Lo Scemo osceno

(di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Quando abbiamo scritto che i morti di Bucha sono quasi certamente vittime dei russi, ma che la ricostruzione minuziosa della strage – qualunque esito darà l’indagine indipendente – non sposterà di un millimetro il giudizio sulla guerra, come non lo sposteranno le atrocità ucraine (sempre più frequenti anch’esse), lo Scemo di Guerra Collettivo ci tacciò […]

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

180 replies

  1. Lo Scemo osceno

    (di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Quando abbiamo scritto che i morti di Bucha sono quasi certamente vittime dei russi, ma che la ricostruzione minuziosa della strage – qualunque esito darà l’indagine indipendente – non sposterà di un millimetro il giudizio sulla guerra, come non lo sposteranno le atrocità ucraine (sempre più frequenti anch’esse), lo Scemo di Guerra Collettivo ci tacciò di putinismo. Poi il Dipartimento di Stato Usa disse di non avere elementi certi: putinista? Poi Francesca Mannocchi (Stampa) spiegò a La7 che la fossa comune accanto alla chiesa è il cimitero del vicino ospedale che, non potendosi celebrare funerali, getta lì i corpi dei caduti: putinista? Poi il sottosegretario ai Servizi, Franco Gabrielli, dichiarò che “al momento riteniamo che sia stato un eccidio, ma sulle responsabilità dobbiamo essere molto cauti. Se ci sono situazioni che possono essere rappresentate in maniera diversa, la lesione alla credibilità di una narrazione è devastante”: putinista? Poi si scoprì che i famosi “boia di Bucha” non erano mai stati lì. E molti osservano che i cadaveri ai bordi della strada sono privi di sangue, in condizioni incompatibili con una permanenza di quasi un mese, a distanze troppo regolari per essere morti lì. Altri notano l’assurdità di ordinare contemporaneamente di occultare i cadaveri nelle fosse comuni e di esibirli in strada. Come scrivemmo il primo giorno, l’unica certezza è che quegli esseri umani sono morti, quasi certamente per mano russa, perché la guerra è questo (basta leggere Gino Strada): 9 morti civili su 10. E chi è più bravo (o più creduto) sui media li usa a proprio vantaggio, mentre nasconde i propri (8 anni di orrori del nazi-battaglione Azov in Donbass chi li ha visti?).

    Da quel giorno i negoziati sono evaporati. La parola d’ordine è quella dell’invaso invasato Kuleba: “Armi armi armi”. Biden e i suoi Lukashenko europei illudono Zelensky che sta vincendo, Putin batte in ritirata e, se tutto va bene, l’Ucraina (già sull’orlo del crac prima della guerra) invaderà presto la Russia. E ci prepariamo alla pioggia di fuoco incrociata nel Sud-Est con dieci, cento, mille Bucha. Sempre a scapito dei civili: più li armiamo, più è difficile distinguerli dai militari. Domenico Quirico (Stampa) dice che “Biden non vuole trattare con Putin, ma rovesciarlo. La sua guerra è diversa da quella europea: non gliene importa niente dell’Ucraina” (putiniano anche lui?). I veri amici di Putin sono proprio i suoi finti nemici: quelli che mandano altri tank e promettono la Nato pure alla neutrale Finlandia, così i pochi russi che ancora non si bevevano la propaganda di Putin sull’accerchiamento atlantico ora ci credono. L’elmetto è l’ultima maschera dello Scemo di Guerra per nascondersi meglio.

    Piace a 6 people

    • La convenzione di Ginevra impone ai belligeranti di vestire i propri soldati con una divisa per essere riconoscibili dai civili. Se si armano i civili prescndendo dal sesso e dall’età ,e ci si vanta anche,lo si può fare prendendosene le responsabilità ma, non ci si può lamentare che i soldati nemici uccidano anche questi “irregolari” gridando allo scandalo.

      "Mi piace"

  2. Lo si sapeva da prima.Ci hanno rotto i cabasisi con le immagini del popolo che preparava le bottiglie molotov e adesso vincono la guerra con armi sofisticatissime date agli Ucraini da anni ,altro che molotov, adesso dicono che gli hanno dato i droni kamikaze.A parte il fatto che Putin dovrebbe essere condannato dallo stesso popolo russo per rapina delle sue risorse,non ci prendano per il culo dicendoci che gli Usa non avessero preparato la guerra in Ucraina da anni.E non ci prendano per il culo dicendo che dei 15000 morti ucraini russofoni causati dagli Ucraini nazisti nazionalisti non ne sapevano niente.Gli Usa lo hanno sempre fatto per prima già con gli indiani li provocavano ammazzando i bisonti e poi quando gli indiani si ribellavano con i loro archetti il grande popolo americano li distruggeva con i fucili cannoni e ,sentite un po’,con il vaiolo.idem con i Messicani per rubare la California idem con i giapponesi e via dicendo.Fanno sempre così ti mettono in continuazione il dito nell’occhio e se ti ribelli e li dai un cazzotto in faccia sei tu che li hai aggrediti

    Piace a 5 people

    • Non dimentichiamo che gli anerikkani erano la feccia europea, razza di straccioni che in patria non potevano piu stare perché perseguiti come la feccia che erano e che con aulico proposito hanno massacrato i nativi e i bisonti ! Per impossessarsi di terre sacre che non erano di loro diritto ! Fuck europe ! Sono loro l.origine di tutte le guerre ! Vogliono il mondo!

      Piace a 3 people

  3. Scusa Marcuccio, ma che devono da fa’ i poveri ucraini che hai tanto a cuore?

    Voglio dire, perche’ non vai dal sig. Zelensky e lo chiami buffone guerrafondaio, poi gli dici che hai deciso che le armi non gli servono, e infine gli intimi la resa al dott. Putin, che e’ tanto bono, e se gli lasciano invadere l’Ucraina poi ringrazia tutti e amici come prima (che ce volemo fa nemici pe’ n’invasionuccia alla bona).

    Poi vai pure da Rimbambiden, gli spieghi che deve aderire alla Nato solo chi ha il tuo permesso, e gli intimi di abbandonare l’Europa che gia’ c’abbiamo l’amico Putin che ci difende.

    Vai, e risolvi, e’ tutto cosi’ semplice.

    Piace a 1 persona

    • Come si risolve?

      1- mantenendo la storica promessa che la NATO non si sarebbe allargata neanche di un cm;

      2- autorizzando un referendum, controllato da tutto il mondo, per far decidere agli abitanti della Crimea e del Donbass se preferiscono stare con i buoni democratici o con i cattivi dittatori.

      Sul primo punto pare fatta, perchè Zelensky ha detto che rinuncia alla NATO. A meno che non si rimangi la parola.

      Sul secondo punto l’obiezione che fanno tutti è: “quindi se il Veneto vuole staccarsi dall’Italia etc etc”.
      La cosa è completamente diversa. Nell’esempio italiano è una questione economica (non redistribuire la ricchezza); invece nel caso di quei territori c’è gente che racconta di fatti orribili, quindi non mi sembra una cosa malvagia far decidere gli abitanti. Anzi credo che sia doveroso.
      Se il popolo di quelle terre preferisce il cattivo Putin invece del buon Zelensky, mi sembra abbastanza stupido preferire una sanguinosa guerra distruttiva piuttosto che accontentarli. O no?

      Piace a 2 people

      • Perché se il Veneto dopo che i veneti decidessero di staccarsi dall’Italia se ne andasserot e tornassero con i crucchi ma chi se ne fregherebbe.Meno idioti cattolici integrslisti in Italia

        "Mi piace"

      • @Terribile

        Se si staccano e non redistribuiscono la ricchezza, nel resto d’Italia avremmo meno servizi e welfare.

        "Mi piace"

      • Il problema è proprio questo, Guido.

        Il “banalissimo” conteggio dei beni che appartengono agli uni e agli altri.

        Che è anche quello che, quasi sempre, riesce a far scatenare odio anche mortale tra fratelli, ad ogni latitudine del mondo, per dividere misererrime eredità.

        Ucraini e russi hanno convissuto da fratelli sulla stessa terra per secoli.
        I confini sono stati ridisegnati più volte per i motivi più disparati ma sempre all’interno della stessa famiglia.

        Ora uno dei fratelli se ne vuole andare. Qualcuno (il 30%? La maggioranza? Non si sa) vorrebbe pure far entrare armi di un riccone d’oltreatlantico (un tipo aggressivo e piuttosto guerrafondaio ma che però ha Netflix e i Cheeseburger) da puntare sull’altro fratello.

        Ok. Ora bisogna dividere i beni: pronti via.

        Ora ditemi: qualcuno può seriamente credere che il fratello possa sedersi al tavolo con le armi dell’amico americano e cominciare a pretendere la parte che lui ha deciso gli appartenga vantando pure di essere più democratico dell’altro che sai che gliene frega all’altro fratello?
        Siamo seri.

        Provate solo a immaginare che succederebbe se Veneto (che era tra le regioni più povere d’italia fino a non molto anni fa anche se oggi la Paolabl fa la spaccona) o Lombardia che stanno insieme al resto d’Italia da miseri 150 anni se ne volessero andare…

        Mani alla cintura, subito.

        "Mi piace"

      • solitamente i pezzi di m…, di qualsiasi nazionalità essi siano, non fanno nessuna fatica a “rimangiarsi la parola…”!!!

        "Mi piace"

    • Ci vuole del coraggio a sostenere cazzate ! La vedo in primissama linea con l elmetto di quel povero Letta che non ha nemmeno la dignità di vergognarsi di indossarlo ! Il riformato ! Possiamo riportarlo in Francia ! O ce l hanno ammollato nantra volta !e non sappiamo dove piazzarlo ? Tanto lo zietto gli trova da fa! Disgusto e pietas per questi individui che ladrano sontuosi stipendi e come i gerarchi russi non vengono sanzionati per rubare agli italiani! Fuck the italian ! Je m en foutte !!

      "Mi piace"

    • Però ci vuole anche un po’ di realismo. Non è che siccome desideri una cosa quella automaticamente diventa realizzabile come la desideri! Ci sono le conseguenze delle proprie azioni da considerare. Zelensky, burattino NATO o no, ha portato avanti una politica azzardata. Le sue scelte non possono essere viste in modo asettico, come se non fosse inserito in un contesto. Purtroppo non può ragionare in termini esclusivi di ciò che desidera, ma deve valutare ciò che può avere mediando con i voleri di un contesto geopolitico più ampio. Questo vale per tutti.

      Piace a 2 people

    • Gli afgani non si sono voluti arrendere agli USA/Nato e hanno cacciato gli invasori senza che nessuno stato europeo si sia preso a cuore la terribile situazione che hanno vissuto (anche perché molti stati europei facevano parterte degli invasori) e nessuno gli ha mandato armi! La stampa non ha mai dato enfasi alle stragi di civili (il più delle volte non abbiamo neanche saputo quello che succedeva), e nessuno si è strappato le vesti perché i talebani combattevano con i kalashnicov contro bombardieri, elicotteri, mezzi corazzati, droni e missili. Ora che sono finalmente liberi, li abbiamo tagliati fuori da ogni rapporto con l’occidente! Perché? Perchè sono cattivi! sono cattivi gli afgani, gli iracheni, i libici, i serbi e i russi. Gli USA invece sono buoni, lo sono gli europei e quindi gli ucrani. Il mondo così è facile facile!

      Piace a 1 persona

  4. Putinista?
    Se ogni fottuto articolo metti in dubbio le verità ucraine fiancheggiando la propaganda russa, o sei un putiniano o sei un utile idiota di Putin (putiniano suo malgrado).
    Ed il fatto che tu sia il grande Travaglio non ti può sottrarre a questo giudizio.
    Perché se i tuoi articoli sono condivisi ed apprezzati da una incredibile massa di deficienti che pensano all’Ucraina come ad un Paese da nazificare, come minimo qualche domanda avresti dovuto portela.
    Non sei putiniano perché due mesi fa credevi a Putin che non avrebbe mai invaso e contestavi Biden che ci invitava a stare in guardia.
    Sei putiniano perché hai farcito i tuoi articoli di affermazioni analoghe, tutte volte a mettere in dubbio le ragioni ucraine e a giustificare in qualche modo le azioni russe.

