“Ma chi ce lo ha fatto fa’? Ecco come ci ringraziano quelli del Pd…”

(Lorenzo De Cicco – la Repubblica) – «Ma chi ce lo ha fatto fa’? Ecco come ci ringraziano quelli del Pd…». Momento di sconforto di un deputato di Ic (Impegno civico), ex M5S. Il partito di Luigi Di Maio è nato da 24 ore e già vive la prima crisi. Le fibrillazioni montano alle quattro di pomeriggio, quando esce fuori l’offerta del Pd al ministro degli Esteri: dato che l’accordo con Calenda prevede che nessun ex grillino possa candidarsi negli uninominali, al capo della Farnesina andrebbe un posto sicuro, come «diritto di tribuna » nella lista del Pd, quota proporzionale, probabilmente in Campania, dov’è radicato.

Problema: Di Maio era convinto di strappare almeno 3-4 collegi buoni per i suoi. Accettando l’offerta di Letta, salverebbe solo se stesso. Peraltro col paradosso di correre in un partito diverso da quello che porta il suo nome (sotto l’ape).

L’ex capo politico del M5S alle otto di sera convoca i 60 parlamentari che lo hanno seguito nella scissione, di cui 40 al primo mandato. «E a saperlo, ce la potevamo giocare nei 5 Stelle», rimugina più d’uno. Montano i malumori contro i dem. Di Maio predica calma. Si collega via Zoom, dalla Farnesina. Dice solo che «con Letta ci siamo incontrati, ci saranno altri incontri ad horas». Clic. Il faccia a faccia con il segretario dem è stato «interlocutorio», dicono al Nazareno. Aggettivo che non nasconde le tensioni. Di Maio dalla mattina, appena letto dell’accordo Letta-Calenda, è furioso. Al leader Pd dice di essere profondamente «deluso».

Che non erano questi i patti. «Non posso accettare un’offerta così» (ma nel Pd sperano che si convinca). Letta, armato di pazienza, non può che dirgli di «comprendere la delusione, ma dobbiamo mettere da parte i singoli, per un obiettivo più grande.

Sappiamo cosa c’è in gioco». Gli garantisce «tutto il sostegno».

Dal Pd qualcuno suggerisce: l’obiettivo 3% non è impossibile, se si sommasse Impegno Civico con la lista di Federico Pizzarotti. Di Maio per ora prende tempo. Aspetta un nuovo faccia a faccia per oggi. Nel frattempo i fedelissimi tracciano tre strade. La prima: candidatura col Pd e magari sciogliere subito Ic, per far entrare altri nomi dentro la lista dem. La seconda: Di Maio front runner di Impegno civico, o la va o la spacca. La terza, la più pirotecnica («fantapolitica », dicono nell’entourage del ministro): allearsi con Renzi nel terzo polo e superare così il 3%. Si vedrà.

Certo anche nel Pd qualcuno storce il naso davanti all’offerta di ospitalità. Il più tranchant è Matteo Orfini: «Un commento? Mi avvalgo della facoltà di non rispondere…. Per noi è faticosissima, sarebbe imbarazzante anche per lui». Qualche perplessità filtra da Base Riformista, la corrente del ministro Lorenzo Guerini: «Va bene il diritto di tribuna, ma serve un equilibrio con la nostra classe dirigente nei territori». Tra i pochi a benedire l’approdo (eventuale) di Di Maio c’è Graziano Delrio: «Ha fatto un percorso importante, sotto Draghi. Si è guadagnato sul campo il nostro rispetto».

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

12 replies

  1. Alla fine verrà eletto lui nelle file del PD ( I militanti PD cosa ne pensano?) e gli altri 60 si arrangino, che fine pietosa, è quello che si merita

    Piace a 2 people

  2. Non voglio fare il saputello ma già il giorno dopo il tradimento dissi:
    Il traditore è schifato anche da quelli che lo hanno indotto a tradire perché sanno che tradirà ancora. Osanna nell’alto dei cieli.

    Piace a 1 persona

  3. Signori elettori, spettatori, astensionisti e italiani tutti: che spettacolo!

    Gli stessi sforzi smodati che questi signori dedicano per assicurarsi un ben retribuito posizionamento nei palazzi li riservano anche per risolvere i problemi del paese?

    Visti i risultati mi pare di no: l’Italia è per molti aspetti già fallita, con nascite azzerate (rispetto ai decessi), povertà in fortissimo aumento, stipendi fermi da 30 anni, mafie, corrruzione ed evasione fiscale da record, sistema mediatico incommentabile, ecc
    E sguatteri degli usa. Adesso la Pelosi è in giro per il mondo ad appiccare incendi; però ben lontani da casa sua, molto vicini a casa nostra.

    Piace a 3 people

  4. siete dei polli, ben vi sta, restando non avevate certo nessuna certezza, ma non facevate la figura da tolla, anche se non conoscete la dignità. I tempi blobbano. Come potete pensare di usurpare altri che si sono fatti diciamo le ossa dentro al pd e voi, gli togliete l osso? Pollame, questi ben più scafati, si fanno prendere per il collo da voi, il collo lo tirano a voi, polli spennacchiati, vi calza come un cappello da prete

    Piace a 1 persona

  5. Delrio, il punciuto che ha favorito l’ascesa della Mafia a Reggio Emilia. “…..si è guadagnato sul campo il nostro rispetto (dimaio)”. Ossia il tradimento. Si è guadagnato il vostro rispetto perché ha tradito, perché è diventato mellifluo,bugiardo, capace di sacrificare tutto e tutti per se stesso. Come delrio e l’ascesa mafiosa di Reggio Emilia per guadagnarsi un seggio eterno in parlamento.

    Piace a 2 people

  6. Che spettacolo la legge elettorale rosatellum
    Creata da capelli a porcispino per fottere i 5 stelle e dopo 5 anni fotte Renzi il suo giglio magico e speriamo pure giggino o traditore

    Piace a 5 people

  7. Ah ah ah!
    No vabbè, che sfigato! Persino Orfini e Guerini oggi hanno ragione di sbeffeggiarlo e… ho detto tutto.

    P.s.

    “Momento di sconforto di un deputato di Ic (Impegno civico), ex M5S.” Ed ex IPF no?

    "Mi piace"

  8. Articolo fantastico, soprattutto per due aspetti:
    – la possibile alleanza con Renzi… Sarebbe fantastico!!!
    – le parole di Delrio che fanno definitivamente chiarezza sui criteri di valutazione usati dal PD: “Di Maio ha dimostrato attaccamento alla poltrona, ha saputo tradire. Ergo si e’ guadagnato il nostro rispetto sul campo” Fantastico pure questo!!!

    Piace a 2 people

  9. I 40 al primo mandato che hanno seguito Giggino a’ cartelletta, si so’ trasformati in lemuri pronti al suicidio collettivo… Ebbravi! vi siete levati di torno da soli, avevate vinto la lotteria senza comprare il biglietto ed ora?

    Piace a 3 people