Avremo un tetto, ma non avremo il gas

(ANSA) – La Russia continuerà a fornire risorse energetiche “agli stati amici” e reindirizzerà le forniture nel caso in cui i paesi del G7 stabiliscano un price cup al petrolio e al gas russi: lo ha detto il ministro dell’Energia russo Nikolay Shulginov, a margine dell’Eastern Economic Forum.

“Qualsiasi azione, inclusa l’istituzione di un price cap, crea le condizioni per avere un deficit e aumentare la volatilità dei prezzi – afferma Shulginov, citato dall’agenzia Tass -. La Russia come partner affidabile fornirà risorse energetiche ai partner negli stati amici e, certamente, saturerà il mercato interno”.

Mosca interromperà le forniture di petrolio e prodotti petroliferi a paesi e società che introdurranno il price cup, ha affermato in precedenza il vice primo ministro russo Alexander Novak.

Categorie:Cronaca, Mondo, Politica

Tagged as: , ,

20 replies

  1. BRUNO FUSCO

    CON IL CULO DEGLI ALTRI
    “Cazzo, vacci tu a dire il telegiornale di mezzanotte!”
    Ormai, nelle redazioni giornalistiche televisive, il freddo si faceva sentire, senza riscaldamenti nessuno voleva stare in televisione, Mannoni, con la sua faccia da bradipo assonnato, compariva con uno scialle sulle spalle e una borsa calda in braccio: “Tu come la vedi questa storia dei riscaldamenti spenti?”
    Lo chiedeva alla tizia di turno che gli faceva compagnia nel suo tg notturno, di solito non osano contraddire il bradipo, ma in quell’occasione, presa da un coraggio insolito, sbottava:
    “Vai a fare in culo, leggiteli da solo i titoli dei giornali! Io me ne vado a casa e accendo i termosifoni a palla!”
    Anche Domenica In veniva sospesa, la giovane promessa televisiva Maria Venier, dopo due domeniche in uno studio freddo e umido, veniva ricoverata per una broncopolmonite improvvisa, si pensava di farla sostituire con una tizia che alleva renne in Groenlandia in mezze maniche e mutande, ma era già stata optata da Del Debbio per tenere buono il suo pubblico in studio!
    Il più resistente era Bruno Vespa, nonostante le stalattiti di ghiaccio, che scendevano dal soffitto dello studio, non si perdeva d’animo e, a torso nudo, con un fez da balilla in testa, stoico come non mai, diceva:
    “Non sarà il freddo a fermarci, arriveremo a Stalingrado, l’operazione Barbarossa è iniziata!”
    Poi, lo portarono via insieme a tutta la sua redazione, al posto di Porta a Porta, giace un mausoleo con tale iscrizione:
    “Ha leccato tutto quel che ha potuto, fatale gli fu l’ultimo culo!”
    Carlo Conti, Flavio Insinna, Amadeus e Gerry Scotti, su consiglio di Cingolani, hanno corrotto dei minatori indonesiani per farsi portare del carbone da usare per riscaldamento, bloccati alla dogana dovevano rispondere al quiz dei doganieri: “Per centomila euro, mi sapete dire che cazzo ci fa tutto questo carbone nelle vostre auto?” Gerry Scotti il più lesto nella risposta: “Per tingere la faccia di Carlo Conti!” E così passarono la dogana e il quiz poteva continuare con il titolo: “Chi vuol essere coglionato?”
    l’Italia è tutta un Quiz!
    I conduttori tutti si ribellarono al razionamento del gas, Nicola Porro e Giuseppe Brindisi si costruirono una centrale nucleare abusiva, pur di continuare a dire cazzate a Rete4, le istruzioni le presero da un manuale scritto da Calenda e Salvini, lo studio esplose dopo due minuti, di loro si sono ritrovate le cartellette e il gobbo con la scritta “applausi!”
    Per il grande maratoneta Mentana, colui che non deve chiudere mai, la trombetta di LA7, ci sono stati momenti da brividi, era emigrato in America, insieme ad un carico di vino taroccato, da Italian Sounding, ma la cosa è stata scoperta dagli stessi americani: “Non dimenticate che noi abbiamo inventato la CocaCola, a chi volete fottere con certe schifezze!”
    Veniva rimandato indietro insieme a dei nani da giardino, si dice sia stato collocato nella villa di Craxi in Tunisia per sua volontà, al bel calduccio!
    Anche a LA7 la Gruber ha dovuto limitare l’uso delle luci di bellezza, non sarebbe bastata una centrale nucleare per soddisfare il suo narcisismo, si dice che per le prime puntate abbia approfittato dell’energia eolica solo sgonfiando i canotti sulle sue guance, mah…, io non ci credo!
    La Myrta Merlino, anche lei poverina, dopo le prime puntate ha cambiato il titolo della trasmissione, da: “L’aria che tira” a “che freddo che fa” ma, poi, ha definitivamente mollato, rifugiandosi nella sua villa all’Argentario, dove i suoi termosifoni, dopo la piscina abusiva, sono stati prescritti dall’abuso, questo e altro per la cavaliera della Repubblica delle banane!
    Della Berlinguer si sono perse le tracce, si dice sia stata vista dalle parti del Cremlino con la foto del suo papà al collo, a lesinare una trasmissione di qualsiasi tipo alla televisione russa, pur di stare al calduccio e poter mostrare la gamba nuda che fa tanto sexy, ma qualcuno l’ha riconosciuta e l’ha rimandata indietro, di Berlinguer ce n’è stato uno solo e, oggi, non sarebbe nemmeno tanto gradito in Russia!
    Riusciranno i nostri eroi televisivi a sopravvivere agli studi gelidi pur di portare la loro scienza e conoscenza ai poveri telespettatori?
    Patria, freddo e onore, e qualche piccolo raffreddore, vincere e vinceremo, con il culo degli altri!

