Conte: “Letta, Di Maio e Draghi hanno agito per farmi fuori”

Il presidente M5S: «No al presidenzialismo, serve un limite costituzionale ai mandati. A parità di salario sperimenteremo la settimana di 36 ore. Il Pd? Grande delusione»

(LUCA MONTICELLI – lastampa.it) – ROMA. La caduta del governo va attribuita alla volontà di Mario Draghi, Enrico Letta e Luigi Di Maio. C’è questa convinzione nelle parole del leader del Movimento 5 stelle Giuseppe Conte, intervistato dal direttore de La Stampa, Massimo Giannini, per la trasmissione “30 minuti al Massimo” (versione integrale su lastampa.it). Draghi ha davvero telefonato a Beppe Grillo chiedendogli di sostituire Conte dal vertice del Movimento? «Io credo a Grillo», risponde l’ex premier, accreditando il racconto del sociologo Domenico De Masi, grande amico del comico genovese. «Draghi e Letta sono stati zitti mentre Di Maio metteva a repentaglio l’equilibrio della maggioranza», spiega.

Per Conte non esiste né l’agenda Draghi né un Draghi bis dopo il voto: «Basta con il decisionismo autoreferenziale». Dal canto suo, il capo del Movimento lancia una proposta sul lavoro di bertinottiana memoria: «36 ore settimanali a parità di salario».

Con i candidati che ha scelto nel listino ha voluto battere i pugni sul tavolo?

«Ho proposto una piccola squadra di quindici persone che potrebbero garantirci l’efficacia della nostra azione, come Cafiero De Raho, Roberto Scarpinato, Sergio Costa, Livio De Santoli».

Sono i suoi fedelissimi?

«Sono persone che possono contribuire a realizzare le nostre battaglie, anche questo fa parte del nuovo corso».

Rocco Casalino: perché l’ha lasciato a casa?

«Non l’ho lasciato a casa, lui l’ha dichiarato: ha pensato più volte di correre alle parlamentarie del Movimento, ma ha deciso di non farlo. Mi ha detto che era tentato, però ha comunque un incarico importante nella comunicazione».

Era d’accordo con Grillo sulla regola dei due mandati?

«Non nascondo che ho valutato con Grillo di introdurre delle eccezioni, ma abbiamo convenuto alla fine che si rischiava di dare un messaggio sbagliato, che dietro ogni deroga si nascondesse uno stravolgimento della regola».

Perché non Di Battista?

«Abbiamo parlato insieme di un suo coinvolgimento, però è emerso che su alcune linee di politica estera non c’era un pieno accordo. Il Movimento vuole dare un contributo critico e costruttivo all’interno dell’alleanza euro-atlantica, lui ha una linea più radicale».

Come sono i suoi rapporti con Grillo?

«Molto buoni, ci sentiamo costantemente. In passato c’è stato un momento vero di scontro e di visioni diverse. Poi c’è stata una ricomposizione, si è trovato un equilibrio e ora riusciamo a collaborare».

Con Virginia Raggi ci sono state delle frizioni?

«Personalmente nessuna frizione e nessuna ruggine. Lei ha dato un’interpretazione errata delle regole, ha fatto tre mandati perché aveva il mandato zero, quindi li ha esauriti. È la regola che vale per tutti. Poi ha parlato di trasparenza e partecipazione, che sono il nostro segno distintivo e che abbiamo rispettato anche stavolta».

Il centrodestra propone la flat tax, voi come pensate di intervenire per garantire un fisco più leggero?

«Con il cashback fiscale, uno strumento per orientare tutti i cittadini sull’utilizzo della moneta elettronica. Lo Stato può selezionare alcune spese, come quelle sanitarie e veterinarie, e provvedere al riaccredito immediato sul conto corrente, invece di aspettare di recuperare lo sconto con la detrazione in dichiarazione dei redditi».

L’altro cashback non aveva funzionato vero?

«Lei mi sta provocando, tutti i dati che abbiamo avuto dicono che aveva funzionato molto bene. Grazie al cashback siamo passati da 4 a 25 milioni di cittadini che hanno lo Spid, l’identità digitale».

Perché Draghi l’ha tolto allora?

«Ha fatto una concessione a Meloni che era all’opposizione, e a Salvini che era entrato in maggioranza. Adesso il centrodestra, anziché favorire la tracciabilità dei pagamenti, vuole tornare all’utilizzo del contante senza soglia».

Il cashback è una misura che costa tanto come il Superbonus, lo riproporrete?

«E’ un’altra misura che va graduata nel tempo, è chiaro che non può sempre reggere al 110%».

Avete esagerato?

«Assolutamente no, senza il 110% non saremmo oggi la locomotiva d’Europa nel settore delle costruzioni. C’è stato un pregiudizio ideologico del governo contro il Superbonus che non mi spiego».

Per le truffe che ci sono state.

«Il governo ha diffuso delle cifre falsate, alla fine si è scoperto che le truffe sul Superbonus erano solo di 130 milioni su 4 miliardi».

Il reddito di cittadinanza va corretto? La destra lo abolirà.

«Eliminare un sistema di protezione sociale come questo – con l’Istat che ha detto che abbiamo salvato un milione di persone dalla povertà – sarebbe veramente una follia. Corriamo il rischio di una rabbia sociale, di una ribellione che non riusciremo più a contenere. Ne va della coesione sociale, non scherziamo».

Sul lavoro avete una proposta nuova?

«La riduzione dell’orario di lavoro a parità salariale. E’ un tema forte, importante. Tutti gli studi in materia dimostrano che non è vero che più si lavora e più si è produttivi, oltre una certa soglia la produttività non migliora affatto, anzi. In Italia ci ritroviamo con una media di ore lavorate all’anno, che è la più alta in Europa: noi siamo a circa 1.723 ore l’anno, in Germania a 1.356 e hanno una produttività molto più elevata».

A parità di salario? Lo fece già Bertinotti e non portò bene, ricorda?

«Certo che lo ricordo Bertinotti. L’idea è sperimentare questa norma nei settori a più alta componente tecnologica».

Non credo che le imprese saranno contente della vostra proposta.

«Ne discuteremo, non va fatto contro le imprese, ma su base volontaria».

Bertinotti auspicava le 35 ore, voi?

«Possiamo partire da quattro ore di riduzione sulle 40 settimanali».

Dopo la rottura con Enrico Letta lei ha detto “la sinistra siamo noi”.

«Non ho parlato di sinistra ma di forza progressista, il che è un dato di fatto: è il Movimento 5 stelle ad esserlo, piaccia o meno. Lo siamo per le riforme che abbiamo fatto: il taglio dei privilegi dei politici, l’anticorruzione, il reddito di cittadinanza».

Però lei ha approvato anche i decreti sicurezza di Salvini.

«Li ho resi più sostenibili, e poi con il Conte 2 alla prima occasione li abbiamo rivisti».

Dal 2018 alle europee avete perso 6 milioni di voti, vi siete più che dimezzati. Oggi a chi parla il Movimento 5 stelle?

«A quell’Italia che non conta, invisibile, ai lavoratori sottopagati e precari, ai giovani, le donne, i piccoli imprenditori, i commercianti».

Più ci si avvicina al 25 settembre e più il tema sarà quello del voto utile per non far vincere la destra.

«Il voto utile siamo noi, la forza politica che rispetta gli impegni presi. Non si può pensare di dare una cambiale in bianco ai professionisti della politica. Nel Pd hanno le idee assolutamente confuse. Letta aveva stretto un accordo con Calenda e l’obiettivo era rivedere il reddito di cittadinanza e il Superbonus. Oggi invece il Pd dice di essere una forza sociale ed ecologica, tutto il contrario di tutto».

È finita per sempre con il Pd di Letta?

«Non c’è rancore, ma Letta deve spiegare al suo elettorato le alleanze che ha fatto, addirittura con Fratoianni e Bonelli, dopodiché si vedrà. È stato deludente e incomprensibile il comportamento del Pd, certamente i cittadini non credono alla favoletta di Letta “non andiamo con il Movimento perché ha fatto cadere il governo Draghi”. Come mai il Partito democratico parla di noi quando sapeva che non potevamo accettare una norma sull’inceneritore a Roma? Di Maio, il ministro degli Esteri, durante il conflitto in Ucraina, ha creato uno smottamento nell’equilibrio precario della maggioranza e ha formato una nuova formazione, accusando il Movimento 5 stelle di essere una minaccia per la sicurezza nazionale. Né il presidente del Consiglio, che è venuto in Parlamento e non ha voluto dialogare, né il Pd hanno detto nulla».

È stata una congiura verso di lei?

«La chiami lei congiura, il complottismo non mi appartiene, però non è tutto normale».

Pensa che la famosa telefonata Draghi-Grillo del «fai fuori Conte» sia vera?

«Io a Grillo credo».

Con Letta e Di Maio vi siete più sentiti?

«No».

Il risultato però è regalare il Paese alla destra.

«Questo atteggiamento non lo condivido e lo respingo. Non è che si può andare a votare solo quando la destra è bassa nei sondaggi. La destra si batte con le idee».

Questa destra è un pericolo per la democrazia?

«No, perché non mi va di dare patenti di legittimità, ma è inaffidabile e lo abbiamo visto nel corso della pandemia, quando prima volevano aprire e poi chiudere. Hanno criticato persino il Pnrr, dicevano che era una truffa, oggi vogliono amministrare quei soldi».

Meloni dovrebbe spegnere la fiamma dal simbolo?

«È un retaggio del movimento sociale, io mi auguro che ci sia un governo che riconosca la festa della Liberazione e il fondamento costituzionale che è antifascista. Non basta prendere le distanze dal fascismo, il problema è sposare un genuino spirito democratico».

E Meloni lo fa?

«Ci sono due Meloni: quella che fa la moderata e poi quella che va da Vox. Io la ricordo gridare scomposta contro lo stato di emergenza per il Covid quando si opponeva a tutto».

