C’è solo Conte dalla parte dei lavoratori

Chi non si fa scrupoli a tradire le tante imprese e i loro dipendenti a rischio straparla di tattiche da campagna elettorale e tempo sprecato.

GIUSEPPE CONTE INCONTRA I CITTADINI AL MERCATI DI VIA BENTIVOGLIO

(Gaetano Pedullà – lanotiziagiornale.it) – Vi ricordate come funzionava a Roma prima che tornassero in sella quelli bravi del Pd? Quelli che si minacciano tra loro gridando per strada “inginocchiati o ti sparo” (cit. Ruberti, ex capo di gabinetto del sindaco Gualtieri)?

Certo che ve lo ricordate, dalle Alpi alle piramidi, perché qualunque cosa accadesse, fosse anche una foglia che cadeva dagli alberi, era “colpa della Raggi”, la prima cittadina priva di tutti i difetti che fanno curriculum nella politica italiana (rubare, farsi corrompere, buttare via il denaro pubblico, ecc. ecc.) tranne uno: essere dei Cinque Stelle.

Così, alla stessa maniera, oggi che in Senato non si approverà il Decreto aiuti bis, per i partiti di destra e sinistra con il loro seguito di trombettieri nei giornali la colpa è dei soliti irresponsabili di Conte, e non di un governo che ci si ostina a definire dei Migliori, quando è palese la sua quantità di errori e di orrori.

Nel caso specifico, infatti, il testo rispecchia chiaramente l’ostilità espressa dal premier Draghi al Superbonus 110%, e approvarlo senza gli emendamenti necessari farebbe fallire stamattina stessa migliaia di piccole e medie imprese nel settore delle costruzioni, mandando a casa decine di migliaia di lavoratori.

Lo stesso Presidente del Consiglio che si vanta della crescita del Pil superiore alla Germania nel 2021 e a quasi tutta Europa nel primo semestre di quest’anno proprio grazie al Superbonus non ha mosso una paglia per far circolare i crediti fiscali, permettendo in sostanza il pagamento dei lavori effettuati, e ha provato a far finire la faccenda in cavalleria infilandola nello stesso provvedimento che destina 17 miliardi di euro a famiglie e imprese, sotto varie forme, peraltro in gran parte già utilizzati. E chissenefrega di tutte le altre aziende che salteranno, seppur colpevoli soltanto di essersi fidate di una legge dello Stato.

Così solo i 5S si sono messi di traverso, e da ieri sono anche accusati di non capire in che condizioni è il Paese, mentre chi non si fa scrupoli a tradire le tante imprese e i loro dipendenti a rischio straparla di tattiche da campagna elettorale e tempo sprecato. Quando quella che si spreca è unicamente la loro faccia tosta.

34 replies

  1. Urge legge su editoria e conflitto di interessi.
    O continueranno ad usare i giornali per manganellare gli avversari politici.
    I 5s, ovviamente, proprio per la loro indipendenza e i loro MERITI, sono L’AVVERSARIO comune.

    Piace a 5 people

  2. Vedo, comunque, che il metodo “inceneritore” infilato nel Dl aiuti si è rivelato utile la prima volta, per accusare Conte, e quindi ne viene reiterato l’uso.
    Infilare una norma sgradita e Deleteria in un blocco di aiuti, poi accusare il m5s di opporsi a questi ultimi!
    FATE SCHIFOOOOOOO! 😝🤮

    Piace a 6 people

  3. Ma qualcuno puo’ spiegarmi questa guerra santa dei 5 stelle contro il termovalorizzatore a Roma ?
    Capisco che coi rifiuti sotto casa ci si puo’ fare pure l’ abitudine , come se ci si trovasse all’ odore del mare , ma non va bene rifilarglieli agli altri , o no !
    A Brescia non stanno morendo tutti di cancro mi pare , e ci si riscalda pure con quel sistema .

    "Mi piace"

    • C’è una scelta da fare: o recicli e fai la raccolta differenziata creando un giro virtuoso del riuso, oppure bruci tutto ottenendo un po’ di energia ma senza generare nuovi lavori, inquinando (perché che il termovalorizzatore non inquini sono ca22ate), e producendo comunque un rifiuto però altamente tossico (10% circa), che devi portare in discariche speciali.

