Nel laboratorio di Wuhan si stava maneggiando un virus che non ha antenati in natura?

(Caterina Galloni – blitzquotidiano.it) – Scienziati di Wuhan, in Cina, e ricercatori Usa avrebbero pianificato di sviluppare in laboratorio un nuovo coronavirus nel 2018, prima che esplodesse la pandemia.

Secondo quanto riportato dal Daily Mail, da una domanda di sovvenzionamento di 14 milioni di dollari presentata il mese scorso alla Defense Advanced Research Projects Agency (DARPA) è emerso che un team internazionale di scienziati aveva pianificato di creare virus chimerici, geneticamente modificati. La domanda di sovvenzione è stata presentata nel 2018 ed è trapelata a Drastic, il gruppo di analisi delle origini della pandemia.  

La domanda di sovvenzione di Usa e Cina per la creazione di un nuovo coronavirus in laboratorio

E’ stata presentata dallo zoologo britannico Peter Daszak per conto di un gruppo che comprendeva Daszak EcoHealth Alliance, l’Istituto di virologia di Wuhan, l’Università della Carolina del Nord e Duke NUS a Singapore, secondo quanto riportato dal Telegraph.

“Compileremo dati di sequenza/RNAseq da un gruppo di ceppi strettamente correlati e confronteremo genomi a lunghezza intera, scansionando SNP unici che rappresentano errori di sequenziamento. I genomi candidati al consenso saranno sintetizzati commercialmente utilizzando tecniche consolidate e l’RNA della lunghezza del genoma nonché l’elettroporazione per recuperare virus ricombinanti”, è descritto nella domanda.

Ciò comporterebbe un virus che non ha un antenato in natura, ha detto al Telegraph un esperto dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS).

L’esperto, che ha chiesto al giornale di mantenere l’anonimato, ha affermato che se tale metodo fosse stato attuato si potrebbe spiegare perché in natura non sia mai stata trovata una stretta corrispondenza per Sars-CoV-2.

Il virus naturale più vicino è il ceppo Banal-52, segnalato in Laos il mese scorso. Condivide il 96,8% del genoma del coronavirus che provoca Covid-19. Finora non è stato trovato alcun ceppo originario diretto con un collegamento intorno al 99,98 per cento.

Creare un nuovo virus

L’esperto dell’OMS ha dichiarato a The Telegraph che il processo descritto nella domanda avrebbe creato “una nuova sequenza di virus, non una corrispondenza al 100% con il nulla”.

In seguito avrebbero sintetizzato il genoma virale dalla sequenza del computer, creandone uno che non esisteva in natura ma sembrava naturale come è la media dei virus naturali.

“Avrebbero inserito quell’RNA in una cellula e recuperato il virus. Ciò avrebbe creato un virus mai esistito in natura, con una nuova “spina dorsale” che non esiste in natura ma è molto, molto simile in quanto è la media delle spine dorsali naturali”, ha affermato l’esperto. Darpa avrebbe rifiutato di finanziare il lavoro per non mettere a rischio le comunità locali.

Il database dei ceppi virali presso l’Istituto di virologia di Wuhan è stato messo offline circa 18 mesi dopo il rifiuto, rendendo impossibile verificare su cosa stessero lavorando gli scienziati.

Categorie:Coronavirus, Cronaca, Mondo

Tagged as: , ,

24 replies

  1. Da un virus Rna al vaccino Rna il passo è breve…ma nessun dubbio!! Siamo in una botte di ferro ( chiodata però!!)

    "Mi piace"

    • bravo, ha scoperto che quasi tutti i virus sono a RNA
      il comune raffreddore, l’influenza, la SARS, la MERS, il COVID-19, il virus della dengue,
      l’epatite C, l’epatite E, la febbre del Nilo occidentale, virus Ebola, rabbia, poliomielite, parotite e morbillo.
      e quindi? tutti fatti in fabbrica? di tutti ci sono i vaccini a scaffale?

      il Daily Mail per avere informazioni attendibili non è proprio il massimo
      e pure la traduzione è scombinata, la domanda è stata presentata nel 2018 dalla EcoHealth Alliance
      alla DARPA ma è stata rifiutata, quindi non c’è prova che la cosa sia fattibile, ma solo che qualcuno
      l’ha proposto.

