Vittorio Feltri: “Guai a chi vuole zittire Cruciani”

(Vittorio Feltri – Libero quotidiano) – Mi pare che si cominci a esagerare. Immagino che quasi tutti i nostri lettori conoscano la Zanzara, programma radiofonico diffuso da Radio 24, ossia l’emittente del Sole 24 ore. Trattasi di trasmissione pungente che da molti anni va in onda con successo verso sera, dalle ore 19 in poi.

Spesso vi partecipo anche io dicendo una serie di cavolate assolutamente sintoniche con gli umori polemici e spiritosi dei due maledetti conduttori: Giuseppe Cruciani e David Parenzo, i quali discutono con gli ascoltatori usando toni scanzonati che risultano assai graditi al pubblico, il quale segue numeroso le chiacchierate radiofoniche più piccanti del mondo.

Questa la premessa necessaria per comprendere l’accaduto che mi accingo a raccontare. Un anziano signore, che spesso era ospite della Zanzara, un no vax incallito e tenace, era diventato famoso grazie all’emittente per le proprie intemperanze contro i vaccini anti Covid, che giudicava inutili e dannosi. Ai microfoni si sviluppavano così interminabili discussioni ovviamente polemiche. Il nemico dei vaccini si chiamava Maurizio Buratti, 61 anni, il quale a forza di combattere con vigore la salvifica iniezione ha pensato bene di tirare le cuoia in quanto colpito dalla terribile malattia. Stecchito. Siamo dispiaciuti.

Quando qualcuno muore, benché si tratti di uno sprovveduto, non si può essere contenti. Senonché in questa circostanza vari giornalisti del Sole 24 ore, gente di solito riflessiva e pacata, si sono lasciati andare a considerazioni dissennate. Hanno attaccato brutalmente Cruciani e Parenzo per aver a lungo ospitato quale interlocutore il povero Buratti, accusandoli di aver dato voce a un matto ostile all’antidoto. Il quale secondo costoro non aveva il diritto di blaterare mettendo in dubbio la validità della scienza e delle sue scoperte. Addirittura i colleghi del quotidiano economico più letto in Italia hanno invocato la chiusura della Zanzara, incolpata di avere ospitato un uomo che diceva cazzate sulla pandemia.

Siamo alla follia, se dovessimo chiudere il becco a chiunque pronunci bischerate in radio, in televisione o le scriva sui social nonché sui giornali, i media sarebbero condannati al mutismo. In altri termini, noi pensiamo che chiunque, anche gli stolti, abbiano facoltà di esprimere le loro opinioni ancorché sballate. Altrimenti ogni dibattito non avrebbe più luogo.

 Ecco perché noi di Libero, di nome e di fatto, siamo dalla parte di Cruciani e di Parenzo a cui riconosciamo di aver fatto il loro mestiere intervistando Buratti, il cui solo torto è quello di non aver capito che è meglio un vaccino di una bara. Non quello di aver espresso idee sbagliate.

28 replies

  1. Vittorio ha ragionissima,se è proprio così semplice come viene riferita. Perchè sull’argomento della facoltà di dire la propria idea, se non si tratta di istigazione a delinquere e alla ricostituzione del partito fascista, ormai non ci dovrebbero essere dubbi,

    "Mi piace"

  2. Per una volta sono d’accordo con Feltri. Impedire alle minoranze di esprimersi è sbagliato e antidemocratico.
    Il problema è quando le minoranze (come quelle rappresentate dal suo padrone cui presta da una vita i suoi servigi) hanno la stragrande maggioranza dei mezzi di comunicazione a loro disposizione.

    "Mi piace"

  3. E invece sarebbe ora di procedere con censure pesanti, basta con queste imbecillità di conduttori ambigui che dovrebbero solo andare a zappare. Cruciani è quello che è, si vede, magari potrebbe farsi una doccia ma comunque é coerente, ma Parenzo? Fa il conduttore molto serio con la De Gregorio e quando copre le ferie degli altri, poi si presta a fare il moderatore finto contrariato come quando appunto c’era il famoso Mauro da Mantova, e niente viscidume puro

    "Mi piace"

  4. “Sta ceppa! Per me la Lucarelli ha ragione: la trasmissione ha creato un personaqggio, ma tutti in quel programma – regia o produzione, non solo i conduttori – hanno fatto sciacallaggio su un fattore drammatico nel tessuto sociale, quello dei SM e ? e ‘sto Mauro, ed ora si nascondono dietro la parole “liberta’ di espressione”. Sciacalli come sciacalli si puo’ essere.