Come giudica la proposta sul presidenzialismo?

«È un’anticipazione di una spartizione irragionevole e folle. Meloni al governo, Salvini vice premier e ministro dell’Interno, e a Berlusconi, per accontentarlo, prospettano la presidenza della Repubblica. Le istituzioni non si piegano alle esigenze spartitorie delle forze politiche anche se di maggioranza. Una riforma del genere non può essere condotta a colpi di maggioranza».

Servirebbe un’assemblea costituente?

«Mi sembra che non ci siano le condizioni».

Calenda e Renzi che ruolo giocano con il Terzo polo?

«È un polo che non ha una consistenza politica significativa. Calenda si sta autodistruggendo, avrà il grande merito di consentire a Renzi di restare in Parlamento, complimenti. Lui che ha criticato Renzi in tutti i modi per il rinascimento saudita e diceva che la sua politica gli faceva orrore».

E Renzi che meriti ha?

«Di curare bene i suoi interessi».

Con che percentuale si considera soddisfatto il 26 di settembre?

«Molto alta, sicuramente a due cifre, siamo molto ambiziosi».

Se alle elezioni non vince nessuno ci sarà un Draghi bis?

«Non ci sono prospettive su questo perché il diretto interessato non è disponibile e l’ha dimostrato anche in questa fase di crisi: ha preso la palla al balzo e ha voluto imprimere un segno di irrevocabilità alle sue dimissioni. Chi non ha grandi programmi da sventolare continua a parlare, e anche il Pd ha avuto questa debolezza, di agenda Draghi e di metodo Draghi. L’agenda non l’abbiamo vista perché non è stata scritta. Sul metodo facciamo attenzione, uno dei problemi è stata proprio la scarsa dialettica politica. Se il metodo Draghi è quello del decisionismo autoreferenziale, che si può giustificare solo in un contesto di emergenza, io ribadisco: attenzione che siamo in una democrazia parlamentare».

142 replies

  1. “”””” Se il metodo Draghi è quello del decisionismo autoreferenziale, che si può giustificare solo in un contesto di emergenza, io ribadisco: attenzione che siamo in una democrazia parlamentare».”””””
    Ecco la sostanza di tutto in poche righe…salvaguardare la Costituzione da avventure pericolose.

    Piace a 4 people

  2. Un’intervista a costoro no?
    – Berlusconi all’assalto della giustizia: “Assoluzioni siano inappellabili”. Meloni torna ad attaccare il reddito di cittadinanza-

    ma mi sembra giusto che ognuno coltivi il proprio orticello.. e i cittadini col c@@o che sono tutelati soprattutto i più deboli!

    Piace a 1 persona

  3. Per approfondire…..”” Il leader di Fi rilancia il suo cavallo di battaglia: “Le sentenze di assoluzione di primo o secondo grado non saranno appellabili”. La presidente di FdI insiste sull’abolizione del sostegno ai poveri: “Fallimento. Risorse vadano alle imprese ”… grandiiiii!

    "Mi piace"

  4. letta, di maio e draghi hanno agito per farti fuori, mentre i giornali degli elkann sono stati protettivi nei tuoi confronti, vero?
    Giannini, ad esempio, evocava draghi anche nel sonno mentre eri ancora in carica.
    E poi continua la tua ambiguità nel rispondere a domande riguardanti possibili alleanze col pd: si capisce molto bene che è una possibilità che non scarti affatto.
    Sai cosa penso? Le cose che fai o dici servono solo a mantenere stabile il 10/12% di consenso attuale; non stai facendo un emerito.. piffero per smuovere e attirare nuovo elettorato, e si tratta di molti milioni di cittadini.
    👎 Per me, al momento, è un NO bello pieno.

    Piace a 1 persona

    • Stai sereno che di alleanze non ne farà nessuno col M5S. Se solo per miracolo alle elezioni avrà ancora voce in capitolo, stai pur certo che Conte non si farà mettere i piedi in testa di nuovo, sarebbe masochista.
      Ad ogni modo non comprendo questa ferocia contro le alleanze, se non le fai sei relegato all’opposizione eterna.

      Piace a 5 people

      • Luca come fai a essere certo che Conte non si farà mettere i piedi in testa di nuovo?
        E’ già successo più volte, temo che sia probabile succedà ancora, semmai è più improbabile che non succeda.
        Sarebbe masochista? A parte che un po’ me lo sembra, poi, bisogna vedere quali siano le sue priorità, magari sono altre rispetto alle nostre.
        E la ferocia contro le alleanze … a me sembra che queste alleanze servano solo per avvicinarsi e accoltellare più da vicino. Se guardi il trattamento che hanno fatto a Di Mario, peraltro meritatissimo …

        "Mi piace"

      • Un conto è fare un alleanza sul programma condiviso mantenendo la propria identità e un altro è calarsi i pantaloni e mettersi a 90° per ingraziarsi il sodomizzatore com’è successo con il PD e il governo draghi,
        Difficile credere che una volta ottenuta la poltrona non ricada nella necessità di rifarsi sodomizzare nuovamente, l’indole è quello non si può andare ulteriormente contro natura e al cuore non si comanda.

        Piace a 1 persona

      • Con chi ti allei se i temi sono lotta spietata contro mafie, corruzione, evasione fiscale e conflitti di interessi?
        Fammi un nome degno di essere preso in considerazione per una alleanza DI GOVERNO (e si tratta di tre quattro capitoli soltanto, dato che i diritti dei lavoratori sono stati sbriciolati proprio dal pd).

        Piace a 2 people

      • Quindi per non allearti gli lasci campo libero? Bel modo di ragionare il tuo. Chiediti per quale motivo tutti vogliono far fuori Conte, poi magari continua pure a non votare confermando che, in fondo in fondo, preferisci i mafiosi corrotti di cui parli.

        Piace a 6 people

      • Anch’io sono per alleanze con patti chiari e programma condiviso, come col Conte 1 e il governo giallo-verde. Per quanto riguarda Conte, che voi pensate goda ad essere calpestato, non avete considerato che solo nel governo Draghi ha dovuto abbassare un po’ più la testa ma per colpa, ora lo sappiamo per certo, di un certo Di Maio e dei suoi fedelissimi che remavano contro. Liberatosi del fardello non è passata una settimana che ha messo Draghi, PD e tutti gli altri al torchio.
        Poi naturalmente potete credere quello che volete ma, se davvero non volete la Meloni premiere, non votando otterrete l’esatto opposto.

        Piace a 7 people

      • Questi sono così stolti che dicono che Conte si è fatto mettere i piedi in testa e loro, con il loro livore e delirio astensionistico da FRondoliani e stupidi incalliti, si faranno mettere i piedi in testa e qualcos’altro nel deretano da quello che, a parole, vorrebbero evitare ma che nei fatti faranno avverare.
        Chi è causa del proprio mal pianga sé stesso.

        Piace a 8 people

      • Cercheranno ti tirare dentro il M5S portando avanti le peggiori porcherie facendo appello alla lealtà all’accordo, tutto per fargli perdere consenso. Bisogna capire se Conte ha imparato la lezione.

        Piace a 1 persona

      • Se Conte fosse uno che si fa mettere i piedi in testa non si sarebbe opposto all’inceneritore di Roma!
        E non avrebbe portato in Italia 209 miliardi del PNRR!
        Etc., etc., etc.

        "Mi piace"

    • Salari dei lavoratori fermi da trent’anni ma le porte girevoli dei sindacalisti per entrare nel sepolcro pd sono sempre in gran movimento..

      "Mi piace"

      • @lucapas

        Questo è a tutti gli effetti un regime: politica, sistema mediatico, finanza e clientelismi hanno gli artigli conficcati nella carne viva del paese.
        Per battere questo mostro distruttivo puoi fare uno scontro frontale (verrai disintegrato), oppure ti metti da parte, lotti come puoi con le tue sole forze e aspetti che il popolo italiano ne esca stremato e spremuto come un limone. Il M5* ha dato prova di come vuole cambiare la situazione ed è stato respinto con gravi perdite (dal 32% al 10/12%).
        Io ho visto questo film. Chi vuole assistere a una identica proiezione di accomodi pure, nessun problema.

        Piace a 3 people

      • Si, è stato respinto, ma non ha perso solo il M5S, anche il sistema ha subito con gravi perdite, fra le quali 345 parlamentari in meno nella prossima legislatura. E io non mi arrendo.

