Parlando in Gramellinese

(di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Noi, gramelliniani della prima ora, siamo affascinati dalla rubrica fissa che il sempre spiritoso banalista del Corriere dedica ogni giorno al professor Orsini. E ci interroghiamo sulle cause di quest’ossessione che porta le meglio firme del bigoncio a sognarselo ogni notte e a tentare di demolirlo ogni giorno, con l’unico risultato di renderne ancor più […]

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

66 replies

  1. Parlando in Gramellinese

    (di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Noi, gramelliniani della prima ora, siamo affascinati dalla rubrica fissa che il sempre spiritoso banalista del Corriere dedica ogni giorno al professor Orsini. E ci interroghiamo sulle cause di quest’ossessione che porta le meglio firme del bigoncio a sognarselo ogni notte e a tentare di demolirlo ogni giorno, con l’unico risultato di renderne ancor più proibite (dunque accattivanti) le tesi. Il sospetto è che questi noti frequentatori di se stessi, che appena mettono il naso in tv sortiscono effetti più definitivi dei diserbanti e dei narcotici, non si diano pace (absit iniuria verbis) per gli ascolti all’insù di Orsini e i sondaggi all’ingiù dei bellicisti. Il guaio è che, portando l’elmetto sulle ventitré, hanno la visuale ridotta e non notano la ridicolaggine dei loro argomenti. La Tocci intimò a Orsini di non parlare di Russia e Ucraina perché non c’era mai stato (un po’ come il Papa quando parla dell’Aldilà e della Croce). L’ambasciatore Sessa affermò di saperne più di Orsini perché, essendo più anziano, ha studiato più di lui (io, per dire, ho la patente da 39 anni e Leclerc solo da sei, quindi guido meglio io).

    Ora Gramellini dà del “gran paraculo” a Orsini per aver detto: “Io sono antifascista, nessuno è più antifascista di me, eppure mio nonno durante il fascismo ha avuto una vita felice”. Purtroppo Orsini non l’ha mai detto. Ha detto – insidiando pericolosamente Massimo Catalano (“meglio sposare una donna bella, giovane e ricca che una donna racchia, vecchia e povera”) – che per un bambino è meglio vivere sotto una dittatura che morire sotto le bombe: infatti suo nonno, da bambino, fu felice nei primi anni del fascismo, che iniziò le sue guerre quando era già adulto. Solo un imbecille o un paraculo potrebbe vedere in questa indiscutibile ovvietà una riabilitazione del fascismo: infatti Gramellini l’ha vista. Purtroppo l’elmetto sugli occhi gli ha impedito di vedere un vero riabilitatore dei nazisti: Gramellini, che un mese fa su Rai3, pagato coi nostri soldi (diversamente da Orsini), sciolse un epinicio all’eroico comandante nazista del battaglione Azov, la simpatica milizia ucraina con le svastiche stilizzate che da 8 anni viene denunciata da Onu, Osce e Amnesty per crimini di guerra e torture nel Donbass ai danni dei civili russofoni e ora, armata fino ai denti dai buoni, s’è asserragliata nell’acciaieria di Mariupol con centinaia di donne e bambini da usare come scudi umani. Sono i bimbi che tanto preoccupano quel fascista paraculo di Orsini e che presto l’intrepido antifascista Gramellini esalterà come mascotte volontarie della Azov Jugend, fiere di resistere nell’acciaieria con la svastichetta sul bavaglino. Ora indovinate un po’ chi è il fascista. E soprattutto il paraculo.

    Piace a 10 people

    • Grande stima per Travaglio da sempre. Però Orsini è di una prosopopea insopportabile e a mio avviso Gramellini ha ragione nel dire che dice tutto e subito dopo il suo contrario.

      Piace a 1 persona

    • Tra un po’ Gramellini inviterà in trasmissione qualche russo per farli spiegare come in Russia si cucinano meglio i bambini per renderli più saporiti.

      "Mi piace"

    • Ho un unico sentire con il direttore in questo articolo : detesto Gramellini con tutto il cucuzzaro RAI e in particolare la sezione del pd dei Parioli che è Rai tre. Non trovo giusto pagare il canone che ho sempre pagato per un “Istituto Luce”. Anche le reti di Berlusconi e Cairo mi fanno orrore ma intanto non leguardo e non le pago.

      Piace a 1 persona

      • Sono tutte TV spazzatura, i giornalisti, salvo rare eccezioni, sono tutti teleguidati dalle proprietà o dai leader politici. Quanto a non guardarle e non pagarle non sono d’accordo: il costo della pubblicità grava sul prezzo finale dei prodotti, quindi, paghi ignorando di pagare cifre ben più alte del canone.

