Lotta al Covid: indagato mezzo governo Conte

(Patrizia Floder Reitter – la verita.info) – Abuso d’ufficio, sequestro di persona, procurato allarme e violenza privata. Sono queste alcune delle ipotesi di reato rivolte ai ministri giallorossi dalla Procura di Roma per la gestione della pandemia. Tutto parte da una denuncia collettiva a Catania.

Mezzo governo Conte bis accusato di fatti criminosi. La Procura di Roma, in data 28 marzo, ha iscritto nel registro degli indagati gli ancora ministri della Salute, Roberto Speranza, degli Esteri, Luigi Di Maio, dell’Interno, Luciana Lamorgese, della Difesa, Lorenzo Guerini e degli ex titolari dell’Economia, Roberto Gualtieri, della Giustizia, Alfonso Bonafede, delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, dell’Istruzione, Lucia Azzolina, e dell’Ambiente, Sergio Costa.

Le ipotesi di reato vanno dall’usurpazione di potere politico all’abuso di ufficio aggravato, dal sequestro di persona al procurato allarme, dalla violenza privata alla pubblicazione o diffusione di notizie false, esagerate o tendenziose, atte a turbare l’ordine pubblico.

Una sfilza impressionante di condotte di cui dovranno rispondere alla magistratura, e di fronte ai cittadini, per come hanno gestito la pandemia. L’atto formale, è la conseguenza di una denuncia presentata il 12 marzo dello scorso anno da un gruppo di professionisti, tra i quali medici, avvocati e un maresciallo della Guardia di finanza, che si rivolsero alla Procura di Catania dopo aver raccolto una corposa documentazione contro diversi politici che ritengono responsabili dei reati ipotizzati.

Da Catania, la denuncia è finita a Roma, sembra si sia raccolto un faldone con centinaia di atti formali attraverso i quali cittadini e associazioni di tutta Italia hanno messo a conoscenza dell’autorità giudiziaria fatti che possono costituire notizie di reato a carico del ministro della Salute, Speranza, e di ministri confermati e non nell’attuale governo Draghi.

Quelle avanzate nella denuncia di marzo 2021, sono state quasi tutte accolte e sono pesantissime. I denuncianti chiesero che venissero avviate 33 indagini e che fosse accertata «l’effettiva sussistenza dei plurimi profili di falsità, arbitrarietà nell’esercizio da parte del governo del potere politico attribuito per legge al Parlamento, di strumentalizzazione di notizie scientificamente e/o sanitariamente e/o epidemiologicamente false, ovvero manipolazione in malafede di notizie scientificamente vere al fine di imporre all’opinione pubblica (e quindi anche agli eletti in Parlamento […] con conseguente lesione del diritto di elettorato passivo rilevante […] un racconto pandemico falso e volto alla coartazione dei diritti costituzionali e politici dei cittadini.

Primo destinatario della denuncia era l’ex premier, Giuseppe Conte, unico a non comparire nel registro degli indagati. I magistrati hanno chiaramente optato diversamente, anche se nella denuncia si legge chiaramente che occorre verificare se «abbia volutamente distorto il potere di normazione secondaria di cui è stato titolare, nella consapevolezza sua (e degli organi tecnico consultivi, fra i quali in primis il famoso Cts), che i provvedimenti di natura sanitaria fossero privi di presupposti di fatto adeguati a giustificarli».

Quel governo, si afferma, dopo «l’inerzia assoluta nei mesi di febbraio e marzo 2020 […] ha deliberatamente ignorato la Costituzione, utilizzando impropriamente lo strumento della normazione sub regolamentare con i dpcm», un modo di procedere definito «non casuale, ma scientemente meditato e preordinato».

Lo scopo sarebbe stato di «introdurre misure drastiche e limitative dell’esercizio da parte dei cittadini di plurimi diritti costituzionali», e di impedire loro di ribellarsi. La denuncia punta il dito anche contro «Walter Ricciardi e la sua ossessione per il lockdown» e i principali virologi televisivi che hanno insistito per mesi «per imporre misure drastiche di isolamento sociale».

