Conte: “Abbiamo rotto il verbo neoliberista”

Incontro con Fassina: “Lavoro, clima e guerra: siamo progressisti”. “Sinistra è chi la sinistra fa”. Parola di Stefano Fassina che prende in prestito le parole del “filosofo” Forrest Gump per sottolineare gli applausi che hanno accompagnato l’intervento di Giuseppe Conte […]

(DI ILARIA PROIETTI – ilfattoquotidiano.it) – “Sinistra è chi la sinistra fa”. Parola di Stefano Fassina che prende in prestito le parole del “filosofo” Forrest Gump per sottolineare gli applausi che hanno accompagnato l’intervento di Giuseppe Conte del Movimento 5 Stelle di fronte alla platea della sinistra dispersa che non ha più casa nel Pd. “Conte che ringrazio ha interrotto la sua campagna elettorale per venire a parlare qui”, dice Fassina, padrone di casa al centro di via dei Frentani a Roma che ospita la presentazione del suo libro “Il mestiere della sinistra” (Castelvecchi) a conclusione di una tre giorni della sua scuola politica, “Patria e Costituzione”. E sinistra è chi la sinistra fa, a prescindere da chi se ne intesta la storia o la tradizione.

“Il blocco dei liceziamenti durante la pandemia l’abbiamo fatto solo noi e la Spagna assumendoci una responsabilità non scontata né facile”, ha detto Conte rivendicando le scelte operate a Palazzo Chigi di fronte al Covid, che “ha rotto il verbo del neoliberismo segnando un ritorno almeno da noi al welfare state. È stata – ha aggiunto – una scelta valoriale, quella di non lasciare indietro nessuno. Mettendo in salvo 300 mila posti di lavoro e permettendo al tessuto produttivo di mantenersi resiliente”.

La platea di sinistra applaude anche quando il leader pentastellato la butta lì: “Non mi sentirete parlare di sinistra e non perché io la consideri uguale alla destra. Ma perché noi abbiamo ripensato al Movimento dalle basi a partire dal manifesto progressista che abbiamo posto a fondamento della nostra prospettiva dove la questione morale è fondamentale perché la dimensione economica non può che essere intrecciata da uno spirito solidaristico”. Questione morale, transizione ecologica che “è necessaria e conviene”, lotta al cambiamento climatico, empowerment femminile, contrasto alla dispersione scolastica, giustizia sociale e lavoro “che vuol dire contrastare la piaga perniciosa del lavoro sottopagato perché con 3 euro lordi all’ora non si fa la spesa”. Pilastri di un neoumanesimo che non sono parole d’ordine da campagna elettorale. “Vorrei sapere la politica cosa intende fare a fine settembre quando scade il decreto Dignità. Per me una politica progressista è dire stop al precariato e dare una prospettiva di vita ai giovani. La nostra è un’agenda progressista che parla al popolo democratico”, ha detto Conte mettendo in mora il Pd pur senza mai nominarlo. Nomina invece il governo che “deve dire la verità: nell’Ue non c’è stata alcuna risposta all’emergenza energetica. È stata una sconfitta. Non possiamo aspettare che la Germania pieghi le ginocchia”. E ancora: “Le sanzioni alla Russia vanno mantenute ma la politica non la possiamo affidare a Washington anche perché gli interessi strategici degli Usa non sempre coincidono con quelli dell’Europa. Queste cose dobbiamo avere il coraggio di dirle anche ai nostri amici tedeschi che come risposta al conflitto hanno risposto con un riarmo da 100 miliardi. Che idea di Europa è questa?”.

Insomma sull’energia, ma anche sul negoziato di pace occorre essere ambiziosi. “La pace va costruita altrimenti finirà che prima o poi i governi abbandoneranno l’Ucraina in braghe di tela come è stato in Afghanistan”.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

39 replies

  1. Quanto amo l’acume politico, il sistema di valori, altrove inesistente, e lo spirito pragmatico nell’attuarli, altrove pura demagogia.
    A me sembra solo che criticarlo ingiustamente serva solo a favorire quell’altrove.