        Piace a 3 people

    • Putin è disposto a trovare un accordo di pace nel senso che vi dovrà essere una resa da parte di Zelesky.
      Zelesky non accetta la resa.
      Allora la domanda è la seguente diamo o non diamo le armi agli Ucraini.
      Aspettiamo da Travaglio o dai suoi fans una risposta.

      "Mi piace"

  2. Il professor Travaglio, succubo del proprio delirio di sapienza e onniscenza, ridotto al ruolo di badante del prode Orsini. Dài Marco, sai fare di meglio.

    "Mi piace"

  3. Cambiare è difficile specialmente quando non si vuole,
    Il cambiamento, questo abito nuovo che nessun negozio vende , un consorzio neppure.

    Il cambiamento su dice che nasca da dentro, e qui si possono intuire i i problemi del dopo: se cambio per migliorarmi lo faccio per cosa : per me, per gli altri per un generico noi o per me soltanto?
    La politica è società, ma una società digitale è contrapposta anche a qualcosa che esisterà comunque dopo una vita: dati, ingerenze, scritti e analisi.
    Cosi tutto perde di senso se non si hanno visioni comuni, progetti comuni? Ma cosa significa? Crede che non si comprendano le dinamiche economiche politiche per spingere aziende e settori invece che altri e addirittura soffocando intere nicchie di legami mercantili di datata memoria?

    Travaglio , come tutti i pulpitanti s’iimpuntano sull’onore : stelle ascendenti stelle discendenti, costellazioni e nuove geometrie parlamentari per spingere i governi regionali ad aderire ai progetti sua fra stati che fra macro gruppi e aree che via via si aggiudicano prebende di i un’economia finanziaria e industriale.
    Brezza aveva ragione, pure la capra, nonostante il guinzaglio ,

    "Mi piace"

  4. certo l’immagine dei bimbi che vivono sotto una dittatura è appena appena migliore, di quella di bimbi deceduti sotto le bombe!! l’assurdità vera è che un simile pensiero non si sarebbe mai dovuto fare perché non ci dovrebbero essere guerre!! i bambini dovrebbero vivere felici e basta!! è difficile vivere in questo momento storico!! e vedere atrocità!! e non è solo questa guerra! la quotidianità, ti porta a non essere sempre con il pensiero, alle brutture che vengono perpetrate nel mondo, però quando ci si ferma e si pensa a tutto il male che c’è, personalmente mi assale un’ira tremenda, ancor di più perché sono impotente davanti a tutto il male, posso solo comportarmi nel modo migliore possibile, almeno io!!! almeno noi!!

    Piace a 2 people

    • X Mokj
      La propaganda di chi sostiene che bisogna inviare armi all’Ukraina (e chi è contro e filo Putin) poi però i civili e i bambini morti sono tutti da addossare a Putin tu come vorresti contestarla?
      La guerra è guerra c’è poco da girarci attorno.

      Piace a 1 persona

  5. Marcuccio, ma quindi tu dici che Putin ha invaso l’Ucraina per denazificarla, se ne deduce che sei a favore delle invasioni di nazioni altrui purche’ denazificanti.

    Quindi bene fece l’ammerica a invadere l’Iraq per desaddamizzarlo, e bene fecero i franciosi e gli itagliani a invadere la Libia per degheddafizzarla, o no? Spiegati con parole tue.

    E poi stai forse velatamente criticando il prof. Orsini, perche’ a suo tempo non ha consigliato ai donbassisti di arrendersi immediatamente quando bombardati (a tuo dire) dai naziazoviani, e perche’ non ha intimato ai Russi di non inviare armi ai suddetti per evitare l’escalation. Non ti facevo cosi’ guerrafondaio.

    Aggiungerei che bene fece lo stato a trattare con la mafia per giungere ad un appeasement, sai quanti morti abbiamo evitato, e poi i mafiosi non sono cosi’ cattivi come li si dipinge, che sono questi manicheismi e divisioni tra buoni e cattivi, trattare, trattare e mettersi d’accordo.

    PS: ma sei tu o e un sosia, veramente non ti si riconosce, che ti e’ successo?

    Piace a 1 persona

    • Silvio, sapendo che non sei qui a fare disinformazione provo a ribattere, a volte col dialogo ci si arricchisce.

      Trovo le tue obiezioni siano giuste, ma….
      La Russia secondo me non ha attaccato per denazificare. Quella è solo una delle ragioni secondarie (insieme alla difesa del Donbass), e lo ha detto mille volte e in mille luoghi diversi e per anni e anni, dal 2008.
      Il suo problema è l’accerchiamento NATO del suo territorio.
      Quando la Russia voleva mettere i missili a Cuba, Kennedy era pronto a invadere Cuba, e la Russia fece un passo indietro, ed è stato il precedente momento di maggior vicinanza alla terza guerra mondiale.
      Qui è la stessa situazione a parti inverse, solo che gli USA non hanno fatto il passo indietro, e la Russia ha dovuto attaccare, ma non perchè Putin è pazzo, ma per le stesse ragioni per cui Kennedy stava per attaccare.