    Quindi guardati allo specchio, potresti vedere uno scemo osceno.
    Dimmi chi ti apprezza e ti dirò chi sei, parafrasando.
    Peccato che non consenta i commenti sul FQ ai suoi articoli.
    Avrebbe avuto modi di vedere quanti suoi sostenitori della prima ora abbiano smesso di apprezzarlo, perché risalire allo storico di ciascun commentatore è facile su quel sito.

    Più dichiara di non essere putiniano, più lo sembra.
    Prevedo purtroppo una escalation di vaffanculi di molti suoi affezionati lettori.
    Lettori che hanno condiviso le sue battaglie sulla giustizia e tanto altro, ma detestano i suoi articoli sulla guerra.
    La sua è una delle voci peggiori tra quelle che ritengono sia sbagliato l’invio delle armi. Una delle voci più ciniche e stonate.
    Travaglio sulla guerra mi ricorda Sansonetti sulla giustizia.
    E l’incorruttibilita di Travaglio non rende le sue argomentazioni più seducenti.
    Ma ho letto solo le prime 10 righe dell’articolo.

    Piace a 2 people

      • Gatto, ora ti piace Travaglio?
        Prima sembravi la Gazzellona colta, ora non hai più nessuna critica da fare?
        Ma tu guarda il caso, tu prima lo detestavi ed ora sembri apprezzarlo.
        Io prima lo apprezzato ed ora un po’ lo detesto.
        Strana la vita è?

        Piace a 1 persona

      • Lai apprezzato? ahahah… Guarda, se non sai cosa dire, lascia perdere: sembri la Gazzellona ignorante…

        "Mi piace"

      • @Gatto

        Infatti ricordo che ti chiesi di esplicitare i tuoi perché.

        “Ecco, bravo, adesso spiegaci anche i perché.
        Sapere che è semplicemente imbarazzante che vuol dire?
        Dovremmo supporto?
        Qui abbondano i Seve e i Cagliostro.
        Potrebbero pensare che lo trovi imbarazzante perché lo consideri troppo filoNato.
        Molti grillini e quasi tutti i leghisti lo hanno sempre apprezzato Putun. È un fatto. Senza contare fascisti e nazisti (Forza Nuova).
        Non avete posizioni ghettizzate ma ben propagandare, altro che Nato”

        "Mi piace"

      • Scusa, ma perché cambi argomento?

        Secondo atto:

        “GATTO
        24 marzo 2022 alle 0:47
        …Non ne abbiamo a sufficienza dentro – e fuori – quel postribolo che è diventato il Parlamento?
        Vuole arrivare anche lui a suonare il piano col batocchio?
        E’ sulla buona strada…”.

        Che minchia vai cercando i perché? Non ti basta? C’è la mamma, il mattino che ti accompagna al lavoro o ci vai da solo?

        "Mi piace"

      • Gatto che vuoi che ti dica, in genere argomenti meglio le tue ragioni.
        Per curiosità, ma che vuol dire suonare il piano col batocchio?
        So che è riferito a Putin ma non so il perché.

        "Mi piace"

      • No, vabbè, ma sei serio? Quanti ne hai visti oltre a Zelensky suonare il pianoforte con l’ammennicolo (cit.)? Forse è il caso che tu vada a nanna: ti consglio la cura del sonno, fa miracoli! Oddio, proprio sveglio non lo sei mai, però …

        "Mi piace"

      • Ok, ho visto il video di Zelensky con la sua esibizione a quattro mani, volevo dire a due batocchi.
        Ma allora se avessi voluto criticare Travaglio per la sua vicinanza a Putin, non avresti dovuto far riferimento ad una esibizione di Zelensky.

        "Mi piace"

      • Seee, addio! Ricordandoti il motivo del contendere “Gatto, ora ti piace Travaglio?”, ti auguro una buona notte! Con te non se ne esce…

        "Mi piace"

    • Andrea ex,

      Ecco d’ora in poi non legga neppure una riga e smetta di rompere i coglioni, che tanto il suo idolo Zelensky contribuirà a farle piombare una atomichetta tascabile sulla sua testa vuota, se continuiamo a dargli corda ingannandolo ed illudendolo in the American way

      Piace a 2 people

      • Concordo! Questi pensano di vivere un videogioco con i quali si sono assueffatti come dei tossici di strada , gente senza cervello che non ha la minima idea !sostanzialmente preferirei morire sotto una bomba piuttosto che convivere con persone che non hanno senno e comprendonio ! A questo punto preferisco che muoiano tutti i filistei ! E sperando che sopravvivano solo gli animali , il resto non ne vale la pena !!

        "Mi piace"

      • “tanto il suo idolo Zelensky contribuirà a farle piombare una atomichetta tascabile sulla sua testa vuota, se continuiamo a dargli corda ingannandolo ed illudendolo in the American way”,

        concordo, speriamo che Zelensky decisa di ritirarsi presto mettendo fine all’invasione della pacifica Russia e la finisca di minacciarle di ricorrere all’arma nucleare.

        Piace a 1 persona

    • Il solito cretino che pensa di stare a tifare un derby! Vai e parti a difendre le tue serie idee , ma mettici il culo!!

      "Mi piace"

    • Quoto al 100%. Anch’io ho quasi sempre apprezzato Travaglio nelle sue battaglie ma su sta maledetta guerra sta toppando alla grande. Credo abbia paura, come tanti, di schiattare in una guerra nucleare. Non vedo altra motivazione logica a una serie di sue considerazioni così superficiali da sfiorare l’immoralità intellettuale.

      Piace a 1 persona

      • @Umbro2000

        Sì, lo penso anche io.
        Per me il rischio di una guerra nucleare non è così remoto. Ed è spaventoso.
        Su questo non ho le certezze di un De Luca, pur condividendo il suo punto di vista.
        Ma minacciare l’uso di armi nucleari potrebbe diventare uno strumento di facile di dominio di qualsiasi Paese se il popolo, terrorizzato, cede senza resistere.
        Quindi cedere senza opporre una adeguata resistenza non ci salva dall’eventualità di una escalation nucleare.

        Anche guardando ai fenomeni con spirito egoistico, considerando solo cosa ci convenga e cosa no, la scelta pacifista non convince.

        Senza contare le implicazioni etiche di questa scelta.

        "Mi piace"

      • “Credo abbia paura, come tanti, di schiattare in una guerra nucleare. Non vedo altra motivazione logica…”

        Ah ah ah!

        Adesso, a parte tutto, ma non sono fantastici questi yankee? Non fosse altro, aver paura di schiattare in una guerra nucleare sarebbe una motivazione accessoria?

        "Mi piace"

    • Mettere in dubbio le “verità” ucraine equivale a fiancheggiare la propaganda russa!? Ho capito bene??? Questo atteggiamento è pari pari a quello degli invasori (invasati) russi! Lei si troverebbe benissimo nella Russia di Putin perché pensa e parla come la propaganda russa!
      Se lei vuole fare la guerra a Putin è liberissimo di prendere tutte le armi che può, caricarle sulla sua auto e andare in Ucraina ad aiutarli nella guerra! Non siamo un paese direttamente coinvolto in questa guerra (anche se, mandare armi, rischia di trascinarci dentro!), quindi l’informazione in Italia non dovrebbe essere una propaganda contro i russi che nasconde i crimini commesssi dagli ucraini come vorrebbe lei! Sbraiti e offenda quanto vuole ma le affermazioni che fa dipingono una persona invidiosa e frustrata.

      Piace a 2 people

    • Andrea ex sei come Gasparri .Quando i tuoi argomenti non sono più validi vai sul personale cerchi difetti personali pur di non continuare a ribattere perché ormai messo allo stretto.Mi fai schifo come tutti i personaggi televisivi stronzi dei quali 5u adotti la loro tattica SEI UN POVERACCIO

      "Mi piace"

    • Andreaex ! Sai che hai rotto piu che abbastanza con queste accuse di putinismo a chiunque nutra dei dubbi sulle ragioni per cui dovremmo scatenare il terzo conflitto mondiale e si interroga se dobbiamo tagliarci i coglioni per l ucraina ( che nemmeno sapevate dove stava , tranne per le utenze relative ..) dove stavi e stai quando si massacravano altri paesi vicini ? Sono di serie b ? Oppure vuoi riservarti una badante ucraina per il futuro ? O un utero in affitto e tutta la miseria che è la conseguenza del tuo pensiero ! E gente come te , peggio di un integralista islamico , che ha solo idee estremiste e non valuta che una guerra è una guerra e non lascia mai vincitori !

      "Mi piace"

    • Andreax, ma parti per un viaggio su Marte senza ritorno, hai davvero superato ogni limite della decenza con la tua ucrainofilia morbosa e la tua russofobia isterica e il tuo vedere Putin dietro ogni angolo. Oltretutto sei un gran maleducato con tendenze autoritarie. Ma perché non te ne vai almeno in Ucraina ad aiutare Zelensky? Almeno sii coerente con la tua posizione. Facile dire “armiamoci e partite”, parti pure tu.

      "Mi piace"

  5. A me sinceramente degli ucraini non frega niente, cazzi loro.
    Del resto il loro bisogno di non sottostare ad una dittatura è, appunto, loro, mica mio.
    Perché devo inimicarmi er cavaliere nero col missile più veloce del mondo ed il gas più a buon mercato.
    Tra l’altro e un buon gas, non vorrei che quello magrebino faccia perdere colpi al motore della mia auto.
    Meglio farselo amico Putin.

    Dittatura quella di Putin? E di quella draghiana non ne vogliamo parlare?
    Giornalisti brutalmente uccisi perché contestano il regime putiniano?
    E di quello che hanno fatto al povero Capuozzo? Mi si spezza il cuore al sol pensiero, spero non abbia speso troppo per la restituzione del premio, poverino.
    E poi in Ucraina ci sono i nazi mentre in Russia i denazificatori.
    Ed io starò sempre dalla parte di chi combatte il nazismo.
    Tanti civili ucraini morti? Io non credo né a Putin né a Biden, quindi non posso credere a Biden.
    Osteggiare l’azione denazificante di Putin, è favorire la guerra nazista degli ucraini.
    Meditate gente, diffidate della propaganda del vecchio scorreggione americano.

    Ho deciso che ogni tanto farò il putiniano per entrare il sintonia con la maggioranza dei commentatori su Infosannio.

    "Mi piace"

    • Faresti meglio ad esprimerti meglio! Tanto lo zio Sam ha deciso ! ” fuck the europe !” Si vede che ancora si sente creditore del piano Marshall e ci sono dei sinistri di stato che continuano ad avere cazzi loro per poterlo permettere ( tutti pagati prima dall urrs e poi rapidamente passati a coltivare vigneti ! Gente senza arte ne parte !i.Tutti arricchiti senza vergogna! Adesso il secondo atto ..

      "Mi piace"

    • Provo a stemperare un attimo: hai visto che l’Academy ha bannato Will Smith per 10 anni, per quell’episodio di 2 settimane fa in cui Chris Rock si è schiaffeggiato da solo?

      Tra il serio e il faceto, secondo me dovresti calmarti un attimo: respira, conta fino a dieci, fumati dei bei cannoni (aiuta sempre), prendi ferie se ne hai la possibilità e stacca un po’ (magari anche da qua, e questo lo dico con dispiacere), ma non perdere la brocca, sarebbe un vero peccato. Dopodiché, liberissimo di mandami affanculo finché ti pare, se credi.

      "Mi piace"

      • @Jonny Dio

        “hai visto che l’Academy ha bannato Will Smith per 10 anni, per quell’episodio di 2 settimane fa in cui Chris Rock si è schiaffeggiato da solo?”

