No Green Pass, Freccero: “Ogni manifestazione volutamente infiltrata”

“Come diceva Cossiga, basta infiltrare per screditare. I fatti del G8 del 2001 si ripetono”

(adnkronos.com) – “Ogni manifestazione No Green Pass è volutamente infiltrata”. È la dura denuncia che Carlo Freccero ha affidato in esclusiva all’Adnkronos commentando i fatti di sabato scorso a Roma, con scontri e violenze legati alla manifestazione No Green Pass a cui è seguito l’assalto alla sede della Cgil.

“Se sostengo il referendum – sottolinea Freccero all’Adnkronos – significa che sono a favore della Costituzione e che voglio difenderla da ogni attacco. Con il referendum vogliamo risolvere l’attuale deficit democratico con le armi della democrazia diretta. Però anche manifestare è un diritto, diritto costituzionale. Diritto che ormai ci viene negato nei fatti perché ogni manifestazione No Green Pass è volutamente infiltrata. E, come ci ricorda la celebre la frase di Cossiga, basta infiltrare una manifestazione per screditarla”, afferma Freccero.

“Cito un episodio gravissimo che se fosse provato, getterebbe grave discredito sul rapporto di fiducia tra cittadini ed istituzioni. Sembra – afferma Freccero – che un funzionario di polizia in borghese abbia prima partecipato alle cariche contro la polizia ed abbia poi selvaggiamente aggredito a calci e pugni un inerme manifestante. Queste cose sono sempre successe, ma oggi c’è internet. Immediatamente è partito un appello all’identificazione, che è stata effettuata in tempi brevissimi sulla base delle immagini disponibili. Ometto nome e curriculum per rispetto della privacy e perché manca ancora un riscontro giudiziario. Le denunce penali sono già in corso. C’è un altro grave episodio da chiarire: le foto di un manifestante che nei corridoi della Cgil si cambia d’abito per interpretare il ruolo del fascista”, aggiunge Freccero, che conclude: “Il G8 del 2001 si ripete vent’anni dopo”.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

4 replies

    • chiediti, piuttosto, come mai non sono stati usati più agenti e i lacrimogeni per disperdere la teppaglia (una cinquantina di individui) che ha devastato la sede della cgil?
      eppure era stato scritto molte ore prima, sui loro social, che certi energumeni avrebbero assaltato quella sede sindacale!!!
      magari prima di criticare le parole di freccero prova a documentarti e, sopratutto, a pensare con la tua testa…!!!

      "Mi piace"

  1. Io piuttosto chiederei alla Lamorgese – dato che sono tutti, e da sempre, “attenzionati” – come mai i due fossero lì, indisturbati e belli tranquilli, ad organizzare e dirigere il tutto.
    Disattenzione?

    "Mi piace"

    • Come sempre.

      Anche a NY 20 anni fa. Tutti distratti e assenti. E 3 grattacieli caduti con appena 2 aerei. E 5 agenti dei servizi israeliani sorpresi mentre ballavano e cantavano alla vista del disastro.

      Ah, non ho detto l’ultima: la carriera dell’integralissimo Moammed Atta, fidanzato con una spogliarellista con i capelli rosa. Proprio da martire dell’Islam.

      E casualmente, lascia tutti i documenti in una valigia che casualissimamente non si imbarca sull’aereo.

      E ovviamente non c’é manco una ripresa video su Atta e tutti gli altri che si imbarcano (a parte una, senza però la datazione impressa come normale) sugli aerei. Perché spiegano le merd..ce debunker, all’epoca mica c’erano le telecamere, confondendosi forse con Pearl Harbour del 1941.

      "Mi piace"