      Se il tuo più grande nemico convince il tuo vicino di casa a mettere dei missili in giardino puntati verso casa tua, non penserai che il tuo vicino abbia diritto ad autodeterminarsi eccetera, no? Protesterai per anni e poi …

      E quella del Donbass non era una guerra persa, tanto è vero che dopo 8 anni sta per vincerla, mentre far resistere l’Ucraina equivale ad averla suicidata (700 miliardi di danni stimati).
      Mandarle armi è servito solo a farla distruggere un po’ di più e a far ammazzare un po’ più gente (se guardi Mariupol, vedi un esempio di difesa a oltranza in una guerra persa in partenza). E le armi mandate dai russi hanno difeso il Donbass, quindi avevano senso.

      La questione della trattativa stato-mafia secondo me non è un paragone utilizzabile:
      Lo stato era molto più forte della mafia, e cederle è stato un errore imperdonabile, roba da fucilazione per alto tradimento.
      Ovviamente però se la mafia avesse avuto un esercito nettamente superiore allo stato, lo stato sarebbe stato costretto a trattare, e l’unica alternativa sarebbe stata cedere lo stesso ma col paese distrutto e i cittadini decimati.

      Piace a 2 people

      • “La questione della trattativa stato-mafia secondo me non è un paragone utilizzabile”

        invece è un paragone utilizzabile eccome, visto che la lotta alla mafia, che non è scontato possa essere vinta, costa vite umane, quindi, meglio sarebbe convivere con essa (Lunardi che aveva fatto analoga affermazione fu all’epoca mediaticamente linciato, così diremmo oggi),

        Ovviamente la cosa è più problematica nel caso dell’Ucraina, visto che Putin non pare intenzionato affatto a trattare.

        E no, all’epoca della crisi dei missili cubani quei missili erano pronti per essere installati a Cuba, dell’ingresso dell’Ucraina nella NATO se ne discuteva soltanto (e Kennedy non invase Cuba).

        Quindi no, sulla questione una volta di più Travaglio ha dimostrato scarsa lucidità arrivando a contraddirsi da solo

        "Mi piace"

      • Mi sembra che ti attacchi ai vetri “non rosso”.
        Nella vostra ansia di demonizzare il nemico russo in ossequio al vostro amico a stelle e strisce, tra poco mi aspetto di sentire da te e dal barzellettiere Silvio B., anche un paragone Russia-Stanislao Moulinsky.

        "Mi piace"

      • “Nella vostra ansia di demonizzare il nemico russo in ossequio al vostro amico a stelle e strisce, tra poco mi aspetto di sentire da te e dal barzellettiere Silvio B., anche un paragone Russia-Stanislao Moulinsky”

        nessuna ansia di demonizzare nessuno, tanto meno i russi, che con quanto sta accadendo c’entrano poco, molto di più c’entra Putin che si è demonizzato da solo invadendo l’Ucraina.

        Per il resto l’unico amico “americano” è un mio ex-compagno di liceo che si è trasferito a Las Vegas dopo aver sposato una ragazza del posto , quindi non ho nessun interesse a difendere gli USA in quanto tali (all’epoca della guerra all’Iraq non ho avuto nessun problema a criticare le balle a giustificazione dell’invasione e i conseguenti “danni collaterali”, questo mentre i Capuozzo di turno lodavano l’esportazione della Democrazia a stelle e strisce), resta il fatto che, con buona pace degli arrampicatori professionisti sugli specchi come lei (da cui avrei solo da imparare, se la cosa mi interessasse), gli USA trarranno senz’altro vantaggio da questa guerra ma chi l’ha scatenata è Putin, se ne faccia una ragione.

        P.s. Se proprio preferisce fare delle sparate piuttosto che argomentare, scelga almeno riferimenti un po’ più recenti che non lo Stanislao Moulinsky del Nick Carter di SuperGulp (programma di cui a malapena ricordo la sigla nonostante la mia non più verdissima età).

        "Mi piace"

    • Questa e’ proprio la Sindrome di Stefano Mencarelli… Canale messo su a Gennaio da un tizio armeno che ci mette pure i film armeni della propria infanzia. Ad ogni modo, un momento di formazione/informazione: per chi e’ punto dalla vagezza di non comportarsi come un bove assetato al truogolo delle ovvieta’, potrebbe essere utile estrarre i sottotitoli dai video YouTube et. al. per tradurseli con calma. Per chi usa Linux c’e’ youtube-dl che lo fa per una nocciolina ed un fiore all’occhiello, per il resto di voi vi sono siti come SaveSubs eccetera.