Questa la narrazione del meccanismo, così come viene descritta: «Prima escono in avanscoperta determinati medici virologi a iniziare a spargere prospettive allarmistiche, poi man mano tali annunci terroristici vengono recepiti, senza alcun vaglio critico, dagli organi di stampa che li diffondono per cuocere l’opinione pubblica, e infine, dopo che l’opinione pubblica è stata adeguatamente cotta, finalmente viene adottato il singolo dpcm o la singola ordinanza
restrittiva».

Tra le indagini sollecitate, quella volta a conoscere «i criteri tecnico scientifici adottati per la creazione delle proiezioni a breve, medio e lungo termine elaborate dai cosiddetti esperti» e la motivazione scientifica «della decisione di ricoverare, nel periodo estivo/autunnale del 2020 e in tutto il territorio nazionale numerosissimi soggetti
asintomatici, per il solo fatto di essere risultati positivi al tampone».

Viene chiesto l’elenco di tutti coloro che hanno eseguito il test «al fine di verificare se la cifra era reale», quando vennero dichiarati aumenti record di positivi nelle 24 ore. E di verificare il perché della «costante, pervicace e ostinata marginalizzazione, da parte dell’autorità sanitaria nazionale, di pressoché tutte le cure, spregiativamente definite
“alternative”».

I denuncianti chiedono anche di sapere «chi sono, quali titoli accademici, tecnici e quali competenze possiedono i sedicenti esperti che hanno suggerito al ministero della Salute di imporre l’uso delle mascherine e del distanziamento sociale anche agli alunni delle scuole, alla riapertura di settembre 2020». Anche adesso, potremmo aggiungere.

23 replies

  1. Per quelli che si ostinano a farci bere la storiella che gli insigni specialisti di canti di Jingle sarebbero contrastati solo da ignoranti e incopetenti uomini delle pulizie in fregola di terrapiattismo complottista a 5G col grafene:

    “L’atto formale, è la conseguenza di una denuncia presentata il 12 marzo dello scorso anno da un gruppo di professionisti, tra i quali medici, avvocati e un maresciallo della Guardia di finanza, che si rivolsero alla Procura di Catania dopo aver raccolto una corposa documentazione contro diversi politici che ritengono responsabili dei reati ipotizzati.”.

    "Mi piace"

    • fondamentale il maresciallo della Guardia di finanza
      che teoricamente si dovrebbe occupare di… ta!da! finanza
      e visti i livelli di malaffare truffaldino in Italia non dovrebbe neppure il tempo
      di andare alla ritirata “in fondo a destra”
      gli avvocati poi, mi permetta di farci una risata sopra, categoria che è apprezzata
      un poco più che i becchini (dagli onesti)
      e si evince che, come dicono in Campania per darsi un tono nel comunicare i decessi in ritardo,
      dirsi medico a volte non è sinonimo di professionalità, ad esempio quelli che somministravano soluzioni saline
      e poi vendevano GP falsi, che andavano in reparto malati, che sostengono la teoria che il Covid-19
      è poco più di un raffreddore ed avallano l’idea che i morti, sono si morti con la medesima infezione,
      ma che a loro non aveva procurato nocumento

      le do una anteprima
      i morti ed i ricoverati, in Italia, sono sempre un numero alto, anche se meno altro che prima soprattutto
      in relazione al numero di contagiati, ma il merito non è del vaccino, è del virus che pur non essendo mutato
      adeguatamente ha deciso che è stanchino e quindi s’è preso un paio di mesi sabbatici

      "Mi piace"

  2. Magari tutti all’Asinara!
    Per sempre!
    Maledetti tutti!
    Governo Conte e Governo Draghi, il CTS, e tutto il cucuzzaro!

    "Mi piace"

  3. Qui stiamo allo stesso livello del “sequestro di persona” che avrebbe fatto Salvini con i migranti..
    Tanti soldi buttati per processi dall’esito scontato.

    Piace a 1 persona

    • Egregio Guido, finirà come per i processi e le denuncie contro Virginia RAGGI.
      Soldi buttati, delinquenti veri graziati dalla ‘” nuova” prescrizione.

      Piace a 1 persona

  4. E beccatevi il baciatore di salami l’evasore di Arcore l’amico della mafia Dell’Utri e il corruttore di giudici Previti.E Formigoni e Galan

    Piace a 4 people

  5. hahahhahahha…questa mi mancava… e sì,.. ci vorrebbe un Putin per sistemare il tutto..altro che riforme e democrazia per gli Italiani un popolo a cui non gli va bene un @@…zo! i DCM… sono costituzionali e vanno convertiti in legge,ma a proposito c’erano anche i Bomus in quei DCM,ahhh,ma li vanno bene?