    Dopodiché al solito: repetita iuvant e, per riequilibrio, meglio quelli satirici:
    IL PRODE CONTE (… GIALLO)
    ecco qua

    Una favola di adulti ma rigorosamente per bambini:

    https://musicaemusicologia.wordpress.com/2015/09/15/la-principessa-il-drago-e-il-conte-giallo/

    Piace a 3 people

    • Attenzione al tranello della Serpe (disturbata)… Appena sette ore e dieci minuti fa:

      “Serpe
      5 settembre 2022 alle 10:56
      Brava Moky,
      Sciopero di 3 giorni di risposta al personaggio deviato.
      Si spegnerà come un cerino”.

      Evidentemente (cit.), mancavano i fiammiferi!

      PS: certo che Erm…onezza li ha proprio imbarcati tutti i migliori del blog, eh?

      "Mi piace"

      • Omioddddioooo!

        “Discutere con certe persone è come giocare a scacchi con un piccione. Puoi essere anche il campione del mondo, ma il piccione farà cadere tutti i pezzi, cagherà sulla scacchiera e poi se ne andrà camminando impettito come se avesse vinto lui.”!

        "Mi piace"

      • Questa volta ti è andata bene…il blog è tuo,meriti di comandare e prendere in giro questa mandria di c#gli#ni.sei il più sgambato.

        "Mi piace"

  2. “Le sanzioni alla Russia vanno mantenute ”
    Questo è veramente un idiota, non c’è un altra definizione per definirlo, e c’è chi lo crede uno statista
    “Le azioni europee e l’euro sono scese lunedì mattina, mentre i prezzi del gas naturale sono saliti alle stelle dopo che la Russia ha dichiarato che avrebbe interrotto le forniture di gas attraverso il gasdotto Nord Stream 1 a tempo indeterminato.

    Lo Stoxx Europe 600 è sceso dell’1,2%, con le aziende chimiche e le case automobilistiche tra le più colpite. Tra i principali indici regionali, il DAX tedesco è sceso del 2,7%; il CAC 40 francese è sceso dell’1,9%, mentre il FTSE 100 britannico pesante produttore di petrolio si è indebolito dello 0,7%. Nel frattempo, i futures sul gas TTF olandesi sono saliti alle stelle del 26%, mentre l’euro è scivolato dello 0,4% a $ 0,9916 per la prima volta in 20 anni al di sotto dei 99 centesimi.”
    Vorrò proprio vedere come pensa di risolvere la crisi economica che ci sta piovendo addosso,

    Piace a 1 persona

    • Lui sta facendo la manovra di spostare voti dal PD, quelli le sanzioni alla russia le vogliono, sta parlando a loro. In via del tutto accidentale la campagna elettorale l’ha azzeccata.

      "Mi piace"

      • L’avrà pure azzeccata, ma come ripeto sovente la maggioranza degli itaGGliani è teledipendente e il furbastro fa come tutti gli altri, mena il can per l’aia e non ha soluzioni, sta coi frati e zappa l’orto.

        "Mi piace"

    • scrivilo completo
      non fare propaganda a vanvera
      “Le sanzioni alla Russia vanno mantenute ma la politica non la possiamo affidare a Washington anche perché gli interessi strategici degli Usa non sempre coincidono con quelli dell’Europa. Queste cose dobbiamo avere il coraggio di dirle anche ai nostri amici tedeschi che come risposta al conflitto hanno risposto con un riarmo da 100 miliardi. Che idea di Europa è questa?”.

      Piace a 4 people

      • Minchia! Tutta è meglio. Una bomba di dichiarazione. Spezzeremo le reni alla Nato!, o all’Europa!, e perché no, anche alla Grecia!

