler mettere mano alla Costituzione” con la riforma del “presidenzialismo che potrebbe rivelarsi una ritorsione autoritaria” che porterà “all’uomo solo al comando”.
    ““Quanto alla sua dichiarata intenzione di mantenere una linea di fermezza nella lotta contro la mafia – ha continuato l’ex pg di Palermo – mi auguro che valga anche contro la mafia dei colletti bianchi, che va a braccetto con la corruzione.
    La mia perplessità si regge sul fatto che la vostra maggioranza si regge anche su una forza politica il cui Leader ha mantenuto rapporti pluriennali coi #mafiosi e che ha tra i suoi soci fondatori Marcello Dell’Ut..”.
    A quel punto, il microfono si è spento prima che l’ex Magistrato potesse pronunciare il cognome di #DellUtri, condannato in via definitiva per concorso esterno.
    Poi, su disposizione del Presidente, si è riacceso: “Vede, presidente – ha concluso Scarpinato – noi siamo le nostre scelte, le scelte che compiamo, e lei da tempo ha scelto da che parte stare, non dalla parte degli ultimi“.
    Roberto Scarpinato, un Gigante.
    Grazie a Giuseppe Conte di averci dato come compagno un Uomo così.

    Piace a 7 people

  2. E la Vandara gli ha risposto cianciando di approcci smaccatamente ideologici (lei!), e addirittura di Borsellino, via d’Amelio e depistaggi: pensa te. Fessa non è, perché ha tagliato corto con un “questo è tutto quello che ho da dire”, altrimenti Scarpinato piú tardi l’avrebbe praticamente distrutta. Meglio appunto cianciare le prime fesserie che le sono venute in mente e tirare avanti.
    Ma dovremo abituarci ad assistere a queste cose.

    "Mi piace"

    • Egregio Ermeneutica, le dittature funzionano così: c’è sempre una Maggioranza consistente che le approva e che si identifica. Senza un largo appoggio popolare non si reggono. Per molti, poi, Libertà e democrazia sono SUONI.

      "Mi piace"

  3. RIFLESSIONI
    Cristina Correani
    La destra va al governo nel momento più tragico per l’Italia, con un numero di poveri moltiplicato per milioni e i primi provvedimenti che vengono in mente alla capa sono l’abolizione del reddito di cittadinanza e l’innalzamento del tetto dei contanti, che favorisce i ricchi e i delinquenti che producono oltre 100 miliardi di evasione fiscale ogni anno. Ha ragione Concita De Gregorio: è una vera fuoriclasse, come no.
    .
    Stacce
    Quindi no RdC perché devi annà a lavorà ma senza salario minimo. Però impegnate che dopo un par d’anni tutto quello che hai guadagnato te lo pòi spenne cash in una botta sola.
    .
    Viviana
    Dal 2 novembre parte la Cartabia con cui molti reati saranno punibili soltanto con querela della vittima: tutti i furti, lesioni stradali gravi, sequestri di persona e truffe semplici, liberando centinaia di delinquenti professionali. E bravo Draghi e bravo Grillo! Bel lavoro!
    Con la Destra al potere (vedi proseguimento dell’Agenda Draghi) avremo il trionfo assoluto e definitivo dei delinquenti, dei politici corrotti e dei mafiosi. Per questo Paese non ci sarà più nessuna speranza. Scaleremo verso il basso i Paesi del Terzo Mondo. Son soddisfazioni!
    La Cartabia sembra scritta da una cupola mafiosa E Nordio provvederà a un liberi-tutti per politici, milionari e mafiosi. Ora potrà venire in Italia il gotha della delinquenza mondiale, altro che quei poveri disgraziati dei barconi!
    Per la pac condicio la Meloni non ha voluto i ladri liberi solo in Parlamento ma anche nel Paese. Com’è giusta lei!!
    Con la legge Cartabia, grazie Draghi-Meloni” Grazie Grillo! Forza ladri, avanti tutta! Per voi è un momento favoloso. Il crimine ringrazia e l’Italia scenderà ancora di più sulla scala della giustizia.
    .
    Primo atto del nuovo governo: alzare il tetto del contante a 10.000 euro. Aiuta malaffare ed evasione? Appunto!
    Dunque il meccanico lo posso pagare in nero così l’idraulico o tengo le buste paghe degli operai basse il resto lo do in nero così mi prendo lo sconto dallo stato, alcuni fornitori li paga in nero così faccio il nero. Ah ecco faccio proprio il NERO …….
    Insomma questo Governo ci chiede di essere complici dell’evasione fiscale! Chi paga le tasse è un fesso. Viva i furbi!
    .
    Conte:
    “Il governo ha un nuovo motto, non disturbare chi pensa al malaffare” Evasori, corrotti, sfruttatori e mafiosi, andate in pace!
    “Meloni giura di non toccare i diritti. Ma basterà ostacolarli: l’aborto in molte regioni di destra, a partire dalle Marche, è ormai quasi impossibile. C’è poi la battaglia sul fine vita o la legge sull’omotransfobia».
    “«Girare con valigette piene di contante non risponde alle necessità dei cittadini ma alle tentazioni di corrotti ed evasori. Il motto del governo è non disturbare chi ha voglia di dedicarsi al malaffare. Si continua la cancellazione del cash-back»
    Conte : «Il reddito minimo durante la pandemia ha salvato un milione di persone dalla povertà. Chi pensa di toglierlo o non ha idea dei problemi del Paese o guarda con disprezzo a chi non ce la fa. Per altro sarebbe in contraddizione col filone della destra sociale».
    “Meloni invece di concentrarsi più concretamente sui problemi di famiglie e imprese, o sulle difficoltà reali di sanità, ricerca, scuola e università, si è preoccupata di rivendicare un progetto culturale conservatore e a tratti reazionario».
    Nel suo discorso alla Camera Meloni non ha mai nominato la parola pace.
    Conte : «In un’ora e dieci di intervento è stata capace di evitare la prospettiva di un negoziato che porti alla fine del conflitto».
    “Se fosse per voi i soldi del PNRR non li avremmo mai avuti. Avete votato contro» Risposta della Meloni: “Che mer-a!”
    Viviana
    Meloni : ha rassicurato corrotti, evasori e sfruttatori. Via libera al ritorno del contante e stop al salario minimo Nel Paese dove sfuggono all’Erario più di 100 miliardi l’anno (11 volte il Reddito di cittadinanza che si vuole cancellare) gente sta brindando
    .
    Viviana
    In pratica in Italia fatichiamo a rinnovare i contratti (per i dipendenti pubblici sta per essere approvato un contratto che è già scaduto) e continuiamo ad avere gli stipendi più bassi della UE però ci impegniamo a pagare i dipendenti pubblici ucraini
    SCARPINATO
    “La perplessità si regge sul fatto che la maggior parte si regge anche su una forza politica il cui Leader ha mantenuto rapporti pluriennali coi mafiosi e che ha tra i suoi soci fondatori Marcello Dell’Ut..”.
    “Resta la viva volontà sul vostro voler mettere mano alla Costituzione” con la riforma del “presidenzialismo che potrebbe rivelarsi una ritorsione autoritaria” che porterà “all’uomo solo al comando”
    .
    Cristina Correani
    Quello che ha detto ieri in senato il dottor Scarpinato avremmo dovuto leggerlo tutti i giorni sui giornali, al posto dei ridicoli articoli sul parrucchiere di meloni, l’estetista di meloni, sulle scarpe di meloni e su come guida meloni.
    .
    La manina
    E comunque puoi essere la donna più potente del pianeta, una che ha migliaia di uomini sotto di sé, ma se il modello di donna che promuovi è quello delle società patriarcali preilluministiche, vuoi le donne un passo dietro agli uomini. Non è così complicato da capire.