        Piace a 5 people

      • Ti contraddici con le tue stesse parole.
        In un precedente commento scrivi: ” Le cose che fai o dici servono solo a mantenere stabile il 10/12% di consenso attuale; non stai facendo un emerito.. piffero per smuovere e attirare nuovo elettorato, e si tratta di molti milioni di cittadini.
        👎 Per me, al momento, è un NO bello pieno.”;
        poi qui scrivi: “Per battere questo mostro distruttivo puoi fare uno scontro frontale (verrai disintegrato), oppure ti metti da parte, lotti come puoi con le tue sole forze e aspetti che il popolo italiano ne esca stremato e spremuto come un limone. Il M5* ha dato prova di come vuole cambiare la situazione ed è stato respinto con gravi perdite (dal 32% al 10/12%).”
        Che poi è proprio quello che è successo. Il M5S si è battutto, solo contro tutti, nel tentativo di abbattere il sistema ma il popolino stolto come te lo ha abbandonato perché non è in grado di vedere oltre la punta del proprio naso e dei propri egoistici interessi.
        Tu arrenditi pure, da quello che scrivi è nella tua indole ma altri cittadini che si sono messi l’elmetto non demorderanno anche nel tuo interesse nonostante tu non lo comprenda.
        Una volta che sei arretrato e ti sei arreso, a quello che chiami “mostro distruttivo”, lasciandogli tutta la libertà necessaria per fare carne di porco di qualunque ostacolo fra lui e il suo interesse, hai voglia poi a recuperare il terreno. Quel “mostro distruttivo” non te lo lascierà più fare. Se pensi che potrebbero modificare la costituzione a loro piacimento, davvero pensi che potresti avere altre opportunità di riscatto?
        E’ da folli smettere di lottare ora che hai una alternativa vera e credibile che ha dimostrato con i fatti che sta dalla parte dei cittadini e del bene comune. I provvedimenti come RdC, decreto dignità, taglio vitalizzi e pensioni d’oro, blocco prescrizione, spazzacorrotti, taglio parlamentari , il superbonus, cosa sono secondo te e a favore di chi? E se il buongiorno si vede dal mattino, se queste sono le premesse, cosa ti fa pensare che il M5S non manterrebbe anche le altre promesse presenti nel programma elettorale come il salario minimo e gli altri punti?
        Ma veramente siete ridotti moto male, da TSO, se fate questi deliri da stolti masochisti!
        Devo pensare che anche tu faccia parte di quella schiera di “FRondolino amoroso” il cui intento è chiaramente quello di allontanare le persone dal voto e soprattutto dal voto al M5S, unica forza politica seria, onesta e pulita, contro il sistema, e relegarla all’astensione in modo da avvantaggiare quel sistema marcio, quel “mostro distruttivo” che anche tu a parole affermi di voler combattere ma che, alla fine e da quello che in realtà emerge dai tuoi commenti, permetterai, con l’astensionismo, il suo rafforzamento.
        Einstein diceva: “Due cose sono infinite: l’universo e la stupidità umana, ma riguardo l’universo ho ancora dei dubbi.”
        Vedi di darti una svegliata, se sei in buona fede.

        Piace a 10 people

    • Il titolo dell’articolo non compare nell’intervista.
      Tutto l’articolo è un “compendio” rimaneggiato.
      Fammi capire, Giansenio, se il Pd o, Dio volesse, il m5s fossero il primo partito, pur di rifiutare qualsiasi forma di apparentamento, lasceresti il governo a queste orribili destre?
      Perché di QUESTO si tratta, con la pessima legge elettorale che ci ritroviamo, esattamente come nel 2018.
      Non ti sembrano pretese velleitarie, le tue? Come può Conte azzardarsi a fare promesse, che le circostanze potrebbero rendere necessario disattendere?

      Piace a 5 people

      • Non ne ho idea e sono contrario alle alleanze. Prova a dirmelo tu con chi faresti un patto di governo.
        “Con chi ci sta?”.
        Pensa che soddisfazione trovarsi ancora insieme con giggino a’ cartelletta, aiutato da tabacci e benedetto dal pd. 😂
        Tutto perdonato, in caso?

        Piace a 2 people

      • Siluano/Gsi
        Con nessuno, suppongo, e gli scenari alternativi che ha proposto sono uno più tragico dell’altro, quindi neanch’io ho capito… magari intende astenersi?

        "Mi piace"

      • Io non ho problemi, Giansenio, a dirti che per ottenere qualcosa di concreto ed utile, l’alleanza la farei col PD.
        Per il semplice motivo che nessun altro partito può assecondare in nulla nessuna delle richieste 5stelle.

        So bene che il gruppo dirigente PD è molto ostico e addirittura ostile nei confronti dei 5stelle.
        Ma, ripeto concetti già espressi, la base del PD non è in perfetta sintonia col suo gruppo dirigente e sarà impossibile, per questi testoni a capo del pd, rifiutare di andare a discutere con i 5stelle di un programma comune da realizzare.
        Perché le basi dei due partiti si intrinsecano.

        Poi, se succederà, ognuno metterà i paletti su cui vorrà imputarsi.
        Solo dopo potrai dare un giudizio.
        La tua stroncatura a priori non ha senso, Giansenio.
        È frustrante e disutile soprattutto a chi ha bisogno di vedere fatti concreti REALIZZATI.
        Su tutti la Pace in Ucraina che risolverebbe molti problemi economici a tutta l’Europa.

        Ciao Anail
        Gsi

        Piace a 5 people

      • “Io non ho problemi, Giansenio, a dirti che per ottenere qualcosa di concreto ed utile, l’alleanza la farei col PD.”.

        Ah ah ah!

        Le oche del famoso gioco ripassano sempre dal via in un eterno, tragico, fantozziano loop!

        "Mi piace"

      • Temo che le condizioni per proporre un contratto che metta i famosi paletti non ci saranno, e che il Movimento si troverà a ripetere l’esperienza del governo Draghi con chiunque si allei.

        Piace a 1 persona

      • 👋🏻😘
        La tua risposta a Giansenio non fa una piega…mi dispiace che sia così intransigente. Capisco tutti i suoi motivi, ma, purtroppo, lottare contro la dura realtà è inutile e controproducente.
        Vincono i principi, ma non si attuano i provvedimenti per i cittadini…e credo proprio che Conte, pragmatico com’è, tenga fondamentalmente a questo.

        "Mi piace"

  5. Io ricordo che Grillo aveva dichiarato ” Vengo strumentalizzato, i giornalisti raccontano ca@@ate su me e Draghi”, sposando la versione di Draghi mentre contemporaneamente Conte dichiarava di essere stato messo a conoscenza da Grillo delle telefonate ma con la faccia torva di chi cascava dalle nuvole. A quale Grillo crede Conte?

    "Mi piace"

    • I giornali hanno riportato quanto raccontato da De Masi e molto altro. Le cazzate di cui parla Grillo non si riferiscono alla rivelazione di De Masi, altrimenti avrebbe detto direttamente a lui di non dire cazzate.

      Piace a 1 persona

  6. Tutto dipende da chi sarà il prossimo segretario PD e quanti voti prenderà M5S. Comunque rilegare Scarpinato alla opposizione solo perchè non si deve fare alleanza a prescindere da accordi su programmi e vera follia.

    Piace a 1 persona

  7. “Il PD? Grande delusione!”, e con un tempismo da bradipo (cit. Cagliostro sia lodato) sotto ipnosi va a raccontarglielo a Giannini!

    Ah ah ah!

    Imbambolati!

    "Mi piace"

    • Io a okkio e croce avrò visto 195 interviste di Giannini a Conte e gli fa sempre le stesse domande: astio per Renzie, decreti sicurezza, correzione rdc e da mo si aggiunge caduta governo Draghi nel grave momento e bla bla bla.
      Menomale che so’ 30 minuti.

      Piace a 1 persona

  8. Attenzione caro Conte con la storiella delle 36ore a parità di salario.
    Era un cavallo di battaglia del Bertinotti prima che portasse a zero il suo partito.

    Distinguere le tipologie di lavoro, innanzitutto, non mettere tutto in uno stesso crogiolo.
    La gente, in generale, vuole lavorare, non oziare e vuole compiere il proprio lavoro con consapevolezza di essere utile a se e agli altri.

    Se vuoi dire qualcosa si sinistra e carpire il voto agli operai (che non conosci) ricordati che non vogliono tanto lavorare MENO, ma vogliono soprattutto lavorare MEGLIO.

    Perché la qualità della vita non si misura solo diminuendo l’orario di lavoro, ma rendendo quella parte di vita che la persona dedica al lavoro, qualitativamente migliore.

    Piace a 1 persona

    • “La gente, in generale, vuole lavorare, non oziare…”: purtroppo sì, schiavi senza cervello! Ecco perché l’ozio è potuto diventare:
      “Abituale e viziosa inerzia, per lo più dovuta a neghittosità, infingardaggine, scarso senso del dovere.”, mentre in realtà era:

      “Con sign. più vicini a quelli che il termine aveva in latino, dove otium era il tempo libero dalle occupazioni della vita politica e dagli affari pubblici (cioè dai negotia), che poteva esser dedicato alle cure della casa, del podere, oppure agli studî (donde la parola passò a indicare gli studî stessi, l’attività letteraria)”.

      Siete solo, raramente quando va bene, degli inutili, spesso quando va male, perniciosi, NEG-OZIANTI!!!!

      "Mi piace"

      • E chi ti dice, Gatto, che il lavoro, un giorno, diventi così libero da poter essere equiparato al tempo libero?

        "Mi piace"

      • Sembrerà strano agli evoluzionisti come te, ma quel giorno c’è già stato nel passato, molto remoto ormai, e ora non c’è più: beccatevi la decrescita felice e mosca!

        "Mi piace"

    • Io credo che i lavoratori abbiano prima di tutto il sacrosanto diritto di portare a casa la pellaccia dopo una giornata di lavoro: oltre mille morti all’anno.
      E salari fermi da trent’anni. Alleiamoci col pd e risolviamo questi tremendi problemi. Il pd freme all’idea di occuparsi del tema “lavoro”.
      Il pd è un vulcano di idee.

      Piace a 2 people

      • Appunto Giansenio (sulla prima parte di quello che hai scritto)
        Sulla seconda: capisco il tuo sarcasmo.
        Ma incalzare, incalzare, incalzare.
        Vediamo chi la spunta…

        "Mi piace"

    • 4 ore i meno non significa non lavorare, semmai migliorare la qualità della vita e pure andare incontro alla società del consumo.
      In Germania ed in Francia ci riescono benissimo e sono considerati grandi lavoratori.

      Piace a 1 persona

  9. Niente paura per le paghe e per gli orari, se piove di quel che tuona ne potremo fare a meno visto la crisi monstre che si sta avvicinando a passi da gigante, ma lasciamo che mr tentenna sancho panza il bradipo continui ad intortarvi ben bene come fanno tutti gli altri venditori di pentole

    "Mi piace"

  10. Allearsi sulla base dei programmi sembra una buona idea, e in fondo la è stata, visto che anche con lega prima e pd poi qualcosa di buono sono riusciti a fare.
    Il problema è quello che è successo dopo al movimento (che non ho ancora capito nemmeno lontanamente), e poi ora dopo un anno e mezzo di autosputtanamento non parte più dal 30%, quindi sarebbe in una posizione di ulteriore debolezza.
    In eventuali alleanze farebbe come con draghi, il portatore di acqua con le orecchie, continuando a bruciare voti.