    Piace a 2 people

  5. mai impedire che flatulenze escano da un orifizio
    potrebbero essere causa di gravi problemi interni
    per cui il duo può, a mio inutile parere, continuare a flatulare
    per la delizia degli appassionati del genere

    "Mi piace"

  6. Sempre sempre più la tipica discussione tra utenti di Wikipedia.

    – Utente 1: “Ehi! Lei mi ha appena sparato!”
    – Utente 2: “Mi dispiace, ma Lei ha violato le regole di Wikipedia”
    – Utente 1: “Ma perché?? Cosa ho fatto?? Oddio fa male! Sto morendo!”
    – Utente 2: “Innanzitutto usi un tono educato quando parla con me!”
    – Utente 1: “Ma fa male!! Ho un buco nello stomaco! Oddiio!”
    – Utente 2: “Lei ha uno stomaco? Me lo dimostri.”
    – Utente 1: “Certo che ce l’ho! Che domande!”
    – Utente 2: “Citazione necessaria”
    – Utente 1: “Oddio lei è pazzo!! Sto morendo!! Cristo!”
    – Utente 2: “Se Wikipedia sta andando allo sbaraglio è a causa dei campanilisti come Lei. Crede sul serio che il suo dolore relativo alla pallottola che le ha perforato lo stomaco, sia una cosa di interesse nazionale? Secondo me no. Anzi, metterò il template per la non-enciclopedicità del suo stomaco e se non appone la citazione sarò costretto a segnalarla tra gli utenti problematici”
    – Utente 1: “Ok, ok… ho lo stomaco. Ecco la citazione dall’enciclopedia Treccani «Tutti gli esseri umani hanno uno stomaco»”
    – Utente 2: “E chi me lo assicura che lei è un essere umano? E che è un essere? Sa quanti vengono qui che credono di essere dei grandi acculturati e poi in realtà fanno solo vandalismi e campanilismi?”
    – Utente 1: “Certo che sono un essere umano!! Lei è pazzo!! Sono umano!”
    – Utente 2: “Citazione necessaria. Mi dispiace. Se Lei è capace di cercare una citazione o di segnalare un link ufficiale sulla sua identità come essere umano allora ok. Altrimenti dovrò cancellare la voce.”
    – Utente 1: “Ho la fotocopia della carta d’identità. Ecco la scansione.”
    – Utente 2: “Mmmm, qui c’è scritto che Lei è nato a Capri. Citazione necessaria”
    – Utente 1: “Oddio sto perdendo troppo sangue! Oddio! Certo che sono nato a Capri!”
    – Utente 2: “Io non sto mettendo in dubbio che Lei sia nato a Capri, sto solo dicendo che deve dimostrarmi che Capri esiste. Citazione necessaria.”
    – Utente 1: “Oddio basta con queste citazioni! Sto morendo mi soccorra!!”
    – Utente 2: “Mi dispiace ma devo cancellare la frase in cui dice che è nato a Capri in quanto Capri non esiste. A meno che mi trovi una citazione valida.”
    – Utente 1: “Lei è pazzo!! Lei mi ha stufato!! Oddio quanto sangue sto perdendo!! Sto morendo!”
    – Utente 2: “Non è un mio problema. Se Lei non trova un link ufficiale che mi dimostri l’esistenza di questo presunto comune di Capri, dovrò cancellare la pagina”
    – Utente 1: “Ecco! Ho l’elenco ufficiale dei comuni italiani secondo la Svimez!”
    – Utente 2: “I dati della Svimez, a mio modesto parere, non sono attendibili. Più che altro non è capace di trovare delle fonti dell’ONU che siano comunque universalmente accettate?”
    – Utente 1: “Oddio!! Abbia pietà! Sto perdendo molto sangue!! Se vuole ho una foto di Capri!”
    – Utente 2: “Non posso accettarla perché non ha una licenza libera. Eppoi potrebbe essere un fotomontaggio.”
    – Utente 1: “Ma ma ma ma..ma perché non va a Capri e va a vedere se davvero esiste!?”
    – Utente 2: “Non è il mio compito e poi non ho tempo. È Lei che sta scrivendo questo lemma. Eppoi sarebbe Ricerca Originale, orrore! Tra l’altro Lei è campanilista.”
    – Utente 1: “Ma… ma…”
    – Utente 2: “Non abbiamo bisogno di campanilisti. Wikipedia non è l’assessorato al turismo di Capri.”
    – Utente 1: “Ma ma… lei… è pazzo!… oddio… quanto sangue… blob lob… sto morendo…”
    – Utente 2: “Mi dispiace. Lei mi ha insultato. La segnalo tra gli utenti problematici.”
    UTENTE 1 NON PUOI PIÙ’ MODIFICARE O SALVARE PAGINE PER “blocco di un anno. Motivo: insulti a utente 2” (da Nonciclopedia)