    Piace a 1 persona

    • Sono piuttosto propensa a pensarla come te,
      Magari entro l’anno,che sia di buon auspicio.(anche Peskov incomincia a mettere le mani avanti)
      Anche Negri e Capuozzo avevano prospettato questa soluzione prima o poi.
      P.S. C.G. è lui? 😀

      "Mi piace"

  2. Perchè non possiamo essere pure noi amici della Russia che lo siamo sempre stati, abbiamo la grandissima sfiga che la pensano tutti allo stesso modo, sanzioni e invio di armi, quindi l’uno o l’altra fa lo stesso, prendono solo in giro la gente

    "Mi piace"

  3. Ma quale caxxo è la verità? voi l’avete capito? una fonte informativa dice che la russia risente delle sanzioni, un’altra dice il contrario. Se avete certezze vi prego di comunicarmele

    "Mi piace"

    • Se posso permettermi leo,
      “Se la Russia risente delle sanzioni noi non possiamo capirlo fino in fondo.
      Ma se incominciano a minacciarci di toglierci definitivamente il gas,
      Vuol dire che il tetto al prezzo del gas e al petrolio gli farà male.
      È una reazione umana,non si minaccia se non si è in pericolo.
      La domanda è “possono veramente toglierci il gas” e continuare a finanziare la guerra?
      È una partita a poker a chi pensa di avere le carte più forti in mano.
      E alla partita partecipano anche le lobbies finanziarie,purtroppo…
      Finirà con una tregua temporanea?”

      "Mi piace"

    • Qhttps://www.ilfattoquotidiano.it/2022/02/25/la-fortezza-russia-e-pronta-da-anni-a-neutralizzare-leffetto-delle-sanzioni-debito-bassissimo-autosufficienza-e-gigantesche-riserve-in-valuta-estera/6507147/

      Questo è un articolo di alcuni mesi fa, a leggerlo ci si rende conto quanto gli argomenti posti fossero validi. Dire che la Russia minaccia per paura è un ragionamento infantile, sta tremando tutta, è semplicemente un segnale per gli italiani sulle scelte di voto, come ingerenza ci sta esattamente come quella della Clinton sulla Meloni che ci manda a dire che per loro Letta o Meloni va bene lo stesso.

      "Mi piace"

  4. Certo che ai russi le sanzioni fanno male, non possono più gustare il nostro parmigiano reggiano, il nostri prosciutti, il nostro vino, le nostre mozzarelle e il nostro cacio cavallo, come? Ci vanno in (ulo? Si producono da soli queste prelibatezze? Si ma non potranno più vestirsi con i prodotti delle nostre firme, come? La produzione è tutta in Cina? E se le procurano li? E allora le sanzioni chi colpiscono!! Noi? Si proprio noi.

    Ma noi gli compriamo il gas e il petrolio, perché non ne possiamo fare a meno?
    Come d’altronde non ne possono fare a meno cinesi e indiani che se lo stanno litigando,
    Infatti la Russia sta ampliando i gasdotti e gli oleodotti verso la Cina e ci va nel (ulo.

    "Mi piace"

  5. Avremo il tetto al prezzo del gas e dovrebbero mettere anche un tetto ai funerali , perchè quest’inverno avremo un aumento esponenziale di mortalità , per il freddo.

    "Mi piace"

  6. Io se potessi gli toglierei anche il tetto slla testa a certa gente così idiota ,o peggio , in malafede. Specialmente ai meloniani e pdini .

    "Mi piace"