    Da quando non è uscito a inizio 2021 dal governo draghi, il movimento ha perso la sua guerra al sistema, e ora lucida le scarpe.

    Piace a 1 persona

  11. Cmq per fortuna abbiamo un sindacato forte. Gli iscritti sono pensionati o giovani che poi, in larga parte, votano la destra dei tre soci, ma fa niente..

    "Mi piace"

  12. E dopo che il popolo italiano, cioè noi, i nostri figli e nipoti, è ridotto allo stremo e spremuto come un limone che succede? Perché la condizione si è verificata con il fascismo e non è proprio successo nulla per 20 anni, e se Hitler non avesse perso la guerra, e noi con lui, il popolo italiano si sarebbe tenuto il fascismo per altri 20! Poi veramente non capisco le amnesie opportunistiche, il M5S nel 2018 ha sempre dichiarato, per voce del suo capo politico, Di Maio, e di esponenti di spicco come Di Battista, che il M5S avrebbe governato con chiunque fosse stato disponibile a condividere ed attuare i suoi punti programmatici, e così è STATO! Quelle dopo le elezioni non sono alleanze, che si fanno prima, formando una coalizione con cui ci si presenta alle elezioni, sono accordi per GOVERNARE perché per formare un governo è necessario o avere una maggioranza superiore al 40% ed autonomia governativa, oppure necessariamente governare con altre forze politiche scelte dagli elettori! E non capisco perché il M5S del 2018 che ha mandato in parlamento i Di Maio, gli Spadafora, Castelli, Ruocco, Caiata e Ciampolillo , per poi governare con chi fosse disponibile, fosse il movimento perfetto, rispetto a chi ora candida ex magistrati antimafia, esperti in energia ed ambiente, e 5 stelle rimasti coerenti , a differenza di quelli di cui sopra, che risulta invotabile perché non garantisce prima delle elezioni di stare all’ opposizione, qualunque sia il risultato post elettorale! E risulta incomprensibile anche la mancata lettura di un doppio segnale, il M5S che candida i simboli della legalità e della lotta alla mafia, e loro che si SCHIERANO politicamente con chi evidentemente merita la loro fiducia! Però non basta, perché se, per un miracolo , il M5S risultasse il primo partito/movimento alle elezioni, con la possibilità di formare un governo, magari con Scarpinato ministro della giustizia, De Raho ministro degli interni, Costa ministro dell’ ambiente ed altre personalità di valore come ministri o sottosegretari, occorre rinunciare e lasciare il paese in mano a Schifani, Berlusconi, Salvini, Meloni, La Russa e Santanchè, perché ancora non si è capito che in una Repubblica parlamentare il governo viene sostenuto da una maggioranza politica espressione delle scelte dei cittadini, anche di quelli che non votano M5S…….chi si astiene poi non ha alcuna rappresentanza, aspetta solo che i peggiori facciano i peggiori danni possibili per la rivoluzione del popolo. ….peccato che in 70 anni sia stato inferto al paese ogni possibile danno, in cui ha perso la vita chi ha preferito rischiare in prima persona, piuttosto che aspettare la rivoluzione di popolo, mai avvenuta, anzi neppure una protesta… perché l’ alibi è sempre la colpa da attribuire ad altri , senza mai chiedersi se la nostra intransigenza retorica abbia valore superiore all’ intransigenza di chi ha rischiato la propria pelle ed ora si candida con il M5S……..quanta purezza ed integrità dal divano di casa! !! Gli italiani non hanno neppure il coraggio di candidarsi per il M5S nel proprio piccolo comune di residenza, ma facciamo pure le pulci a chi ha vissuto sotto scorta e che ora si schiera con il M5S di Conte, reo di non dichiarare prima le sue intenzioni, visto che dipendono esclusivamente dal risultato elettorale e dalle scelte di chi è chiamato a scegliere…..anche non votare è scegliere, ed in democrazia si rispetta ogni scelta, di cui però si risponde, senza tante lezione di etica a chi andrebbe solo rispettato ed ammirato, per le proprie ardue e pericolose scelte di vita…. fatti al posto di chiacchiere!!!

    Piace a 9 people

    • Magari ti sarai fatta la domanda delle domande: come mai la destraccia dei tre soci è quasi al 50%??

      Io non posso avere neanche un briciolo di pietà da riservare a coloro che hanno permesso e agevolato la crescita di fdi e compagnia. E mi riferisco al putrido e immondo ambiente sedicente “progressista”, in particolar modo quello mediatico, sempre a braccetto con la politica politicante e reazionaria.
      In questo anni hanno virato tutti verso destra e contemporaneamente bastonato senza pietà il m5*.
      Anni ed anni di articoli, interviste al limite del diffamatorio e talk impostati per denigrare il movimento.
      Ecco il risultato. Lo ripeto, accomodatevi pure.
      Pietà l’è morta. Fine.

      Piace a 1 persona

      • E cosa pensavi?
        Di trovare gente che ti stendeva il tappeto rosso e ti portasse in trionfo?
        Suvvia Giansenio… Hai un minimo di idea di che brutto animale sia la politica?
        E di quanto sia difficile cambiare lo stato di cose esistenti?

        Piace a 3 people

      • L’errore gravissimo che spero Conte, sempre in caso di miracolo, non ripeterà, è stato quello di non impossessarsi della Rai, praticamente si è autoevirato. Se non volevi la politica dentro la TV di Stato dovevi fare prima la riforma e solo DOPO liberarla dai politici.

        Piace a 2 people

    • Analisi ineccepibile!
      C’è sempre qualche flebile speranza che davanti all’evidenza qualche commentatore possa aprire gli occhi e la mente, anche se temo che, per taluni, valga il detto che: “a lavar la testa all’asino si perde il ranno e il sapone” tuttavia, la tua pietra nello stagno potrà essere apprezzata da qualche avventore/trice, come me e contrastare i tanti “FRondolino amoroso”.

      Piace a 1 persona

    • “E non capisco perché il M5S del 2018 che ha mandato in parlamento i Di Maio, gli Spadafora, Castelli, Ruocco, Caiata e Ciampolillo , per poi governare con chi fosse disponibile, FOSSE il MOVIMENTO PERFETTO, rispetto a chi ora candida ex magistrati antimafia, esperti in energia ed ambiente, e 5 stelle rimasti coerenti , a differenza di quelli di cui sopra, che risulta invotabile perché non garantisce prima delle elezioni di stare all’ opposizione, qualunque sia il risultato post elettorale! ”
      👏🏻👏🏻👏🏻👏🏻👏🏻👏🏻👏🏻👏🏻👏🏻

      Piace a 3 people

    • Grande ALE …ti abbraccerei se si potesse materialmente!
      Concordo su tutto e in particolare per il “film” che hai descritto…io che sono datato posso assicurati che non è cambiato nulla tutto come prima ..il sistema è sempre lo stesso..sono cambiati gli attori e le vittime sono sempre le stesse!

      "Mi piace"

  13. @siluano

    La mia comprensione smette di esistere quando si evita di mettere al mondo un figlio altrimenti si scende in povertà; quando la gente muore sul lavoro o si impicca per la vergogna di non riuscire a pagare i propri collaboratori; quando ci sono contrade invase da pietre e fango per un acquazzone, mentre si parla ancora di ponte sullo stretto ecc

    Questa è una cricca criminale!
    Vogliono dare soluzioni mentre il problema sono loro!
    Non può esserci dialogo con partiti media del genere.

    "Mi piace"

  14. Visto che qui i commentatori accorrrono copiosi a scrivere del nulla circa Gonde e la nuova di zecca armata Brancaleone asservita al sistema, mi permetto un ennesimo OT, molto importante, che denuncia cosa veramente i tamponi sono e siano realmente stati, in riferimento alla millantata garanzia su cui si è basata tutta la ridicola sceneggiata della pandeminchia:

    https://debernardi.wordpress.com/2022/08/16/12084/

    "Mi piace"

  15. Dove è diretta l’Europa? E soprattutto l’Italia?Forse la migliore caratterizzazione è stata data da John Maynard Keynes in Teoria generale dell’occupazione, dell’interesse e della moneta. Keynes disse che una depressione è “una condizione cronica di attività subnormale per un periodo considerevole senza alcuna tendenza marcata né alla ripresa né al collasso completo”.

    Keynes non si riferiva al calo del PIL, ma parlava di attività “subnormale”. In altre parole, è del tutto possibile avere una crescita in una depressione. Il problema è che la crescita è inferiore al trend. Si tratta di una crescita debole che non è in grado di garantire un numero sufficiente di posti di lavoro o di far fronte al debito pubblico. Questo è esattamente ciò che l’Occidente, e in particolare l’Europa, sta vivendo oggi.

    "Mi piace"

      • Quarda questa previsione poi dimmi cosa conte conta di fare,
        prezzo del gas, intanto, continua a salire e raggiunge 246,5 euro al MWh sulla piazza di Amsterdam. Per quanto riguarda le previsioni di Gazprom, invece, la compagnia russa ricorda che ora il prezzo è di 2.500 dollari per mille metri cubi e se non dovesse cambiare la situazione si potrebbe arrivare alla soglia dei 4mila dollari.
        Con queste previsioni tutte le promesse elettorali dell’atlantista mr tentenna sancho panza il bradipo sono solo aria fritta, lo prenderò in considerazione solo se avrà il coraggio di mettere in dubbio il suo atlantismo e la sottomissione ad imbecilli quali Sono borrell e la von der leyer e cominciare a pensare come affrontare i problemi della mancanza di energia e la perdita di lavoro per una grossa fetta di italiani,
        Fintanto continuerà a raccontarci storielle dal libro dei sogni lo considererò come un cazzaro qualsiasi.