      (segue barzelletta su come Stefano Mencarelli in 24 ore si sia fatto sbattere fuori da Attivissimo e poi Infosannio – per avermi ingiuriato adeguate alle proprie risorse mentali)

      "Mi piace"

  6. ”Solo un imbecille o un paraculo potrebbe vedere in questa indiscutibile ovvietà una riabilitazione del fascismo: infatti Gramellini l’ha vista.”

    Che altro aggiungere?

    Questo!

    ”Purtroppo l’elmetto sugli occhi gli ha impedito di vedere un vero riabilitatore dei nazisti: Gramellini, che un mese fa su Rai3, pagato coi nostri soldi (diversamente da Orsini), sciolse un epinicio all’eroico comandante nazista del battaglione Azov, la simpatica milizia ucraina con le svastiche stilizzate che da 8 anni viene denunciata da Onu, Osce e Amnesty per crimini di guerra e torture nel Donbass ai danni dei civili russofoni e ora, armata fino ai denti dai buoni, s’è asserragliata nell’acciaieria di Mariupol con centinaia di donne e bambini da usare come scudi umani. Sono i bimbi che tanto preoccupano quel fascista paraculo di Orsini e che presto l’intrepido antifascista Gramellini esalterà come mascotte volontarie della Azov Jugend, fiere di resistere nell’acciaieria con la svastichetta sul bavaglino. Ora indovinate un po’ chi è il fascista. E soprattutto il paraculo. ”

    Incassa, Gramelo-bot, incassa e porta a casa.

    Piace a 4 people

  7. In quella sceneggiata poco seria che è diventata l’informazione nazionale , Travaglio dimostra di essere una spanna sopra gli altri .
    Gramellini demolito in modo ironico e ridicolizzato in maniera sottile.
    Il “caffè” , oggi, allo ” spiritoso banalista” è andato di traverso.

    Gianni

    Piace a 4 people

    • Una spanna? 5 piedi direi.

      E pensare che proprio ieri sera sono stato buttato fuori da un gruppo FB di storia militare in cui insultavano la professionalità di Travaglio e pure del generale Bertolini (gli admin sono dei puzz… filo-ucrainisti).

      Piace a 1 persona

  8. Ecco, ‘sto dannato Gramellini che prima mi faceva soltanto ribezzo (nel senso che mi veniva da vomitare a guardarlo e non parliamo di leggerlo-mio-malgrado su Infosannio), inizia a farmi paura. Cioè, non tanto lui, quanto chi lo lascia libero di dire le sue immani bojate…
    Fantastico Travaglio, come sempre. 💪🏼✊🏼🖖🏼👏🏼

    Piace a 2 people

    • Con la nipotina (prolifica) di un generale delle SS a capo del vecchio continente…

      sembriamo pazzi noi che pensiamo di contare sulla ragione delle persone. Eppure metà italiani non è d’accordo con le armi all’Ucraina, l’altra metà guarda i TG raiset.

      Piace a 1 persona

  9. Premetto che a me Granellini non piace e non ho mai seguito la sua trasmissione, che l’informazione in Italia è serva dei potenti padroni rapaci e che seguo e apprezzo (quasi sempre) dal 2001 Travaglio. Epperò devo dire che nemmeno Travaglio attira oceani di ascolti con i suoi programmi in TV ( o quando vi è ospite) e che anche lui si diverte con il dileggio personale nei confronti di chi non la pensa come lui, spesso buttandola anche sul piano dell’aspetto fisico. Va bene la satira della sua penna, purché non assuma un fastidioso retrogusto di astio personale.

    "Mi piace"

    • Allora dovresti rottamare la carriera di M.T. in toto, visto che a suo tempo parlava di Al Tappone, Platinette Barbuta e l’Insetto (Vespa)

      "Mi piace"

      • Gentile SM, lei ne dimentica pure altri, però la carriera di un giornalista come Travaglio non può essere inficiata per dei pochi scivoloni che ogni tanto (come tutti) commette. Un giornalista che ci ha raccontato la realtà dei fatti e misfatti compiuti in Italia, mentre quasi tutti i suoi colleghi facevano finta di essere cechi o si giravano dall’altra parte per convenienza o per non disturbare i potenti di turno. Cordialità.

        "Mi piace"

  10. La frase di Orsini, indubbiamente veritiera nonché semanticamente corretta, a voler essere generosi è stata comunque un’uscita improvvida (come se per un bambino esistessero solo queste due possibilità), a voler essere meno generosi si è trattato di una caduta di stile in piena regola.
    La classica banalità ad effetto: se io dicessi che per un bambino è sicuramente meglio essere violentato e basta che prima picchiato e poi violentato, magari a margine di un discorso sulla pedofilia, vorrei proprio vedere quanti mi difenderebbero per aver detto un’incontestabile verità e quanti mi darebbero dell’imbecille a scena aperta (tra cui, probabilmente, io per primo).