      "Mi piace"

      • Guarda che a Brescia c’e’ l’inceneritore che brucia i rifiuti , ed e’ quello che e’ utilizzato per il riscaldamento e l’ acqua calda , poi c’e’ il termovalorizzatore che e’ quello per i rifiuti speciali . Quanto all’ inquinamento , perche’ i danni delle porcherie lasciate per strada che poi spesso e volentieri vengono bruciati fai da te , e l’ inquinamento delle falde acquifere che le discariche causano quelle van bene ? Contenti voi !

        "Mi piace"

    • Molto sbagliato. Bisogna correggere questa ignoranza; per farlo basta usare un motore di ricerca e selezionare:

      Brescia inceneritore inquinamento tumori

      "Mi piace"

      • Ma tu non sei quello che ha fatto chiudere i commenti al Simplicissimus ? E allora smamma , correggi piuttosto la tua maleducazione prima di correggere gli altri . Che vuoi correggere , tu al massimo puoi s-correggere come abitualmente fai .
        Quanto a Brescia io ci vivo , e i motivi dell’ inquinamento delle polveri sottili sono quelli comuni delle citta’ della Pianura Padana , dovuto al traffico , le innumerevoli fabbriche metallurgiche del territoro , le acciaierie e quant’ altro .
        Non esistono prove comprovate che si possa mettere in relazione termovalorizzatori-tumori .

        https://www.tag43.it/termovalorizzatori-in-italia-dove-sono-e-come-funzionano/

        "Mi piace"

      • Evidentemente ne sai piu’ del prof. Veronesi . Allora sei proprio sprecato qui e non solo qui . Solo Brunetta ti supera , il che e’ tutto dire .

        "Mi piace"

      • Ovviamente falso come tu sei: non esiste la parola “Brescia” in quel documento. Come alcuni, sei uno che fa il Ricucci col Berlusconi altrui.

        E’ ovvio augurarti un cancro allo stomaco, oppure farti reincarnare seduta stante nel pancreas di Alberto Capece Minutolo.

        "Mi piace"

      • Buongiorno,
        Sono due impianti e relativa filiera completamente differenti.
        Apparentemente.

        Qui un confronto tra le due “filosofie”.
        E’ indubbi che la combustione di materiali contenenti sostante tossiche, molto spesso “nascoste”, crea veleni che è quasi impossibile smaltire.
        Un esempio per tutti: le piastre madri di ogni oggetto elettronico insieme ai componenti che sono “saldati” su di esso generale gas e rilasciano materiale tossico residuo.
        Questi residui calcolati per tre piastre madri di un personal computer, uccidono un uomo.
        Solo che ci vogliono almeno venti anni perché i tumori compiano il fatto.
        E si può sempre dire che è una concausa un po’ come si fa per l’amianto o l’uranio “impoverito”.
        Il loro smaltimento è’ un processo incontrollato perché nelle discariche (isole ecologiche !) non esiste un filtro e gli addetti fanno a botte per prenderli e recuperare, bruciandoli, quello che qualcuno gli ha raccontato e cioè minuscoli residui di metalli “pregiati” che in realtà non esistono.
        Esiste la possibilità del parziale recupero ma non è economicamente pagante a numeri bassi e comunque ha bisogno della sostituzione di alcuni componenti, di conseguenza lo scarto finisce ad inquinare.
        Triturato opportunamente viene utilizzato “nascosto” nel cemento armato, oppure nello strato sottostante l’asfalto delle strade un po’ come la maggior parte dei rifiuti inerti non “bruciabili”.
        Durante l’emergenza Covid ho recuperato trenta PC per donarli a famiglie che non se ne potevano permettere uno e utilizzarlo per la DAD.
        L’impegno era che una volta non più necessari sarebbero stati restituiti al Centro del Riuso per farli girare ancora.
        Molti sono stati “depositati” nelle discariche, quando non lasciati vicino ai cassonetti o per strada.

        Senior systems Engineer
        stefano tufillaro

        "Mi piace"

      • Buongiorno,
        Sono due impianti e relativa filiera completamente differenti.
        Apparentemente.