        Ah ah ah 😄
        Diciamo che ha dato una gianciata sul palmo della mano di Smith.
        E l’Academy ha punito non colui che ha reso la sua guancia minacciosa ma il povero Will, che ha dovuto subire questa brutale prevaricazione fisica.

        I lodatori dei cannoni putiniani riescono a vanificare perfino gli effetti dei cannoni suddetti.
        Ma cercherò di seguire il tuo consiglio.

        Piace a 1 persona

      • E ha fatto benissimo Smith a tirargli un ceffone: quando si provoca, anche inconsapevolmente, è questo che succede! Dispiace che Smith si sia il giorno dopo scusato, evidentemente le sanzioni su di lui hanno fatto centro, non come quelle a Putin: il quaglia vale molto più dell’onore di questi tempi! Poi, basta infarcire il tutto con un po’ di pacifismo, di non-violenza, di tofu e l’imene ritorna nuovo, nuovo come e meglio di pria…

        "Mi piace"

    • Trovi argomenti con una qualche logica allora….si cali meglio nella parte!
      I suoi parallelismi sono privi di sostanza…esempi di menzogne, guerre e nefandezze USA-Nato ce ne sono a bizzeffe! E non è necessario andare nemmeno troppo indietro nel tempo.
      Faccia uno sforzo!

      "Mi piace"

  6. Andreaex diventi difficilissimo da leggere,
    Il primo colpevole è zelensky! Gli ucraini è a lui che si debbono ribellare. Ha vinto elezioni drogate con il 30 %, ha eliminato tutte le opposizioni e pretende che il popolo ucraino ( 100%)combatta per lui,, una mosca contro un elefante.
    Il capo cinese se ne è uscito: il guinzaglio alla tigre lo deve togliere chi glielo ha messo!!
    Tu ti scagli a parlare di libertà e democrazia con la vita, scopri che la tigre è assassina, ma dove eri dal 2014 al 2022? Hai voluto mettere il guinzaglio a che pro?
    Hai il coraggio adesso di dire : russi cattivi e ucraini buoni?
    Prenditi un time out, sentito
    Saluti

    "Mi piace"

    • Sono d’accordo con te Fabio, gli ucraini sono tutti nazisti.
      Secondo me hanno votato un presidente ebreo per lasciar intendere di non essere nazi, infidi eh?
      Ma a Putin non lo freghi mica.

      "Mi piace"

      • Ma non credo che Putin abbia detto che TUTTI gli ucraini sono nazisti. Hai un link dove dice “TUTTI”?
        E poi è abbastanza intuibile che in questo caso non si parli di nazisti intesi come adoratori dell’omino coi baffetti che danno la caccia agli ebrei, ma di una mentalità e metodi.
        Ora Putin viene definito il nuovo Hitler, ma non vuol mica dire che odia gli ebrei.

        "Mi piace"

      • @Guido
        Putin ha detto che voleva denazificare l’Ucraina.
        Se intende denazificarla sicuramente non si riferiva a 4 gatti.
        Altrimenti avrebbe dovuto denazificare pure la Russia, anche in Russia ci sono movimenti nazisti.
        Io credo a Putin e soprattutto credo in Putin.
        Certo che è una questione di MENTALITA E METODI.
        Sono veramente brutti quelli ucraini.
        Strano che gli ucraini non apprezzino la mentalità e i metodi di Putin, ‘sti ingrati!
        Pur di mantenere le loro brutte maniere sono disposti a farsi ammazzare da Putin facendolo peraltro apparire un sanguinario, sti bastardi.
        c’è pure chi vorrebbe farli entrare in Europa.
        Roba da matti caro Guido.

        "Mi piace"

      • Costui si ritrova privo di argomenti nella sua unilateralità Zeleskyana e ricorre al sarcasmo pensando che siamo tutti putiniani subnormali . Non è un partito di futbol, cretino (quanno ce vo’ ce vo’)! Lo vuoi capire?

        "Mi piace"

      • @Alfredo Reggiani

        Ma perché con un idiota come te dovrei essere serio?
        Oggi mi sono dedicato al sarcasmo, quello che Travaglio sparge da mesi a piene mani e che tu, imbecille patentato, raccogli con estrema soddisfazione.

        "Mi piace"

    • Ma poi perché tutti sti nazisti ucraini, che dovrebbero essere nazionalisti e quindi contrari alla adesione alla EU, vogliono avvicinarsi a noi?
      Siamo forse nazisti?
      Ma forse vogliono solo la nostra grana, è pieno di ucraini in Italia che non lavorano e scroccano dallo stato.
      Nazisti fancazzisti.

      "Mi piace"

      • Il calenda del blog

        E poi parli pure di tifoserie, proprio tu. Sei il braccio destro in salsa italiota di quel PAGLIACCIO improvvisato della Mala (Zelensky), che sta puntando alla distruzione TOTALE dell’ucraina, ma senza rischiare NIENTE in proprio: nemmeno un graffio da un gatto morto sul volto per far scena, tutto fresco e riposato per un nuovo set, preso com’ è a stare in tutti i salotti del mondo. Magari gli passano pure la mazzetta in nero tra un cerone e l’altro, tanto poi ci penserà lui a restituirla al popolo che ha fottuto come meglio non si potrebbe, invece di difenderlo e TUTELARE…

        NON sei nemmeno un tifoso scemo come vai dicendo agli altri. Sei un TROLL che ha votato il farabutto di rignano sull’arno perchè è come lui…

        Zelensky è il BOMBA pericoloso dell’ucraina e tu un suo fan. Tu sei come renzie DENTRO, un supercazzolaro CAZZONE. Questo sei con i tuoi sofismi sul nulla infarciti solo dal tuo ego idiota e da una dialettica cialtrona e MARCIA alla calenda.

        Sei un calenda. E pure cogli*ne, ma per davvero, non per finta.

        "Mi piace"

      • ma, se non sa di cosa si parla, e quello che scrive lo fa supporre con un grado di precisione
        che varia dal 95 al 99%, perché ha la pretesa di parlarne?

        non le spiego nulla, mettere acqua in un colabrodo non è utile per trasportarla
        quindi passo la mano

        rimanga con le sua convinzioni e continui a “sinceramente degli ucraini non frega niente, cazzi loro.”
        che è l’opposto di ciò che penso io, che m’importa sia dei russi che degli ucraini tirati in ballo
        da certe scelte di otto anni fa (e per me parte della colpa è dell’allora presidente Janukovyč che non
        ha saputo gestire la piazza lasciando così campo libero all’oscenità successiva)

        al che verrebbe da porsi la domanda sul perché interviene, a me del calcio, ad esempio non importa
        nulla, e di conseguenza se ci fossero articoli che ne parlano li salterei e non commenterei,
        mentre lei si ostina a fare il contrario, avrà del tempo da perdere… o l’insonnia visto l’orario
        (se corrisponde a quello italiano) dei commenti

        Piace a 1 persona

    • Concordo ! Avere visto il ” baciamano ” della cogliona a capo della delegazione in visita a Kiev mi ha fatto vergognare per sta cogliona , ma dove hanno messo il loro cervello oramai all ammasso per andare a vedere i morti e sdegnarsi con smorfie degne di un utile idiota ! Ma quando mai si vanno a baciare le ciabatte di un attore che sta massacrando il suo popolo per essere ricevuto ovunque come un eroe ? Io sono basita!

      "Mi piace"

    • Ho la netta sensazione che Zelenski voglia a tutti i costi l oscar per migliore interprete della sua personale interpretazione! Forse l academy la toglierà a Will e cosi Zelenski si riappacifica con se stesso a spese del suo popolo ( tanto Franceschini si e portato avanti! Ricostruzione del teatro ! Mentre ad Amatrice siamo ancora nella merda ! Chi si è ” imbertato “come al solito tutti i soldi ?

      Piace a 2 people

  7. Andreaex tu non hai capito niente come al solito
    Vuoi dare le armi agli ucraini perché è giusto aiutare un popolo oppresso contro l’invasione!!!
    Chi sono gli ucraini di cui parli?????
    Il 70 % degli ucraini non vuole la guerra, tu li hai mandati in guerra!!!! Chi si sta difendendo sono i gruppi militari che appoggiano zelenky, l’ebreo filo nazista!!!!
    Tu sei quello che arriva a marzo 2022 e se la prende con putin!!!!
    Perché secondo te, a putin interessa l’Ucraina!!!!
    Andreaex : prenditela con tutti i russi ( putin ha l’83% di sostegno da parte del suo popolo)
    Non capiscono niente nessuno!!
    Fatti un giro in ucraina, parla con un po di ucraini e tira le somme( il 90% e con zelenky???)
    Vai a dormire che domani si va a pesca che è meglio….

    "Mi piace"

    • “l’ebreo filo nazista”

      eviterei di fare commenti simili dato che Z. è al massimo un opportunista che ora
      si trova a dover gestire cose al di fuori della sua portata, non so se morale, caratteriale o
      semplicemente tecnica.

      tra tutti è quello meno invischiato con le ‘tecniche’ di nazismo sorte in ucraina
      che solo per pochi ha l’aspetto più palese delle croci uncinate

      rammentare che la sua avventura politica è iniziata con un bluff tendente a pubblicizzare
      un suo prodotto editoriale per la TV, la terza serie del sceneggiato che ora viene venduto
      in tutto il mondo (allora chi mai lo avrebbe acquistato? al massimo i paesi baltici e la Polonia)

      purtroppo gli ucraini hanno creduto che fosse tutt’altro e alle promesse di pacificazione
      senza la via delle armi per il Donbass, alla lotta alla corruzione, alle promesse di una maggior
      integrazione con l’UE, che dopo otto anni stentava a diventare reale nonostante le promesse
      pre Maidan, hanno dato credito e l’hanno scelto

      ma la palude degli oligarchi ha poi deciso in tutt’altro modo e per gli ucraini -normali- le cose sono
      andate sostanzialmente sempre peggio, in tutti gli ambiti, sino alla decisione di prepararsi
      all’attacco finale al Dombass (immagino contando su quali appoggi palesi ed occulti).

      "Mi piace"

  8. Chissà come sarebbero gli editoriali di Travaglio, se l’Italia confinasse con la Russia.
    A leggere certi commenti, tempo al tempo, presto lo scopriremo.

    "Mi piace"

    • Brad,se noi confinassimo con Putinlandia probabilmente Travaglio farebbe il carrozziere, chi può dirlo?
      Mentre non ci sono dubbi su quello che farebbe il nostro esercito: dalla campagna di Francia in poi ci siamo distinti per il nostro encomiabile coraggio. E continuiamo a farlo: il coraggio del divano.
      E tu faresti il filosofo, dopo l’incontro con Canfora avresti scelto la strada giusta.

      Piace a 1 persona

      • Angelina, tu quoque!!!
        Ma non sai che i nostri COMSUBIN, i Lagunari, i parà della Folgore e del Battaglione San Marco sono pieni di Camerati che sfoderano croci celtiche ed il migliore armamentario del ventennio?!? Anche se è stato una mezza vita fa, te lo garantisco in prima persona!!
        Ma farebbe benissino Vladimiro il Santo ad invaderci, c’è urgente bisogno di de-fascistizzare l’ItaGlia tanto schifata anche dal gatto!
        Purtroppo per noi, non possediamo le immense ricchezze minerarie, di gas naturale e di impianti industriali che ci sono nel Dombass, e quindi dubito che possa santificarci con la sua presenza per una pizza con la pummarola o per prendere il sole sulle spiagge delle nostre parti.
        Stay tuned 😉

        "Mi piace"

      • Brad, non ho capito niente di ciò che hai scritto, forse perché non sono tuned in questo periodo.
        Comunque a scanso di equivoci, per quel poco che so della guerra (non riesco ad interessarmene essendo egoisticamente presa dagli affari miei) sono assolutamente d’accordo con MT.
        No, nel caso non si fosse capito.