    Personalmente, trovo imbarazzante per chi lo cita in continuazione (Gramellini e Travaglio compresi) che, a distanza di tempo, una frase così marginale non sia ancora stata relegata al solo posto dove ha pieno diritto di cittadinanza: il dimenticatoio. Assurdo che gli opposti schieramenti ancora lo tirino in ballo per attaccarlo come se avesse detto la più solenne delle imbecillità, piuttosto che per difenderlo come se avesse rivelato il Verbo su dettatura del Rovo Ardente, il tutto col malcelato secondo fine di usarlo per sostenere ognuno la propria tesi.
    Ma anche basta.

    Piace a 1 persona

    • X Jonni
      Ti sfugge che Orsini stava parlando di GUERRA! Confutava alla “Bianchina” che è meglio vivere, x un bambino, sotto una dittatura che morire dilaniato da una bomba.
      A me sembra ovvio visto la propaganda di chi sostiene la guerra in Ucraina però parla in continuazione di bambini morti.
      La guerra non si fa ne con cioccolatini ne con le caramelle. E di solito i soldati in guerra sono dei gran paurosi altro che eroi.

      Piace a 1 persona

  11. Il professor Travaglio, succubo del proprio delirio di sapienza e onniscenza, ridotto al ruolo di badante del prode Orsini. Dài Marco, sai fare di meglio.

    "Mi piace"

  12. Travaglio ottimo come sempre.
    ( ho la patente da più tempo di Leclerc quindi guido meglio di lui ! 😂🤣😂).
    Mi rattrista però dare tutta questa attenzione al gramelluccio……poi va a finire che si monta la testa pensando di essere importante…..

    Piace a 2 people

  13. “s’è asserragliata nell’acciaieria di Mariupol con centinaia di donne e bambini da usare come scudi umani.”

    la cosa non è certa, gli assediati dicono che ci sono dei civili ma non specificano oltre
    potrebbero pur essere quelli arruolati come milizia di difesa popolare (rammentare le foro ed i filmanti
    degli addestramenti domenicali nei parchi con armi di legno, ecco quelli li) e che dunque
    sono civili in quanto non sono nell’elenco dei militari, o paramilitari, registrati, ma non sono
    più propriamente dei civili nel momento che imbracciano un’arma vera

    inoltre ripeto quanto scritto ieri
    gli assediati hanno chiesto di essere fatti uscire, con armi appresso, ed essere portati
    in luoghi per loro sicuri (ovvero sotto il controllo ucraino) cosa alquanto strana, anche se comprensibile
    mentre i russi gli hanno offerto, per due volte, la resa incruenta e l’assicurazione di cure adeguate, se feriti,
    ed il rispetto della convenzione di Ginevra sui prigionieri di guerra
    proposta un poco fumosa per quel che riguarda i ‘volontari’ stranieri considerati terroristi
    il che è sicuramente di più di quello che s’aspettano i russi, se catturati

    inoltre ho letto che lo stop imposto da Putin alla presa con le armi sarebbe stato
    pensato per risparmiare vite russe

    su Orsini, Gramellini e Travaglio… che barba, che noia
    chiacchere, appunto, da barberia

    Piace a 1 persona

  14. questa volta egregio Marco hai arrampicato specchi scivolosi , non tiene la difesa di chi continua a dire io so io sono io qui io là , insomma un po’ di umiltà un po’ di sobrietà del proprio ego nel signor Orsini ci sta tutto.

    "Mi piace"

  15. Dopo aver assistito, per pochi minuti, al plotone di esecuzione di Piazza Pulita che, come nella peggiore censura fascista, esaltava la nostra democrazia usandola per tappare la bocca (anche fisicamente, spegnendole il microfono) ad una giornalista russa che osava contestare l’attribuzione del massacro di Bucha:

    “Scott Ritter analizza i fatti di Bucha durante un webinar negli USA

    Bucha è un’eco non ancora affievolito, dagli USA, Scott Ritter, analista militare americano ed ex ispettore delle Nazioni Unite in Iraq, ha condotto un’analisi degli eventi e ha condiviso le sue conclusioni durante un webinar.

