Sallusti: come comico involontario è un fenomeno

Una delle grandi doti di Alessandro Sallusti è la totale e ostentata mancanza di onestà intellettuale. Questo valore fondamentale – non solo per i giornalisti – costringe ad avere dubbi. Rallenta, appesantisce. Sallusti non ha questi problemi e ne è felicissimo […]

(di Andrea Scanzi – Il Fatto Quotidiano) – Una delle grandi doti di Alessandro Sallusti è la totale e ostentata mancanza di onestà intellettuale. Questo valore fondamentale – non solo per i giornalisti – costringe ad avere dubbi. Rallenta, appesantisce. Sallusti non ha questi problemi e ne è felicissimo. Uomo – fuori da tivù e lavoro – garbato e simpatico, dotato di buona penna (meglio leggerlo che ascoltarlo), Sallusti è la classica persona che ti offrirebbe un aperitivo col sorriso sulle labbra, per poi accoltellarti lavorativamente alle spalle con assoluta serenità.

Votato al berlusconismo con lo stesso trasporto messianico con cui Tinto Brass esaltava la bellezza totalizzante del fondoschiena femminile, Sallusti piega le sue opinioni alla bisogna. Se conviene dire “bianco” dice “bianco”, se è più utile (a lui e a chi lo paga) dire “nero” dice “nero”. In questo è uno dei più bravi in Italia: la sua faccia tosta nell’essere compiaciutamente cortigiano è da Oscar. Se Berlusconi (o derivati) sono accusati di reati poco meno che efferati, e magari ci sono pure condanne definitive di mezzo ad attestarne le colpe, lui spacca il capello (che non ha) in quattro e parte con improbabili supercazzole balbettanti. Se invece a essere oggetto di polemiche (senza ipotesi alcuna di reato) sono persone che detesta (per convinzione o per obbedienza), ecco che spunta il Sallusti spietato, che fiuta l’odore del sangue e sogna il rogo per i Travaglio, i Montanari e chi vi scrive. Se la disonestà intellettuale volasse, Sallusti sarebbe un Boeing.

Debolissimo come opinionista televisivo (non ha mai la battuta pronta, balbetta, è lento e palloso nell’esposizione), Sallusti è invece cintura nera di paraculismo. Per anni ha inzuppato il biscotto nelle canizze scorrettissime dei Porro & Giletti, poi però due sere fa ha giocato al pasionario della democrazia. Sallusti era fino a ieri più putiniano di Putin, come del resto Berlusconi, ma nel Paese senza memoria non conta. E così, dopo aver visto l’ennesima figura da Giletti di Giletti, trattato come il poro schifoso dalla portavoce di Lavrov in una poracciata monumentale, Sallusti ha calato la carta dell’indignato. Ha parlato di “Palazzo di merda”, dato della “cretina” a Maria Zakharova, battezzato come “coglioni” i due pali accanto a (quel che restava di) Giletti, rinunciato al gettone pattuito (che eroe!), chiamato “utile idiota” Cacciari e abbandonato il collegamento. Qualcuno, in quello scantinato bonsai del disagio chiamato Twitter, ne ha pure plaudito il coraggio. Certo, come no: il “coraggio” di scoprire adesso chi sia Giletti e come funzionino i suoi mefitici avvelenamenti di pozzi.

Sallusti ha poi un’altra dote: non sa quasi mai nulla di nulla. E la sua ignoranza lo rende ancor più leggero e sbarazzino. Sallusti è quello che discute di giustizia e trattativa Stato-mafia, ma non ne sa niente (se non quello che gli hanno dettato Ghedini e Dell’Utri). Sallusti è quello per il quale l’Ucraina non confinava con la Polonia, eppure è ancora lì a recitare la parte del geopolitico. Sallusti è quello per cui Salvini dovrebbe provare imbarazzo nel “pensarla come Travaglio, Orsini, Santoro e Scanzi”, e pare non sapere che a) Salvini non ha pensieri, dunque nessuno può pensarla come lui, b) Travaglio, Orsini, Santoro e Scanzi (chi?) hanno pareri tutt’altro che identici sulla guerra in corso. Sallusti è però da sempre allergico a dubbi, sfaccettature e complessità di pensiero. Per questo fa di tutta l’erba un fascio, meglio ancora se littorio. Molti lettori del Fatto detestano Sallusti. Sbagliano: come comico involontario è un fenomeno.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