    Piace a 1 persona

    • Ancora con ‘sta Wikicosa… Tu hai qualche volta fatto sapere di aver avuto trascorsi con la testata di cui sopra, Wikipedia. Ovviamente tu NON PUOI mostrare nulla altrimenti cadrebbe il tuo anonimato, eppero’ l’incipit del tuo pippone di cui sopra mi fra capire cher tra te e la pubblicazione di qualunque frutto del tuo genio vi sia una barriera corazzata ed elettrificata posta dai redattori piu’ sensibili contro le tue fole e frottole, Morgellon, Piramidi Bosniache, Robert Jr. Kennedy, e quelle due avvenenti (ovvero: capaci di esserlo) signore, Loretta e Renate. Suppongo che quando tu telefoni in redazione per sapere come mai non ti rispondono. la segreteria ti dice che stanno tutti fuori ufficio…

      "Mi piace"

    • @sm bugiardo seriale impazzito di covid
      E vorresti portare acqua al tuo mulino dopo aver bevuto tutto il vino?
      Cos’è sta stxonzata?
      Stai sperimentando il teatro dell’assurdo?

      Ripropongo la risposta che ti ho inviato sotto ad un altro articolo:

      Sto godendo per questa nuova ondata di contagi.
      Chi mi conosce per le mie posizioni da convinto integralista SI-VAX potrebbe pensare che sia improvvisamente impazzito.
      Niente di tutto questo.
      Fra una settimana ci sarà l’impennata dei ricoverati in terapia intensiva, che segue a distanza di una decina di giorni i contagi.
      Sarà solo allora che VALUTERETE VOI NOVAX IGNORANTI la portata della malattia.
      Mi aspetto una copiosa moria di disagiati.

      Spero che nel frattempo qualcuno si prenda in carico la statistica sulla carica virale risultante da esami ematici fra tutti i ricoverati, in modo da confrontare i risultati fra novax e vaccinati.
      Maggiore concentrazione di virus significa malattia più aggressiva e pericolosa, unita ad una più alta contagiosita’.

      Popcorn?

      "Mi piace"

      • X Ennio (anzi no, anzi noennio):

        Non è wikipedia. E’ NONCICLOPEDIA.

        Hanno anche un articolo che fa per te.

        Morto di f..a.

        Ma dubito che passerebbe la pubblicazione 😀

        X Jerome:

        Mi raccomando le pasticche, Jerry, le pasticche. E quella copia del Mein Kampf autografata sul comodino, via!

        "Mi piace"

  7. Il nocciolo del problema non è aver dato voce ad un no vax xenofobo e terrapiattista.
    Se il no vax, in questo questo caso anche no brain, è stato intervistato senza strizzare l’occhio ai sui deliri ma replicando in modo razionale, averne fatto una macchietta è propaganda Sì vax più che No Vax.
    Ma è sempre un modo becero di trattare un tema importante.
    Quindi Feltri ha ragione, ma solo in parte.

    Diverte che Feltri sembri contento che l’esito tragico dimostri per l’ennesima volta come l’alternativa al vaccino può essere una bara, lui Sì vax convinto.

    Cruciani è uno Sgarbi che alza i toni per aumentare l’audience, preferisce replicare alle domande stupide, su quelle intelligenti glissa.
    È un pessimo conduttore, a prescindere da questo caso.
    Si dice che sia un piacone che ha sedotto molte donne, contente loro…. beato lui.
    I vantaggi della notorietà.

    "Mi piace"

  8. Mi permetto di dire che il nocciolo del problema è ancora un altro. Per me ognuno può fare il cazzo che vuole, però la trasmissione se la pagassero coi soldi di Confindustria o di coloro cui appartiene Radio 24, senza utilizzo dei fondi pubblici all’editoria

    Piace a 1 persona

    • Concordo ! Se lo pagasse il sole 24 ore il giornale e le trasmissioni radio e stipendi ! Altro che contributi statali all editoria triplicati negli ultimi 2 anni ! Tanto Feltri ha lo stesso problema , agisce e scrive pro domus!!!..

      "Mi piace"

  9. A proposito di questo zozzone coi denti grigi (come quelli della Garnero da Cuneo): ma la Selvaggia Lucarelli che poi ce la mena con le dipendenze affettive? E Cruciani, e Morgan, e Scanzie, e il figlio di Pappalardo, e quello con la casa di vetro che non poteva toccare niente, e la ventina che mi sfuggono, e il toy boy attuale: figlia mia, ma le medie non le hai finite come tutti a 14 anni?