    Nella città di Bucha, nella regione di Kyiv, sono morte delle persone per mano dell’esercito ucraino. Ha ricordato le rivendicazioni dell’esercito russo, che aveva occupato Bucha per diverse settimane e aveva buone relazioni con la popolazione locale “Avevano una specie di accordo di scambio: il baratto, le loro razioni secche in cambio del cibo. Gli abitanti di Bucha davano loro uova, latte, formaggio, e i russi davano loro le loro razioni secche, farina, sale, zucchero e carne. Poi i russi se ne sono andati. Tutti coloro che erano coinvolti in tali interazioni con i russi sono ora visti come collaboratori”, ha spiegato Ritter. L’analista ha anche tratto le sue conclusioni dalla dichiarazione dei militari ucraini “che erano diretti a Bucha il 1° aprile per epurare ed eliminare i collaboratori”. Tuttavia, sostiene Ritter, questo contraddice completamente le regole di ingaggio delle truppe russe, trattare la popolazione dell’Ucraina con rispetto e cercare di non colpire i civili. L”Ucraina invece sostiene: se collaborate con i russi, morirete. Ci sono più video in cui un alto politico ucraino dichiara sui social media rivolgendosi ai residenti di Bucha: “restate nelle vostre case, la polizia nazionale sta conducendo un’epurazione. Non fatevi prendere dal panico, rimanete in casa”. Continua Ritter: Credo che i pulitori ucraini, la polizia, abbiano sparato ai civili nelle strade e bussato alle porte di coloro che collaboravano con l’esercito russo, per cui sono stati uccisi. “Sono diversi i video realizzati dalla stessa polizia ucraina, vale a dire il gruppo Azov, che dichiara con orgoglio che sta facendo un safari. Il nome dell’unità speciale della polizia ucraina che entrò a Bucha era “Safari”. E stavano conducendo un “safari” per spazzare via i collaboratori filorussi. Purgare significa uccidere. Non per catturare, ma per uccidere. E lo hanno fatto. E poi hanno rimosso e spostato alcuni corpi, in modo da confondere e rendere sempre più complicato trovare una verità su quanto è accaduto. Aggiunge Ritter, “molti dei corpi a terra, hanno delle fasce bianche sulle maniche, è il segnale di neutralità, rivolto ai russi: siamo dalla vostra parte, non uccideteci”. Sottolinea ancora: “accanto ad ogni corpo c’è una scatola verde delle razioni secche che portavano quando sono stati uccisi”. “Su altri corpi, sempre dalle immagini di Bucha, la fascia bianca al braccio è servita per legare le mani dietro la schiena. Queste persone non sono state uccise dai russi, ma dagli ucraini. Ma questa ipoesi non è accettata negli USA e non solo. Ritter evidenzia ancora: “i corpi nel filmato non sembrano giacere lì da quando le truppe russe sono partite.”Quello che avete visto in TV sono persone che sono state uccise da poco tempo. E abbiamo altre prove: un giornalista messicano è entrato a Bucha lo stesso giorno dell’annuncio degli ucraini. E ha filmato i corpi. Sangue fresco. Ha detto che queste persone sono state uccise di recente”. Secondo lui, i morti sono stati uccisi il 1° aprile dalla polizia nazionale ucraina. Dall’articolo apparso sul NYT, se osserviamo le immagini tratte dal satellite, come dicono scattate tra il 19 e 21 marzo, non si vede un soldato e neanche un mezzo militare russo, eppure se c’erano si dovevano vedere.”E poi il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, dichiara e denuncia “questo è un crimine di guerra commesso dai russi”, continua: “Vladimir Putin dovrebbe essere ritenuto responsabile all’Aia”. Aggiunge Ritter: “questa è una guerra di propaganda senza precedenti”. Il 6 aprile, l’ambasciatore russo negli Stati Uniti Anatoliy Antonov ha detto che il ministero della Difesa russo aveva le prove dell’intenzione delle autorità ucraine di inscenare “crimini orribili” nelle regioni di Sumy e Kiev: un altro materiale provocatorio sulle morti civili nella regione di Kharkiv “come risultato delle forze armate russe” è stato preparato e le persone sono state pagate 25 dollari per partecipare alle sparatorie inscenate. Ritter continua: “alla luce di tali informazioni, la sincerità delle dichiarazioni di Kiev sul suo desiderio di cercare modi di risoluzione diplomatica della crisi è poco convincente. Antonov ha anche notato che Kiev stava intensificando la sua campagna di disinformazione anti-russa e ha continuato a fare accuse contro i militari russi. In precedenza, il 5 aprile, il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov ha dichiarato che le accuse di crimini di guerra, sono palesemente i “crimini di guerra” sono stati commessi dai militari ucraini, la tragedia di Bucha è il tentativo da parte dell’Ucraina di rallentare i negoziati in corso tra la Russia e l’Ucraina. Lo stesso giorno, il rappresentante permanente russo all’ONU Vasily Nebenzya ha detto che ci sono grandi incongruenze nelle versioni ucraina e occidentale degli eventi di Bucha. Secondo lui, le accuse contro l’esercito russo non sono supportate da alcuna prova. Allo stesso tempo, il portavoce presidenziale russo Dmitriy Peskov ha detto che le accuse contro la Russia sulla situazione a Bucha non erano solo infondate, ma era uno spettacolo tragico ben orchestrato.