        "Mi piace"

      • avevo già postato ma non è passato
        È lui che fa propaganda per gli allocchi non io,

        ecco una storia sui media spagnoli che offre esempi concreti di aziende locali che hanno chiuso questa settimana a causa dei prezzi elevati dell’energia: una fonderia di ferroleghe, un produttore di piastrelle di ceramica e una fornace di acciaio.
        > incredibile dato che mostra cosa sta arrivando nella pipeline dell’inflazione: il costo per trasformare l’argilla in una piastrella di ceramica è aumentato del 1.047% nell’ultimo anno. Pensaci se hai intenzione di aggiornare il tuo bagno e/o la tua cucina (la Spagna è il 5° produttore mondiale di piastrelle)
        > Svezia e Finlandia forniscono un totale di 33 miliardi di euro in prestiti e garanzie di credito per salvare le utilities locali che devono affrontare richieste di margini mercati dell’energia elettrica e del gas.
        > La Germania applica una tassa sui guadagni inaspettati ai gruppi energetici per finanziare un pacchetto di aiuti da 65 miliardi di euro.
        > Mosca ha dichiarato che le forniture di gas all’Europa non riprenderanno completamente fino a quando l’Occidente non rimuoverà le sanzioni contro la Russia.
        > IL GAS EUROPEO SALTA DEL 31%
        > I futures sul gas TTF olandesi sono attualmente in rialzo del 31%.
        > MEDVEDEV: la Germania agisce come un nemico della Russia. E questo ragazzo (Scholz) è sorpreso che i tedeschi abbiano qualche piccolo problema con il gas.

        "Mi piace"

      • Nei confronti degli Usa che sono la vera bestia geopolitica da cui deriva gran parte dei guai geopolitici e tutto il resto, bisogna avere una strategia accorta e ben efficace. Mai affrontarla diciamo de visu, altrimenti ti inviano pattuglie di agenti Cia per mobilitare i ns servizi segreti da loro controllati e ritrovarti a passar a miglior vita in men che non si dica. Dobbiamo utilizzare l’Ue e far nascere in essa una contrapposizione allo yankee come in qualche modo voleva fare la Merkel. Gli stessi investimenti in armi di 100mila euro da essa previsti non hanno lo scopo di affrontare Putin (a questi sta pensando direttamente Biden inviando armi che le nostre possono fargli solo il solletico) ma di porre le basi di un esercito europeo che possa rendere il continente sempre meno dipendente dall’impero americano. Per evitare ciò cosa potrebbero fare gli americani?? Dichiarare una guerra all’Europa?? Cioè un assurdo! Devono imparare a farsi i caxxi loro e lasciarci un po’ più di autonomia. A quel punto
        una riduzione delle sanzioni europee alla Russia e un semi blocco dell’invio di armi nostre all’Ucraina, potranno indurre Biden a più miti consigli nei confronti di Putin e SOPRATTUTTO far ricominciare a far fluire il gas russo. Putin, che non è uno scemo, coglierebbe la palla al balzo per ristabilire rapporti decenti con l’Ue. Insomma, bisogna lavorare ai fianchi il bestione americano come un pugile snello e più dinamico e anche più furbo.

        "Mi piace"

    • Cagliostro, se è idiota Conte per ciò che dice sulle sanzioni alla Russia ( che ovviamente io trovo FOLLI) lo sono tutti i leader politici. Perché tutti dicono la stessa cosa, perché nessuno ha le palle per dire la verità in quanto non vuole essere massacrato ( in tutti i sensi…) dal Potere vero e dai suoi lacchè mainstream. Forse dopo il voto qualche “voce” in dissenso si ergerà come riferimento in questa battaglia di verità. Il nostro “nemico” non è la Russia, anzi.