      spiego la fallacia nelle descrizioni riportate
      se al momento, del DNA Covid-19, si è studiato solo la parte che riguarda la corona esterna,
      perché è quella che agisce come grimaldello per fare entrare il virus all’interno delle cellule,
      e di quella parte non ancora tutto si è compreso, s’immagina (non non lo può fare altrimenti
      non avrebbe scritto quello che ha scritto) fare il taglia e cuci di DNA del virus vero e proprio?
      ma anche sapendo dove farlo non vi è la certezza che si arrivi a fare un virus
      funzionante dato che ciò che si taglia e si cuce non è ancora chiaro come funzioni
      e quindi potrebbe, non avere nessun impatto, come potrebbe avere impatto negativo ovvero morte del virus
      per non operatività, o farlo diventare estremamente virulento.
      ma le combinazioni con migliaia paia di basi sono milioni

      se si fosse a conoscenza di come funzionano le migliaia di istruzioni genetiche del virus
      non crede che si avrebbe già qualcosa di meglio di un vaccino che attiva il sistema immunitario
      dell’ospite al fine che questo non risponda in modo abnorme ma non agisce sul virus stesso?

      ah! no!! la scienzah ci nasconde le veritàh per fare businessh…

      inoltre guardando il sito del EcoHealth Alliance non mi pare facciano ricerche ti quel tipo
      ma più studi ambientali e di ricerca di fonti di virus, valutazioni dei rischi e studi su come prevenire
      future pandemie, fare ricerca con manipolazione di virus ho l’impressione che sia un poco oltre le loro
      capacità (laboratori e ricercatori)
      “Le nostre attività ci portano negli angoli più remoti del pianeta per monitorare la salute della fauna selvatica
      e tracciare collegamenti tra esseri umani, animali ed ecosistemi.
      Il mio lavoro con i pipistrelli si sforza sia di conservare questi animali ecologicamente benefici
      che di comprendere il loro ruolo nell’emergere di malattie umane – con l’obiettivo finale di prevenire la prossima pandemia”
      Dr. Kevin Olival – Vicepresidente per la ricerca

      Piace a 3 people

      • La parte più divertente è che, anche ammettendo che tutto ciò non solo sia fattibile, ma sia anche stato prima pianificato e poi attuato senza il minimo intoppo, saperlo per certo non servirebbe esattamente ad un cazzo di niente, visto che attualmente non esiste forza al mondo in grado di farla pagare al gigante asiatico. Servirebbe molto di più per il momentaneo appagamento dei complottari, a cui non parrebbe vero di poter dire col petto gonfio che avevano ragione loro (cosa oltretutto non vera perchè, in assenza di qualunque prova, al massimo potrebbero dire di aver tirato ad indovinare e di averci preso), ma resta il fatto che, se anche la totale responsabilità della Cina nella pandemia fosse dimostrata con tanto di dolo, questa cosa avrebbe ripercussioni minime o addirittura nulle, nel mondo reale.

        Piace a 1 persona

      • X J.Dio.

        Come sempre, ti confermi un quadrupede ragliante.

        I ‘complottari’ secondo te sarebbero pure quelli che cercano la verità? Ah, già, a che serve, visto che tanto alla Cina non gliela puoi far pagare, quindi è INUTILE?

        Non sei cinico, sei proprio patetico, JD.

        X Marco Bo:

        Te sei un altro Nobel in cerca di conferma, e continui a negare spudoratamente quel che anche i quadrupedi raglianti di primo livello hanno capito da un pezzo (e quindi non JD che è uno di 2a-3a tacca):

        ”’il comune raffreddore, l’influenza, la SARS, la MERS, il COVID-19, il virus della dengue,
        l’epatite C, l’epatite E, la febbre del Nilo occidentale, virus Ebola, rabbia, poliomielite, parotite e morbillo.
        e quindi? tutti fatti in fabbrica? di tutti ci sono i vaccini a scaffale?”’

        Paragone apparentemente logico, in realtà totalmente ridicolo: il fatto che esistano perle naturali, infatti, non esclude che non ve ne siano di artificiali (più precisamente, coltivate). Mi viene da rispondere solo così, di fronte ad un’evidente delirio del bolognese che pensa di darci lezioni di sghienza.

        ”’il Daily Mail per avere informazioni attendibili non è proprio il massimo”’

        Certo, vuoi mettere con la letterina di Dashak che ingiunse di credere alla ‘naturalità’ del virus?

        ”’alla DARPA ma è stata rifiutata, quindi non c’è prova che la cosa sia fattibile, ma solo che qualcuno
        l’ha proposto.”’

        Come se il DARPA fosse l’unica istituzione capace di lavorare su creazioni del genere, eh Marchetto?