        Qui un confronto tra le due “filosofie”.
        E’ indubbio che la combustione di materiali contenenti sostante tossiche, molto spesso “nascoste”, crea veleni che è quasi impossibile smaltire.
        Un esempio per tutti: le piastre madri di ogni oggetto elettronico insieme ai componenti che sono “saldati” su di esso generano gas e rilasciano materiale tossico residuo.
        Questi residui calcolati per tre piastre madri di un personal computer, uccidono un uomo.
        Solo che ci vogliono almeno venti anni perché i tumori compiano il fatto.
        E si può sempre dire che è una concausa un po’ come si fa per l’amianto o l’uranio “impoverito”.
        Il loro smaltimento è’ un processo incontrollato perché nelle discariche (isole ecologiche !) non esiste un filtro e gli addetti fanno a botte per prenderli e recuperare, bruciandoli, quello che qualcuno gli ha raccontato e cioè minuscoli residui di metalli “pregiati” che in realtà non esistono.
        Esiste la possibilità del parziale recupero ma non è economicamente pagante a numeri bassi e comunque ha bisogno della sostituzione di alcuni componenti, di conseguenza lo scarto finisce ad inquinare.
        Triturato opportunamente viene utilizzato “nascosto” nel cemento armato, oppure nello strato sottostante l’asfalto delle strade un po’ come la maggior parte dei rifiuti inerti non “bruciabili”.
        Durante l’emergenza Covid ho recuperato trenta PC per donarli a famiglie che non se ne potevano permettere uno e utilizzarlo per la DAD.
        L’impegno era che una volta non più necessari sarebbero stati restituiti al Centro del Riuso per farli girare ancora.
        Molti sono stati “depositati” nelle discariche, quando non lasciati vicino ai cassonetti o per strada.

        Senior systems Engineer
        stefano tufillaro

        Piace a 1 persona

  4. I giornal(etti)oni devono modificare il loro atteggiamento perché i sondaggi sconfessano il loro desiderio di vedere l’estinzione del m5s.E perché glielo impone l’editore di cui sono scriba Pur coi suoi limiti il m5s rimane per il sistema una mina vagante da disattivare con qualsiasi metodo.La calunnia,la falsa informazione,la demonizzazione.E se non bastano si tenta con l’adulazione

    "Mi piace"

  5. BRUNO FUSCO
    IL BELLO DELLA POLITICA
    C’è smarritume, molti che hanno votato Movimento si stanno orientando verso altre formazioni politiche, oserei dire almeno un 5%, altri sono ancora indecisi, e qui un 10% è possibile, lo stesso Alessandro Di Battista non si è espresso sul prossimo voto, ovviamente non si espone, anche per non deludere i tanti che lo seguono, un’apertura totale a Conte fermerebbe anche le sue lancette politiche, considerando le sue dichiarazioni su Beppe Grillo, è comprensibile che non dia indicazioni di voto, la sua posizione è simile alla mia, (anche se non conto un cazzo, ma questo è la mia pagina e scrivo quello che voglio facebook permettendo), grande delusione per il SI a Draghi, peggio ancora la cacciata dei dissidenti, e quando mi toccano Barbara Lezzi il mio vaffanculo è periodico, e uguale delusione per le 53 fiducie nel governo dei migliori, il voto sulle armi, l’insistenza sulle sanzioni alla Russia, per non parlare della riforma Cartabia e l’abbraccio con Berlusconi.
    Conte è più bello di Grillo, diciamocelo, così sembra dai deliri che leggo su tanti profili femminili, e questo lo possiamo attribuire alla politica dell’estetica, una bella immagine è già un vantaggio, e Conte si potrebbe definire “il bello della politica”, e su questo gli americani ci hanno costruito miti familiari molto noti, cosa che il PD non ha mai compreso, basta guardare gli ultimi quattro segretari, Renzi, Martina, Zingaretti e Letta, e si comprende che, oltre al vuoto politico, anche l’immagine ha fallito.
    Ma Conte si sta riposizionando, sta provando ad assumere l’anima grillina, lui stesso ha spesso dichiarato di non aver votato Movimento in passato, di non essere iscritto, e di essere stato simpatizzante del PD, ma Bonafede ne ha carpito il valore e lo ha proposto a Di Maio…, il resto è cronaca, oggi Di Maio è il primo nemico di Conte, e anche il silenzio di Grillo, che non credo sia da attribuire a rivalità estetiche, non promette nulla di buono, conoscendo Grillo non vorrei che se ne esca con un nuovo vaffanculo a tutti per scoprire una Meloni grillina, non credo arrivi a tanto, ma dopo Cingolani e Draghi, tutto è possibile.
    Ed è proprio questo “tutto è possibile” che ci lascia perplessi e indecisi, anche prevedere una nuova accozzaglia governativa, per il bene del Paese, non è da escludere, Conte ha detto più volte: “Con questo Pd è difficile intendersi…”, forse cambiando il segretario del PD qualche ragionamento è possibile?
    Non si sa, magari il Pd delude le aspettative elettorali e Letta si dimette, magari il Movimento mi prende un 30%, e il PD un 18%, il PD un 22% e il Movimento un 23%, dico cifre a cazzo, e con un Letta che se ne andasse a fare in culo, insieme ad altre formazioni di sinistra, la maggioranza è bella e fatta, chi lo può dire con tanti indecisi?
    Credo che il disegno di Conte sia proprio questo.
    Pensiamoci e ognuno faccia le sue scelte, sicuramente anticipo il mio vaffanculo a tutti quelli che dal Movimento voteranno Meloni, Calenda, Renzi, Letta, Salvini, Berlusconi, con questi non ho nulla da condividere, magari sperando nel ritorno del migliore.
    Sono indeciso ma non sono ancora impazzito, ho le mie riserve, i miei rancori, ma l’astensione non mi convince, e un salto della quaglia per finire in un cesso politico, non fa per me, ma ne riparleremo.