        "Mi piace"

      • Frankie go home e la gestione della complessità: COMSUBIN, i Lagunari, i parà della Folgore e del Battaglione San Marco…e l’assalto ai mobili della CGIL. Letteratura comparata con Canfora o con Walt Disney?

        Ah ah ah!

        "Mi piace"

      • Paola, no problem! Qui sei fra amici, e quando vuoi farti due risate le gabbie di questo zoo dalla variopinta fauna sono sempre aperte! Invece il gatto dalle idee siamesi (razza che devo dire amo particolarmente) ha ben capito a cosa mi riferivo, ed infatti l’ha buttata subito in caciara citando note spie dell’MI6!
        Ecco, ora mi aspetto un bell’insulto alfanumerico!! 🤪

        "Mi piace"

    • è prevista una invasione dell’Austria con il bel tempo?

      se avanzano con questo ritmo, l’arrivo potrebbe essere tra pasqua 2024 e quella del 2025
      ma quella ortodossa, non la nostra

      Piace a 1 persona

  9. “Il 70 % degli ucraini non vuole la guerra”
    Secondo me è il 100% degli ucraini a non voler la guerra.
    I combattenti che vediamo sono infiltrati della Nato, non ucraini.
    Zelensky nei video che lo filmano sulle strade delle città distrutte sembra essere apprezzato financo dai sopravvissuti alla devastazione, ma deve essere propaganda Nato, secondo me sono comparse ingaggiate da Sean Penn.

    "Mi piace"

    • Andreaex se il 100% non avesse voluto la guerra, tu non avresti mai avuto 2014-2022 i morti nel donbass
      Che come dice paola bl sono tutte opere di putin…
      Chi si è prestato a mettere il guinzaglio alla tigre( secondo paolabl, putin ha fatto tutto da solo nel donbass) se non una parte ucraina?
      La stessa parte( filonazista) che pretende ribellione da tutti gli ucraini, e chiede a te andreaex di aiutarla a sconfiggere la tigre……

      "Mi piace"

      • Ottima analisi, concordo Fabio c.
        Gli ucraini che combattono sono tutti filonazisti, oppure sono costretti dai filonazisti.
        Sono d’accordo con te, perché ti scaldi?
        Confidiamo nella tigre del Cremlino.

        "Mi piace"

  10. Quarda che l’unico Putinisno per idee qui sei tu.Non c’è nessuno Putiniano,io non do la responsabilità della guerra solo a Putin ma forse come responsabilità ne ha molto di più la Nato quindi gli Usa.La Spagna che è nella Nato non ha inviato armi all’Ucraina Draghi con i LettaMaio le porterebbe personalmente .Adesso non bastano le armi ci chiede di andare a puttane ,si crede un grande stratega affamandoci, come ha fatto con la Grecia.La Grecia per sottostare ai desideri europei Draghiani americani nonostante abbiano dimezzato l’importo delle pensioni spendono il 4 % del loro PIL per armamenti. E comunque stai sicuro che se non abbiamo più il gas russo l’economia italiana se ne va a catafascio e per favorire gli americani e gli inglesi tu rimarrai senza pensione e in più la guerra durerà in eterno.La fontana di Trevi comunque l’ha già mostrata ai futuri padroni.Sei tu che non accetti idee diverse dalle tue.Dentro di te non lo sai ma tu sei come Putin

    Piace a 2 people

    • Non ce la faccio a non vedere lo spazio dopo il punto, è Terribile!
      La barra spaziatrice ce l’hai o te l’hanno sabotata i naziucraini?

      "Mi piace"

      • Non so scrivere come te , ma mi accorgo che la verità al Putiniano vero le fa male.Sei tu Putiniano fascista integralista fottuto con il cervello a compartimenti stagni.

        "Mi piace"

      • @Terribile

        Battere sulla barra spaziatrice potrebbe rendere più seducente il tuo PUTIN DI VISTA.
        Era solo un consiglio.

        "Mi piace"

  11. E anche oggi niente ponteggi e niente pannelli solari, di pensione non se ne parla proprio.
    Troppo impegnato a cercar di nascondere chi ha messo il sonaglio al collo della tigre,
    O forse, ed è la cosa più probabile, lui proprio non si è accorto di niente, e perciò casca dalle ( ponteggio ) nuvole.

    "Mi piace"

    • Roby
      Giornata ventosa, le zucche senza semi riempita di letame si stanno dando un gran da fare, mancavi solo tu, peccato tu sia stonato/a

      "Mi piace"

  12. Mi sfugge qualcosa. Se un democratico dittatore invade con dei pretesti ( per nascondere ben altri interessi) con il proprio esercito di galantuomini con carri armati, bombarda le città, i teatri e la croce rossa, stupra le donne ed i bambini, tortura e ammazza i civili, rapisce e sostituisce i sindaci delle città, assedia ed affama le persone la colpa è di chi viene invaso perché reagisce e resiste, combatte e chiede aiuto a destra e a manca con ogni mezzo per evitare di diventare una Nazione fantoccio al servizio del democratico dittatore? Se è così, buon 25 aprile a tutti quelli che lo sostengono.

    Piace a 4 people

    • 25 aprile,
      Parola grossa, liberazione o occupazione?
      Se non ricordo male l’itagglia, inizio conflitto, era dalla parte dei cattivi, finanziata dagli angloameri-cani, dopo, alla fine, firmata una resa senza condizioni, siamo passati armi e bagagli, al servizio h24, degli angloameri-cani 113 basi us nato sul suolo itaggliano, non sia mai che non dovessimo restituire i soldini avuti in prestito, infatti l’oro della banca d’Italia nessuno sa dove sia finito e ci ritroviamo un debito di oltre 2500 miliardi e una catastrofe economica alle porte.
      Viva viva il 25 aprile,

      "Mi piace"

      • Eccolo un pacifista putiniano, si rammarica che ci sia stata una liberazione dal nazifascismo.

        Il problema il 25 Aprile non ce lo avrai tu, Cagliostro.
        Uno come te il 25 Aprile può averlo festeggiato come lo festeggia la coatta o il capitone.
        Diverso il discorso per tutti quei cazzoni di estrema sinistra che cantano Bella Ciao, parlano di libertà e di lotta contro il nazifascismo.
        Mi divertirò a vederli sfilare cantando Bella Ciao mentre dovrebbero intonare Ciao Bella.

        Il Nazismo ed il fascismo sono dittature.
        E nelle dittature muoiono gli oppositori politici ed i giornalisti.
        Ciò accade in Russia, non in Ucraina, cari gestori della complessità.

        "Mi piace"

      • Gentile Cagliostro, è vero abbiamo pagato( e lo stiamo ancora oggi pagando) un prezzo altissimo in termini geopolitici ai guerrafondai USA. Però personalmente preferisco questo modello di democrazia nostro (seppur malato ed imperfetto) che al modello dell’ex URSS e delle dittature tutte in generale. Proprio perché i nostri nonni hanno vissuto la dittatura, abbiamo il dovere di conservare la loro memoria ed onorare chi ha dato la propria vita per poterci sentire e dire oggi di essere liberi. Cordialità.

        Piace a 2 people

      • Inutile raccontare la storia di questo Paese…. siamo ancora al romanzo fantasy della liberazione….da noi stessi.

        "Mi piace"

    • Davide, anche a te il buongiorno viene dato alle 12, quando il mondo si alza alle 5 e i treni son tutti partiti alle 11,
      Saluti

      "Mi piace"

      • Spero che riesca a ritrovarlo, non vorrei che rimanesse senza, anche se dal suo commento non sembra ne faccia uso.

        "Mi piace"

      • Ti ex si è risvegliato, niente ponteggi neppure oggi,
        Incredibile come i coglioni nascono a coppie,
        Questi sono amici tuoi, camice double face, prima tutte nere poi tutte rosse,

        "Mi piace"

      • Gentile Fabio c, mi perdoni, ma non sono all’altezza sua per poter comprendere il suo illuminato pensiero. Non me ne faccia una colpa. Cordialità.

        "Mi piace"

    • La vicenda è un po’ più complessa di come Lei la descrive… e quando leggo commenti come i suoi mi viene subito in mente un passaggio di una nota poesia del Giusti: ” Il suo cervel Dio lo riposi, in tutt’altre faccende affaccendato a queste cose è morto e sotterrato” ,sarà un caso…

      Piace a 1 persona

      • Il Cagliostro non si è accorto che la Roma fascista del 1940 assomiglia alla Mosca del dittatore Putin nel 2022.
        Ma forse se n’è accorto ed è proprio per questo che ama Mosca e detesta Kiev.

        Sfilerà per la “pace” insieme a Tracia&Friends.

        Riuscireanno a trovare un compromesso?
        Canteranno Bella Ciao col braccio teso?

        Piace a 1 persona

    • La guerra dura da 8 anni e ha già creato 15000 morti.Ti faccio presente che gli Ucraini nazifascisti amici di Zelenski hanno assaltato una camera del lavoro e ammazzato tutto quelli che vi si trovavano.Hanno scannato donne incinte buttato i loro bambini dalle finestree il 35 aprile secondo te dovremmo festeggiarlo con Zelenski???

      "Mi piace"

      • La Roma 1940 assomiglia alla Roma di oggi con dei coglioni come te che inneggiano a Grisù,
        Bandierine al vento agitate dalla propaganda di regime,

        "Mi piace"

    • @ Davide

      Già perché.
      Un dittatore aggredisce un paese pacifico, ne bombarda le città e i suoi obiettivi civili, assolda bande di criminali mercenari per torturare e uccidere la popolazione inerme e nei paesi occidentali vi trova molti simpatizzanti se non aperti sostenitori.
      Una vecchia storia che parte dal primo dopoguerra, se non prima, e arriva ai giorni nostri.
      La storia di un pacifismo ” di parte” che non vede l’invasione dell’Ungheria e della Cecoslovacchia bensì la guerra del Vietnam.
      Che non dà peso all’invasione della Cecenia, all’annessione della Georgia e della Crimea, alla guerra in Siria ma alla guerra dell’Iraq presta attenzioni esemplificative.
      Un pacifismo di parte e, alcune riflessioni di George Orwell in merito:
      ” È un fatto che il pacifismo non esista se non in comunità i cui membri non credono alla possibilità reale di una invasione e di una conquista straniera… Nessun governo potrebbe operare secondo principi puramente pacifisti, poiché un governo che rifiutasse di ricorrere alla forza in qualsiasi circostanza potrebbe essere rovesciato da chiunque fosse pronto a utilizzare la forza. Il pacifismo rifiuta di affrontare il problema del governo, e i pacifisti pensano sempre come persone che non si troveranno mai in una posizione d’autorità, ed è per questo che li considero irresponsabili…»

      “La propaganda pacifista tende naturalmente a dire che i due campi sono egualmente cattivi; ma se si studiano più attentamente gli scritti dei giovani intellettuali pacifisti, si vedrà che, lungi dall’esprimere una disapprovazione imparziale, essi sono diretti quasi interamente contro l’Inghilterra e gli Stati Uniti. Inoltre, inevitabilmente, essi non condannano la violenza in se stessa, ma solamente la violenza che è utilizzata per difendere i paesi occidentali. I russi, a differenza degli inglesi, non sono in alcun modo biasimati per il loro apparato bellico». Infine un’affermazione che risale all’epoca bellica: «Se Hitler potesse conquistare l’Inghilterra cercherebbe, ipotizzo, di favorire qui lo sviluppo di un ampio movimento pacifista, in grado di impedire qualsiasi resistenza seria e facilitargli il controllo del paese».

      Orwell, non aveva dunque una grande opinione dei pacifisti, considerandoli nell’ipotesi più benevola portatori di errori logici e in quella meno benevola dei potenziali utili idioti a sostegno dei despoti che le guerre le scatenano.

