Votate Pier Muzio

(di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Sto seriamente pensando di prendere la residenza a Bologna per riuscire a votare almeno una volta Pierferdinando Casini, uno dei due italiani viventi (l’altra è Emma Bonino) che hanno trascorso più anni in Parlamento che fuori: 39 su 66. E non è l’unico record che gli invidio. Dopo le epiche battaglie nella Dc contro il […]

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

22 replies

  1. Votate Pier Muzio

    (di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Sto seriamente pensando di prendere la residenza a Bologna per riuscire a votare almeno una volta Pierferdinando Casini, uno dei due italiani viventi (l’altra è Emma Bonino) che hanno trascorso più anni in Parlamento che fuori: 39 su 66. E non è l’unico record che gli invidio. Dopo le epiche battaglie nella Dc contro il divorzio e le sfilate nei Family Day, ha divorziato due volte. Ha cambiato più mogli e compagne che partiti, di cui vanta peraltro una discreta collezione (Dc, Ccd, Udc, Scelta civica, Pd). E ogni volta che mette “la mano sul fuoco” sull’innocenza di un amico, quello si becca regolarmente 7 anni definitivi di galera. Lo fece con Cuffaro ad Annozero e Totò fu condannato a 7 anni per favoreggiamento a un boss mafioso. Lo fece con Dell’Utri, scrivendo tutta la sua “stima” per il deputato imputato alla vigilia della sentenza di primo grado su carta intestata di presidente della Camera, e Marcello si beccò 9 anni, poi ridotti ai soliti 7, per concorso esterno in Cosa Nostra. E dire che Casini, ai tempi di Mani Pulite, si sperticava in pompe magne per Di Pietro e lo voleva nel Ccd. La perdita (per fortuna solo simbolica) di entrambe le mani sul fuoco gli valse un nuovo soprannome dopo Pierfurby (Dagospia), carugnin de l’uratori (Bossi), Azzurro Caltagirone (Grillo), Piercasinando (nostro): Muzio Scevola.

    Quella belva dorotea del suo talent scout, Tony Bisaglia, che l’aveva scoperto in tandem con Marco Follini, diceva: “Casini è bello, Follini è intelligente”. Ma, come galleggiante, Piercasinando non lo batte nessuno: è in Parlamento ininterrottamente dal 1983, quando al Quirinale c’era Pertini e a Palazzo Chigi arrivò Craxi. Dieci legislature compiute e l’undicesima già pronta, grazie al compagno Letta, che come Renzi lo ri-blinda nella Bologna rossa (di vergogna). Lì l’ultima volta trascinò il Pd al peggiore risultato di sempre. E ora potrebbe superarsi. Ai compagni bolognesi che lo imploravano di allontanare da loro l’amaro calice, Letta ha risposto che Piercasinando è fondamentale “per rendere più efficace la nostra tutela della Costituzione” sotto “assalto da parte della destra”. La stessa destra che nel 2006 tentò l’assalto con la devolution di Calderoli&C., quando ne faceva parte Casini. Il quale poi si buttò a sinistra giusto in tempo per partecipare agli assalti del Pd alla Carta: quello di Letta nel 2013 e quello di Renzi nel ’16. Ma si sa come sono questi assalti: se li fa la destra sono golpe, se li fa la sinistra benedizioni. E comunque, per non saper né leggere né scrivere, Piercasinando è sempre fra gli assaltatori. E sempre senza mani.

    Piace a 13 people

    • Vedo Casini farsi undici legislature in Parlamento e non posso che benedire la ghigliottina del Movimento. Basterebbe solo questo per votarli in eterno. In quanto ai bolognesi che non perdono occasione per rimarcare le loro “specificità”, potrebbero intanto aggiungerne un’altra: essere servi in casa loro. Sono soddisfazioni. Hai visto mai che la prossima volta avranno la fortuna di poter votare la mummia di Berlusconi, nel frattempo diventato piddiota!!

      "Mi piace"

    • Se gli elettori sono pdioti, celebrolesi, apolitici ma potereinteressati, non di destra ne di sinistra, ne di sotto ne disopra, ma del partito della pagnotta (o della mignottà che si dà per soldi), per quale motivo non dovrebbe votare Casini o l’orso Yoghi ? Tu comandi, io affiliato pd pd ben lubrificato obedisco e batto le mani anche agli Azov.
      p.s. Non ritengo queglialtri burinodipendenti destrorsi del pleistocene migliori, ma solo più scontati,banali,prevedibili e tutto sommato conseguenza e connivenza della nullità di chi vi si dorebbe opporre.

