È il regimetto del terrore

Prima si suscita il panico per la terribile variante Omicron. Poi, quando si capisce che i danni che provoca sono paragonabili a quelli di un raffreddore, si dà il merito ai vaccini. Così anche l’incubo diventa un bello spot per le iniezioni. E se non basta, ci pensano i giudici che trasformano un’opinione del presidente in fonte del diritto


(Maurizio Belpietro – laverita.info) – Siccome scarseggiano i virologi di pronto intervento, il tribunale di Milano ha deciso di nominarne uno ad honorem. Con una sentenza un po’ originale, i giudici hanno deciso di dirimere una controversia tra i genitori di una ragazza di 14 anni che intendeva aspettare un po’ prima di vaccinarsi, imponendole l’obbligo di iniezione. Nonostante l’adolescente avesse dichiarato di essersi informata circa gli effetti collaterali e di non essere stata influenzata dalla mamma, i magistrati hanno comunque autorizzato il padre a far immunizzare la figlia. E nel farlo hanno rimproverato alla madre di aver trascurato «tra l’altro il monito del presidente della Repubblica, che il 28 luglio ha detto che la vaccinazione è un dovere morale e civico». Insomma, Mattarella virologo ad honorem, i cui interventi non solo vanno ascoltati, ma messi in pratica come tavole della legge e se non lo si fa ci pensa il tribunale.

Se ieri parlavamo di un’arietta di regime, qui si va anche un po’ oltre, perché non ci si adegua a un decreto, provvedimento che, per quanto non transitato dal Parlamento, appartiene all’ambito della legislazione d’urgenza, ma ci si conforma addirittura a un discorso, che pur apprezzabile o condivisibile, rimane sempre un’opinione, anche se espressa dalla massima istituzione.

Ciò detto, per capire il clima un po’ isterico che imperversa, segnaliamo gli allarmi scaturiti dalla scoperta della variante sudafricana, trasformazione pericolosa del Covid, perché più contagiosa e in grado di aggirare le protezioni offerte dai vaccini. Per alcuni giorni, i giornali hanno messo in pagina il panico: tonfi di Borsa e incubi quotidiani, ingigantiti dalla scoperta di un paziente zero rintracciato nel tragitto tra Milano e Caserta. Intervistato dai cronisti, l’italiano sospettato di aver importato per primo il terribile virus, ha però rilasciato dichiarazioni tranquillizzanti, precisando che, nonostante il contagio, grazie al vaccino gode di buone condizioni di salute. Così, in un amen, siamo passati dallo scenario più nero a quello più roseo, con uno spot a prime, seconde e anche terze dosi. Come sia stato possibile il miracolo, che ha consentito di lasciarsi alle spalle un’angoscia coltivata in prima pagina per un paio di giorni, lo hanno spiegato gli stessi giornali che avevano lanciato l’allarme. La Repubblica per esempio con un’intervista ad Angelique Coetzee, la dottoressa sudafricana che ha scoperto la variante Omicron. E, anche se in contrasto con quello dei giorni precedenti, già il titolo dice tutto: «Non allarmatevi, i sintomi sono molto lievi».

A capo dell’associazione dei medici del suo Paese e nella task force sanitaria governativa, Coetzee si è accorta che i sintomi di alcuni contagiati non coincidevano con il virus del Covid classificato come Delta, ossia con la variante indiana. «Stanchezza, mal di testa, prurito in gola, leggero raffreddore». E l’incubo con cui era stata aperta la prima pagina? E gli scienziati che la definivano più contagiosa delle precedenti e più pericolosa perché «può intaccare l’efficacia delle dosi»? Un abbaglio. «Finora nessun paziente affetto da Omicron è stato ricoverato. Non abbiamo mai riscontrato effetti gravi». C’è stato qualche caso più particolare di altri? chiede la giornalista. «Una bimba di sei anni. Aveva febbre e tachicardia. Mi sono domandata se fosse il caso di ricoverarla. Due giorni dopo, quando l’ho rivisitata, stava benissimo».

Il Corriere, che nei giorni scorsi aveva annunciato l’arrivo in Europa della pericolosa Omicron, dando conto dell’allarme in Europa e della preoccupazione di Roberto Speranza, ieri innestava la retromarcia con un articolo su una colonna dal titolo «Sintomi lievi». Nel testo erano rintracciabili le stesse dichiarazioni della dottoressa sudafricana riportate da Repubblica, con l’annotazione che né i ricoveri né i decessi avevano fatto registrare impennate e l’aggiunta di un giudizio degli scienziati: «Prematuro prevedere una nuova crisi».

E allora? La paura di venerdì e sabato? Il blocco dei voli in partenza da Johannesburg L’annuncio del divieto di ingresso per i viaggiatori provenienti da alcuni Paesi dell’Africa meridionale (quelli dalla Libia, dal Marocco e dalla Tunisia, soprattutto se clandestini possono stare tranquilli)? Niente, probabilmente non c’era alcun motivo di allarmarsi. «Non bisogna fare terrorismo», dice Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe. Sì, ma intanto, con la scusa della Omicron, al ministero della Salute già ne hanno approfittato per spingere con le terze dosi. Al punto che, secondo il Giornale d’Italia, qualcuno ha pensato al vecchio articolo 658 del codice penale. Quello che punisce con l’arresto il procurato allarme.