18 replies

  1. Ma quella faccia un po’ così
    Quell’espressione un po’ così
    Che hanno loro prima d’andare in onda
    E ogni volta ci chiediamo
    Se quel posto dove li mandiamo
    Non l’inghiotte, e non torniamo più

    "Mi piace"

  2. ma ce lo hanno messo apposta…l’uomo giusto al posto giusto…altrimenti…non avrebbe avuto senso!
    La voce del padrone….vecchio disco!

    Piace a 2 people

  3. In fondo (ma neanche tanto) la tv dei talk show è un circo banda dove ciascuno esegue il proprio numero.
    A lui è toccato il numero del pagliaccio per il quale pare essere particolarmente portato.
    Ma del resto, lo apprezzano lo ingaggiano lo pagano e lui va.

    Piace a 1 persona

    • Scanzi è un altro utile idiota pagato a gettone ! Peccato che anche lui sia un improbabile co.. e che dice tutto e i l contrario di tutto ! Sembra un servo che cerca di fare il diplomatico di se stesso! È sostanzialmente in vendita al migior offerente!e ogni volta esprime il suo nulla per tutelare il suo gettone ! Come si puo cadere in basso !!peccato sembrava promettente.

      Piace a 2 people

  4. Grazie Andrea, ci voleva. Aggiungo che oltre la mancanza di onestà intellettuale, la mancanza di morale, l’ignoranza, tra le doti annovererei anche il bassissimo Q.I. Ma sono sicuro che la prossima volta rimedierai.

    "Mi piace"

  5. Sallusti chi? Quello che è ancora direttore di giornale malgrado la condanna per diffamazioen aggravata a mezzo stampa graziata da Napolitano (mutata in multa, ma certo NON annullata) e che ancora non l’hanno buttato fuori dall’ordine giornalisti?

    Piace a 1 persona

    • Egregio S79, non è colpa sua, ma il video che ha postato è DISGUSTOSO. Il concentrato del peggio. Non so cosa facesse ĺì l’on.Fiano, ma conoscendo le sue origini, spero abbia condannato fieramente i neonazisti ucraini inquadrati nelle forze armate di quel Paese. Almeno lui che sa bene di cosa siano stati e sono capaci di fare quelle persone.

      Piace a 1 persona

  6. su sallusti l’unica cosa che si può onestamente dire è che fortunatamente non ha figli.
    ovviamente sulle idiozie che vomita qualsiasi commento è inutile

    "Mi piace"

  7. Adesso, e proprio adesso non mi sembra il caso e nemmeno il tempo di difendere Fiano ! Poiché dovremmo mettere in ballo l occupazione degli israeliani di una terra palestinese! E che questa rimane comunque una ingiustizia di un popolo ” dei Giusti ” bisogna esserci stati per capire l ingiustizia perpetrata! Adesso voglio vedere tutto il popolo italiano spendersi per i palestinesi a cui la terra è stata rubata e continua ! Poi ti chiedi perché le persone si incaxzano !se gli rubi la terra e li sbatti fuori che fai ? Lo svizzero?

    "Mi piace"

  8. Pfff, Scanzie, che palle! Solito paraQ-lo, che per andare sul sicuro e non contrastare nessuno – e quindi non rischiare di scontentare nessuno a iniziar da sé stesso – scrive “Sallusti è la classica persona che ti offrirebbe un aperitivo col sorriso sulle labbra, per poi accoltellarti LAVORATIVAMENTE alle spalle con assoluta serenità.” “Lavorativamente”, ma ci si rende conto? Che pusillanime imbe(ci)lle…

    Ciò detto, Sallasty sta al giornalismo esattamente come Salveenee alla politica: due minus habentes che, po’relli, non han capacità di capire neanche le figure demmerda che costantemente fanno, cosa vuole (Scanzie) che capiscano di quel che tentano di dire? Ri-pfff!

    "Mi piace"