        Piace a 1 persona

      • Il libro rimarrà dei sogni perché tanto al governo ci andrà la Meloni, tuttavia le ricette di Conte dovresti conoscerle. Intanto ha detto chiaramente che, come ha già fatto in Europa, vuole rimanere atlantista ma non sottomettersi bensì cambiare politica dall’interno. E la politica è quella di un maggiore dialogo, guidato dall’Italia e coadiuvato dall’Europa, per evitare i conflitti e terminare quelli in essere.
        Sul costo del gas poi, l’ho già scritto, ha intenzione di rispondere all’aumento con trattative del prezzo comunitarie. Insomma diplomazia, ovvero il cavallo di battaglia dell’Italia e dello stesso Conte. In tutti gli altri campi verremmo sopraffatti senza se e senza ma.

        Piace a 4 people

      • Il prezzo del gas comunitario
        Altra supercazzola per i grulli, e da quando un cliente in via di fallimento decide quanto pagare il fornitore, fornitore che ha già reindirizzato le forniture verso altri lidi,

        Piace a 1 persona

  16. @Gaia

    Le cose buone fatte dal M5* sono battaglie vinte. Poi però il movimento ha perso la guerra, ecco cosa intendo con scontro frontale da evitare, perlomeno in questa fase. La realtà è lì: due governi sabotati, ingresso in una ammucchiata, tentativi (in parte riusciti) di smantellare le riforme fatte, canto di sirene e scissione a slavina. E tu vuoi dialogare ancora con questa gente..
    Farsi da parte, in solitaria, dopo un percorso del genere, non è una infamia, ma buonsenso. Chi vaneggia ancora di alleanze possibili, a mio avviso, vuole la distruzione completa del M5*.

    "Mi piace"

    • @Lucapas
      Sul costo del gas poi, l’ho già scritto, ha intenzione di rispondere all’aumento con trattative del prezzo comunitarie.
      Ahahahah ahahah ahahahah ahahah
      Questa è la barzelletta del secolo, come se i produttori di materie prime si farebbero dettare i prezzi dal cliente in stato fallimentare ed irrilevante com’è oggi l’Europa,
      Forse non sei al corrente che la Russia ha già reindirizzato il 65% del flusso energetico verso Cina India e paesi emergenti e il flusso destinato all’Europa reindirizzato per uso interno,

      "Mi piace"

  17. Conte dovrebbe fare un solenne giuramento pubblico: per 5 anni deve garantire l’opposizione del M5S al governo. Comunque vadano le elezioni e qualunque governo venga fuori… i 5s dovranno rifiutare qualsiasi profferta di coinvolgimento governativo. Voterà SI’, NO, ASTENSIONE o, non ultima, l’USCITA DALL’AULA (per abbassare il quorum), a seconda della bontà o meno degli atti dell’esecutivo.
    Solo quando gli altri partiti avranno dimostrato, non solo a parole, la stessa sensibilità programmatica… solo allora si potrà arrivare a un’alleanza organica non più solo limitata a singoli atti legislativi. Così come stanno oggi le cose, NON C’E’ DA FIDARSI dei cosiddetti progressisti (sedicenti).
    Anche nel caso specifico di un possibile governo anti-destre, si può solo favorire l’iniziale nascita di un governo, senza però farne parte, ma… condizionato dalla spada di Damocle delle succitate ultime tre opzioni di voto. Punto

    Piace a 1 persona

    • Sunceramente di un governo antidestra a me interessa relativamente.

      A me interessa un governo che:
      1) lavora per la Pace e non per lavguerra in Ucraina ponendo fine all’invio di armi e alla sudditanza ai guerrafondai della Nato.
      2) transizione ecologica REALE e,quindi, una chiusura totale al ritorno del nucleare
      3) giustizia alla luce del sole e chiudere la stagione degli intrallazzi della politica e servizi segreti con mafie e poteri occulti che hanno provocato stragi innocenti ancora impunite.
      Ti pare poco?

      Ma quale opposizione?
      Se ci sono i numeri si governa!

      E quei risultati li puoi ottenere solo insieme ad un PD obbligato dalla sua base a fare cose di sinistra.
      Infatti:
      Con la Lega domani avremmo subito nuove centrali nucleari e affossamento di leggi come la Severino e Fontane che mandano i soldi a iosa nei paradisi fiscali.

      Con Berlusconi renzi e calenda sorvoliamo.

      Con la Meloni preparati alla terza guerra mondiale.
      Vedi te…

      Piace a 1 persona

  18. Come mai la destraccia è quasi al 50%? Perché un 40% di italiani si fa le s…e mentali fra votare Scarpinato, ex magistrato antimafia o Cuffaro, condannato per concorso esterno in associazione mafiosa! Perché le responsabilità non sono solo di chi vota FI, Lega, FdI o PD…… quelli votano palesemente per interesse o per circonvenzione di incapaci, mentre chi si astiene di fronte ad una scelta eticamente ovvia, prima che politicamente possibile, dovrebbe spiegare le ragioni della sua scelta e relativa responsabilità. ….e se la ragione è che poi dopo dentro il palazzo sono tutti uguali, allora hanno piena ragione quelli che votano per interesse, difendono il proprio interesse! Mentre a me sfugge l’ interesse di chi si astiene nella scelta fra Scarpinato, De Raho, Costa ed il nulla, nella speranza/illusione che poi dal nulla nasca il furore di popolo! Quale ca@@o di popolo, quello che vota al 50% la destraccia? ….perché c’è anche quello, oltre a quello che vota PD! O è popolo solo chi si astiene? E chi ha qualche mal di pancia a votare M5S , anche se candida i più validi esponenti antimafia, perché c’è quel tentennone inaffidabile di Conte, cui non basta essere perbene ed onesto, galantuomo, sarebbe pronto a scontrarsi a costo della propria vita con il 60 % o più di destraccia, referenti di organizzazioni criminali, manovalanza delle stesse, esercito agli ordini del potere costituito, collusi vari, magari qualche stragista addestrato da Cia e servizi segreti? Già storicamente avvenuto e senza alcuno scontro….da dove arriva questa convinzione di propensione alla rivolta? Dalla posizione comoda dell’ astrazione, dallo snobismo che gli altri siano tutti imperfetti e che in attesa di quelli perfetti ognuno viva il proprio inferno consolandosi con le chiacchiere da bar a rischio zero! Con tutto il rispetto non capisco, perché se fra Scarpinato o Cuffaro, non scelgo, significa che li ritengo esattamente uguali, ed allora il problema non è l’ oggetto della scelta, ma di chi dovrebbe scegliere e non lo fa!

    Piace a 1 persona

    • Conte DEVE assolutamente dire in maniera molto chiara come intende utilizzare i voti che raccoglierà a settembre, in tutte le combinazioni possibili.
      Romperò i c. fino all’ultimo giorno su questa storia. Pretendo chiarezza totale, anche ragionando su ipotesi. Solo allora mi sentirò libero di decidere in piena coscienza.
      Le risposte evasive che sta dando non depongono a favore della trasparenza.

      Piace a 1 persona

    • Scarpinato è certamente una brava persona ma non avrà la guida del movimento, chi ti dice che una volta eletto non venga marginalizzato o magari espulso?
      Anche renzi voleva Gratteri ministro della giustizia, e Gratteri ci aveva anche creduto …

      Conte per me ha finito di essere credibile quando non si è impuntato sulla deforma cartabia. Non mi basta che abbia cambiato le virgole, per me doveva dire no, se votate la Cartabia io esco dalla maggioranza, e andate avanti senza le mie fiduce. E’ anche avvocato …
      La mia linea invalicabile è stata quella, ognuno ha lo stomaco che ha.
      E dopo quella ce ne sono state decine di altre.
      Ora Scarpinato è ottimo da mettere in vetrina, ma temo che l’uomo che è riuscito a ingoiare la cartabiata non gli farà fare nulla.

      Piace a 1 persona

  19. Abbiamo avuto grasso presidente del senato, un grandissimo 0,speriamo non ripetere con i nuovi
    La medesima esperienza

    "Mi piace"

  20. Gae, chi ti dice che non sarà fatto? Vuoi la garanzia? E come mai non è stata imposta nel 2018, quando invece è stato affermato esattamente il contrario? Cioè fatemi capire, se nel mondo dei sogni, il M5S dovesse ripetere ora il risultato del 2018, va comunque all’ opposizione per lasciare il paese al definitivo saccheggio di destra, centro, falsi progressisti per i prossimi 5 anni, perché non c’è da fidarsi? Poi lo spieghi tu ai 12 milioni di italiani poveri assoluti e relativi, ai disoccupati, ai precari, ai giovani senza futuro, ai salariati da fame, che fra governare con maggiore, questa si, consapevolezza del proprio peso politico e rifiuto di ogni compromesso al ribasso, e la deresponsabilita’ perché non mi fido degli altri, dovranno subire il peggio per 5 anni. ….quando poi il M5S non ha fallito perché si è fidato degli altri, ma perché si è fidato di Grillo e Di Maio e di chi è stato mandato in parlamento senza alcuna cognizione, semplicemente perché è stata votata la sigla, la stessa che ora viene schifata anche se dentro il contenitore c’è altro rispetto a Di Maio e simili! Conte e candidati pagano ora le scelte sbagliate di chi prima manda in parlamento cani e porci, e poi si permette pure il processo alle intenzioni su esponenti che il M5S del 2018 non si sarebbe neppure sognato! Mi raccomando Scarpinato ministro della giustizia no, meglio Schifani in attesa che gli italiani smettano di votarlo ed il M5S trovi interlocutori fidati, non come il suo ex capo politico e le miserie umane votate con il click perché grillini di razza!