      Piace a 1 persona

  3. Tanto per tirarci su il morale

    > Chiusura dell’impianto di fertilizzante lituano. Achema, il più grande impianto di fertilizzanti della Lituania, non è in grado di funzionare con l’aumento dei costi del gas. Il gas naturale è la principale materia prima per la produzione di fertilizzanti azotati, rappresentando circa il 70% del costo di produzione.
    > Il più grande produttore di pomodori della Svezia è stato costretto a chiudere perché non può permettersi i prezzi dell’elettricità. 500 tonnellate di pomodori, andate.
    > Il CERN sta elaborando piani per inattivare i suoi acceleratori di particelle, incluso il Large Hadron Collider, se la Francia dovesse rimanere a corto di elettricità.
    > I prezzi dei fertilizzanti aumentano mentre una crisi energetica in Europa costringe alla chiusura delle fabbriche.
    L’ammoniaca comune del fertilizzante azotato negli Stati Uniti è aumentata di quasi il 24% la scorsa settimana.
    Oltre i due terzi (!!) della produzione europea di ammoniaca è offline a causa degli elevati costi del gas naturale.
    > ArcelorMittal sta mettendo in attesa parti di tre acciaierie a causa degli elevati costi energetici e della domanda più debole.
    > Il secondo produttore di acciaio al mondo, ArcelorMittal, è l’ultima azienda industriale ad annunciare la chiusura di impianti in Europa a causa dell’impennata dei prezzi del gas e dell’energia
    > ROTTURA: L’euro è sceso sotto i 99 centesimi di dollaro USA, il più basso degli ultimi due decenni
    > ESCLUSIVO: Regno Unito i produttori di gas e i produttori di elettricità potrebbero realizzare profitti in eccesso per un totale di 170 miliardi di sterline nei prossimi due anni, secondo le stime del Tesoro.
    > Liz Truss ha escluso una nuova tassa inaspettata sulle società energetiche. “Non credo che il profitto sia una parolaccia e il fatto che sia diventata una parolaccia nella nostra società è un problema enorme”, ha aggiunto.
    > Price cap day ed è una lettura triste: le famiglie britanniche pagheranno quasi il triplo del prezzo per riscaldare le loro case quest’inverno rispetto a un anno fa.
    > Non sono solo le aziende industriali tedesche: ecco una storia sui media spagnoli che offre esempi concreti di aziende locali che hanno chiuso questa settimana a causa dei prezzi elevati dell’energia: una fonderia di ferroleghe, un produttore di piastrelle di ceramica e una fornace di acciaio.
    > incredibile dato che mostra cosa sta arrivando nella pipeline dell’inflazione: il costo per trasformare l’argilla in una piastrella di ceramica è aumentato del 1.047% nell’ultimo anno. Pensaci se hai intenzione di aggiornare il tuo bagno e/o la tua cucina (la Spagna è il 5° produttore mondiale di piastrelle)
    > Svezia e Finlandia forniscono un totale di 33 miliardi di euro in prestiti e garanzie di credito per salvare le utilities locali che devono affrontare richieste di margini mercati dell’energia elettrica e del gas.
    > La Germania applica una tassa sui guadagni inaspettati ai gruppi energetici per finanziare un pacchetto di aiuti da 65 miliardi di euro.
    > Mosca ha dichiarato che le forniture di gas all’Europa non riprenderanno completamente fino a quando l’Occidente non rimuoverà le sanzioni contro la Russia.
    > IL GAS EUROPEO SALTA DEL 31%
    > I futures sul gas TTF olandesi sono attualmente in rialzo del 31%.
    > MEDVEDEV: la Germania agisce come un nemico della Russia. E questo ragazzo (Scholz) è sorpreso che i tedeschi abbiano qualche piccolo problema con il gas.
    La Germania: a) è un paese ostile; b) ha imposto sanzioni contro l’intera economia della Russia ei suoi cittadini; c) fornisce all’Ucraina armi letali dirette contro le nostre forze armate.
    > L’Egitto prevede di emettere obbligazioni internazionali denominate in yuan cinese per un valore di oltre 500 milioni di dollari, invece di emettere in dollari americani.
    > 28 società estoni chiedono l’esenzione dalle sanzioni contro la Russia per continuare a importare prodotti petroliferi russi.
    > Berlino e Lipsia, in Germania, vedranno la prima di una serie di “proteste del lunedì” programmate contro l’aumento vertiginoso delle bollette energetiche. I manifestanti a Berlino si raduneranno dalle 19:00 davanti agli uffici dei Verdi con lo slogan “Basta, protesta, non congelare”.
    > La Germania fornirà all’Ucraina una nuova assistenza finanziaria per un importo di 200 milioni di euro. Il ministro tedesco per la cooperazione e lo sviluppo economico ha riferito che una parte significativa della nostra nuova assistenza dovrebbe andare al programma del governo ucraino a sostegno degli sfollati interni L’inflazione annuale in Turchia ha raggiunto l’80,21% ad agosto -<

