Draghi e la pace solo a parole

(Gaetano Pedullà – lanotiziagiornale.it) – Di cosa è meglio fidarsi: delle parole o dei fatti? A parole ieri il nostro premier si è avvicinato alla linea francese della trattativa sull’Ucraina senza umiliare Putin, togliendosi di dosso un po’ di quell’immagine di fedele portaordini degli Usa, di cui ha ammesso la diversità d’interessi con l’Europa rispetto ai rapporti con Mosca. La Russia non è più invincibile come Golia (che infatti fu battuto) e la pace si può spingere con Kiev, magari cominciando a parlare di miliardi da scucire per la ricostruzione.

Se però guardiamo i fatti, proprio ieri il ministro della Difesa, Guerini, ha confermato l’invio di nuove armi all’esercito ucraino, la prosecuzione delle operazioni Nato con nostri soldati in Lettonia e Romania e l’aggiunta di un ulteriore impegno militare italiano in Ungheria e Bulgaria, di cui il Parlamento attende ancora informazioni.

Ora si sa che all’esercito dei “Migliori” Draghi & Guerini i generali piacciono a tal punto da averne scelto uno per combattere pure il Covid, così come si sa che il premier ha una tale considerazione delle Camere da informarle degli accordi con Biden dopo averli presi e non prima, ma è arduo spiegare come si coniughi con la ricerca della pace l’avvio di ulteriori manovre belliche della Nato sul fianco Sud-Est dell’Europa.

Missioni probabilmente programmate da tempo, ma che ci vedono pur sempre esecutori di decisioni prese da chissà chi, e palesemente contrarie alla distensione di cui adesso c’è bisogno. Qualunque parola bella usino Biden, Draghi e i tanti sedicenti cercatori di un’intesa, a secco di risultati dopo 75 giorni di guerra.

6 replies

  1. Ogni volta che vedo questa foto, rimbalzata da giornali e tv, mi viene da vomitare! Le immagini, specie quelle a scopo politico, non sono casuale, hanno un’attenta progettazione e regia.
    Qui vediamo Biden, a destra, più alto, anche perché ripreso in una prospettiva che enfatizza i pochi centimetri in più, con un’espressione facciale tra il serio e il cordiale. Il braccio è semi-teso e letteralmente appoggiato sulla spalla sinistra di Draghi, a simboleggiare potenza, superiorità e contestuale rapporto di dominio “amichevole”. Draghi, di contro è un comprimario, è in un piano secondario, comprimario, con un sorriso un po’ beota e remissivo. Le braccia abbandonate lungo il corpo. Non è immortalato in qualità di ospite prestigioso, in quel caso vengono rappresentate strette di mano, i corpi sono ripresi sullo stesso piano prospettico, spesso entrambi i soggetti sorridono.

    Ora, questa foto, come tutte le foto di politici in visita alla White House nei momenti critici, rimarrà nella storia; e resterà immortalato chiaramente il ruolo che la nostra Italia ha e avrà nella partita dell’Impero.

    Piace a 2 people

    • Cavolo, sto pensando la stessa cosa da due giorni, Elena!! La posa chiaramente di sottomissione di Drugy a Scòrreggion-man! Che sarà anche di poco più alto (ci vuol poco, con Drugy), ma anche decisamente meno intelligente, nell’espressione. Oddio, a esser sinceri, sull’espressione intelligente non so davvero a chi dare il premio.
      È una questione psicologica che sfugge tendenzialmente, ma alla fine in questa foto c’è qualcosa che non quadra. Sottotitolo: sottomissione a gogò, saltami addosso! Spaventosa questa immagine, altro che chiacchiere! :/

      "Mi piace"

    • Stefano, è vero.
      ….. Sì, è l’espressione del cane fedele che ha appena ricevuto una bella “tortorata”…..
      Ed ha anche capito che se non fa quello che gli è stato appena “insegnato” dal padrone, ne prenderà un’altra, ancora più sonora.

      "Mi piace"

  2. deve essere un fotomontaggio per forza, impossibile stare a 1 metro dal vecchio puzzone senza soccombere dai miasmi.
    la casa bianca è piena di sgommate

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...