    Non c’è altra soluzione se non si vuole dimenticare cosa è realmente accaduto a Bucha, come per la questione della presenza dei laboratori di livello 3 e 4, sul territorio ucraino e finanziati dagli USA, è ora più che mai urgente l’apertura di indagini internazionali condotte da un organizzazione terza, neutrale, non inquinata da ricatti e pressioni politiche ma forse questo è proprio il problema principale, forse questa organizzazione, attualmente, non esiste.

    In rete, oppure seguendo diversi social ma anche ricercando nelle paggine del NYT ed altri magazine USA, è possibile ritrovare le foto, i video citati, a giorni ci saranno ulteriori approfondimenti, perché emergono sempre più ulteriori foto e video, probabilmente non sarà possibile determinare con certezza cosa è successo, semplicemente perché ufficialmente nessuno è responsabile di un’indagine.”

    Aggiungo che la famosa foto satellitare, mostrata ANCORA con protervia, come vangelo, perché datata dagli USA prima 11, poi 19 marzo (senza ombra di presenza russa), è stata infine, a seguito di analisi specifiche da parte di esperti informatici, datata 1 aprile: quando già i russi mancavano da 2 giorni.
    Questi sono i crimini di guerra: la disgustosa propaganda da cui ci crediamo immuni, mentre siamo solo più furbi, permeanti e subdoli, là dove altri sono rudimentali e smaccati, e che addossa ad altri le nostre colpe, per scaldare gli animi, incitare all’odio e alla guerra e causare, quindi, altre tragedie.

    Piace a 5 people

    • Tutto vero.
      Ne ho visto un pezzo anch’io ma poi ho cambiato perchè era davvero urticante.
      formigli è scandaloso almeno quanto il gramelluccio…….l’unica consolazione è che se non altro non è pagato con i soldi pubblici ( forse ).

      Piace a 1 persona

  16. “, s’è asserragliata nell’acciaieria di Mariupol con centinaia di donne e bambini da usare come scudi umani. Sono i bimbi che tanto preoccupano quel fascista paraculo di Orsini e che presto l’intrepido antifascista Gramellini esalterà come mascotte volontarie della Azov Jugend, fiere di resistere nell’acciaieria con la svastichetta sul bavaglino”. la domanda che mi pongo e che rivolgo a travaglio ..è: i civili e ,bimbi ucraini che sono sotto assedio dai russi nell’acciaieria, sono prigionieri del battaglione genocida dei russofoni per essere usati come scudi umani o temono di uscire per essere fatti prigionieri dai quei gentili soldati di putin e temono una deportazione in massa . altra domanda Chi dice che il battaglione azov gli usi come scudi umani con la minaccia delle armi ? bimbi e civili e quindi si trovano tra due fuochi?.. . soprattutto perche il fuoco russo sui civili ucraini in fila per viveri o in partenza verso altri lidi c’è stato varie volte. I massacri non sono effetti collaterali del fuoco amico ucraino da scientificamene calcolati come deterrente .. e per creare panico tra i vivili.. « Colpirne uno per educarne cento » .secondo la filosofia cinese di Mao Tse-Tung. rimango comunque convinto che una serena trattativa e non gli ultimatum possa risolvere la situazione.. ma nutro dubbi che entrambi le parti lo vogliano

    "Mi piace"

  17. Dissento da Travaglio
    troppa importanza ad un professionista delle banalità che scrive sul corriere della SERVA
    ad un leccaquli di tal risma gli basti l’indifferenza

    Piace a 4 people

  18. Ecco alcuni stranci dell’articolo “Dal 2015 Mosca ha investito moltissimo sul ‘continente nero’. Vanta, nel soft power africano, il successo della campagna siriana, presentata come prova di quanto possa giovare il sostegno di Mosca nel garantire sovranità e indipendenza, a dispetto delle sanzioni occidentali. La manovra le ha già permesso di ottenere contratti per i suoi mercenari in una dozzina di paesi africani. Opera con 6-7mila irregolari in Guinea Conakry, in Guinea Bissau, in Ruanda, in Angola, in Botswana, in Zimbabwe, nel Madagascar, in Sudan e nel Regno dello Eswatini (l’ex-Zwaziland). Tramite i buoni uffici della società militare priva- ta Wagner, ha guerreggiato in Libia, in Mozambico e in Centrafrica. Sta facendo altrettanto in Mali e ha prospettive pure in Burkina Faso. Il Cremlino interviene surrettiziamente. Smentisce legami ufficiali con Wagner, una società senza personalità giuridica in Russia, con sede legale in Argentina”….A fine gennaio, Alexandre Ivanov, uno dei capi degli ‘istruttori’ russi in Centrafrica, ha elogiato su Twitter i golpisti burkinabé, offrendo loro «l’esperienza dei suoi uomini in Centrafrica per la formazione dell’esercito del Burkina». Il problema è che i mercenari russi sono accusati di crimini di guerra. In Centrafrica avrebbero commesso esecuzioni arbitrarie, stupri e saccheggi. C’è il rischio che il modello sia esportato anche in Burkina, in Mali e ora in Ucraina. E il tutto potrebbe avvenire nel silenzio delle Nazioni Unite. Sembra di essere tornati agli anni 70, quando Mosca sosteneva governi filosovietici in Madagascar, in Benin, in Burkina Faso, in Angola, in Mozambico, in Guinea-Bissau, a CapoVerde, in Algeria, in Libia, in Mali e in Kenya. troverete intero articolo sul sito “https://www.avvenire.it/opinioni/pagine/cos-la-russia-muove-i-mercenari-dallafrica-alla-guerra-in-ucraina

