Draghismo contro democrazia

Draghi 48 ore fa era talmente in bilico da dover lasciare in anticipo il vertice della Nato, il giorno dopo teneva tutti per il collo.

IL PREMIER DRAGHI RICEVE A PALAZZO CHIGI LA PRIMA MINISTRA DELLA REPUBBLICA DI FINLANDIA SANNA MARIN

(Gaetano Pedullà – lanotiziagiornale.it) – Quarantotto ore fa era talmente in bilico da dover lasciare in anticipo il vertice della Nato a Madrid per precipitarsi a Roma, e il giorno dopo, blindato da Mattarella, teneva tutti per il collo. Così Draghi è riuscito a salvare il suo governo, utilizzando le seguenti paroline magiche: “con una diversa maggioranza trovatevi un altro premier”, che tradotto significa la fine della legislatura.

Per i parlamentari di tutti gli schieramenti, che sanno quanto sarà difficile essere rieletti dopo il taglio dei seggi, il messaggio è arrivato forte e chiaro. E in un baleno i 5 Stelle hanno rinunciato ad affrancarsi un po’ con l’appoggio esterno, il Pd ha visto rinviare l’iter su cannabis e Ius Scholae, e alla Lega è bastato il contentino.

Ovviamente in questa fiera dell’ipocrisia Draghi ha negato qualsiasi ingerenza nelle dinamiche interne del Movimento, e men che meno ha fatto riferimento alla rappresentanza delle forze politiche nell’Esecutivo che è cambiata dopo la scissione di Di Maio. Tanto ormai è chiaro che qualunque cosa faccia Palazzo Chigi nessuno dice niente, e persino di fronte all’accusa di aver provato a cacciare Conte, non smentita per ore, dobbiamo credere sulla fiducia che tutta la faccenda sia l’effetto di un colpo di sole.

Siamo, insomma, in uno stato di anestesia democratica, ostaggi noi cittadini di mille parlamentari attaccati alla poltrona e di un Presidente del Consiglio che ha capito tutto. Compresa la seria possibilità di restare in sella anche nella prossima legislatura. E con questi chiari di luna c’è già chi ci scommette.

8 replies

  1. Siamo ostaggi?Ci sono tre vie:o qualcuno libera gli ostaggi, l’ostaggio si libera da se,l’ostaggio muore.
    La via del riscatto l’ho scattata perché nel nostro caso è già l’ostaggio che lo sta pagando .

    Piace a 3 people

  2. Anestesia democratica? Speriamo abbia ragione lui è torto io. Secondo me il paziente non sta “dormendo”, è proprio morto. Morto il 13 febbraio 2021

    "Mi piace"

  3. “con una diversa maggioranza trovatevi un altro premier” musica per tante orecchie. ….le conseguenti azioni in serie : tappi di spumante che saltano, trenino di festeggiamenti a suon della suddetta musica, non ci accontentiamo dell’ appoggio esterno, fosse mai che ci ripensa, l’ opposizione ci attende……invece contrordine signori, marciare in fila per due, segnando il tempo…..non erano i condizionatori da dover spegnere, ma i cervelli che in questa vampa di giugno si sono sciolti, dove li mettiamo? Nell’ umido, nel riciclabile, nel concime? Terra alla terra, almeno saranno utili…..i tarallucci e vino vi vadano di traverso!

    Piace a 1 persona

  4. A questo punto, Conte se ha ancora qualche briciolo di coscienza si dimette da capo M5S.

    E Mattarella, non dico che penso di lui perché sarebbe reato, ma quando si trattò del governo Conte non trovò un monito per salvare il governo dalla trama renziana? E indovinate perché!

    Perché Draghi era già pronto!

    "Mi piace"