      "Mi piace"

  2. E chiamarlo “Mr. Per Caso”, no? Infatti lui sembra capitare sempre nei luoghi in cui si consumano delitti e nefandezze, ma sempre manifestando un’imperturbabile nonchalance, come se si fosse trovato lì a passare per caso, solo per pura coincidenza. Ha cambiato partiti, schieramenti e alleanze con la stessa naturalezza e velocità con cui ci si cambia le mutande. Ma mai è stato beccato con le mani sporche di marmellata. Mai sfiorato da alcun avviso di garanzia, mai una condanna e mai ricoperto un incarico ministeriale. Di certo è stato testimone oculare di gravi misfatti ma senza averne mai preso parte. Almeno indizi non ce ne sono mai stati. O è un furbastro di tre cotte oppure si è solo limitato a fare il palo o il politicante di razza come gli ha insegnato il suo maestro e guida spirituale Arnoldo Forlani di cui era considerato il pupillo.
    Su Bologna c’è un precedente che potrebbe giocargli un brutto scherzo. Tutti sappiamo di quella volta in cui i bolognesi si sono rotti le scatole e hanno eletto a sindaco Guazzaloca, un uomo di destra. E se anche stavolta – per giunta sarebbe la seconda di fila – si stancassero di votare un democristiano D.O.C. e cambiassero partito o al limite se ne stessero a casa??

    Piace a 4 people

  3. La testa del polpo 🐙 in questa ennesima presa dei fondacci fondelli della bastiglia governativa sembrerebbe il mister attuale della squadra rosso verde PD, ma non si potrà mai sapere con certezza matematica chi è o cosa lega questi figura con una catena che passa a tracolla del cavallo.
    Mai notte di un illuminato fantasma sarà questa, nella penombra e negli oscuri ritagli delle ombre che disperdono ogni verità lungo quelle anguste scalinate dove sono divenuti tutti fratelli, tutti consociati e tutti felicemente super ricchi da smantellare questo povero paese, ormai terzomondista, con la coscienza limpida come acqua cristallina, ormai inesistente, proiettando lo stivale verso una guerra certa che al netto arriverà, se non altro per estirpare le male piante, ormai rigogliosi giardini, dove nascondere le loro vergognose e coscienti malefatte a danno del popolo sovrano. ..

    "Mi piace"

  4. I pd bolognesi smettano di frignare e votino questo bel tomo senza tante discussioni. Si sono fatti andare bene tutte le derive destrorse di questi anni e adesso storcono il naso?
    Ridicoli! Patetici! 🤡🤡🤡
    Votatelo, leggete repubblica e muti!

    Piace a 2 people

  5. Casini è il simbolo vivente del Partito Democratico Cristiano.Ma piuttosto
    (Siccome di Cristiano ha ben poco)partito cosanostrano vaticano.

    Piace a 1 persona

  6. Bonaccini probabilmente vuole diventare segretario PD : quale migliore occasione,favorire la NON elezione di casini e le conseguenti dimissioni di Letta …

    "Mi piace"

  7. E poi c’è gente che storce il naso davanti al tetto massimo del doppio mandato, per disinfestarci dagli incapaci parassiti che si attaccano alla poltrona e ci succhiano il sangue come zecche.

    Piace a 2 people

    • Si, l’impresentabile è la Meloni, ma purtroppo andrà al potere anche grazie a gente come te, che spreca le sue (poche) energie a dare addosso al PD da mane a sera. Che noia mortale.

      Piace a 1 persona

      • @Santo
        Per non dare addosso al pd dopo tutte le porcate che ha fatto bisogna essere per forza degli idioti ( o dei pidioti se preferisci).
        Se siamo nella cacca fino al collo la colpa è SOLO del pd.
        Discorso chiuso.