      Piace a 5 people

      • Gentile Rosario, leggo con interesse il suo intervento. Aggiungerei che nel nostro paese è da decenni in atto una demolizione delle istituzioni quali l’istruzione e la giustizia, avente come intento la perdita della capacità di analisi critica della realtà dei fatti e delle informazioni che ci vengono date, con lo scopo di una più facile manipolazione e controllo del popolo, diviso ormai in vere e proprie tifoserie. Avendo perso tale capacità, risulta molto più semplice insultare e deridere le altrui idee piuttosto che argomentare le proprie. Cordialità.

        Piace a 2 people

      • Signor Rosario,
        Lei ha tranciato il suo giudizio insindacabile sugli avvenimenti cui stiamo assistendo… Per televisione.
        E ha pronunciato le sue sentenze di condanna definitive e senza appello.
        Le esecuzioni le eseguirà la Nato . Che con questa guerra non c’entra assolutamente niente, immagino.

        "Mi piace"

      • Gentile, concordo. Solo che per molti Fedro è magari un calciatore brasiliano degli anni 80, compagno di Socrates nel Corinthians. Cordialità.

        "Mi piace"

  13. A denti stretti
    Autore originale del testo: Luigi Altea

    Benché il popolo italiano sia ricco di fantasia, nessuno era ancora riuscito a dare del guerrafondaio ad un termosifone.

    Ci ha pensato Mario Draghi, seppure con un’astuta forma interrogativa, che lascia la responsabilità della deduzione ai bisognosi di riscaldamento.

    Il Presidente del Consiglio ha fatto benissimo ad astenersi dal fornire dettagli per motivare la sua singolare tesi.

    Infatti, quando non si tratta di alta finanza, materia nella quale è imbattibile, al professore le spiegazioni riescono meno convincenti.

    Ed inoltre, la natura che arbitrariamente distribuisce i suoi doni, non ha concesso a Mario Draghi quello della comunicazione empatica.

    Immobile, ogni gesto assente, l’espressione tesa, l’esposizione confusa, la voce fioca, pare emettere i suoni attraverso le narici.

    Anche il Migliore, pur beneficiando di una particolare grazia per diretta emanazione quirinalizia, non è perfetto…

    I suoi discorsi sono monotoni, le parole secche, didattiche e noiose come il sermone di un pedagogo.

    E tuttavia, quello che mi impressiona maggiormente è il suo modo di masticare le frasi in orizzontale, come se avesse paura di spalancare la bocca, e si ritenesse per non mostrare pubblicamente i canini.

    Essendo un pacifista militante, rinuncerò al termosifone e anche all’aria condizionata.

    Serenamente mi accingo ad andare incontro ad una immeritata morte di freddo o di caldo.

    E tuttavia, se prima di me ingiustamente dovesse morire Mario Draghi, io non piangerò che molto moderatamente.

    Piace a 2 people

    • Tracia,
      aggiungerei che a me non sembra neanche particolarmente ferrato in Finanza, anzi si direbbe “cozzina” proprio, altrimenti capirebbe che la mancanza di gas non si traduce in ‘qualche grado in meno di riscaldamento’, ma nel crollo di un intera economia, per via della chiusura di tante attività, in campi disparati, che del gas necessitano…
      “Ma è del mestiere questo? ” direbbe Zalone…
      E, soprattutto, com’è che ce l’hanno appioppato?

      Piace a 3 people

  14. Chiunque ieri sera a 8e mezzo abbia visto quella grande figlia di Putin (tale Olga giornalista di russia24) si renderà che le guerre da combattere sono più di una, ovvero bisogna distruggere la macchina mistificatrice che crea prove false, opinioni drogate e Pittbull guardiani del Cremlino. Ai boccaloni che si bevono tutto questo da oggi si è aggiunto ufficialmente Travaglio, il quale non cerca la verità perché la differenza è che lui ha la De Cesaro mentre Giannini la bravissima Mannocchi

    Piace a 3 people

    • Boccaloni che si bevono tutto, paolabl
      Devi avere uno stomaco che è una cisterna, visto la tua specialità ad ingurgitare ogni sorta di spazzatura,

      "Mi piace"

    • quindi lei sa quale è la verità vera e lo sa per via che viene diffusa
      dalla propaganda a cui lei s’appoggia per informarsi o perché
      ne è detentrice a priori?

      certo che, da una che travisa gli accordi di Minsk con accordi di pace,
      non è che sulla sua verità si possa contare molto

      le farei presente che in Russia i media pro occidente possono pubblicare a patto che
      dichiarino d’esserlo e che indichino se ricevono finanziamenti da questi paesi
      al contrario dell’occidente dove i media russi sono bloccati e ne è impedita la diffusione locale
      (hanno tentato di bloccare quelli in madre patria con dei DDoS mirati ma le protezioni, dopo
      i primi attacchi, sono state attivate e quindi hanno ripreso a funzionare, letto nulla di analogo contro la7?)

      Piace a 1 persona

    • @paola
      Quello di portare Francesca Mannocchi (oltre al Dipartimento di Stato Usa, e Quirico, e Gabrielli) dalla parte dei “dubbiosi complessi” alla Capuozzo, è il top dell’editoriale di oggi. Siccome però alla Mannocchi ci tengo, voglio precisare che la fossa comune citata da Travaglio è una delle TANTISSIME altre fosse comuni scavate invece dai RUSSI per metterci dentro i civili trucidati da loro. CHIARO?
      Quello che pensa la Mannocchi di Bucha, dopo esserci stata, è questo:

      “Quello che abbiamo visto è qualcosa che rientra, purtroppo, nella lingua delle guerre quando prendono la loro forma peggiore cioè quando si trasformano in EVENTI PIJNITIVI. Ed è esattamente questo che sembra essere accaduto a Bucha. Un esercito, quello ucraino, che inizia una controffensiva per liberare delle città occupate e l’esercito russo che prima di ritirarsi punisce la popolazione. E’ difficile dire con esattezza quando siano state uccise le persone che abbiamo visto, certamente molte di quelle persone che abbiamo visto stese nelle fosse comuni e nelle cantine delle case sembravano essere state uccise da pochi giorni, questo sarebbe coerente con l’idea che i soldati russi prima di ritirarsi abbiano in qualche modo davvero punito la popolazione. Al di là di quello che in apparenza possiamo registrare con un semplice esercizio di osservazione, sono le voci delle persone, le voci dei testimoni e dei sopravvissuti che ci aiutano a rimettere insieme i pezzi e i dettagli. Sono voci di persone che raccontano che negli ultimi giorni dell’ occupazione, i soldati russi sparavano alle persone in strada, uscivano quasi a pattugliare le vie di Bucha per cercare le persone che provavano a scappare uccidendole a sangue freddo. Questo è del tutto coerente con l’immagine diffusa sabato che ha mostrato decine di corpi lungo la via che abbiamo percorso ieri che è davvero distrutta, non c’è un edificio risparmiato dai combattimenti per centinaia di metri. Queste sono le voci delle tragedie quando si espongono massivamente. Purtroppo però ci sono poi anche molte tragedie più piccole: un uomo che ci ferma lungo la strada per mostrare il corpo del suo vicino di casa, un ragazzo nemmeno ventenne che chiaramente è stato giustiziato perché ha un colpo in testa. Naturalmente noi non siamo chiamati a dare responsabilità, è certo vero che tutto lascerebbe pensare che siano giovani di Bucha giustiziati dall’esercito occupante.”

      Piace a 2 people

    • Visto anch’io la giornalista russa dalla Gruber ieri sera.
      E mi son detto: complimenti alla Gruber per il coraggio che dimostra nel far sentire un pochino dell’altra campana.

      Non era vero niente.
      Continuamente interrotta e zittita dalla signora delle 8 e mezzo, a giornalista di Russia24,cnon ha mai potuto concludere un solo concetto che è uno.
      Cosi, la Gruber, che voleva fare la sua bella figura della democratica, si è resa solo ridicola. E ha fatto pena.

      "Mi piace"

    • Gsi, genio, hai notato anche il panico che si é impadronito della “scarpa” quando Caracciolo le ha chiesto di specificare i piani? Io ho avuto la netta sensazione che non fosse nemmeno da sola… È bellissimo vedere giornalisti così liberi

      "Mi piace"

      • Io invece ho passato il tempo a domandarmi perché la giornalista russa avesse sul tavolino la statuina di Dart Fener di “Guerre stellari”….

        "Mi piace"

      • Paolabl,
        La tua fobia verso i russi ti ha fatto vedere i fantasmi dietro alla giornalista?
        Al prossimo ospite russo in tv (raro come i commenti seri che posti tu), prova bevi una rilassante tazza di camomilla alla melatonina.

        1) che vuoi che sappia una giornalista dei piani militari che hanno in mente Putin e i vertici militari russi? Come chiedere a Gramellini i piani militari della Nato.
        Caracciolo ha fatto la figura del frescone.

        2) hai notato la figura di palta della Gruber quando ha chiesto alla giornalista se i russi erano ancora amici degli italiani e lei le ha ribaltato la domanda chiedendo alla Gruber se gli italiani erano ancora amici dei russi?

        Povera Gruber, ha dovuto chiudere in fretta furia baracca burattini perché non sapeva più che pesci pigliare.

        Povera tv italiana sdraiata a tappetino agli interessi dalla Nato che è l’attore principale della guerra in Ucraina.
        Che pena mi fai.

        "Mi piace"

  15. Recentemente guardavo filmati in india di un cacciatore ( in senso buono) di cobra
    Fatalità in un suo soccorso king cobra lestissimo lo ha morso mandandolo al creatore
    Che si fa?
    Idea, chiamiamo a raccolta tutti gli uomini della terra ( quelli dalla parte buona) per uccidere titti i king cobra : è a rischio l’esistenza dell’umanità intera!!
    Valori come amore, libertà, fraternità sono tutti a rischio fin quando i king cobra saranno liberi di scorazzare.
    Nel paese arriva un cinese, dimostra l’utilità nella società del king cobra, (mangia altri serpenti che a loro volta si cibano di topi), nonostante la sua pericolosità ( è dal tempo dei tempi che gli uomini muoiono per il morso accidentale dell’animale) libera una casa rurale da suddetta presenza e lo rimette in libertà in aperta campagna.
    Tutto finito? No
    In un altro villaggio un indemoniato sta facendo di tutto per la campagna contro il cobra reale e moltissimi uomini mandano armi, di tutto e di più per sostenerlo…….

    Piace a 1 persona

    • il tempo delle parabole è quello giusto, essendo in prossimità della Pasqua

      ma eviterei di proseguire oltre per una strada dove hanno fallito persone ben più capaci

      "Mi piace"

  16. “Osceno” è ormai diventato anche Travaglio con questa sua assurda campagna quotidiana contro chiunque si dichiari contro Putin, schierandosi quindi di fatto in difesa di Putin per sbianchettare e giustificare la sua scellerata guerra…. Non so se sia diventato anche “scemo” , ma non mi permetto di solito di usare questo genere di insulti che lui invece ormai affibbia ad avversari politi o colleghi. Di certo ha perso lucidità ed equilibrio, animato solo da un livore personale contro tutti i colleghi giornalisti e i “giornaloni” che a suo dire sfornano solo bugie, atteggiandosi a unico detentore della verità. Sono stata “sostenitore” de “Il Fatto” per anni, perchè, la ritenevo una voce utile (insieme ad altre) nel panorama della stampa italiana, per dare informazioni, fatti e opinioni, specie in tema di giustizia , che in altri non si trovavano. Ma ora ho disdetto l’abbonamento perchè non posso più dare il mio pur modesto sostegno a chi sta conducendo una battaglia sbagliata e nefasta per le conseguenze devastanti e drammatiche che sta provocando in primo luogo in Ucraina, ma per tanti aspetti anche in Italia e in Europa. Checchè ne pensino i troll in servizio permanente che imperversano sulle pagine di infosannio, io penso che nessuna giustificazione, nessun alibi deve essere dato a Putin. La difesa dell’Italia e dell’Europa futura passa per la difesa dell’Ucraina oggi da Putin , piaccia o no. La guerra all’Occidente con l’invasione dell’Ucraina l’ha voluta Putin. Lui ha mandato il suo esercito ad occupare quella terra, e l’ha fatto perchè non era ancora difendibile militarmente dalla Nato, contando sulla debolezza, le divisioni dell’Occidente e le divergenze di interessi tra Europa e USA! Quindi è Putin il nostro nemico, di oggi e di domani. Poi ditemi voi come si farà a fermarlo, che non sia la resa e la cessione di territorio ucraino…preludio a future fruttuose “operazioni speciali” in Europa. Oltre al ricatto atomico permanente.