    Piace a 1 persona

    • Alessandra, devi considerare che nel 2018 il voto al M5S era fondamentalmente di protesta. Ma pur valutandolo non all’altezza dell’impresa di governare bene il paese l’ho votato lo stesso per non dovermi astenere. Oggi il voto deve essere più consapevole delle reali possibilità di incidere del MoV. Intanto ha fatto l’esperienza di questo quinquennio che qualcosa ha insegnato a tutti, e poi c’è stata una naturale sana selezione (ancora incompleta) della sua classe dirigente che fa ben sperare. Due elementi che vanno valutati positivamente. Non saranno tutto ma è molto meglio degli inizi incerti. La proposta fatta nel mio precedente intervento verteva sulla necessità di evitare eventuali ulteriori sbandamenti e relativa deriva del movimento. Ottenere ciò che è possibile senza velleità inconcludenti mi pare una normale e saggia pratica da perseguire. L’importante è non snaturare i principi e valori che ne sono alla base, nella consapevolezza che il cammino è irto di ostacoli e non è assicurato il raggiungimento degli obiettivi se non in tempi non rapidi. Quando si avverte il pericolo di essere inglobati dal Sistema che si vuole cambiare bisogna correre ai ripari in tempo. Tra lo stare dentro il governo per combinare poco e sparire e lo stare all’opposizione cercando di ottenere qualcosa, io preferisco la seconda. Il Pci nei 40 anni di opposizione ha ottenuto tanto. Paradossalmente le cose sono declinate di brutto quando nei primi anni ’90 è entrato al governo sotto mentite spoglie. Facciamo tesoro anche di quella esperienza.

      "Mi piace"

  21. “Perché non Di Battista?
    «Abbiamo parlato insieme di un suo coinvolgimento, però è emerso che su alcune linee di politica estera non c’era un pieno accordo. Il Movimento vuole dare un contributo critico e costruttivo all’interno dell’alleanza euro-atlantica, lui ha una linea più radicale».”

    E quindi?

    Non si può pensarla diversamente ‘su alcune linee di politica estera’ all’interno di una forza politica? Ma che è? Il PCUS?

    Tra l’altro Conte è quello che ha firmato gli accordi sulla Via della seta. Dovrebbe buttarsi fuori da solo.

    "Mi piace"

    • Su questo hai ragione.
      Ma sembra sia stato Di Battista a tirarsi fuori.
      Non credo ci sia stato un veto nei suoi riguardi. Sarebbe grave.
      Comunque sarebbe bene Conte faccia chiarezza su questa cosa.

      "Mi piace"

      • Gsi, sappiamo bene che l’intransigente, in questo caso, è Di Battista.
        La posizione di cui si parla è l’uscita dalla Nato, che dubito possa essere portata avanti in un partito che ha una collocazione europeista e non sovranista.
        Inoltre Dibba ha detto chiaramente che non era gradito a Grillo e ad altri ed ha apprezzato il confronto con Conte, definendolo un galantuomo.
        Direi che non ci siano grossi risvolti misteriosi.
        È stata una sua scelta.
        Se vuole creare un suo gruppo e portare avanti le istanze rivoluzionarie che sono sempre state la sua cifra, dovrà prima o poi capire, come tanti qui nel blog, che avere alti ideali irrealizzabili e velleitari e accumulare tanti voti, magari parcheggiandosi all’opposizione a prescindere, dovrebbe essere il MEZZO, non lo SCOPO.
        Se poi tutto ciò non serve a mettere in pratica provvedimenti CONCRETI,
        tutti gli ideali e l’eventuale entusiastico consenso, saranno solo sterili soddisfazioni del proprio ego e delle proprie infantili esigenze di sentirsi costantemente in battaglia, a sventolare inutili vessilli, autoesiliandosi al momento di realizzarli, quei sogni… e lasciando agli avversari la facoltà di realizzare i propri INCUBI.

        Piace a 1 persona

      • Si Anail,
        La cocciutaggine di Di Battista rischia di portarlo dove ha ben indicato tu.

        Però sarebbe importante capire bene la posizione di Conte in merito al diritto di dissenso interno in questa forza politica (i 5stelle).

        Mi chiedo: se il M5S vuole dare segnali discordanti sulla gestione filoNato della guerea rispetto a quanto visto fino a qui col governo Draghi, possibile non ci sia spazio per posizioni più critiche rispetto ad altre più moderate nelle discussioni che devono portare alle decisioni sulla linea tenere?

        A privarsi di un Di Battista non manca poi un tassello importante per arricchire il dibattito interno sul tema?

        Questo si verrebbe sentire da Conte.
        Vorrei sentirmi dire che Di Battista è una risorsa.

        E, subito dopo, da Di Battista, sia chiaro, non vorrei mai sentirgli dire che lui non vuole mescolarsi con chi non la pensa ESATTAMENTE come lui. Naturalmente…
        Gsi

        Piace a 1 persona

      • Gsi, Conte ha sempre espresso parole di apprezzamento nei confronti di Dibba, ma l’argomento di cui parliamo è essenziale.
        Si può divergere, ma sino ad un certo punto… tu ce lo vedi Dibba che, in pubblico, esprime l’idea portata avanti dal movimento, invece che battersi per la sua?
        E ti dirò che io lo capisco… dovrebbero torturarmi per farmi dichiarare favorevole alla Nato, pur comprendendo che la posizione di Conte sia la via più “opportuna”, più percorribile: atlantisti, ma critici.
        Dibba non si accontenterebbe. Soprattutto non potrebbe mentire in pubblico, sostenendo qualcosa che non sente… e figurati se non sarebbe la domanda che gli farebbero per prima, ad ogni intervista, per mettere in difficoltà lui, Conte, il m5s.
        Credo che abbiano discusso di questo atteggiamento… quanto Di Battista sarebbe disposto a portare in giro le idee comuni (perché in un programma non è che puoi portare tutte le sfumature critiche interne), non condividendole appieno?
        Dibba può essere il solo leader di sé stesso… e non sarebbe per via di uno scontro di personalità, ma proprio per un individualismo delle idee e per la sua assoluta schiettezza.

        "Mi piace"

      • È un tema molto importante questo del dissenso interno ad una struttura politica, Anail.

        È quello che ha prodotto le mille divisioni nella Sinistra e che l’hanno portata ad essere minimale come lo è oggi.

        Personalmente credo possa esserci una via di mezzo tra il centralismo democratico che impone al singolo di adeguarsi ad una maggioranza dopo la discussione e una totale libertà di pensiero e azione che possa sfociare in correnti organizzate sempre sull’orlo delle scissioni di partito.

        Spero che questa entità politica praticamente nuova (arriva da un parto molto difficile il M5S di Conte), trovi il sistema di non ritrovarsi ad avere gruppi dirigenti simili a yesmen seduti attorno a cerchi magici.
        Al contrario, sappia invece farsi forte di tante idee,anche molto diverse tra loro, che aiutano ad arrivare a sintesi politiche il più virtuose possibile.
        Idee che si confrontano, si, per arrivare ad una sintesi, ma in una prassi che sappia anche permettere al dissenso (se non organizzato… E Di Battista non mi sembra stia organizzando né correnti né nuovi partiti) di essere tollerato e anche considerato importante risorsa interna.
        Anche se le decisioni ultime spettano ovviamente a chi ha una proposta maggioritaria.
        Gsi

        "Mi piace"

    • Infatti! Non si può divergere su alcuni punti?
      Per me sì.

      Dovresti però rivolgerti a Di Battista, non a Conte, e per essere coerente usa lo stesso sdegno!

      "Mi piace"

  22. Conte deve dire come intende utilizzare i voti. …..dipende dalla percentuale di voto! Intanto ha detto chi vuole in parlamento, sta a te decidere chi mandarci! Se non è sufficiente peccato, ma prima si scelgono i parlamentari e dopo si decide la loro collocazione all’ opposizione o in maggioranza, che dipende esclusivamente dai voti delle varie forze politiche, e certamente non dal tuo che invece di scegliere ed eleggere chi dovrà rappresentarti, ti preoccupi del dopo. ….senza voto il dopo non esiste. ….semmai saranno coloro che hanno votato a decidere la successiva linea politica dei propri parlamentari eletti, così come successo per le votazioni degli iscritti al M5S che hanno deciso il governo con la Lega, con il PD e pure quello con tutti a sostegno di Draghi. ….perché hanno deciso gli iscritti, non Conte, quindi come intendono utilizzare i voti del M5S dovresti chiederlo a loro!

    Piace a 1 persona

    • Dai, dimmi che stai scherzando..
      Confessa.

      Conte DEVE dire immediatamente come intende impiegare i voti raccolti a settembre, qualsiasi sia la percentuale, in tutte le combinazioni possibili. Cerchiamo di essere seri per cortesia.

      "Mi piace"

    • Brontolo, qualcosa bolle in pentola: l’avv. Sandri aveva realmente inoltrato un’interrogazione all’Ente preposto. La notizia del video è un buon segno (l’articolo è riportato sul sito di Blondet…), ma per motivi diversi da quelli addotti da Butac, anch’io ci andrei con i piedi di piombo. Mi pare inverosimile che dopo tutto questo disastro, dovuto a una gestione infame del Covid, adesso l’Ecdc se ne esca con un “scusate abbiamo sbagliato tutto”.