        "Mi piace"

  8. Inoculati a ciclo continuo senza battere ciglio, voterebbero pure lo ius primae noctis, vuoi che si tirino indietro con Piercasinando? Gli fosse rimasto un po’ di senso critico e di orgoglio al posto loro migrerei verso Conte

    Piace a 1 persona

  9. Mi tocca ripetermi:

    Il ragno sa bene che si va al podere
    Con schede firmate da prede incollate alle tele
    Ci sa fare, la vespa gli concede l’alveare:
    “Abbiate fede, le cose stanno per cambiare”
    Vaneggia, vive in una reggia e cicaleggia ad oltranza
    Comizi della sostanza di una scoreggia
    Mostra cimici, cita saggi e si pavoneggia
    Noi scarafaggi all’oscuro di ciò che maneggia
    Si ribella la formica rossa che rissa
    Con la nera che la manganella quando passa
    Come un fuco la sbattono in cella se scassa
    Specie se ha la cresta e non l’abbassa
    La mosca verde, ebbra di merde
    Si perde spesso tra le stronzate del congresso
    Scarica le mosche tse tse nel cesso
    Che nessuno può stare nel soggiorno senza permesso
    [Ritornello]
    Vieni a vedere su vieni a vedere
    I meravigliosi insetti del podere
    E se ti chini, ma non riesci a vedere
    Tutto normale ti sono entrati nel sedere
    Vieni a vedere su vieni a vedere
    I meravigliosi insetti del podere
    E se ti chini, ma non riesci a vedere
    Tutto normale ti sono entrati nel

    [Strofa 2]
    Del podere sono insetti inetti per molti aspetti
    Asettici manicaretti per i rettili
    Chiusi in parlamenti come tarli nei cassetti
    Talmente assenti che li prendi per suppellettili
    Hanno vite piatte come blatte
    Piattole nelle patte di notti con lucciole nelle bettole
    Sparano sciami di frottole
    Ma nascondono le pallottole come zecche tra le setole
    Come i coleotteri fanno i brillanti
    Seducono amanti mantidi con manti di diamanti
    E i grilli, lucidi cantanti d’idilli
    Ammutoliti da insetticidi epuranti
    Di bruchi benestanti
    Che pagano crisalidi per ali di farfalla ma restano ripugnanti
    Alibi da libellule stagnanti che andando avanti
    Fanno più ammutinati che nel Bounty
    [Ritornello]
    Vieni a vedere su vieni a vedere
    I meravigliosi insetti del podere
    E se ti chini, ma non riesci a vedere
    Tutto normale ti sono entrati nel sedere
    Vieni a vedere su vieni a vedere
    I meravigliosi insetti del podere
    E se ti chini, ma non riesci a vedere
    Tutto normale ti sono entrati nel sedere

    [Interludio]
    “Edizione straordinaria del podere della sera
    Vedova nera piange per l’ape guerriera
    Licenziata in tronco la termite si dispera
    Millepiedi danno calci in culo alla frontiera
    L’acaro ride perché il mondo è una polveriera”

    [Strofa 3]
    La fanfara anticipa il corteo
    Eccitato come una zanzara con il neon
    Imbizzarriti come tafani su cavalli da rodeo
    Volano paroloni che nemmeno a Scarabeo
    E lui “Marameo!”, non li ha cagati
    Pensa al suo team di coccinelle che eccelle nei risultati
    Certi grattacapi noiosi li affida a pidocchiosi avvocati
    Che ragni dal buco ne hanno cavati, quindi
    C’è chi lo vuole sottoterra lombrico
    Chi gli piazzerebbe un bombo sull’ombelico
    Chi come una lumaca se lo suca
    E chi si accontenta di dargli una cavallettata sulla nuca
    [Ritornello]
    Vieni a vedere su vieni a vedere
    I meravigliosi insetti del podere
    E se ti chini, ma non riesci a vedere
    Tutto normale ti sono entrati nel sedere
    Vieni a vedere su vieni a vedere
    I meravigliosi insetti del podere
    E se ti chini, ma non riesci a vedere
    Tutto normale ti sono entrati nel sedere

    Piace a 1 persona

  10. A parte che l’elettore bolognese può cogliere l’occasione per mangiare la foglia e capire finalmente che per mantenere la tradizione a sinistra sta votando da anni la destra travestita da PD, poi di cosa ci lamentiamo?
    casini è all’undicesima legislatura, quindi deve essere espertissimo, e in quanto tale una risorsa a cui non bisogna assolutamente rinunciare.
    Lui rappresenta l’antitesi della regola dei due mandati, e coloro che pensano che questa regola sia uno svantaggio per il movimento guardino casini (ma va benissimo anche la bonino)i e valutino se è davvero così.

    "Mi piace"