    Piace a 2 people

    • Ahahahah ahahah ahahahah ahahah ahahahah
      Solo leggendo il primo mezzo rigo mi viene da ridere, cambia mestiere,

      "Mi piace"

    • Certo Magda, più passano i giorni e più mi rendo conto che lo spaventoso entourage di Putin può essere una minaccia per tutto il mondo, sia per i nemici ma anche per gli stati suoi amici che possono essere sedotti dalla propaganda

      Piace a 1 persona

      • Ma Brezza, guarda che si capiva senza che precisassi che era per la Maga Magò: la tua risposta è esattamente allineata a tutte le risposte degli altri utenti che le hanno controbattuto…

        "Mi piace"

      • @ Anail, grazie della precisazione e del più gentile epiteto ( “Gazzella”) affibbiatomi finora. Mi mancava il suo nome nel medagliere dei miei contestatori , che appendo quindi al mio petto di “nonna con elmetto” (ovviamente ” arteriosclerotica”,” vecchia nazista rincoglionita” , puzzolente”, ecc.. ) . Son soddisfazioni!

        Piace a 1 persona

      • Non era riferito a te, l’epiteto.
        Era l’accenno ad un’utente di qualche tempo fa, i cui commenti, si fa per dire (è stata definitivamente bannata), preferivo saltare. Dicevo, per scherzo, che a forza di saltare mi stavo preparando alle olimpiadi.
        Quindi era un post “capibile” solo dai vecchi commentatori…
        Non mi permetto, comunque, di usare gli epiteti di cui scrivi né con te né con altri, tantomeno in riferimento all’età.
        Non essere però tanto soddisfatta, anche se ovviamente lo dici in modo ironico, perché saprei essere ben più tagliente, pur non usando banali epiteti.
        Perciò salto ed evito… 🤸‍♀️

        "Mi piace"

      • E che ne sapevo? Io di solito scrivo di volta in volta, non guardo tutta la sequenza. Ma poi, le persone non iscritte, che non possono verificare se un messaggio è rivolto a loro, potrebbero basarsi sulla posizione per attribuirselo.
        Meglio chiarire… non costa nulla.

        "Mi piace"

    • Io fossi in lei Magda abdicherei a qualsiasi fonte informativa di cui lei si abbevera copiosamente! Meno male che é in pensione! Sperando che non continui ( come tutti insegnanti ed ex ) ad abbeverersi con lezioni di supporto in nero !!sarei preoccupata per i miei figli!

      "Mi piace"

  17. GUERRA IN UCRAINA/ “Potrebbe finire presto”: cosa c’è dietro la dichiarazione russa

    Pubblicazione: 09.04.2022 Ultimo aggiornamento: 08:28 – int. Marco Bertolini

    Putin non ha mai voluto conquistare la capitale dell’Ucraina. Il suo obiettivo erano il Donbass, la Crimea e il corridoio di Mariupol. E lo ha quasi raggiunto

    Si sta sempre più svelando quello che era l’obiettivo della Russia fin dall’inizio e anche l’affermazione rilasciata nelle ultime ore dal Cremlino (“L’operazione speciale in Ucraina potrebbe finire presto”) sembra avere un suo significato.

    Secondo il generale Marco Bertolini, già comandante del Comando operativo di vertice interforze e della Brigata Folgore in numerosi teatri di guerra, dalla Somalia al Kosovo e all’Afghanistan, “sin dall’inizio ho sempre sostenuto che l’obiettivo di questa guerra era quello che Putin aveva sempre dichiarato: l’indipendenza delle due repubbliche del Donbass, la conferma della sovranità sulla Crimea e quella striscia di territorio che collega la Crimea alla Russia”. Il ritiro delle forze russe dalla regione della capitale e il concentrarsi delle truppe verso sud-est lo confermerebbe: “La Russia non avrebbe mai la forza di occupare l’intera Ucraina e questo non è mai stato il suo scopo”.

    Mosca ha dichiarato che i suoi obiettivi sono stati raggiunti. Come giudica questa frase?

    Stiamo vedendo realizzarsi quello che personalmente ho sempre sostenuto. Lo sforzo principale della Russia era indirizzato, sin dall’inizio del conflitto, verso la conferma dell’occupazione della Crimea e del Donbass. D’altronde è anche quello che Putin aveva sempre detto: liberare le due repubbliche autonomiste, mantenere la sovranità sulla Crimea e una Ucraina non nella Nato. Adesso che Mariupol sta cadendo gli obbiettivi sono a portata di mano.

    Quindi non è mai stata una guerra a tutto campo contro l’Ucraina?

    Valutando la manovra militare in atto, ritengo sia credibile che quelli citati fossero i piani russi, non solo perché lo ha detto Putin ma soprattutto perché lo possiamo vedere sul campo e sulle mappe.

    A questo punto però è giusto chiedersi: l’approccio a Kiev era intenzionale con l’obiettivo di conquistarla, era solo un modo per tenere impegnato l’esercito ucraino lontano dai veri obiettivi o effettivamente i russi sono stati costretti a desistere e a ritirarsi. Quale delle tre?

    Ci sono istituti di studi militari, soprattutto l’Institute for the Study of War americano, che hanno sempre sostenuto che l’obiettivo principale russo fosse la conquista di Kiev. Ma ho sempre avuto dei dubbi.

    Perché nutriva dubbi che non fosse così?

    Uno sforzo principale sulla capitale sarebbe stato difficile da sostenere dalla Bielorussia senza passare dal territorio russo e poi Kiev era molto distante. Guardando a quel che è stato fatto, i russi si sono fermati alla periferia, non hanno mai bombardato in maniera intensiva la città. Kiev stessa non ha mai creduto alla possibilità di un attacco, visto che operazioni di fortificazione all’interno della città non sono mai state fatte. Piazza Maidan è sempre stata libera e illuminata anche di notte, le immagini dei cittadini che fabbricano molotov sono una barzelletta, una cosa ridicola dal punto di vista militare. I russi sono rimasti nelle periferie, hanno impegnato le forze ucraine in modo che non potessero concentrarsi in massa nella zona del Donbass e della Crimea. Adesso stanno completando la conquista di Mariupol ed è quello che si erano prefissi.

    Quindi Putin sta per cantare vittoria?

    Al netto di tutto quello che è successo nelle varie città della zona di Kiev, direi di sì. Anzi dirò di più: anche lo sforzo verso Odessa è sussidiario per mantenere la minaccia su un centro importante per l’Ucraina: se perdono Odessa, gli ucraini vengono privati di ogni sbocco sul mare, però i russi non hanno mai spinto in modo serio. E dalla Transnistria non è possibile possa arrivare un attacco, perché lì i russi presenti sono pochi, impegnati ufficialmente in una operazione di pace. Hanno concentrato tutto nel Donbass. Adesso questa penetrazione da nord verso sud potrà prendere alle spalle le truppe ucraine che stanno contenendo le forze delle due repubbliche e poi, una volta presa Mariupol, cos’altro hanno da fare? I russi non sono nelle condizioni di poter invadere il paese, Perché è troppo grande, già il Donbass è un territorio molto esteso. Ma saranno in grado di interrompere le operazioni di guerra da una posizione di forza.

    Con un’America che scalda sempre più insistentemente l’animo di Zelensky e il continuo arrivo di armi dalla Nato, Kiev accetterà di perdere il Donbass e Mariupol?

    Zelensky viene rassicurato da Biden e anche dall’Unione Europea sul fatto che non verrà lasciato solo. Ma sta dimostrando di non sapere che pesci prendere.

    In che senso?

    Dice che continuerà fino alla vittoria, ma sa benissimo che, se non interverrà la Nato, non potrà mai vincere. E se interverrà la Nato, non è detto che vinca, può succedere di tutto. Zelensky dice anche che Putin è un criminale e affermando questo è come dire che con lui non si può trattare. Al tempo stesso sostiene di essere sempre aperto a una trattativa.

    Quindi?

    Non si capisce se per trattativa intende chiedere che Putin si arrenda, ma se è così si illude. Se invece intende una vera trattativa, dovrà rinunciare a qualcosa, e questo qualcosa, ritengo, sono appunto il Donbass e il corridoio verso la Crimea. Quello che Putin vuole.

    (Paolo Vites)

    Piace a 2 people

    • Beh il fatto che certe “profezie” le faccia un generale non è garanzia di credibilità. La storia d’Italia ci ricorda generali che hanno portato a Caporetto e a tante sconfitte, macelli e rese, e generali che hanno portato alla vittoria. Il generale Bertolini con questa intervista mi pare appartenga alla prima categoria, anche se ha la presunzione di interpretare il pensiero autentico, gli obiettivi e la strategia di Putin di cui lui evidentemente preconizza e predilige la vittoria, nonostante abbia portato per 40 giorni (in gita turistica??) il suo esercito per tutta l’Ucraina seminando distruzione e morte (anche dei suoi soldati) con carri armati e missili , da sud a nord, da est a ovest. Poveri noi, se questi sono i nostri strateghi che dovrebbero difenderci in caso di guerra…!!

      Piace a 2 people

      • Tuttoquasto
        Rublo 74;17 su dollaro
        Fai scorta di accendini se vuoi riscaldarti il prossimo inverno.

        "Mi piace"

      • Invece che certe altre “profezie” le faccia la Maga Magò del blog dalla tazza del water, è garanzia di?

        "Mi piace"

    • Tracia, “putin non ha mai voluto conquistare la capitale……..” di chi sono queste parole? Del generale Bertolino? Allora chiedi al cugino del lievito perché hanno distrutto con sistema demoniaco i paesi intorno alla capitale? Ma tu le leggi le cose che posti?

      Piace a 1 persona

      • @Paola
        Stanno già facendo marcia indietro.
        Ricordi le parole del Conte Orsini, quello che boccia chiunque non la pensi come lui?
        “LA GUERRA PUTIN L’HA GIÀ VINTA!”.
        Che voleva dire: “popolo ucraino! Calatevi le braghe e lanciate fiori sui carri armati con la Z dipinta sopra. Siete solo un paese satellite del Grande Impero Russo!”.

        Piace a 1 persona

      • Paolabl, Magda almeno ha capito che di intervista si tratta , ha criticato Bartolini che io naturalmente non condivido ,ma tu
        povera ignorante cosa hai capito, sei capace di esprimere una critica in merito?
        Pussa via tu nella merda ,nei tombini, nella fogna che mandi ogni volta me e altri che non la pensano come te.
        Questa è l’ultima volta che ti rispondo in modo gentile.

        "Mi piace"

    • Tracia, forse perché mu sembrava impossibile cge un generale potesse dire puttanate simili? Che cosa ha guardato in questi giorni? C’è veramente ancora qualcuno in giro (tra gli esperti) che crede a quello che dice Putin e alle sue intenzioni? Io commento quelli che posti come voglio dato che ieri sei pure finita nella “fossa della mariana” pubblicando la imbecille pagata…..