      Ho riportato questa notizia, più che altro perché è in perfetta consonanza con ciò che l’inventore dei tamponi ha sempre sostenuto a riguardo: staremo a vedere…

      Questo è un articolo interessante che spiegava bene, già nel 2020, il contendere:

      https://ilsimplicissimus2.com/2020/11/05/manuale-di-difesa-il-raggiro-dei-tamponi-spiegato-bene/

      "Mi piace"

  23. Con il governo gialloverde è stato siglato un patto di governo che ha permesso al mv5s di portare a casa 42 risultati eccezionali, con il governo giallorosso ad eccezione ( grande risultato ) del taglio dei parlamentari abbiamo avuto la piena dissoluzione delle istanze proprie del mv5s a favore di 4 poltronari e con il governo draghi la morte cerebrale, difficile credere che i novelli dimessi dal lavaggio del cervello che il PD ha praticato a lungo siano affidabili,
    Soprattutto sapendo che mr tentenna sancho panza il bradipo è un pdiota convinto e reo confesso e che sta facendo campagna elettorale con un programma da libro dei sogni sapendo bene che non sarà possibile applicare per la situazione economica catastroficha,
    Come chiedere ad un tossico di non assumere sostanze,

    "Mi piace"

  24. una domanda mi sorge spontanea, com’è che mr tentenna sancho panza il bradipo sia perennemente in TV e su tutti i giornali, definiti a ragione sistema
    E per essere il nemico n°1 del sistema sta ricevendo attenzioni riservate all’atteso messia e questo mi crea non pochi dubbi sulle sue reali mire.
    Perché come tutti sappiamo la pubblicità è l’anima del commercio e la denigrazione il richiamo per gli astenuti e delusi,

    "Mi piace"

    • 24 risultati utili con la Lega?
      Non certo perché la Lega ci credeva però…
      Infatti quando è arrivata la riforma Bonafede sulla giustizia il tuo amico Salvini se l’e’ svignata scappando come un coniglio inventandosi scuse ridicole al Papeete.
      Per poi i indire ridicolo referendum contro la Severino. COI RADICALI!

      Non parliamo del secondo risultato in ordine di grandezza: la riduzione dei parlamentari: il bradipo Salvini albreferendum confermativo, si è schierato per il No alla riforma che aveva dovuto inghiottire con Conte 1 in cambio della possibilità di dire quattro fesserie sugli immigrati da ministro degli interni.

      Perché al cazzaro verde delle riforme dei 5stelle non frega nulla. Anzi: sta esattamente sulla sponda opposta.
      O fai finta di non capire Cagliostro?

      Piace a 2 people

      • Silvano
        Io non considero il cazzaro verde un essere intelligente, anzi l’esatto contrario,
        Io parlo del mv5s che con il governo gialloverde hanno ottenuto traguardi impensabili, con il governo giallo rosso solo pesci in faccia, con il governo draghi si sono persi pure il cervello, vedi bibitaro, di grillo non ne parlo più, non vale il costo dell’utilizzo batteria del tel.
        Delle votazioni, ritengo che siano strumentalizzate e non corrispondano alla realtà

        "Mi piace"

      • Cagliostro,
        Conte 1 e Conte2 in due epoche diverse anche se ravvicinate nel tempo.

        L’M5s del Conte1 impreparato alle insidie della politica quanto galvanizzato dal successo elettorale, ha sfruttato bene i desideri della Lega (libera dalla gogna berlusconiana) di mettere in mostra i suoi muscoli contro dei disperati e moltiplicare, attraverso una visibilità dovuta a chi comanda, i consensi di chi (anche legittimamente) teme ed ha paura degli effetti collaterali degli esodi di massa.

        La Lega ha concesso molto nel o
        Conte1 , ma non è durata perché era chiaro che voleva andare all’incasso rapidamente. E l’ha fatto col Papeete, ma è rimasta uccellata, così ha poi rivelato il sui vero volto aggregandosi agli amici storici berlusca e meloni e cominciando a demolire, insieme a loro, le cose fatte coi 5stelle.

        Col PD è stato un altro capitolo.
        Imparagonabile a quello con la Lega.
        Tutta un’altra storia.
        Ma il Conte2 è stato di gran lunga un governo più serio non solo del Conte1, ma di tutti gli altri della storia della Repubblica.

        Anche se si è dovuto pagare scotti come la Cartabia dovuti ad un PD a trazione renziana e una lega tornata nei ranghi berlusconiani.
        Ma, anche con una scartabia, il Conte2 funzionava benone.
        E, nell’Italia dei corrotti e mafiosi non poteva durare.
        E così è stato.

        "Mi piace"

  25. Non è che si può andare a votare solo quando la destra è bassa nei sondaggi. La destra si batte con le idee.

    Ooohh, questo sì che è un “essere” e un “parlare” e un “ragionare” di sinistra! Conte è un grande politico! Fate voi, per carità, ma alcuni li vedo angosciatissimi dalle sue capacità, eppure è l’unico politico decente in circolazione. Mi sta facendo bene all’animo vederlo così ca-zz-uto con tutti!

    Piace a 3 people

    • ?
      Do Re mi fa sol la si
      Si la do
      Do la mi
      Fa sol re
      Re si ma.

      Ormai si viaggia sui secondi scontati da molto, forse troppo.
      Un sindacato scuole, doveva o dovrebbe, significare potenziamento scolastico verso una diversa organizzazione interna più libera e meno vincolato da una normativa che ne ha stravolto il senso alle fondamenta, come il suo valore educativo, per una
      logica industriale con al latere l’occlusione del mondo operaio, attraverso lo smantellamento del suo DIRITTO costituzionale 18 e 46 cavilli, partorito dal governo Letta Renzi e Renzi Boschi,
      Non ha fatto altro, che potenziare la suddetta logica e cioè tutta la struttura confindustriale : dagli agnelli in poi con il
      supporto e controllo de lupi del partito di Berlusconi.
      Potenziare una struttura si potrebbe fare in almeno due modi:
      Smembrando le classi primarie di 30/29 alunni in gruppi di 10/11, non essendo più solo bambini italiani ma classi altamente eterogenee, dove a volte l’italiano è altresì in minoranza.
      Basterebbe questo per generare almeno 3 posti in più di insegnanti.
      O creare scuole iper industriali, quindi ad alta densità di operai del pensiero, collocando , sindacati e sindacalisti, nella stessa linee conf industriale che farà soltanto ciò che dice la voce del padrone, perché lautamente stipendiati per questo, a loro volta, gorgheggianti in garruli disarticolazioni ideologiche e futuribili, cioè moltiplicabili solo per se e la rispettiva catena,. felici, i primi, di poter accedere alle stanze segrete, che poi invece, tanto segrete non sono, , in quanto, come relazione ponte, di e da tutto il complesso di centinaia di migliaia di famiglie ancora operaie.
      La grande industria lombardo/veneta per esempio che ha delegato Salvini attraverso Zaia, attraverso la lega votata dal popolo operaio, da sempre in filiazione di profitto capitale, stipendio e locazione merci con il grande, medio e piccolo industriale, attraverso cui vi è stata la crescita delle piccole e medie imprese delle generazioni più giovani.

      Il PD, questo qui.
      Il PD, un punto lì.
      Al PD una crocetta, che faccia da freccia, alla sua bella feccia.
      Di donne e uomini in orgasmo politico , senza idee se non l’ingrasso del proprio patrimonio. Oltre ad una villa con piscina, per fare il bagno anche di notte, credo che sia il massimo!
      Come sempre c’è chi può e a chi tocca cercarsi un fiume o un torrente, per la stessa abluzione e catarsi rispettivamente relativa.

      "Mi piace"

  26. Rispondi tu giansenio, perché le scelte politiche del M5S di governare con la Lega, poi con il PD ed infine fare parte del governo Draghi sono espressione della votazione degli iscritti al M5S, hanno deciso loro, non Di Maio come capo politico o Conte che non esisteva! È forse cambiato qualcosa per cui ora pretendi la risposta da Conte? Che risposta dovrebbe darti, vado all’ opposizione anche se il M5S dovesse prendere il 33% e senza consultare gli iscritti? Perché nel 2018 gli iscritti sono stati consultati prima o dopo le elezioni? Sono stati consultati DOPO ed hanno deciso che il M5S dovesse andare al governo del paese, con quel cazzaro di Salvini, e poi con quell’ ipocriti del PD, che in fin dei conti hanno fatto e fanno il proprio interesse, mentre mezzo M5S ha fatto il SUO interesse personale, misero interesse alla Di Maio, mentre l’ altro mezzo al contrario , ha difeso ancora quello dei cittadini, motivo per cui era stato votato…..in questo mezzo ci sono i candidati con l’ attuale M5S, mentre gli altri sono transmigrati altrove durante 5 anni di legislatura! E siccome si sono comportati bene puniamoli non votando né loro né candidati di indubbio valore , perché gli iscritti che prima hanno mandato in parlamento i Di Maio, hanno poi deciso con chi dovesse governare il M5S…..gli iscritti, giansenio, chiedi a loro, non a Conte che è presidente/capo politico, ma ha rimandato la lista dei candidati alla votazione/decisione degli iscritti! E passerà da votazione e decisione degli iscritti anche la eventuale partecipazione al futuro governo del paese! Bisognerebbe fare pace con il cervello e decidersi se il voto degli iscritti conta oppure no, perché se conta allora pesano anche le responsabilità delle scelte passate e future! Se il M5S non supera il 3% il problema neppure si pone, perché non entra in parlamento, ma tu pretendi risposte PRIMA per votarlo. ….se tutti ragionassero come te , capisci quanto sarebbe inutile una tale domanda! Cerca tu di essere serio perché stai facendo una domanda senza alcuna possibilità di risposta che dipende dalla possibilità di entrare in parlamento e dalla decisione degli iscritti consultati, dopo che si sia verificata la prima ipotesi…..Perché non dici chiaramente che non voterai M5S perché voti altro? Più onesto e rispettabile!

    Piace a 3 people

    • Vedi?
      La risposta alle mie forti perplessità, tutto sommato, è abbastanza semplice.

      Giuseppe Conte DEVE soltanto dire:
      Care elettrici, cari elettori, come capo politico ritengo che dopo l’esito delle votazioni ppvv, a fronte di un eventuale congruo pacchetto raccolto, il movimento da me guidato proporrà agli iscritti un quesito per poter decidere se sostenere un governo con la coalizione denominata “agenda draghi”. In caso di voti insufficienti, il movimento farà una sana e costruttiva opposizione. Fine. È facilissimo.

      "Mi piace"

    • Grosso dubbio,siamo sicuri che le votazioni siano reali?
      Quando hanno decretato la nomina a capo politico Di Battista le hanno bellamente ignorate.