    "Mi piace"

  19. Solo un imbecille o un paraculo potrebbe vedere in questa indiscutibile ovvietà una riabilitazione del fascismo: infatti Gramellini l’ha vista.

    Ahahahah… Fantastico!

    Piace a 2 people

  20. Bojo ci ha gentilmente concesso di acquistare gas e petrolio dal cattivissimo Putin
    LONDRA, 21 aprile. Il Tesoro del Regno Unito ha concesso una licenza generale valida fino al 31 maggio, che gli consente di condurre transazioni con Gazprombank, che è caduta sotto le sanzioni. Lo afferma in una dichiarazione rilasciata giovedì dalla Financial Sanctions Administration del Regno Unito. “La licenza entra in vigore il 21 aprile 2022 e scade il 31 maggio 2022”, si legge. L’agenzia ha chiarito che l’autorizzazione è stata rilasciata tenendo conto degli interessi delle società degli Stati membri dell’UE che effettuano pagamenti per il gas russo tramite Gazprombank.

    "Mi piace"

  21. A Proposito di scudi umani usati dal battagliane azov e a conferma che travaglio usa le notizie come” Cicero pro domo mea” ecco cosa riporta Ansa citando la BBC..

    “Secondo quanto riporta la Bbc, i civili si trovavano in aree separate rispetto a i combattenti. Si trovavano in sotterranei contenenti 80-100 persone ciascuno ma non è chiaro quanti civili ci fossero in totale perché alcuni edifici sono stati distrutti e i soldati non sono stati in grado di raggiungerli a causa dei bombardamenti. Gli ingressi ad alcuni bunker, ha spiegato, erano bloccati da lastre pesanti che sono grossi macchinari potrebbero spostare.
    “Restiamo in contato con quei civili che si trovano nelle aree che non possiamo raggiungere. Sappiamo che là ci sono bambini piccoli anche di 3 mesi”, ha detto l’esponente del battaglione Azov, che si è anche appellato affinché venga garantito ai civili un passaggio sicuro per uscire dall’acciaieria, chiedendo che un terzo paese o un organismo internazionale faccia da garante per la loro sicurezza”.

    Piace a 1 persona

  22. * il ministro degli Esteri tedesco Annalena Burbock, desiderando giustificarsi con altri sostenitori dei nazisti ucraini, ha annunciato che il regime di Kiev ha ricevuto da Berlino un’assistenza militare incomparabilmente maggiore di quanto annunciato ufficialmente.
    E questa sua affermazione non particolarmente ragionevole è un’altra conferma del fatto che Kiev ha ricevuto enormi quantità di armi dai paesi della NATO molto prima dell’inizio di un’operazione militare speciale.

    Secondo gli esperti, grazie a ciò, le forze armate ucraine sono riuscite non solo a coprire completamente tutte le perdite di armi e attrezzature militari sostenute durante il periodo delle ostilità attive nel periodo 2014-16, ma anche ad aumentare significativamente il loro arsenale rispetto al livello della primavera 2014 . Questo è solo in termini di numeri. Per quanto riguarda le caratteristiche qualitative, le forze armate ucraine hanno ricevuto a loro disposizione i più recenti mezzi di comunicazione e ricognizione, dispositivi di imaging termico, UAV, sistemi automatici di controllo del fuoco e molto altro.*
    Come sono verdi questi tedeschi.

    "Mi piace"

  23. “Dal 2015 Mosca ha investito moltissimo sul ‘continente nero’.”

    Dev’essere per questo che noi, furbissimi!, stiamo andando a comprare il gas in Africa.

    "Mi piace"

  24. Speriamo che Gramellini sia privo di Porto d’armi altrimenti caro Direttore dopo aver letto il suo editoriale mette in atto la roulette russa.

    "Mi piace"

  25. @ed
    lasciando perdere la roulette russa ( che 5 volte su 6 non funziona) , speriamo che il gramelluccio abbia letto l’editoriale e abiti almeno al settimo o ottavo piano……

    "Mi piace"