    "Mi piace"

  10. Salimbene de Adam, nella sua interessantissima Cronica (XIII secolo, Parma) descrive con vivide parole un frate predicatore, che, come usava ai tempi, percorreva il Paese di chiesa in chiesa predicando la Dottrina. Ottimo giullare non lesinava lazzi e frizzi, agitandosi dal pulpito con ogni escamotage possibile, ridicola macchietta che otteneva però sempre una audience numerosa e, per quanto ridanciana, interessata, e la sua fama aumentava, copiato da molti.
    La descrizione è vivida, te lo vedi davanti.
    800 anni dopo siamo sempre lì.

    Piace a 1 persona

    • Domanda: ma una citazione così dotta di un personaggio ignoto ai più, donde ti viene?

      La conoscevi già? E se sì, come l’hai letta? Perché manco Barbero si produce in simili acrobazie storiche.

      "Mi piace"

  11. La zanzara, un programma che ricalca quello che fu la voce libera di Radio Radicale quando lasciava aperto il microfono ai deliri degli ascoltatori. Qui invece c’è la manipolazione e la selezione di chi deve parlare e fagocitare. Uno spazio di demenza condotto da uno “sporcaccione puzzolente con le mutande sporche” (cit. di Cruciani).

    "Mi piace"

    • NON ASCOLTO LA ZANZARA, mA SO CHE COSA E’ . SONO CONTRO LA CENSURA MA SE LA ZANZARA NON ESISTESSE NON MI STRACCEREI LE VESTI. NON MI PIACE, MA E’ TALMENTE ESAGERATA CHE L’ASCOLTATORE MEDIO CAPISCE SUBITO CHE SI STANNO DICENDO(VOLUTAMENTE) DELLE SCEMENZE. IL PROBLEMA E’ CHE CI SONO TROPPI ASCOLTATORI SUB-MEDI .

      "Mi piace"

  12. Cruciani ha ragione.. Cruciani ha torto…?
    Non so…
    Mi faccio pero’ la domanda.
    Per dare (a me!) una risposta ho provato a fare un parallelo.
    Un parallelo con lo scemo del bar.
    No, non con Crociani!
    Con lo scemo del bar: ogni bar (di periferia) italiano ha il suo personaggio sopra le righe: “lo scemo del bar” o “il matto del bar”.
    Con la memoria torno quindi all’eta’ di 12/13 anni quando in gruppo con gli amici avevamo deciso di divertirci qualche ora con “lo scemo del nostro bar” (“il Cicca”) di una cittadina di provincia.
    Per quella serata avevamo deciso di provocare “lo scemo del bar” facendo una finta scommessa (tra noi) per vedere quanti grappini sarebbe riuscito a bere.
    Ovviamente lo scemo del bar era galvanizzato da tanta attenzione e ben si presto’ ad esser il soggetto (o solo “oggetto”?) della nostra scommessa…
    Una fazione fingeva di scommettere che non sarebbe riuscito a bere l’ennesimo grappino.
    L’altra frangia invece diceva che lui, essendo un grande ovvero il mitico “Cicca”, ce l’avrebbe fatta…
    E cosi’ scommessa dopo scommessa (dove nessuno perdeva e nessuno vinceva alcunche’) e grappino dopo grappino.. lo scemo del bar fu completamente brillo.
    Storto come un gancio usci’ dal bar…e a passi assai incerti (eufemismo) attraverso’ la strada fra le nostre risate di ragazzini divertiti…
    Poi si senti’ una gran frenata… indi un colpo secco… un terribile schianto:
    una macchina si era’ piantata contro un albero del viale..
    No, nessun morto:
    il nostro “scemo del bar” tra un passo e l’altro era ancora incolume: chissa’ forse neppure si era accorto di quella macchina che per puro miracolo riusci’ ad evitarlo…

    La domanda e’:
    se noi quella sera non l’avessimo provocato fino a ridurlo (indirettamente) in quello stato… si sarebbe comportato in quella maniera fino a sfiorare la morte?
    Avevano delle colpe quei ragazzini di 12/13 anni?
    E i Crociani ed i Parenzo… hanno qualche responsabilita’ per cio’ che ha fatto Mauro Buratti?

    Non lo so.
    Io mi son fatto solo una domanda.

    Un augurio di Buon Anno a tutti voi da parte mia e del mitico “Cicca” (che e’ ancora vivo… e ancora beve dei gran grappini per quanto ne so!

    "Mi piace"