    "Mi piace"

  4. Sono d’accordo, mantenere le sanzioni alla Russia come sono ora è da deficienti. Però, dire in campagna elettorale che bisogna toglierle, attirerebbe il fuoco incrociato dei giornaloni e delle TV unificate con esiti imprevedibili. Già, dire a Zelensky che noi vogliamo la pace e che di nostre armi non ne riceverà più, sarebbe sufficiente per iniziare ad invertire la rotta!

    Piace a 3 people

  5. Le sanzioni vanno mantenute , ma la politica non la possiamo affidare a Washington . Boh , e che significa ”
    E le sanzioni cosa sono se non politica diretta da Washington con tanto di danni a noi europei .
    Caro Conte , mi spiace dirlo , da pugliese a pugliese . Sei un bluff , e questa bella frase ” abbiamo rotto il verbo neo liberista ” assomiglia a quella di Di Maio quando usci’ sul balcone dicendo ” abbiamo sconfitto la poverta ” ma deche ? spiega piuttosto perche’ vanno mantenute le sanzioni , approfondisci , metti in chiaro il tuo pensiero politico invece di galleggiare in superficie come l’olio con frasi fatte e slogan da strapazzo . Puoi arringare le folle quanto ti pare , ma devi spiegare loro anche che ad es. le centinaia di milioni di euri finiti in discarica dei banchi a rotelle e’ anche opera del tuo governo , e della gestione opaca della pandemia checche’ ne dicano , anzi non ne dicono proprio , ma chi ha memoria lo ricorda bene ,. Altro che come si baloccano alcuni con ” il miglior pres. del consiglio del secolo . Maddeche’ .

    "Mi piace"

    • Non significa niente. Sono artifizi retorici da azzeccagarbugli, ma è fatto apposta x dire due cose diverse contemporaneamente nella stessa dichiarazione, un po’ de qua un po’ de là 😁 noi siamo convinti filo-atlantisti ma non può comandare mica l’America eh, che si è messa in testa, come se noi avessimo scelta e lui fosse cuore di 🦁leone

      "Mi piace"

    • Che palle che siete. Sempre a cercare il pelo nell’uovo. Evidenziare un singolo aspetto per distrarre dal discorso complessivo. Conte ha detto 20 cose tutte apprezzabili e condivisibili: blocco licenziamenti, difesa del lavoro, attenzione alla questione femminile, ambiente, … e voi gli sputate in faccia sull’unico passo falso, le sanzioni. Solo bianco o nero. In attesa che si realizzi il vostro paradiso in terra vi meritate proprio Salvini e la Meloni

      Piace a 3 people

  6. Conte ha detto 20 cose tutte apprezzabili e tutte condivisibili,
    Proprio come nel libro dei sogni sono tutte irrealizzabili ma servono a far abboccare i creduloni,
    Sicuramente non sarà peggio degli altri ma neppure meglio,

    "Mi piace"

    • Lo devi amare così tanto Giuseppi per difenderlo a spada tratta, un venditore di pentole ne più ne meno come tutti gli altri, perché se avesse anche solo un accenno di pa||e direbbe la verità invece di raccontare balle ,
      E visto che lo ami spiegaci/spiegami come farà a mantenere i propositi e le promesse che va distribuendo come pacchi dono in tutti i comizi visto la crisi energetica/economica che porterà alla chiusura il 60/70% delle imprese italiane con licenziamenti a catena gli manca solo di promettere dentiere per tutti e 1000€ di pensione anche ai criceti.
      auguri e figli maschi

      "Mi piace"

  7. e spero per te che tu ti faccia pagare abbastanza per essere così insistente e malevolo,
    oramai con gli insulti hai sorpassato quelli rivolti la RAGGI,
    neanche DiMario ne riceve così tanti da uno solo

    Piace a 1 persona