    "Mi piace"

  6. Non riuscirei a definire il livello di becerume culturale e di comprensione della realtà di Myrta Merlino.
    Come fa a fare la giornalista, questa? È un’idiota totale.

    Piace a 4 people

    • Concordo, una ritardata integrale (con tutto il rispetto per chi purtroppo davvero nasce con problemi di quel tipo), ma proprio una completa cojona. Un pajo di volte almeno veramente conturbante, da spavento. Ti chiedi se davvero possa esistere un’imbecille del genere.

      Brava che l’hai postato, Anail: io avevo fatto altrettanto in altro articolo di IS, ma linkando direttamente dalla pagina di Conte su Facebook. Su La7 non trovavo nulla… Al Tube stupidamente non ho neanche pensato. Che deficiente che sono! 🤦🏼‍♂️
      Meno male che ci sei te! 💪🏼

      Piace a 2 people

      • Io ce l’avevo su Facebook, ma solo quando li prendo da YouTube me li invia “aperti”, cioè con il video visibile, non solo il link, che passa più inosservato… Solo per quello l’ho cercato lì. 😉

        "Mi piace"

  7. Giuseppe Conte:

    “Succedono cose davvero incredibili.

    Ieri il Governo, con l’appoggio delle altre forze politiche, avrebbe voluto – nella gran distrazione generale – escludere dal Decreto Aiuti Bis un intervento a favore del settore edilizio, chiedendo di non votare emendamenti. In pericolo ci sono aziende danneggiate proprio dalle scelte del governo, che ha creato caos normativo e molteplici ostacoli alla cessione dei crediti fiscali collegati al Superbonus e agli altri bonus edilizi.

    Gli altri partiti pensavano che saremmo rimasti zitti e buoni mentre si voltano le spalle a 30-40mila imprese che rischiano di chiudere, con conseguenze per lavoratori e famiglie. Non lo abbiamo permesso e continueremo a batterci su questo, fino all’ultimo secondo.

    Mi è toccato anche ascoltare le gravi menzogne di chi sostiene che staremmo bloccando 17 miliardi di aiuti con questa nostra posizione: niente di più falso, il decreto produce già i suoi effetti e le misure sono già in vigore.

    Certi esponenti politici dovrebbero risparmiare il tempo che dedicano a queste falsità e dedicarlo a soluzioni immediate per non lasciare sul lastrico aziende e lavoratori che fanno grande il nostro Paese #dallapartegiusta.”

    "Mi piace"