      Piace a 1 persona

    • I tuoi scritti sono ineccepibili e notevoli.
      Ma restano incagliati come un ancora nei fondali.
      Ar. Il potere occulto legato alla P2 non può più fare danno oltre quello già ultra visibile e contestualmente parossistico di una logica Barbara perché basata è nata dal controllo mediatico targato Mediaset world,
      Lodi al seguito, (Schifani, Alfano) che ha reso parossistico il controllo visivo appoggiandosi Allo sviluppo (totale) della cultura della pubblicità che di alterna ai programmi di politica spettacolo a FERMO IMMAGINE, sempre su quei volti, quei modi quei tempi che dovresti coniugare con quelli personali, cercando ed esplorando l’ambiente esterno come un segugio da denaro.
      Le filastrocche dell varie amwey, che hanno attratto centinaia dei telespettatori di allora, che è LA STESSA TELEVISIONE DI ADESSO, una buona parte è ultra settantenne.
      Le antenne elettriche e le grandi torri di parabole.
      In fondo 1 vale sempre 1.

      "Mi piace"

  27. Conte secondo me invece ha convinto eccome. Il parere della base è chiaro e forte. Andasse avanti, e continuasse a sbattersene dei menagrami.

    Piace a 2 people

  28. Ermeneutica
    Hai ragione, mr tentenna sancho panza il bradipo
    Deve andare avanti altrimenti la poltrona, l’auto blu e la scorta se la sogna, tanto ci sono un esercito di grulli che gli pagheranno lo stipendio

    "Mi piace"

    • Sí, sí, va bene, sí… Si è capito….

      E il bradipo, e mister tentenna, e sancho panza, e Conte il bradipo, e sancho panza, e mister tentenna, e sancho panza, e il bradipo, e ancora e ancora e ancora…. Ti sta sulle palle! Va bene! Si è capito! Da quanti anni va avanti, ‘sta cosa? Cos’è, una sindrome?… Cambiassi almeno la fraseologia, anche gli insulti, qualunque cosa.

      Dio Cristo Santissimo, quanto ci hai discorotto i coglioni.

      Piace a 1 persona

      • Piú argomenti di me? Puó darsi, anzi, sicuramente. Di certo almeno ogni tanto il pesce rosso emette bollicine diverse l’una dall’altra per raggruppamento e dimensione, invece di girare per la propria boccia bollicinando ad libitum sancho panza bradipo Conte mister tentenna bradipo sancho panza 🫧
        Questa mia non ha niente a che fare col tuo punto di vista, che rispetto, anche se non lo condivido affatto. Volevo solo farti notare che ripeti sempre gli stessi tre improperi a circuito chiuso, e che questo tende a strangolare nella culla i tuoi stessi argomenti, che a volte leggo con interesse, tutto qua.
        Poi se vuoi ripeti pure mister tentenna bradipo sancho panza per tutte le quattro stagioni e una capricciosa sino al giorno in cui di pizze non ne esisteranno piú. Poi peró non sorprenderti se rimane solo il discorotto etc.
        Buona giornata a te

        "Mi piace"

  29. cioè Conte dovrebbe dire quello che sta scritto nello Statuto e che avviene regolarmente da anni? Perché cosa ha fatto fino ad ora? Abbiamo appena votato in 50.000! Comunque se ti basta così poco! A me la tua pare una domanda retorica, per una risposta banalmente scontata. ….inoltre gli iscritti e votanti il M5S possono chiedere di dettare la linea dopo aver mandato in parlamento i propri rappresentanti, non chi non è iscritto, che non vota M5S e che non ha partecipato con il voto all’ elezione di quei parlamentari. …..certamente io voterò per stare all’ opposizione , a meno che il M5S non abbia una percentuale di voto talmente alta da essere un macigno sulle spalle di qualsiasi governo e questo è direttamente proporzionale al numero ed al valore dei parlamentari, scelti, dove uno Scarpinato o un Costa mi dà più fiducia di una Castelli, di uno Spadafora o di un Di Maio, che sono i responsabili dell’ asservimento ad altri. …soprattutto ad un tale Grillo che mi pare abbia fatto e disfatto, usando gli iscritti che si fidavano di lui!! Se poi dalla consultazione degli iscritti venisse fuori altra linea politica, rispetto all’ opposizione, sarò pronta a rispettarla, perché il valore della democrazia è tale sempre, nel cortile di casa come nei massimi sistemi oggetto delle astrazioni filosofiche. ….quindi le dichiarazioni di Conte sarebbero assolutamente inutili, visto che da Statuto sono gli iscritti a votare e scegliere! Non è questo il reale motivo del mancato voto al M5S, nonostante candidati di valore, ma l’ idea che sia la contaminazione con gli altri a cambiare chi altrimenti sarebbe perfetto, insomma come il delinquente che è tale solo per colpa di cattive compagnie. …se il parlamento è una cattiva compagnia fate bene a non votare e mandarci nessuno, altrimenti si prova a scegliere meglio, del 2018, perché tanti ex 5 stelle erano inadeguati di per sé, ipocriti di per sé, arrivisti di per sé, e non per colpa della Lega o del PD, con cui abbiamo governato, e neppure del vicino di scranno di FdI o di FI….

    Piace a 5 people

  30. Cagliostro, Conte non è stipendiato da nessuno da febbraio 2021! In ogni caso lo stipendio lo pagherai comunque a tutti gli altri ! Se tu dovessi essere eletto in parlamento mi aspetto che rifiuterai ogni emolumento e camperai di aria per 5 anni, e se minacciato avrai il coraggio di rinunciare alla scorta! Veramente sei scaduto nel peggiore luogo comune da bar! Come se Conte non avesse un lavoro di tutto rispetto fuori dalla politica! Abbiamo capito che odi Conte, ma tirare fuori la solita poltrona, lo stipendio ed auto blu di cui hanno disposto i peggiori cialtroni e delinquenti, te la potevi risparmiare!

    Piace a 5 people

    • Dovresti domandarti chi gli paga lo stipendio la scorta e l’auto blu visto che non lavora da anni,
      Nessun dubbio?

      "Mi piace"

    • La mia considerazione x giuseppi capo del mv5s è pari alla mia considerazione x grillo, ossia zero,
      E zero è per tutti quelli che hanno votato 55 fiduce al governo draghi e si dichiarano atlantisti,

      "Mi piace"

  31. Lo sappiamo tutti che ci sarà l’alleanza con il PD, indipendentemente dalla percentuale di voti a favore dell’M5S.
    Fare opposizione da soli sarebbe una mossa rispettabilissima e onesta,ma non accadrà,men che meno la possibilità di governare senza alleanze.

    "Mi piace"

  32. Dovresti domandarti chi gli paga lo stipendio la scorta e l’auto blu visto che non lavora da anni,
    Nessun dubbio?

    "Mi piace"

  33. Gilles, vincerà la destra, ed il M5S sarà all’ opposizione insieme al PD, e questa non è un’ alleanza, ma una banale collocazione di posto in parlamento! Andrebbe di lusso se le percentuali di voto fossero a favore del M5S, rispetto al PD, non alla destra, visto che è praticamente impossibile, per avere un’ opposizione degna di questo nome, ma anche così la destra + centro Renzi/Calenda avrà i numeri per cambiare la Costituzione in senso presidenziale, pur con tutta l’ opposizione possibile, perché in questo giochino contano i numeri! Scordati di governare con o senza alleanza! Vince la Meloni!

    "Mi piace"

  34. La destra vincerà e farà il pastrocchio, in quanto il medio oriente si sta allineando fino in India, attraverso il Sacro Pakistan, perché l’india si sta Armando contro la Cina, la Cina non vuole l’influenza Americana (ci mancherebbe!) E si è già stretta all’unione sovietica di Putin, dopo il conflitto Ucraino.

    Il pastrokkio sarà quello di aprire il mercato con le persone sbagliate.

    "Mi piace"

  35. Rapporti tra India e Urss ci SONO mai STATI?
    Qualcuno, per caso, ne ha spaparanzato il lato B?
    Si potrebbe chiederlo ad anche Alice per esempio.
    .

    "Mi piace"

  36. Cagliostro quale stipendio? E se pure fosse pagato dal M5S, non sono soldi tuoi, al massimo miei! Conte è in aspettativa dall’ Università e non svolge la professione di avvocato, ma ha lavorato nelle istituzioni dal 2018 fino a febbraio 2021 con regolare stipendio! Occupati di rinunciare al tuo per 5 anni quando sarai eletto in parlamento! Sei veramente squallido, che ti ha fatto Conte di così grave da dover essere esposto alle minacce perché senza scorta? Come se non fosse l’ oggetto di ogni attacco possibile, soprattutto ora che candida ex magistrati antimafia! A chi potrebbero sparare i mafiosi a Berlusconi, Schifani o Cuffaro, oppure a Conte? Ma veramente è inutile risponderti! Spero solo che vinca la Meloni e faccia carne da macello di questo paese!

    Piace a 4 people

  37. “Mi chiedo: se il M5S vuole dare segnali discordanti sulla gestione filoNato della guerea rispetto a quanto visto fino a qui col governo Draghi,”

    ma il problema non è la Nato, anche se non vedo che ci sarebbe di strano se uno all’interno di M5S fosse per una posizione più equidistante, come fa la Turchia senza essere stata per questo rasa al suolo. Il problema è che Conte sa che le posizioni di di Battista (tutte) sono maggioritarie all’interno dei 5s e soprattutto degli elettori 5s e quindi per paura che smuovendo un sassolino (la Nato) gli viene giù tutta la frana lo tiene fuori. questo per dire che solidità (e che futuro!) ha la linea poltica attuale di M5S.

    xpaola
    ma il Dibba non ha fatto tutti i giri di valzer di Conte. Anzi non ne ha fatti proprio. e allora che gli vuoi contestare? Di non essere un giratore di valzer?

    "Mi piace"