      Piace a 1 persona

    • Tracia
      “Quindi non è mai stata una guerra a tutto campo contro l’Ucraina?”
      Prima la sparano, la caxxata, poi trasecolano se non si verifica e gridano alla vittoria!
      La propaganda “occidentale” ha sempre voluto far credere che Putin volesse annettere l’Ucraina per poi, magari, allargarsi ad altri paesi europei (non si sa mai che non ci spaventassimo abbastanza), facendone quindi derivare, ora, che stia perdendo contro Kiev.
      Ma come? Non è in grado di conquistare la capitale (non ci è neanche mai entrato, restando a 25/15 km e lasciando aperto al traffico un’intero accesso), ma ambirebbe all’Europa? 🤔
      A parte le continue contraddizioni, perché non basarsi su ciò che Putin ha detto fin dall’inizio?
      Neutralità dell’Ucraina, autonomia (ora indipendenza) del Donbass, denazificazione?
      (la Crimea è sempre stata sottintesa)
      Perché conviene far credere che l’Ucraina stia resistendo, addirittura VINCENDO, magari… così da giustificare ulteriori invii di armi, aizzare, bloccare le trattative, creare una bella bomba, bellica ed umanitaria, nel bel centro dell’Europa.
      Divide et impera… and fuck EU.
      Ora si continua a ripetere che vuole annettere il Donbass e la Crimea… a parte che in Crimea c’era già, non ha mai dichiarato di voler PRENDERE il Donbass, ma di volerne l’indipendenza.
      E comunque, c’è stato un momento in cui sono state pubblicate le richieste dell’uno e le eventuali concessioni dell’altro: neutralità, Donbass e Crimea erano presenti in entrambi gli elenchi.
      Bastava sedersi ad un tavolo e spuntare i punti in comune con una penna. Punto.
      Allora Biden ha gridato: “Macellaio”, mangiando la pizza in Polonia…
      Fine delle trattative.
      Ricominciano in Turchia.
      Putin, per indicare buona volontà lascia Bucha.
      Tutto a posto per 3 giorni. Gioia di sindaco e abitanti.
      Il 3o giorno, 2 aprile, su un giornale ucraino compare la volontà di fare “pulizia” di disertori e collaborazionisti filorussi.
      L’indomani, 3 aprile, Bucha si riempie di cadaveri con la fascia bianca (ora sparita dai radar), NON VISTI prima da sindaco e abitanti.
      HANNO STATO I RUSSI che mancavano da 4gg!
      Domanda: era per darsi la zappa ai piedi della “buona volontà” o è l’ennesimo colpo alle trattative? I russi non hanno resistito alla loro ferocia, dopo aver consentito per tutta la permanenza il seppellimento dei morti e aver fornito pacchi viveri alle loro ‘future vittime’ o serve per chiedere altre armi e per indurre la Von Der Leyen a offrire l’ingresso in Europa a condizioni stracciate?
      E la figura di m del NYT, che sposta la data della famosa foto dei morti dall’11 marzo al 19 marzo.. sino al primo di aprile (GIUSTAMENTE!!!)?
      E, occhio, i russi mancavano già da 2gg…
      Ma l’alibi classico, secondo cui se uno non è sul luogo del delitto NON può essere l’assassino, non vale più, in questa guerra?
      Che ne direbbe Sherlock? O anche l’ultimo scemo del villaggio?
      Eh, ma qui si va oltre… si prendono in considerazione, non bastassero le ritrattazioni della ragazza incinta di Mariupol, le dichiarazioni degli abitanti, quelli che hanno appena visto trucidare i collaborazionisti russi…avessero mai paura di fare la stessa fine? Scherzi? Neanche il minimo sospetto.
      Eh, ma sai…noi siamo quelli che, siccome non dichiariamo ad ogni piè sospinto “povera gente”, non lo pensiamo come primo impulso… Che disumani!
      Infatti vogliamo la pace e siamo contro il riarmo nostro e dell’Ucraina solo perché non abbiamo un QUORE.
      Noi non facciamo le doverose premesse da “Credo” in chiesa: “Putin è l’aggressore, Zelensky l’aggredito”, “Schifo Putin da sempre!!! (mentre altri, che ora si stracciano le vesti, gli leccavano il qlo) ” “Lui è il male assoluto, criminale, bandito, mostro, Alien… ”
      Noi non ci lanciamo in lacrimose iconografie alla Gramellini, strappandoci commossi, ed inebetiti davanti allo schermo, i capelli dal divano di casa…
      Quindi siamo delle scimmie ammaestrate di Putin e tutto il resto dell’armamentario retorico.
      -” Sì, sì… è così…lo dice sempre anche maestra Barbieri!”
      – “Ah, allora dev’essere vero.”

      Ps (Ma vffnkl! Pensato intensamente, ma non detto ad alta voce)

      "Mi piace"

    • Punto di vista di un blogger russo
      *
      Per quanto riguarda i negoziati sull’Ucraina, come molti probabilmente hanno già notato, il loro contenuto esterno è sempre meno diverso dal contenuto dei “negoziati in formato Minsk”, dove si è verificata la stessa profanazione di dichiarazioni, obblighi, promesse e promesse . Allo stesso tempo, si stanno svolgendo sullo sfondo delle promesse degli Stati Uniti e della NATO di sostenere una guerra a lungo termine sul territorio dell’Ucraina e di garantire la fornitura a lungo termine di armi per le operazioni di combattimento.

      In effetti, i negoziati per gli Stati Uniti e i loro burattini ucraini sono solo una normale cortina fumogena che viene utilizzata per cercare di ripristinare le forze armate ucraine dopo le perdite subite con l’obiettivo di successivi tentativi di passare alle operazioni offensive locali qualche tempo nel l’estate, quando il rifornimento ricevuto dalla mobilitazione e riarmato con i rifornimenti della NATO, sarà abbastanza pronto per rafforzare 1-2 direzioni e creare la necessaria superiorità sulle forze armate RF lì se rimarranno ad operare lì nell’attuale raggruppamento senza aumentare il suo numero a spese di volontari, stranieri, PMC, mobilitazione aggiuntiva in DPR e LPR e mobilitazione parziale in RF, unitamente al trasferimento di forze aggiuntive.

      Qualsiasi concessione, anche dichiarativa, da parte della Russia sarà interpretata inequivocabilmente come un segno di debolezza e utilizzata nella propaganda interna per sollevare il morale e sostenere la rotta per continuare la guerra ad ogni costo. Nessuno apprezzerà la mano tesa e le esortazioni lì: sarà interpretato ed è già interpretato come un motivo per continuare ad aderire alla strategia scelta di istituzionalizzare la guerra e profanare il processo negoziale sulla falsariga di Minsk-2. E la probabilità è piuttosto alta che anche la completa sconfitta delle forze armate ucraine nel Donbass non porti a una revisione completa di questa strategia. Al contrario, l’eliminazione delle principali brigate dell’esercito da campo non farà che spingere la ristrutturazione delle restanti forze militari verso strutture idonee a condurre una guerra terroristica basata sulle restanti grandi città. E la NATO fornirà carburante per questa struttura almeno per i prossimi mesi.

      Di conseguenza, la Federazione Russa deve essere pronta non solo a sconfiggere le forze armate ucraine nel Donbas, ma anche a continuare le ostilità dopo il completamento delle operazioni nell’est dell’Ucraina. Ciò richiederà ulteriori misure di mobilitazione in vari aspetti delle attività della macchina statale. Come ha osservato oggi il ministero degli Esteri russo, la Russia è in realtà in uno stato di guerra per procura con gli Stati Uniti e la NATO sul territorio dell’Ucraina. Ed è abbastanza chiaro che la sconfitta di parte delle forze ucraine è solo l’indebolimento di uno degli strumenti nelle mani del nostro principale nemico, che intende continuare ulteriormente la guerra. Di conseguenza, bisogna essere preparati a questo lungo confronto.*
      Insomma; la nato e lo zio Sam vogliono che guerra sia fino all’ultimo ucraino, auguri ucraina.

      "Mi piace"

  18. PaolaBl e magdabarbieri
    ovvero il rovesciamento della realtà
    è come le immagini della camera oscura
    oppure suggeriscono il titolo di una vecchia serie
    “ai confini della realtà”
    solo perchè osservano gli eventi di lato,
    accusano gli altri di essere manichei,
    ciò che anche loro lo sono

    PS vorrei vedere la comunicazione della DISDETTA al Fatto Quotidiano della Nonna con l’elmetto Magdabarbieri,
    naturalmente con l’indirizzo civico e mail omesso, in caso contrario ha detto una Cxxxxxxxxxx!

    "Mi piace"

    • @ adriano 58 Questa poi che io debba fornire a lei e al pubblico di infosannio la “prova” della mia disdetta dell’abbonamento come sostenitore del Fatto quotidiano, è quasi una barzelletta, che dà la misura del suo scarso acume. Comunque se le interessa tanto, ed è un esperto da tastiera, naturalmente -suppongo- abbonato al Fatto, può arrivarci benissimo da solo a trovare il mio nome nell’archivio dei commenti dei lettori e/sostenitori da anni, originariamente attiva anche come “cassandra testarda”.

      Piace a 1 persona

      • l’hai detto tu che eri estimatrice del FQ
        e da quanto sostieni ad ogni piè sospinto genera seri dubbi

        “cassandra testarda”
        testarda è stato un tuo lapsus freudiano?
        magdabarbieri non era adeguato?

        "Mi piace"

  19. Quello che con ogni probabilità ne sarà dell’Europa

    *L’Europa ha scelto il suo destino. E ha scelto il destino per la Russia. Quello che state vedendo ora è la morte dell’Europa. Anche se non si tratta di attacchi nucleari ai centri industriali, l’Europa è condannata. In una situazione in cui l’industria europea è rimasta senza fonti energetiche e materie prime russe a basso costo – e la Cina inizierà a ricevere gli stessi vettori energetici e materie prime a prezzi scontati, non si può parlare di una reale concorrenza con la Cina dall’Europa. Di conseguenza, lì letteralmente tutto crollerà: dopo che l’industria crollerà, l’assistenza sociale e la sicurezza sociale crolleranno, inizieranno la fame, il banditismo e il caos”.*

    "Mi piace"

  20. Siccome ci attendono tempi bui e difficili, io consiglierei umilmente, da deficiente come gentilmente definita, di uscire dalla condizionamento della propaganda, perché abbiamo, per ora una condizione di pace, che ci dovrebbe permettere di valutare i fatti con più calma e razionalità rispetto a chi è ,purtroppo, ormai passato da odio di propaganda a fattuale odio di guerra …..Io ho provato a mettermi nei panni di quei popoli, su cui ovviamente ha agito un condizionamento propagandistico e la loro storia, diversa dalla nostra, ma fondamentale, e ho immaginato che la guerra nel Donbass, sconosciuta, ignorata, omessa dall’ occidente, deve essere invece stata un potente elemento di divisione ed odio fra popoli. Per i russi che hanno pagato la seconda guerra mondiale con 25 milioni di morti e possono aver letto come una minaccia, la presenza di battaglioni neonazisti in parte coinvolti in quella repressione/guerra contro una popolazione russofona, magari avendo in quel territorio parenti o amici. …..e per gli ucraini che sempre durante la seconda guerra mondiale sono stati filonazisti in funzione antirussa, vedendo a torto o a ragione, i russi come i veri nemici! L’ Ucraina è stata la porta di ingresso dell’ invasione Russa da parte di Hitler……ora dopo 70 anni avviene in Ucraina qualcosa che mette in allarme entrambi, da una parte il conflitto nel Donbass, dall’ altra una glorificazione di figure di collaborazionisti filonazisti come Stefan Bandera cui si dedica una strada/piazza. ….per noi, che abbiamo una storia diversa, ha importanza risibile, ma per quei popoli con una storia tragicamente contrastante, è odio sopito, e mai forse sanato, che si risveglia e su cui la propaganda avrà 100 o 1000 volte più potere! Le popolazioni non sanno di essere strumento di interessi economici e finanziari di potenze che si contrastano per la ricchezza e supremazia dei loro governanti, un dittatore sanguinario e straricco ha gioco facile nel risvegliare un odio storico dei russi verso gli ucraini, e dall’ altra parte un attore, sostenuto ed armato dagli Usa, diventa un eroe con gli stessi meccanismi al contrario, dove l’ invasione è un’ aggressione, senza considerare che magari per i russi è un attacco preventivo per evitare la stessa invasione pagata con 25 milioni di morti , 70 anni prima. ….la storia pesa enormemente in questo conflitto, sommata alla propaganda diventa esplosiva, incontrollata, ed i popoli sono condotti in guerra, loro malgrado, usati e sacrificati……nessuno razionalmente vorrebbe morire per Putin, un essere orribile, e nessuno razionalmente vorrebbe morire per Biden in interposta persona Zelensky, purtroppo stanno morendo per la loro deviata rappresentazione che ha lavorato e sedimentato per anni, fino ad ottenere quanto è sempre stato facilmente prevedibile! Per questo il fanatismo e la propaganda devono essere contrastati in tempo di pace, perché sono strumenti potenti e funzionali alla guerra, che prima o poi arriva per servire gli interessi di chi li usa sulla pelle della povera gente, oggi ucraini e russi, domani noi….la china del dibattito su questa guerra è pericolosa per questo, è già scontro in una prospettiva di tempi difficili, invece di impegno per la pace sta dilagando voglia di guerra. …..siamo proprio sicuri che sia il nostro desiderio e non di chi ci usa?