        ”’spiego la fallacia nelle descrizioni riportate
        se al momento, del DNA Covid-19, si è studiato solo la parte che riguarda la corona esterna,
        perché è quella che agisce come grimaldello per fare entrare il virus all’interno delle cellule,
        e di quella parte non ancora tutto si è compreso, s’immagina (non non lo può fare altrimenti
        non avrebbe scritto quello che ha scritto) fare il taglia e cuci di DNA del virus vero e proprio?
        ma anche sapendo dove farlo non vi è la certezza che si arrivi a fare un virus
        funzionante dato che ciò che si taglia e si cuce non è ancora chiaro come funzioni
        e quindi potrebbe, non avere nessun impatto, come potrebbe avere impatto negativo ovvero morte del virus
        per non operatività, o farlo diventare estremamente virulento.
        ma le combinazioni con migliaia paia di basi sono milioni

        se si fosse a conoscenza di come funzionano le migliaia di istruzioni genetiche del virus
        non crede che si avrebbe già qualcosa di meglio di un vaccino che attiva il sistema immunitario
        dell’ospite al fine che questo non risponda in modo abnorme ma non agisce sul virus stesso?”’

        Ti spiego una cosa, cara testa di rapa: hanno ricreato pure il virus dell’influenza SPAGNOLA.
        Capito o no?
        Figurati se non possono creare un virus ‘potenziato’ in maniera del tutto casuale, con milioni di possibili esiti.
        Ma che te lo dico a fare, come se la tecnologia GOF non fosse mai stata inventata, per i GAGLIOFFI come te del resto, questa è fantaschienza, no?

        ”’inoltre guardando il sito del EcoHealth Alliance non mi pare facciano ricerche ti quel tipo
        ma più studi ambientali e di ricerca di fonti di virus, valutazioni dei rischi e studi su come prevenire
        future pandemie, fare ricerca con manipolazione di virus ho l’impressione che sia un poco oltre le loro
        capacità (laboratori e ricercatori)
        “Le nostre attività ci portano negli angoli più remoti del pianeta per monitorare la salute della fauna selvatica
        e tracciare collegamenti tra esseri umani, animali ed ecosistemi.
        Il mio lavoro con i pipistrelli si sforza sia di conservare questi animali ecologicamente benefici
        che di comprendere il loro ruolo nell’emergere di malattie umane – con l’obiettivo finale di prevenire la prossima pandemia”
        Dr. Kevin Olival – Vicepresidente per la ricerca”’

        Povero STOLTO.

        Ma pensi davvero che sul loro sito ci scrivano quel che fanno?
        Come dire che la GLaxo avesse scritto che lo Studio 329 è una PATACCA per proteggere la Paroxetina.
        E te saresti uno scienziato e/o un campione di logica, vero?

        "Mi piace"

  2. Già una decina di anni fa un bel libro, “Spillover” descriveva le molte collaborazioni internazionali per quanto riguarda lo studio dei virus, coronavirus compresi. Soprattutto tra ricercatori cinesi e statunitensi: un continuo viavai.

    Piace a 1 persona

  3. Il nuovo paradigma paraculis è stato trovato.
    Pare funzionare, un virus viene liberato, un po’ di morti, un po’ di economia ridotta a pezzi, poi ovvio, bisogna ricostruire, quindi crescita a manetta e così all’infinito, a Biden & c. questa idea geniale piace e già hanno avvisato, in previsione del prossimo stallo economico, presto un’altra pandemia.
    Divertente, le risate.

    "Mi piace"

  4. Finché i popolino vivranno di fede negli aguzzìni……
    Soffrono tutti di sindrome di dipendenza dal proprio turturatore, come nel manuale “Kubark”, basato sul modello delle 3 D: dependency, debility, dread (dipendenza, debilitazione, terrore).

    "Mi piace"

      • Bravo… preoccupati!! Visto che ti nutri di scienza guardati lo studio giapponese sul vaccino!! (Giustamente loro non si fidano degli yankee)
        PARE che sia un siero senza alcun effetto , la modificazione del sistema immunitario molto pericolosa e spacciare proteine spike per particelle di dio salvifiche una puttanata colossale!!
        E consola bassetti perché il premio a un vaccino così non arriverà dalla commissione Nobel ma dalla sagra della porchetta o del
        gnocco fritto!!

        "Mi piace"

      • Trema Marco Bo(h), la scienzah è tutta intorno a te e ti vaccina! Ma tanto te stai già a rota….come in “Amore tossico”.

        "Mi piace"

  5. A me , vaccinata obtorto collo, i vaccinati fanno molta paura: per il fatto stesso che sono vaccinati “tornano a vivere” come prima, anzi, più di prima: mascherina sotto il mento, nessuna attenzione alle distanze, ecc…. E invece, se guardiamo come si comportano “lassù” quelli che ci invitano a “tornare a vivere”… Praticamente loro sono ancora in lockdown. Di quelli duri.