    "Mi piace"

  4. Egregio Ermeneutica, le dittature funzionano così: c’è sempre una Maggioranza consistente che le approva e che si identifica. Senza un largo appoggio popolare non si reggono. Per molti, poi, Libertà e democrazia sono SUONI.

    "Mi piace"

  5. Credo valga veramente la pena sentirlo in originale

    qhttps://www.youtube.com/watch?v=oNabMzqHvH8&feature=emb_imp_woyt

    "Mi piace"

  6. è comparsa una q iniziale di troppo …

    L’ho già postato due o tre volte, ma l’ho anche ascoltato diverse volte, direi memorabile.

    "Mi piace"

  7. ascarpinà , potevi anche accennare alla strage di ustica fatta da un caccia francese o alla morte in esilio di Bettino , unico caso , dovuto al fatto che gli yenkee vendicativi non gli hanno mai perdonato la sua indipendenza per il caso dei terroristi

    @Viviana

    mi lasci senza parole !!! errare è umano ma perseverare è imbelle ! entrambe proveniamo dalla delusione grillina , ma tua perseveri nella speranza che in quei luoghi satanici qualcuno rimanga vergine ! il tuo scarpinato incendiario , tanto lodato , diventerà il più imperterrito dei pompieri tra qualche mese, quando l’alienazione dalla realtà che il sistema dei poteri ha astutamente studiato rifletterà sulle anime belle privilegi e montagne di soldi regalati , in quelle aule nessuno si salva.
    ti sei già dimenticato il nostro grillo dei tempi andati ? conflitto di interesse, decrescita felice , webcam in ogni incontro , restituzione di prebende , scatolette di tonno …… e tanto altro , tutto andato allegramente affanxulo !!! il bibitaro ne è metafora !! questa è litalaia xchè questi sono glitaliani

    "Mi piace"

  8. Detto questo, questa è l’ Italia e questi gli italiani, constatazione facile vista la storia, quando gli italiani erano fascisti per convinzione (e lo sono?) e lo sarebbero rimasti, per ulteriori decenni , dopo il ventennio, senza l’ inconveniente di una guerra persa, combattuta ob torto collo, per errata valutazione di accomodarsi dalla parte del patto d’ Acciaio, ritenuto vincente, quali sarebbero le alternative praticabile, fattibili e magari risolutorie? Perché se qualcuno sogna e spera nella rivoluzione, l’ unica ” rivoluzione” è stata quella fascista, chiamata proprio così da chi marcio’ su Roma il 28 ottobre di un secolo fa. ……se gli italiani erano quelli, nulla del secolo successivo fa presumere che possano essere diversi…….e mi pare che la storia politica, del dopo ventennio lo abbia ampiamente dimostrato……..più che popolo rivoluzionario, siamo come la coda del maiale, fa tanti giri ma rimane fedelmente attaccata al cubo! Quanto al Grillo dei tempi andati, è stato l’ ideatore e sostenitore della metafora………se nell’ aula non si salva nessuno, e può essere, allora non si doveva proprio entrare nell’ aula , perché la rivoluzione gentile con l’ apriscatole di un sistema cui entri a far parte, con
    regole di ingaggio e partecipazione, è una contraddizione in termini. ….storicamente non esiste! Come se ne esce? Astenendosi? Votando altri partiti affinché abbiano accesso alla stessa aula e alle stesse regole? Perché nel frattempo abbiamo da sfangare i prossimi anni, con un parlamento e governo da coda di maiale. …..dopo tanti giri siamo tornati lì dove ci porta il core!

    "Mi piace"