8 replies

  1. Purtroppo siamo alla solita cacofonia. Da Stati che si blindano a “è un raffreddore” .E nel caos le persone cercano notizie. Siamo pieni di opinioni, spesso contraddittorie, ma, come al solito, nessuna notizia.
    Ad esempio: “La nuova variante non ha ucciso alcuno e le forme sono lievi, ora ci dicono. I vaccinati stanno bene. E i non vaccinati? Trattandosi di Sud Africa a Botswana, i non vaccinati saranno la stragrande maggioranza dei positivi, quindi, se non risultano morti o casi gravi, anche i non vaccinati hanno sintomi lievi.
    Ma questo lo deduciamo noi, inferendolo dalle premesse ( nessun morto) e la cosa ci pare strana dato che il numero di immunodepressi da HIV in quei Paesi e altissimo. Quindi è proprio un raffreddore? Gli Stati, anche il vaccinatissimo Israele, si blindano per un raffreddore?
    Come si vede la confusione è immensa e ciascuno cerca da sé le risposte alle domande che sorgono spontanee e che non trova: chi lo fa sui siti che spera più correttamente informati e chi sui siti di bufale.
    Insomma, per cercare di capirci qualcosa, in mancanza di informazioni, ci si affida al fai da te. E le perplessità crescono, traducendosi in comportamenti provocatori nei confronti delle istituzioni. Che predicano ma non informano.

    "Mi piace"

    • Conoscenze attuali su Omicron

      I ricercatori in Sud Africa e in tutto il mondo stanno conducendo studi per comprendere meglio molti aspetti
      di Omicron e continueranno a condividere i risultati di questi studi non appena saranno disponibili.

      Trasmissibilità : non è ancora chiaro se l’Omicron sia più trasmissibile (ad esempio, più facilmente trasmissibile
      da persona a persona) rispetto ad altre varianti, inclusa Delta. Il numero di persone risultate positive è aumentato
      nelle aree del Sud Africa colpite da questa variante, ma sono in corso studi epidemiologici per capire se sia a causa
      di Omicron o altri fattori.

      Gravità della malattia: Non è ancora chiaro se l’infezione da Omicron causi una malattia più grave rispetto alle infezioni
      con altre varianti, inclusa Delta. I dati preliminari suggeriscono che ci sono tassi crescenti di ospedalizzazione in Sud Africa,
      ma ciò potrebbe essere dovuto all’aumento del numero complessivo di persone infettate, piuttosto che a un’infezione specifica
      con Omicron. Al momento non ci sono informazioni che suggeriscano che i sintomi associati a Omicron siano diversi
      da quelli di altre varianti.
      Le infezioni segnalate inizialmente erano tra gli studenti universitari, individui più giovani che tendono ad avere
      una malattia più lieve, ma la comprensione del livello di gravità della variante Omicron richiederà da giorni a diverse settimane.
      Tutte le varianti di COVID-19, inclusa la variante Delta che è dominante in tutto il mondo, possono causare
      malattie gravi o morte.

      fonte OMS 28 novembre 2021

      il resto sono illazioni
      quelle di Belpietro sono flatulenze

      Piace a 1 persona

      • Marco Bo per onestà intellettuale dovresti ammettere che le flatulenze, abbastanza puzzolenti direi, non provengono soltanto da Belpietro, bensì dalla stampa nostrana e i media in genere. Non per niente, e non smetterò mai di ricordarlo, nella classifica mondiale della stampa nostrana, siamo al di sotto del Botswana (e l’esempio casca a “Fagiuolo”, per citare Briatore)

        "Mi piace"

      • X Martello:

        ma tu hai capito chi è questo ‘Marco Bo’?

        Dà delle flatulenze agli scritti di Belpietro, però nelle sue informazioni non le smentisce.

        Capito il soggettone?

        E’ fatto così. Fatto, proprio.

        "Mi piace"

  2. L’unica cosa certa è come sarebbero cambiati i titoli dei giornali.

    Trattandosi di un vaccinato asintomatico: SALVO GRAZIE AL VACCINO!

    Fosse stato un non vaccinato asintomatico: ECCO L’UNTORE! (con foto)

    "Mi piace"

  3. Johnny Dio rispondo alle tue domande. Belpietro è un furbo e ci sa fare al contrario dei giornalisti beceri di destra tipo Feltri Sallusti o Cerasa, che non sanno nemmeno scrivere, ma per me uno che cambia idea a seconda del padrone (e ricordiamo che prima il suo padrone era Berlusconi) non è degno di stima. Ciononostante evidenzia le (tante)contraddizioni di questo periodo e, per dirla alla napoletana “vott’ a pretell’ e nascun’ a’ manell”. Per il resto io non credo alle cazzate tipo dittatura se c’era Immuni e via dicendo quando ci vendiamo tutti i nostri dati personali per un bonus ad un videogioco ad esempio, per non parlare dei social, però concorderai che Migliori o non Migliori, in Italia in un anno non è stata fatta una mazza se non “vaccinatevi vaccinatevi vaccinatevi “. Trasporti nulla, scuola nulla, anzi, meno di quando c’era la Azzolina, sud nulla, controlli nulla, medicina di base nulla e siamo punto e a capo, perché dovrai ammettere ora, anche se nessuno lo sapeva prima, che puntare tutto sul vaccino è stato leggermente sbagliato. Come ho detto in altri post la situazione dell’italia è a metà tra il disastro di certi paesi come Germania Austria ed est Europa e l’eccellenza tipo i paesi orientali, che avranno pure un’altra cultura , è vero, ma perché non cominciare ad inculcare a poco a poco questa cultura nel cervello degli italiani? Ti sembra normale che Draghi,ma tanto 0er fare uno dei tanti esempi di cattiva informazione del Governo, dica in conferenza stampa vaccinatevi e fate i bravi per “salvare il Natale”, ma che cazzo è? Salviamo la festa del consumismo , emarginiamo i non vaccinati per questa festa, e poi si vede?Sulla scuola circolari che durano 2 ore e poi il dietrofront, ma che credibilità hanno da mesi costoro? Io impazzisco sul serio. Saluti a tutti e buona giornata

    "Mi piace"