    "Mi piace"

    • evidentemente non ha chiaro come sono fatti i vaccini e cosa contengono
      in nessuno c’è il virus Sars-cov-2
      ripeto
      in nessuno c’è quel virus
      ed anche quelli che ne hanno uno (è uno dei tanti adenovirus) come vettore (spero sappia il significato e del perché
      è usato e non glielo sto a spiegare) il virus è “clinicamente” morto ,non si può replicare
      e per completezza non sono quelli con l’RNA che usano l’mRNA
      se sa leggere (è il primo che ho trovato)
      https://www.socialfarma.it/covid-differenze-tra-i-vaccini-a-vettore-virale-e-quelli-a-mrna/

      i morti viventi, in assenza del morto, non possono resuscitare

      Piace a 2 people

  6. giusto per ribadire ai boccaloni da laghetto che stanno circolando troppe notizie che definire
    “interessate” è riduttivo
    (se vengono poi dalla GB e dagli USA che con la Cina sono praticamente in guerra)
    ora c’è una nuova ipotesi
    che riporto:

    Il nuovo coronavirus potrebbe essersi evoluto in pochi mesi nel corpo di un minatore
    che ha contratto un virus correlato nel 2012, scrive il quotidiano Telegraph,
    citando Jonathan Latham, direttore esecutivo dell’organizzazione americana Bioscience Resource Project.
    Secondo la pubblicazione, nel 2012 a sei minatori che hanno rastrellato i resti di escrementi di pipistrello
    in una miniera nella provincia cinese dello Yunnan è stata diagnosticata una malattia simile alla polmonite.
    Tre di loro sono morti, altri hanno trascorso fino a sei mesi in ospedale.
    Un anno dopo la morte, gli scienziati della città di Wuhan hanno trovato il coronavirus nel pipistrello RaTG13
    nella stessa posizione, che è identico per il 96% al virus che causa il COVID-19.
    Latham ha notato che molti diversi coronavirus sono stati registrati nell’area della miniera
    e che gli scienziati sanno anche che alcuni lavoratori hanno trascorso molto tempo in ospedale.
    “Il loro trattamento è durato sei mesi e ha portato all’evoluzione di nuovi coronavirus umani adattati”,
    ha concluso Latham.
    Campioni del virus che ha colpito i minatori sono stati inviati ai ricercatori di Wuhan,
    dove hanno registrato il primo focolaio di COVID-19.

    ora non rimane che aspettar il prossimo lancio di agenzia
    che sarà più mirabolante dei precedenti

    "Mi piace"

    • per la scienziatah
      “te stai già a rota….come in “Amore tossico”.

      non ho idea di cosa significhi, ma visto che è lei a suggerirlo
      deve essere una cosa importanteh

      Piace a 1 persona

      • Che peccato lei non conosca il film di quel genio assoluto di Caligari.
        Buona serata!
        N.B.: il Green Pass è una cagata pazzesca!

        "Mi piace"

    • Marco,
      questa ipotesi non è nuova.
      Ricordo di aver letto la storia e, forse, di averne anche accennato in questa sede, credo già nel 2020 o ad inizio 2021.

      "Mi piace"

    • X Marco Bo(h):

      ci avrei scommesso che comparivi a spargere le solite vaccate su qualsiasi ipotesi del virus ‘artificiale’.

      Naturalmente ti dimentichi sempre di specificare quali siano le evidenze che portano all’ipotesi naturale, ovvero per ora, ZERO, ma immagino che i soggetti psicotici come te abbiano il manifesto di Peter Dashak in cameretta, vero?

      Oppure posti qua tanto per far ‘controinformazione’?

      "Mi piace"

  7. Ah, per chi interessato: Presa Diretta ha trattato nuovamente il virus di Wuhan.

    Disponibile su Raiplay. Molto meglio che leggere Marchetto Boh.

    "Mi piace"

  8. Comunque sia andata, come “esperimento” – tra virgolette – a scala mondiale non è mica stato male…
    (Serendipinty?)

    "Mi piace"

    • Sai, è come il discorso dell’incendio di Roma. Fu Nerone o no ad ordinarlo?

      Non lo sappiamo, ma una cosa è sicura. Se ne approfittò, oh se ne approfittò.

      Come quelle canaglie che ridevano dopo avere sentito il terremoto dell’Abruzzo pensando agli appalti.

      "Mi piace"

  9. dopo aver letto quell’articolo mi sono detto: “e quindi?”
    Un seme che ha trovato terreno fertile in un sacco di cospirazionisti e dottori laureati all’universittà (con due T) del vicolo. Poco dopo tronchi frondosi hanno “allietato” questo ameno posto…

    "Mi piace"