    Piace a 1 persona

    • I bonus sono stati la carità che si deve ai pezzenti in cui questi signori hanno trasformato gli italioti a suon di dpcm, terrore e privazione della libertà. Il tutto per nascondere 50 anni di massacro della sanità pubblica, di tangenti e furti sistematici del bene pubblico, i miliardi spesi dal big brother per potenziare virus in laboratori cinesi e ucraini, le carte false sui sieri magici, le morti procurate mettendo i malati con i vecchi, le zone rosse gialle e verdi, le mancate gare d’appalto, gli acquisti di mascherine e dispositivi inservibili, l’occultamento di prove, il mancato piano pandemico, i test antigienici fasulli, le nomine del comitato dei saggi, i miliardi di regalie e consulenze, le aziende fasulle o costituite ad hoc per prendersi i soldi, le falsificazioni sui numeri dei contagiati, le falsificazioni sul numero dei morti.
      I bonus sono spiccioli che hanno messo in mano ai questuanti per non farli morire di fame mentre qualcuno si fotteva miliardi e vite umane.

      "Mi piace"

      • E a milano Sala e compani?
        Il Lombardia 773 Aziende sanitarie accreditate(si vergognano di chiamarle private) in cui gli assistiti morivano come mosche… privi di attrezzature,di medici,di infermieri…parenti che non sapevano la fine dei loro cari e che non pootevano assistere e vedere …solo il profitto che contava.
        Ma oggi si lamentano le stesse strutture perchè mancano i “clienti”…infatti la maggioranza di oro sono deceduti… attendono con ansia i nuovi arrivi.
        Ora c’è posto per tutti,ma bisogna fare in fretta perchè la” cassa” è vuota.
        A Pasqua infatti tutti liberi e il rapporto contagi è aumentato e dei morti non si fa più alcuna menzione…lìimportante è ed era fare denaro,solo denaro!
        Che popolo di merde!

        "Mi piace"

  6. Se i miei calcoli sono giusti, tra un po’ capirete a cosa è servita la pandemia.

    (un per tre tre, un per tre tre)

    "Mi piace"

  7. CLAMOROSO! 😀

    13 Agosto 2020
    Emergenza coronavirus, Conte e sei ministri indagati
    https://www.ilgiornale.it/news/politica/emergenza-coronavirus-conte-e-sei-ministri-indagati-1883320.html

    Non vorrei fare il guastafeste, ma stiamo parlando dell’ennesima “iscrizione nel registro degli indagati”. Niente di che. Non vi fate abbindolare dai titoli altisonanti. Oltretutto l’odiato, per molti, green pass è arrivato col governo Draghi.
    Sinceramente trovo assurdo che un governo venga denunciato perchè avrebbe fatto troppo e, contemporaneamente (da Bergamo), perchè avrebbe fatto poco, cioè Conte doveva chiudere la Lombardia quando c’erano ZERO morti e gli scienziatoni dicevano che il covid era meno pericoloso dei fulmini.
    Col senno di poi siam tutti dei fenomeni.

    Piace a 2 people

      • lei invece, ne pria, ne poi.
        insieme al suo collega untu
        e l’invasata dell’Asinara (che deve essere stata chiamata così in suo onore)

        "Mi piace"

      • Toh, è arrivato il fenomeno Texas Instruments, quello che è tale anche col senno di sopra e di sotto: come farà la pandeminchia senza di te?

        "Mi piace"

  8. Ah Boh, sono felice di essere considerata Asina da Lei che continua a dimostrare di non capirci mai un cazzo di ciò che le accade intorno!
    Buona giornata Genio!

    "Mi piace"

    • Al misirizzi bolognese (cit.), non bisogna mai toccargli l’emergenza pandemica altrimenti gli viene a mancare la terra sotto i piedi: togligli i greepass, i booster, l’allarme perenne, le mascherine, i tamponi e i camion con le bare, e lui svanisce. E’ un vampiro che vive in una notte pandemica perenne che non potrà mai vedere la luce del sole.

      "Mi piace"