    "Mi piace"

  21. Trovo insopportabile questo “maanchismo”, “si Putin è brutto e cattivo ma anche…”.
    Non esiste nessun “ma anche”, TUTTI i morti in Ucraina sono responsabilità di Putin l’invasore. E con “tutti” intendo anche le vittime russe. Oggi vivrebbero se Putin non avesse ordinato l’attacco, punto.

    Piace a 3 people

    • Ci dici dove stai? Se non sei troppo lontano passerei 3/4 volte alla settimana per prenderti a sberle te e tutta la tua famiglia,
      Tanto tu offri sempre l’altra guancia vero?
      Madonna, un se ne pò piu di zucche senza semi.

      "Mi piace"

      • Cagliostro:
        Zucca, zucca, semi, zucca, GGiggino, zucca, semi, semi, ItaGlia, semi, zucca, GGiggino, semi, zucca, bbibbitaro, zucca, zucca, ItaGlia, semi, Giggino, semi, zucca, bbibbitaro, zucca, zucca, semi.
        Giuseppi.

        "Mi piace"

      • Facce come il c.
        Ecco un altra zucca senza semi riempita di letame, incredibile come si palesino volontariamente,

        "Mi piace"

  22. Alessandra, concordo.
    Solo un appunto: mentre in Ucraina l’odio verso i russi viene coltivato, a partire dal 2014, specialmente a cura dei vari gruppi neonazisti, anche con l’utilizzo dei campi estivi per bambini e ragazzi (da piccoli glielo si inculca meglio), a detta di CHIUNQUE, i russi non hanno mai nutrito odio verso il popolo ucraino, che considerano un popolo fratello.
    Questa disparità di sentimenti non è ininfluente nell’analisi degli eventi e “giustifica” il ricorso di Putin a gruppi ceceni e georgiani, maggiormente “cinici”, diciamo, non solo per la loro insita preparazione bellica e ferocia, ma anche per la mancanza di questo limite “sentimentale”, che fa vedere meno nemico il nemico.
    Non mi stupirei se chiamarla “operazione militare” non fosse anche un modo per far digerire quest’invasione al popolo russo, per farla sentire come un’azione liberatrice nei confronti dei “fratelli ucraini”.

    Le virgolette si sprecano, trattando questi argomenti.

    "Mi piace"

    • Ec “non solo per la loro preparazione bellica ed insita ferocia” (cioè “insita” è riferito solo alla ferocia, ovviamente…)

      "Mi piace"

  23. Sempre della serie: le grandi domande!

    Poniamo che l’Ucraina (con l’appoggio morale e materiale NATO) avesse invaso la confinante Transnistria per proteggere la minoranza ucraina.

    Il nostro governo e i nostri media embedded si sarebbero schierati con la Transnistria filorussa (stato aggredito) o con l’Ucraina filoNATO (stato aggressore)?

    In realtà penso di sapere già la risposta: con l’Ucraina!

    1. Per ragioni umanitarie (si interveniva per salvare una minoranza aggredita).

    2. Per esportare la famosa democrazia ucraina in Transnistria.

    "Mi piace"

  24. La semplificazione della storia in narrazione. …tutti i morti sono colpa di. ….e quelli di prima, dal 2014 ad ora ? Non erano forse ucraini? La storia è complicata e contraddittoria, la si può leggere e raccontare come novella, oppure provare a capire, per trovare soluzioni, difficili ma possibili! Se De Angelis trova insopportabile in manicheismo del si….ma anche, io trovo ridicolo questo coraggio guerriero dal divano di casa, quindi alza il culo e vai a combattere per difendere gli ucraini e vendicare i morti. Punto! Sei libero di questa scelta, …..diversamente si potrebbe dubitare di coraggio e coerenza! Io che non voglio morire, ne far morire, per il dittatore Putin, per il demente Biden o per la patacca Zelensky, diserto, convinta che la diserzione generale dei popoli sarebbe uno strumento efficace per evitare morti nell’ interesse di un dittatore, un demente ed una patacca, un trio su cui pisciare , invece di morire! Quindi invece di darmi lezioni dal pulpito della guerra giusta, fai l’ unica azione per sostenere la tua giusta guerra: ARRUOLATI !

    "Mi piace"

    • Alessandra
      Non può fare neanche quello, perché mi risulta che, in Italia, sia reato andare a combattere per un altro Paese.

      "Mi piace"

  25. Sembra che questo individuo si trovasse lì per puro caso, e che il suo unico scopo fosse quello di una scampagnata in compagnia di amici.

    L’esercito russo ha catturato il maggiore generale statunitense Roger L. Cloutier Jr. Magg. generale Roger L. Cloutier, capo di stato maggiore del quartier generale del comando di Arica degli Stati Uniti nel campo ucraino assediato di Azov a Mariupol.

    "Mi piace"

  26. Informazioni prese con il beneficio d’inventario,
    Ma sembra che questa notizia provenga direttamente dal ministero difesa russo.
    Se son rose fioriranno.

    "Mi piace"

  27. questa persona Hunter Biden, ha finanziato alcuni bio-laboratori in Ucraina di cui non è stata data alcuna informazione all’OMS che ne ha fatto richiesta, e che la stampa ha quasi ignorato.
    trattasi di foto trovate dentro il suo laptop “dimeticato” che il NYT aveva asserito fosse una FAKES NEWS, alla faccia dell’autorevolezza!
    Oltre a migliaia di foto e filmati vi sono centinaia di mail, che provano evidenti di complicità tra padre e figlio di commistione dello sfruttamento del ruolo politico della famiglia per affari poco “puliti” o per coprire le malefatte della “pecora nera”

    la guerra serve anche a distrarre lo scandalo della famiglia Biden
    in altri tempi avrebbero parlato di IMPEACHMENT
    ORA TUTTO NORMALE?



    "Mi piace"

    • «Ecco chi ci sta portando alla rovina

      https://i0.wp.com/ilsimplicissimus2.com/wp-content/uploads/2022/04/image-1.jpg?w=621&ssl=1

      Mentre il Corriere delle Balle ci fa sapere che il diabolico Putin ha un’amante, come probabilmente tutti in quella redazione, dal computer di Hunter Biden continuano ad uscire documenti che dimostrano la sua corruzione in Burisma, la società energetica ucraina che è diventata il centro del primo tentativo di impeachment di Trump nel dicembre 2019 quando l’allora presidente fu accusato di aver spinto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ad annunciare le indagini sui Biden per presunta corruzione. Invece si è dimostrato che fu Joe Biden a fare pressione sulle autorità ucraine perché il magistrato che indagava su Burisma venisse rimosso. Ma ci sono anche le prove del coinvolgimento della famiglia presidenziale nel finanziamento dei biolaboratori in Ucraina e della compromissione di Hunter e dei suoi collaboratori in giri di prostituzione, droga e altri tipi di malaffare. Ma poiché Joe e il figlio Hunter condividevano numerosi conti bancari si può dire che si trattasse di attività di famiglia . I 450 gigabyte di documenti stanno uscendo abbastanza rapidamente perché Jack Maxey, l’informatore che ha fornito al DailyMail una copia del disco rigido dal laptop abbandonato di Hunter nella primavera del 2021, si è dovuto rifugiare in Svizzera Swiss Transfer, un servizio di file sharing è l’unica che non cancella regolarmente i file e su consiglio di un funzionario dei servizi l’unico modo per evitare di essere assassinato è quello di diffondere più file possibili, anche se non proprio i più compromettenti.

      Ma accanto ai documenti il disco fisso di Hunter contiene anche centinaia di foto che dimostrano fin troppo bene che tipo sia il figlio di Biden. Ci sarebbe da scegliere, ma l’immagine che ho messo in apertura è quella che forse più rappresenta la tracotanza del potere e lo stupro di verità dell’amministrazione americana.».

      "Mi piace"

  28. Ma come siete caduti in basso! Proprio per adeguarsi al titolo dello “scemo osceno” ! Adesso anche le foto porno vere, fake o rubate da qualche computer che siano, credete proprio che servano alla ossessiva campagna filo putiniana per screditare gli odiati americani attraverso il figlio di Biden?! Scommetterei che di queste immagini ce ne sono a dozzine anche sui computer di tanti “pacifisti”! Ma questo che c’entra con la guerra di Putin in Ucraina? che è una porcheria ben più grave e micidiale per l’umanità delle porcherie private di questo esemplare qua che ci volete infliggere. Vergognarsi di una causa così sbagliata, mai?? E anche infosannio, ormai defunto “antidoto del pensiero unico” per farsi portavoce dell’unico pensiero filoputiniano, sta toccando il fondo…

    "Mi piace"

    • (Cacciatore) Hunter Biden è attore principale in questo conflitto.
      Affaire gas, Zelensky-Trump, tangenti oligarchi, finanziamenti armi, soldi su Pandora a Zelensky girati da oligarca ucraino-israeliano poi rifugiato politico proprio in USA, laboratorio di armi chimico-batteriologiche e potenziamento di specie dei virus (sempre in Ucraina 🇺🇦, sempre a opera dei Biden)……

      Sul Cacciatore si potrebbe scrivere una collana di libri.
      Il fatto che usi droga, in ogni Paese che frequenta, diviene anch’esso un problema politico, oltre che una questione di mancanza di opportunità…. Il fatto che organizzi orge e lasci tracce delle sue “imprese” da predatore sessuale…io stenderei un velo pietoso, non fosse che, ricoprendo ruolo politico, come fu per il nostro Silvio, esponendosi a essere “vulnerabile” offrendo accesso a segreti di Stato e alla possibile influenza sui destini del mondo a personaggi ancor più discutibili di lui & family, rende un pericolo per tutti anche la sua attività sessuale.

      Comprendo e condivido la sua solidarietà al popolo ucraino, ma ostinarsi a ritenere che questo conflitto sia nato un mese fa, evitando di analizzare il quadro complessivo, rende la sua analisi parziale e limitata, oltre che limitante.
      Non è un attacco, solo un invito. Da ciò che ho potuto leggere dei suoi interventi, e confesso di averne letti solo alcuni, secondo disponibilità e tempo, non vedo malafede, solo un’ostinato desiderio di appiglio al baratro che questa escalation della guerra ucraina a aperto. Il desiderio di dividere il mondo tra buoni e cattivi, di essere i buoni e di difendere le vittime dai carnefici.
      Io non voglio darle lezioni, solo evitarci altre delusioni.

      "Mi piace"

    • Ah, per Maga Magò non è quello della foto ad essere caduto in basso, ma chi la pubblica.

      Ah ah ah!

      Continua così, tra non molto ti recapiteranno un bel invito alla Casa Bianca: ce l’hai un bel vestitino sexy per l’occasione?

      "Mi piace"