Bassetti: “Bisogna finirla con il bollettino serale”

(Radio Cusano Campus) – Draghi sui no vax? E’ evidente che chi non si vaccina mette a rischio la propria salute e quella del Sistema sanitario. In reparto ho 19 ricoverati e 18 sono non vaccinati. Giusto tenere le scuole aperte, nessuno in Europa le ha chiuse”

Il Prof. Matteo Bassetti, primario di Malattie infettive all’ospedale San Martino di Genova, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “L’Italia s’è desta”, condotta dal direttore Gianluca Fabi, Matteo Torrioli e Daniel Moretti su Radio Cusano Campus.

Per Draghi gran parte dei problemi dipendono dai no vax. “E’ evidente che chi non si vaccina mette a rischio la propria salute e quella del Sistema sanitario –ha affermato Bassetti-, oggi chi arriva in ospedale con il covid segue un percorso che porta via energia e risorse e quindi non vaccinarsi è una scelta che mette a rischio tutta la comunità. Nel mio reparto su 19 ricoverati, 18 sono non vaccinati e l’unico malato aveva un’endocardite e il tampone positivo, quindi non era un malato di covid”.

Sui numeri della pandemia. “Questa modalità di gestione del covid deve cambiare. Non dobbiamo continuare a contare come malati di covid quelli che vengono ricoverati per un braccio rotto e risultano positivi al tampone. Bisogna anche finirla col report serale, che non dice nulla e non serve a nulla se non mettere l’ansia alle persone, siamo rimasti gli unici a fare il report giornaliero.

Che senso ha dire che abbiamo 250mila persone che hanno tampone positivo? Bisogna specificare se sono sintomatici, asintomatici, sono ricoverati, stanno a casa. Da una parte sono numeri che ci fanno fare brutta figura col resto del mondo, perché sembra che vada tutto male e invece non è così, nella realtà altri Paesi che hanno molti più contagi di noi cercano di gestirli in maniera diversa.

Se continuiamo così finiremo con l’andare in lockdown di tipo psicologico e sociale. Continuando a fare tutti questi tamponi immotivati, arriveremo a un punto che avremo talmente tanti positivi e contatti con positivi che l’Italia si fermerà. La cosa importante sarebbe sapere quanta gente entra in ospedale con la polmonite da covid e quanta gente invece entra in ospedale per altre patologie e ha un tampone positivo.

Bisogna capire se la pressione sugli ospedali è da polmonite da covid oppure se è dovuto all’enorme numero di tamponi che viene fatto. Ci vorrebbe una distinzione molto chiara. Bisognerebbe ascoltare un po’ di più i medici. Oggi questo virus per la maggioranza dei vaccinati dà una forma influenzale. Gli ospedali sono pieni di non vaccinati, che devono vaccinarsi. Nella gestione della pandemia ci vuole un cambio di passo necessario e urgente”.

Sulla scuola. “Bene ha fatto il governo a riaprire le scuole. Sarebbe stato incomprensibile chiuderle. I ragazzi trascorrono a scuola 5 ore della loro giornata, poi vanno ai giardinetti, all’oratorio, in piscina, in palestra, vanno a mangiare la pizza. Se nessun Paese in Europa ha deciso di chiudere le scuole, non è che noi possiamo pensare di essere i più furbi del reame. Cerchiamo di guardare anche fuori, perché in questa pandemia abbiamo fatto delle cose fatte bene, ma anche tante fatte male”.

10 replies

  1. lo dicono pure le ‘servette* a ore’
    la polvere sotto il tappeto non si vede sin che non ha fatto la gobba.
    (*con rispetto per chi fa il lavoro mettendo la polvere nell’apposito contenitore)

    in effetti sarà bello lo stupore di chi scopre che, in una settimana, ci sono stati 4.000 ricoveri
    e 255 ingressi in terapia intensiva, invece di sorbirsi lo stillicidio di 500/700 o 40/50 giornalieri
    sai mai che uno così si rende conto che la situazione peggiora, o migliora, anzitempo.

    questa fa il paio con quella che più tamponi si fanno più si scoprono contagiati.
    ma detta con il senso da volpe astuta che, facendone meno i contagiati sarebbero meno.

    "Mi piace"

  2. Massi’ dai! Facciamo finta di niente.
    Occhio non vede cuore non duole. Poi, se ci troviamo a letto ammalati o nessuno entra più nel nostro negozio, o richiederà più il nostro lavoro, andiamo a lamentarci da Bassetti e C. che a forza di comparsate,( pubblicità costante e per di più pagata) libri in uscita, futuro da VIP (politico?) , ecc… il conto in banca lo ha certamente rimpolpato. Oltre ad aver i dimostrato, assieme soprattutto all’ onnipresente Pregliasco, che il loro lavoro è tutto meno che faticoso, usurante, continuo e impegnativo. Per non parlare della “scientificità” delle sue continue sparate e dei suoi vaticini.

    "Mi piace"

  3. Tutti sti tamponi li stanno facendo x l’idiozia del green pass x andare a lavorare!
    Vista la manfrina che voi fate sui no vax, come è pensabile uscire da questo delirio che, al momento, è principalmente mediatico! In UK Johnson si vanta del 90% di over 50 vaccinati mentre voi vi lamentate x il lo 10% di over 50 no vax.

    "Mi piace"

  4. A parte che Bassy non ne ha mai presa una giusta, per cui, per esempio, dice che siamo gli unici che fanno il report giornaliero, quando in realtà siamo assieme a quasi tutta l’Europa a parte Svezia e Spagna…

    Per il resto l’altra sera sono stato attaccato con la suddetta motivazione: ‘ma chi ha detto che ci sono l’80% di novax nelle TI? ho letto sul FQ che sono il 65%”

    E infatti, poi compaiono notizie (su tutti gli altri media) come questa: 18/19 sono non l’80, ma addirittura oltre il 93% del totale, anzi il 100 perché quell’altro aveva un’altra patologia.

    E intanto i morti vax sono 1,3 volte i novax e le TI con i vax sono meno della metà dei loro morti, cosa che francamente parlando, dovrebbe far saltare dalla sedia qualsiasi stastistico.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...